Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 176
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19Sono44gattinfilax6.2amici.futuroierie_d_e_l_w_e_i_s_scassetta2OgniGiornoRingrazioapungi1950DoNnA.SVince198saccomartamthutucnhadatArianna1921ranocchia56magdalene57
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

 

Messaggi del 01/09/2023

MEMORIA E RICORDI: STRANI EFFETTI

Post n°4663 pubblicato il 01 Settembre 2023 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

 

 

 

 

 

Sarà capitato a tanti di voi, stando in compagnia, di parlare di qualcosa non recente e fatalmente, si sia evidenziato un dettaglio sul quale poi, si sia stati tutti d'accordo. La memoria purtroppo gioca strani scherzi e averla di ferro a prova di interrogazioni serrate e capillari, spesso ci procura manifestazioni che non corrispondono alla verità. Tutto ciò si definisce "Effetto Mandela"  e nasce da un episodio accaduto tempo fa e poi valutato da medici e specialisti in grado di accertarne cause ed effetti. Nel 2009 durante una convention, molti presenti erano tutti d'accordo, perché così realmente ricordavano, che Mandela era morto in prigione negli anni ottanta. In tanti fornirono dettagli e particolari (funerali e telegiornali) sui quali furono quasi tutti d'accordo, ma alla fine si scoprì che Mandela morì nel 2013! Sconvolgente avvenimento che coinvolse tanta gente pronta a giurare che il grande Mandela, fautore e combattente per la libertà del Sud Africa, fosse deceduto in prigione circa trent'anni prima. Da allora l'effetto Mandela è termine definitivo e ricorrente per identificare casi del genere.   Se ci pensate, vi sarà capitato di stare in compagnia e di scivolare con aplomb, su difetti della memoria, ma no vuoti di memoria. In altri termini si discute sull'attendibilità dei ricordi, fatti, parole, numeri, date ecc. ecc. Diciamo la nostra e gli altri confermano con convinzione: questo fenomeno è molto complesso e le sue origini possono toccare tanti altri segmenti che la nostra memoria conserva. E' così che poi, nel momento in cui si richiama un avvenimento, sovviene ma con altri dati non voluti, ma posseduti: partoriamo così, ricordi con l'inserimento di dettagli riferiti ad altro. Vi faccio solo un piccolo esempio: "Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?". Presumo che stiate pensando alla famosa strega di Biancaneve. Bene, anch'io (appena ho letto) ho pensato a lei. Lo avete fatto anche voi? OK, siamo tutti sotto l'effetto Mandela: la frase vera, effettiva, pronunciata dalla strega è: "...Specchio, servo delle mie brame...". Sono stato esaustivo? Bene, come vedete con la memoria sto "frecato" come voi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963