Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19cassetta2lorpetrossimona_77rmVince198Sono44gattinfilax6.2elyravg1b9amici.futuroieriReCassettaIIPanthera_leo52marco2016mmaSpiky03Lames2020
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 26/01/2022

INDIETRO...SAVOIA!

Post n°4167 pubblicato il 26 Gennaio 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Non ne abbiamo mai abbastanza: non bastano i problemi attuali di politica estera, i nostri problemi interni, l'elezione del Presidente della Repubblica, il covid, ora ci tocca essere sollecitati dagli ultimi eredi di Casa Savoia, affinché nel giro di dieci giorni la Repubblica Italiana, provveda a restituire i "gioielli" di famiglia custoditi dal 1946 nel caveau della Banca d'Italia. Orbene, con tutta la buona e ferrea volontà, non credo che ricevuta l'imposizione, un funzionario della Banca d'Italia scenda giù nel caveau, rovisti tra le "quattro puttanate" che sono conservate laggiù e porti in direzione o allo sportello, il pacco di gioielli che pare valga intorno ai trecento milioni di euro. I Savoia si presenteranno alla scadenza e ritireranno il bottino, firmando la ricevuta e se ne andranno felici e contenti! Siamo l'Italia, il paese più burocratico al mondo e questi vogliono essere serviti in dieci giorni! Intanto cominciamo a capire se spetta questa restituzione: all'epoca tutto fu requisito ai Savoia, il loro regno caduto e decaduto malamente, con l'avvio della Repubblica fu messo in un angolo e furono confiscati tutti i beni. Loro riconoscono le varie confische, ma dei gioielli non v'è traccia di requisizione e quindi, dovrebbero ritornare nella "proprietà" della famiglia Savoia. Una brutta gatta da pelare e una rogna che oggi e all'istante, non possiamo certamente gestire con facilità. Pertanto l'Italia ha già risposto molto semplicemente con un NO. Loro hanno dato mandato agli avvocati e vedremo come finirà questa storia. Di danni i Savoia ne hanno procurati in questo paese, sappiano quindi che non sarà facile tornare in possesso del bottino bello solido. Comunque sanno pure che da noi i processi si svolgono in 15/20 anni...quindi ad libitum! Indietro Savoia, abbiamo da fare altro per ora. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso