Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19supermetyumareafvmarco_84mmarta.1979Vince198amici.futuroieriicavallidirossforericacassetta2rafbuelonewflyer2Dott.Ficcagliastudiocdl.cerritolongoni.engineering
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

Messaggi del 20/05/2022

GOBLISH? WHAT ELSE

Post n°4273 pubblicato il 20 Maggio 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

"No, sorry, i speak globish". Ekkedè il globish? Ahimè, non si finisce mai di imparare su questa terra e necessita una ripassata ogni tanto. Globish non è altro che un idioma generato in questi ultimi anni e nasce dall'unione di due termini il "Global english", ovvero "Inglese Globale". Sul pianeta vi sono circa un miliardo e mezzo di persone che parlano l'inglese, è ormai la lingua universale riconosciuta dappertutto che mette in contatto le persone ovunque si trovino. Ma attenzione, solo 400 milioni sono di madre lingua, i restanti parlano il cosiddetto inglese maccheronico. Quindi quasi il 75% dei contatti in lingua, sono "arrangiati" e espressi con termini che della nobile lingua inglese, hanno solo l'estrazione, ovvero subiscono alterazioni lessicali che agiterebbero moltissimo i puristi della lingua anglosassone.  Tuttavia, meno male che c'è e che permetta a tantissima gente di comunicare: facilità di espressione, facilità di comunicazione e soprattutto, semplicità nel comprendersi. Infatti si presume che col tempo, la gente che parlerà il globish, aumenterà in maniera esponenziale e basti pensare che solo 12 anni fa, erano appena 4 miliardi di persone che cincischiavano l'inglese maccheronico. Complici di questa tracimante diffusione, ovviamente, sono stati i big del web, i social. Insomma, siamo alla low cost della lingua diffusa, preferita in tutti i sensi: nel professionale, nel business e in tutte le circostanze in cui le persone sono portate alla comunicazione corrente, senza barriere e senza che qualcuno salga in cattedra e faccia lezioni sulla esemplare lingua madre. Un modesto esempio pratico: per dire "Sei grande, con il globish è suffciente dire: "U r gr8" che sarebbe "You're great". Scorrettissimo ma comprensibilissimo. La lingua inglese è basata su un milione circa di etimi, i giornali colti usano cica 40 mila parole, il "Sun" ne usa settemila e la lingua Globish si basa su 1.500 parole circa e credetemi, ci si intende perfettamente, nessuno si tura il naso e un vaffa ci scappa pure: "fakoviu".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso