Creato da moon4ever il 12/05/2009

Mirtilla

..il viaggio di Mirtilla nel Paese delle Paturnie..

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

BLOG NO LIBERO

 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 

BLOG DEL GIORNO

I MIEI ARTICOLI SU WWW.MALGRADOPOI.IT

 

« I Crediti per il ParadisoFortunatissimamente Fortunata »

Quando ci si conosce "abbastanza"?!

Post n°224 pubblicato il 09 Settembre 2013 da moon4ever

Qualche giorno fa riflettevo (stranamente) sulle relazioni.

Due persone si conoscono, si piacciono, si frequentano, si piacciono sempre di più, s'innamorano e ad un certo punto decidono di andare a vivere assieme. Questo è l'iter. Capita di continuo, come capita di continuo che vivendo assieme si scoprano lati del carattere o abitudini che alla lunga proprio non vanno a genio, diventano insopportabili e nella peggiore delle ipotesi possono addirittura portare alla separazione.

Può così capitare, che una maniaca dell'ordine si ritrovi in casa un disordinato patologico che semina scarpe e vestiti in ogni angolo della casa, che una fissata dell'igiene e della pulizia si ritrovi a vivere con un "lurido", che un'amante della quiete si ritrovi con un patito delle relazioni sociali che le porta a cena a giorni alterni parenti e amici, che il gufo si ritrovi a litigare i ritmi sonno/veglia con l'allodola, che un geloso/possessivo debba rapportarsi con un'accanita sostenitrice delle privacy e della libertà.
Che, in pratica, ci si scontri con abitudini e modi di essere totalmente diversi dai propri, che prima non erano mai emersi, non si erano visti o che, forse, non si erano mai voluti veramente vedere (?!)

In questi casi il commento che si sente fare più spesso è quello relativo alla scarsa conoscenza dell'altra persona.
"Non pensavo che fosse così", "Se avessi saputo", "Prima non sembrava/era così", "Da quando viviamo insieme è cambiato/a", etc..
Ma nella maggior parte delle ipotesi non è così. Nessun cambiamento eclatante si verifica nei primi tempi di una convivenza, semmai l'ipotesi più probabile è che passando più tempo assieme si veda l'altra persona per com'è veramente nella quotidianità, con le sue fisse, le sue abitudini, la sua indole...che emergano lati del carattere che non conoscevamo perché non avevamo modo di osservare la persona in un determinato contesto. 

Se riusciamo a mediare queste differenze, a tollerarle o addirittura a farcele piacere, bene, siamo a cavallo, diversamente iniziano a sorgere i problemi.
Problemi, incomprensioni, liti, discussioni e scazzi alla meno peggio. Menzogne, tradimenti e carognate alla peggio del peggio. Rotture (e non solo di palle), separazioni, figli sballottolati da una parte all'altra quando veramente ci dice male.
Avessimo conosciuto meglio l'altra persona, davvero queste cose si sarebbero potute evitare?!
E quando si può dire di conoscere veramente bene una persona al punto da decidere di condividere la vita, la casa, i progetti senza brutte sorprese?!

Secondo mia nonna "non ci si conosce MAI abbastanza!" nemmeno dopo decenni.
Questa frase, insieme all'equivalente del modo di dire in dialetto locale, mi perseguita negli incubi ormai da anni.
Secondo lei non c'è speranza per nessuno: per quanto ci si conosca bene, ci saranno sempre dei lati del carattere dell'altra persona, in genere lati negativi, sia chiaro, (l'ottimismo, si sa, non abita da queste parti) che usciranno a rompere le balle nel momento meno opportuno.
Ed alla fine di una relazione saranno sempre tutti pronti a dire "eh, ma io lo sapevo che sarebbe finita così", "eh, ma si vedeva che aveva qualcosa (o peggio ancora la "tal cosa") che non andava". E non c'è niente, e dico NIENTE, che mi faccia andare in bestia più di queste uscite. No, ma perché allora sarai stronzo: lo sapevi, te lo immaginavi, l'avevi capito prima di me...E NON MI HAI DETTO NIENTE?! O.o
 
Ma, scherzi a parte, cosa è veramente indispensabile sapere di una persona?!
Libri, film e attività preferite, passioni, sogni, aspirazioni, idee, principi, abitudini, reazioni agli eventi, etc...basta saperle o bisogna aspettare di vederle e toccarle con mano per sapere se ci possono andare bene per davvero?!
 
Per voi, quando è "abbastanza"?!
 
"E se benissimo non fosse abbastanza?!" Hitch

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/moon4ever/trackback.php?msg=12351540

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 10/09/13 alle 08:54 via WEB
Se la nonna dice che non ci si conosce MAI abbastanza, direi che la questione si chiude :D Però secondo me è più corretto dire che non ci si conosce mai "del tutto", mentre "abbastanza" è un traguardo raggiungibile. Purtroppo, però, per come la vedo io una soglia di accettabilità si raggiunge non tanto quando la conoscenza è prolungata nel tempo, ma quando si predispongono le condizioni perchè la conoscenza sia reale. Ad esempio, quando si vive insieme, non c'è molto spazio per essere diversi da come si è in realtà, per cui in poco tempo le eventuali difficoltà vengono fuori. Gli eterni fidanzati, ad esempio, quelli che sono stati insieme per anni vivendo in case diverse, secondo me rischiano tantissimo la prima volta che passano 3 mesi sotto lo stesso tetto...
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 11:55 via WEB
Si, effettivamente è più corretto dire che non ci si conosce mai "del tutto", ma per quanto riguarda gli eterni fidanzati non sono del tutto d'accordo. Dopo dieci anni assieme, sai cosa l'altra persona penserà, prima che l'abbia pensato, avrai fatto almeno dieci vacanze e passato tanto di quel tempo ed esperienze assieme che sai già piuttosto bene cosa ti ritroverai in casa. Poi ho due amici che dopo 10 anni insieme andranno a vivere sotto lo stesso tempo il mese prossimo. Loro, non lo sanno, ma saranno la mia personale "prova del nove"! ghghgh ;)
 
   
Mr.Nice.Guy
Mr.Nice.Guy il 11/09/13 alle 12:24 via WEB
Che ti devo dire, sul fatto che "sai cosa penserà l'altra persona" dopo 10 anni che la frequenti, è vero con riserva. Sai cosa penserà in condizioni che conosci, ma non in quelle che non conosci. Magari puoi immaginarlo, ma di sicuro le incognite sono infinite. Fino a che non ti mandano a male la roba in frigo, non puoi immaginare nè che sarebbe potuto succedere, nè come sarà la reazione di chi ti sta di fianco quando ti saltano le valvole per l'incazzatura :D Tra l'altro, questa degli eterni fidanzati che poi non funzionano non sarà vera in tutti i casi, per carità, ma sono ragionevolmente sicuro che l'hai sentita più volte tu stessa. Se poi non ne hai esperienza diretta, altro paio di maniche, nè tanto meno si può dire che succeda sempre, però sulla base del tuo ragionamento, non dovrebbe succedere praticamente mai. E invece, succede. Tanto o poco, ma succede abbastanza da diventare un'opinione sufficientemente nota :)
 
     
moon4ever
moon4ever il 12/09/13 alle 11:49 via WEB
Beh, la roba che va a male in frigo, di tanto in tanto capita, purtroppo, anche nelle migliori famiglie...che uno sul momento s'incazza e va in acido, ma fossero tutti quelli i problemi, ci metterei la firma domani! ;) Sugli eterni fidanzati ho un esempio pratico (uno per tutti) che partirà a breve: loro saranno le mie personalissime cavie da monitorare! ;)
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 09:19 via WEB
Buongiorno, o presunto tale, a tutti. Ho vissuto queste esperienze e devo dire che il problema - spesso e volentieri - non è da cercare nella inopportuna diversità degli altri, ma nella nostra poca attitudine a volersi mettersi in gioco per tentare di capire i comportamenti dell'altra dolce metà. Ricordiamoci che sono le persone diverse da noi che possono insegnarci qualche cosa. Secondo me con più tolleranza e disponibilità molte relazioni sarebbero sanissime, le persone meno spigolose e più ricche di valori.
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:00 via WEB
Buongiorno a te! :) Sai, alla fine qui quasi tutti, bene o male, abbiamo toccato con mano queste esperienze di vita ed è giustissimo quello che dici che le diversità possono insegnarci molto ma la tolleranza e la disponibilità devono esserci sempre da entrambe le parti! Che se ce le mette solo il 50% della coppia, il disastro è assicurato comunque! :)
 
marcoaurelio78
marcoaurelio78 il 10/09/13 alle 09:38 via WEB
Secondo il mio modesto parere, tua nonna aveva pienamente ragione, e per un motivo molto semplice: l'essere umano è, per sua natura, in continua evoluzione. Quindi non è mai nello stesso modo. La soluzione? Smettere di giudicare ed accettare gli altri per quelli che sono, con i loro "pro" ed i loro "contro". E, se non ti va bene, cambiare aria.
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:05 via WEB
Ecco, sì, che le persone cambino in continuazione non lo metto assolutamente in dubbio, anzi, mi rendo conto di essere cambiata tanto anch'io negli anni. Nonna però non si riferiva ai cambiamenti, quanto alla reale conoscenza della persona che, secondo lei, non si riesce mai a conoscere bene fino in fondo. Chiaro è che, come dici tu, l'accettazione dell'altro è fondamentale per andare d'accordo, altrimenti non si va da nessuna parte! ;)
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 10:16 via WEB
Ovviamente tua nonna ha ragione e su questo non ci piove! :-) Poi condivido anche molto i commenti precedenti: spesso non siamo disposti ad aprirci a quello che è diverso da noi, ma pretendiamo di cambiarlo per renderlo a nostra immagine e somiglianza, senza capire che a volte questa diversità, invece, potrebbe far crescere anche noi! E, comunque, siamo in continua evoluzione, per cui è anche normale che "prima non era così: è cambiato"... Detto questo, secondo me è necessaria almeno una convivenza per capire qualcosa di più di una persona, per rendersi conto se si è compatibili o meno, che se ci si vede una volta ogni tanto, a cena, in vacanza e cose così, non ci si può proprio rendere conto di quella che è la quotidianità, che è la prova più impegnativa da superare, e da superare ogni giorno, per definizione! Ovvio che se già senza convivenza ci sono dei punti base (valori, modo di approcciare la vita, e così via) sui quali si è in totale disaccordo, secondo me, è meglio direttamente lasciar perdere! :-)
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:09 via WEB
La nonna è sempre la nonna! ;) E' vero, molto spesso vediamo la diversità come "male" e ci viene da provare a cambiare l'altro per renderlo più simile a noi: sbagliatissimo! Se vuoi una persona simile a te, vai a cercartene una simile, ma imporre il cambiamento proprio no! Sicuramente il vivere assieme fa emergere meglio e prima le differenze, la compatiilità, etc...ma quando si può dire di conoscere abbastanza una persona da andarci a vivere assieme?!
 
   
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 12:21 via WEB
Ma sì, perché la diversità ci spaventa, quindi è più facile eliminarla che provare a vedere se ci può far stare addirittura meglio! Secondo me non c'è un tempo standard, però comunque sarebbe opportuno quanto meno aver capito, per grandi linee, come è fatta l'altra persona, cosa ama e cosa detesta, che obiettivi si pone e dove si vede tra, che so, cinque anni!
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 10:38 via WEB
Viviamo in un mondo dove è più semplice sostituire invece che riparare, e questo si riflette anche nei rapporti interpersonali. Sulla mia pelle (ma a posteriori), ho capito che avrei dovuto passare più tempo ad ascoltare l'altra persona. In fondo tutti cerchiamo più comprensione dagli altri, ma siamo i primi ad essere sordi allo stesso identico bisogno. Quindi secondo me non esiste la domanda "quando è abbastanza?".
 
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 10:51 via WEB
Sono molto d'accordo con Trip sul fatto che siamo nel mondo dell'usa e getta: non mi piace questa caratteristica dell'altro e non mi soffermo a pensare se posso soprassedere a questo problema, se posso risolverlo, se anche io ho qualcosa che non piace e che l'altra persona invece accetta, se si può trovare un punto d'incontro, no, troppa fatica, si chiude e si va avanti, cercando sempre quello che, sfortunatamente, ci mancava precedentemente, senza renderci conto che, probabilmente, lo facevamo mancare anche noi! Non sono invece d'accordo sull'"abbastanza", che secondo me esiste, nel senso che si dovrebbe capire se con l'altra persona c'è una sorta di comunione di intenti (in termini di principi, valori, obiettivi, aspirazioni, ecc.) per poter pensare ad una vita insieme!
 
   
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:18 via WEB
Beh, Lisetta, Trip ha detto una grande verità sulla tendenza dell'usa e getta nei rapporti ai giorni nostri! Non ti piace?! Provi a vedere se cambia un pochino ma se non cambia lo butti! Certo, ci sono casi e casi, ma attorno a me vedo sempre più relazioni andare a scatafascio per delle cavolate. Mi viene da pensare che oltre alla voglia di fare la "fatica" della "riparazione" manchino proprio i sentimenti, quelli giusti intendo! Dov'è finito l'amore?! Viene confuso con altro o non ce l'hanno più?!
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 12:24 via WEB
Ovviamente c'è caso e caso, per carità: ci sono situazioni nelle quali si deve buttare via qualcosa e qualcuno!! Ma, in linea di massima, a me sembra che ci si sbrighi un po' troppo a dichiarare amore, e di conseguenza la fine dello stesso, senza aver pensato bene a cosa comporta, soprattutto in termini di sacrifici, perché all'inizio è tutto bello, ma poi è con la vita vera, quella di tutti i giorni, che bisogna fare i conti ed impegnarsi per far andare bene le cose..
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 14:50 via WEB
Quanti spunti che mi dai amichetta mia bella! E' vero, molti dichiarano frettolosamente sia l'amore che la fine dello stesso. Ma in quei casi era amore veramente, oppure era un calesse?! :P Perchè se lo è comporta sacrifici...oppure, semplicemente, non si ha più voglia di fare troppi sacrifici?!
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 15:13 via WEB
Che bello: grazie! :-) Mi sa che era un calesse, perché quando è amore vero i sacrifici li fai, perché più di ogni altra cosa vuoi stare con l'altra persona e renderla felice; nell'altro caso, probabilmente, vuoi solo essere felice tu, senza dare nulla in cambio!
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 16:16 via WEB
Quindi finchè si hanno voglia di far "sacrifici" o finchè i sacrifici non pesano è amore...in caso contrario no?! Comunque credo che ci siano persone come me, portate per indole allo spirito di sacrificio, e persone (un po' più egoiste) che indipendentemente dall'amore non riescono proprio a fare rinunce o sacrifici...tu che pensi?!
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 16:19 via WEB
Sì, condivido: è carattere! Tu sei una persona che si sacrifica molto, ma fondamentalmente perché pensa sempre di dover dare qualcosa, di non farlo abbastanza; poi ci sono quelli più egoisti, quelli che cedono di meno.. in ogni caso, secondo me, se ami cedi! Ma voglio precisare pure che, secondo me, cedere troppo non è mai giusto, né per se stessi, ma neanche per l'altro!
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 16:26 via WEB
Oh, beh, accipicchia se è vero (e se mi conosci bene!) io penso di non fare mai abbastanza, MAI! Se ho dato 90, penso che avrei potuto fare 100, se arrivo a 100 penso che in fondo anche 110 poteva essere fattibile, ed io non l'ho fatto, e quindi non va bene, e ti risparmio il seguito perchè ti voglio bene! :P Come si fa ad essere egoisti?! Dovrei fare un corso! ;)
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:01 via WEB
Eh sì, è proprio così che fai tu! :-) E con l'egoismo siete totalmente incompatibili, quindi non ci sperare: è un'aspirazione irraggiungibile! :-) Però pensare che fai abbastanza, che non puoi né devi fare sempre tutto tu, e che anche l'altra persona deve dare (vorrei dire che deve dare quanto dai tu, ma l'amore non è certo un bilancio e poi la realtà è che c'è sempre chi dà di più e chi di meno.. però c'è sempre un minimo sindacale!!!) è qualcosa che devi fare per te stessa, per il tuo bene, secondo me! :-)
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:37 via WEB
Ti ricordi di me?! Io sono quella che giustifica tutti...tranne se stessa! Credo di essere senza speranza da quel lato! :(
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:40 via WEB
Eheheh mi ricordo benissimo, è per questo che battevo su questo punto! Se tu fossi un po' più indulgente con te stessa (e meno con gli altri) vivresti molto meglio: e lo puoi fare, tu puoi fare tutto, devi solo impegnarti!! :-)
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:46 via WEB
Posso fare tutto...ma non tutto mi riesce bene! :(
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:51 via WEB
Sei umana, eh: a tutti non tutto riesce bene!! :-)
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:14 via WEB
A posteriori capiamo sempre tante cose che sul momento non vediamo o a cui non pensiamo lontanamente ed è facile cadere nel "se avessi fatto/se avessi detto"...ma prima o poi tutte le esperienze tornano utili in un modo o nell'altro. La comprensione dell'altro ed il bisogno di comprensione mio, per me stanno ai primi posti, è certo...forse proprio per questo non è mai abbastanza?!
 
amoon_rha_gaio
amoon_rha_gaio il 10/09/13 alle 10:52 via WEB
credo che spesso la fase di innamoramento offuschi la mente: se uno ci dicesse che ama parlare ruttando, in quel particolare momento della conoscenza ci andrebbe anche bene. A parte gli scherzi credo che le coppie perchè funzionino veramente debbano avere un periodo di prova tramite convivenza armandosi di pazienza e di spirito di compromesso.
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:22 via WEB
Tu dici Amoon?! Guarda, non credo di riuscire a farmi offuscare la mente più di tanto, e soprattutto con uno che ama parlare ruttando non potrei proprio farcela, MAI! ;) Il compromesso questo sconosciuto! Io sono cresciuta vedendone molti, ma forse al giorno d'oggi non vanno più tanto di moda. C'è chi dice che scontenti entrambi, tu che ne pensi?!
 
   
amoon_rha_gaio
amoon_rha_gaio il 12/09/13 alle 10:22 via WEB
io penso che il compromesso è il sale di un rapporto...qualsiasi rapporto. Non significa rassegnarsi ma venire incontro anche alle esigenze degli altri. Se uno facesse solo quello che ama fare infischiandosene delle necessità o desideri dell'altro....mi dici tu che rapporto sarebbe?
 
     
moon4ever
moon4ever il 12/09/13 alle 11:35 via WEB
Ma io la penso esattamente come te: se non ci si va incontro, non ci si vuole realmente bene o si è troppo egoisti! :)
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 11:29 via WEB
Uhm si la mia posizione era troppo categorica. L'abbastanza è quando condividi i valori e "il fine" per il quale scegli di condividere la vita con l'altra persona (figli, viaggi o altro). Il periodo di prova è già la convivenza, e quindi sei già in ballo..
 
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 12:25 via WEB
Sì, infatti: non puoi andare a convivere con qualcuno che, ad esempio, non vuole figli e tu fai una ragione di vita di averne 10, non ci sono le basi! Poi, ovvio, è con la convivenza che si mette alla prova il legame...
 
   
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 14:47 via WEB
Sì, infatti, un esempio proprio "a caso"! ;) Lì anche un cieco vedrebbe che non ci sono le basi per una vita insieme! :)
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 15:16 via WEB
"A caso" sì! :-) Anche se pure quello, a volte, non è abbastanza, perché casomai uno si convince che pur di avere l'altro può rinunciare alle proprie aspirazioni, che ne vale la pena, e mentre c'è chi è in grado di farlo (anche se non so quanto sia giusto), c'è anche chi, dopo anni di rabbia repressa, arriva ad odiare chi ha accanto!
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:26 via WEB
Cavoli! Mi ero persa questo commento! :( Ma se invece di odiare chi si ha accanto, si evitasse di reprimere la rabbia e si facesse solo quello che si riesce a fare?!
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:33 via WEB
Libero mette i commenti dove vuole!!! Se ci si riuscisse sarebbe la cosa migliore ma, secondo me, ad un certo punto possono scattare delle dinamiche che è difficile contrastare, tipo che si dà la colpa all'altro per scelte nostre (tipo l'esempio che pur di avere l'altra persona si rinuncia a qualcosa alla quale si tiene) e si accumula giorno dopo giorno dopo giorno questa frustrazione, questa rabbia, innescando un processo autolesionista..
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:46 via WEB
Ho capito cosa intendi dire e proprio per quello penso che bisognerebbe cercare di non fare più di quello che ci è tollerabile. Se una cosa ci pesa troppo, non siamo obbligati a fare quella determinata scelta solo per poter stare con l'altra persona (perchè anche l'altra persona poteva, sulla carta, fare qualcosa che non ha fatto) ma dobbiamo accettarla solo se pensiamo di essere veramente in grado di farlo, sapendo che comunque è innanzitutto una nostra scelta consapevole. Certe cose semplicemente non si possono e non si devono accettare se sappiamo già che ci faranno male!
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:50 via WEB
Sì, sono d'accordo, ma secondo me spesso, purtroppo, non abbiamo la lucidità di capire che ci faranno male, che ci diventeranno intollerabili! Pensiamo di potercela fare, perché vediamo solo il nostro obiettivo, avere l'altra persona, o perché, casomai, pensiamo che sia giusto sacrificarci, perché non facciamo abbastanza (vedi il discorso di prima) e, quando non ce la facciamo più a sopportare qualcosa che abbiamo creato noi, esplodiamo!
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 18:22 via WEB
Eh ma ce la dovremmo prendere con noi stessi, per esserci sopravvalutati, mica colpevolizzare l'altra persona, no?!
 
     
lisa_m
lisa_m il 11/09/13 alle 09:58 via WEB
Eh, non so, sai.. perché è vero che noi abbiamo sbagliato (in buona fede), ma è anche vero che l'altro quei difetti li ha davvero!
 
     
moon4ever
moon4ever il 11/09/13 alle 10:02 via WEB
Credo che Trip ti chiederebbe se sono veramente difetti o solo un modo di essere diverso dal tuo (?!) Credo, eh, poi magari me ce manna! :P
 
     
lisa_m
lisa_m il 11/09/13 alle 10:17 via WEB
Questa è (o sarebbe!) una bella domanda! Secondo me dipende (ovviamente!)! :-) In alcuni casi è un modo diverso di vedere le cose, è vero, ma in altri penso siano proprio difetti (es. essere ritardatari o disordinati, o che so io!)!
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:26 via WEB
Giusto Trip, GIUSTO!! Il "periodo di prova" forse vale solo nell'ottica di provare a vivere insieme prima di sposarsi...l'ho fatto anch'io quello (e, aperta e chiusa parentesi, non è servito ad una beneamata) MA quando inizi una convivenza sei GIA' in ballo!
 
lolay_1
lolay_1 il 10/09/13 alle 11:59 via WEB
Sai che la tua è davvero una bella domanda alla quale io non so rispondere!Dopo 7 anni penso di conoscerlo abbastanza ma siamo stati e siamo due "fidanzati",a parte ferie e weekend ognuno torna a casa sua e per noi,per come siamo fatti,è stato un enorme vantaggio che abbiamo tutti e due un concetto molto rigido del "mio spazio"!
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 12:28 via WEB
Ah, ma quindi voi due non vivete assieme?! Ma sai che avevo capito il contrario?! E non vi manca stare assieme?! PS: ho visto le mail ma ho avuto zero tempo per aprirle...ci provo oggi, promesso! baci baci! :*
 
   
lolay_1
lolay_1 il 10/09/13 alle 12:46 via WEB
Abbiamo,purtroppo,avuto dei trascorsi burrascosi con vecchi e malati per casa,tempo per vivere assieme non ce n'è stato,avevamo altro a cui far fronte in emergenza e ora che si potrebbe ci ostiniamo a fare i fidanzati!Perchè?Perchè siamo due individui prima che coppia,certo ci manchiamo,ma tutti e due abbiamo talmente a cuore il nostro spazio e il nostro tempo che va bene anche così...forse l'anno prossimo,forse però...e io sono la prima a tergiversare:ho appunto paura che cambi tutto!tranquilla per le mail,anche Lisa le ha volute,l'importante è che siano arrivate e non si siano perse nell'etere vista la pesantezza delle immagini!
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 14:46 via WEB
Beh, quando ci sono vecchi e malati di mezzo non ci son santi che tengano ed ho chiari esempi in famiglia! :) Effettivamente uno poi si abitua a certi ritmi, diventa sempre più geloso dei propri spazi, che l'idea di lasciar spazio ad un'altra persona fa un po' tentennare! ;) Maddai, sono contenta che le hai girate anche alla Lisa! Se mi lasciano un po' in pace vado a vedere, ne! ;)
 
card.napellus
card.napellus il 10/09/13 alle 14:51 via WEB
Già è quasi impossibile conoscere noi stessi, figuriamoci gli altri. Conosco Chiara molto bene, accettiamo le differenze che ci sono fra di noi e cerchiamo sempre di evitare i conflitti. Per ora ci è andata bene, ma i primi tempi ho avuto frequente bisogno del randello e ancora adesso una pedata ogni tanto ci vuole. (Se lo legge, mi massacra).
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 14:56 via WEB
Ahahah!! Ma Chiara ce l'ha il blog?! :D Scherzi a parte, all'inizio com'è andata?!
 
   
card.napellus
card.napellus il 10/09/13 alle 15:11 via WEB
No, Chiara non ha il blog, ma talora passa a leggere il mio o altri, per cui se mi dai un appuntamento o fai una proposta hard, usa un giro di parole. Tipo "domani sera si tromba?" All'inizio è andata bene, e anche dopo. Devo dire che lei è una donna paziente e che dice cose sensate e condivisibili, quando non sono in contrasto con quelle che dico io.
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 16:11 via WEB
ahahahah tu mi ricordi qualcuno...beh, chiaramente la cosa più sensata e condivisibile del mondo, se va in contrasto con quello che dici tu, non sta in piedi, me ne rendo conto!! -_-''
 
     
card.napellus
card.napellus il 10/09/13 alle 19:12 via WEB
Allora, diciamo che abbastanza è quando si può ridere insieme di cose con cui non parleresti se non con un amico, quando lei a volte pensa da uomo e lui a volte pensa da donna. E quando non ci si tiene i musi per le bischerate, e quando non si vede l'ora di trovarsi la sera tutti insieme. Va bene?
 
     
moon4ever
moon4ever il 11/09/13 alle 10:04 via WEB
Benissimo, grazie! :D In effetti così pare proprio perfetto! ;)
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 15:47 via WEB
L'amore viene dichiarato frettolosamente perchè internet ha aperto le porte alla comunicazione veloce ed immediata. Non esiste più il "corteggiamento". Tanto è veloce l'approccio, quanto la sostituzione, chiaramente, della persona inadeguata o presunta tale. Internet e smartphone creano carne da macello.
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 16:23 via WEB
Quindi vuoi dirmi che è tutta colpa di internet e della tecnologia?! Ma dietro alla tecnologia non ci sono sempre delle persone?! E queste persone, non ce l'hanno un briciolo di cuore?! Secondo me il vero problema sono appunto le persone che sostituiscono altre persone come se fossero un gioco vecchio o un abito passato di moda. (mi sento sempre più vecchia quando faccio questi discorsi) -_-'
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 16:58 via WEB
beh proprio tutta colpa di internet e tecnologia no.. però è indubbio che questa facilità e pluralità di comunicazione ti porta a vivere in maniera più superficiale i rapporti
 
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:03 via WEB
Sì ma, scusate se mi intrometto, Internet e la tecnologia sono solo il mezzo, tutto sta a vedere come li usi! Perché tanto se uno vuole tradire, tradisce anche senza fb, per dire; è questione di indole! E' vero che la tecnologia ci ha reso tutto più facile e possiamo trovare rapidamente un sostituto a qualunque cosa, ma se amiamo qualcuno, non lo vogliamo sostituire! :-)
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 17:06 via WEB
Hai perfettamente ragione Lisa. ma stiam parlando di coppie che han problemi di comunicazione..
 
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:10 via WEB
Ok, han problemi di comunicazione, ma non si impegnano per risolverli e trovano la strada più semplice, cioè cercano altrove (ma da se stessi non si scappa, c'è poco da fare!) e cercherebbero altrove anche senza tecnologia! Ovvio che con la tecnologia è più facile trovare!
 
   
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:34 via WEB
Beh, ma senza arrivare ai tradimenti on-line, che tanto, come dice Lisa, se si vuole tradire, forse è ancora più facile nella vita vera, però non credo che i rapporti ai tempi della tecnologia siano più superficiali, anzi, spesso con le mail si riesce a comunicare anche più in profondità...un po' come le vecchie lettere, solo più veloci, no?! :)
 
     
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:41 via WEB
Esatto! Per esempio la nostra amicizia, senza Internet non sarebbe mai nata! :-)
 
     
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 17:48 via WEB
Esattamente! ;) E questo vale anche per Trip! :P
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 17:49 via WEB
ehehehe abbiam divagato parecchio. Io accuso la tecnologia di creare rapporti di coppia troppo velocemente, e che troppo velocemente si consumano. L'amicizia è tutt'altra cosa, anche per me vale lo stesso discorso ;-)
 
 
lisa_m
lisa_m il 10/09/13 alle 17:52 via WEB
Però, scusami, quello che vale per i rapporti di coppia può valere anche per le amicizie! Lati positivi e lati negativi, ma dipende dalle persone! :-)
 
TripTheDarkness
TripTheDarkness il 10/09/13 alle 17:57 via WEB
no dai Lisa, è impossibile paragonare le amicizie con i rapporti di coppia..
 
 
moon4ever
moon4ever il 10/09/13 alle 18:21 via WEB
beh, beh, una certa analogia a dirla tutta c'è: innanzi tutto dietro a questi rapporti ci sono sempre delle persone che si conoscono e creano un legame (in un senso o nell'altro), e l'esito di questi legami dipende da come si comportano queste persone, anche se comunicano con un mezzo/tramite più tecnologico. La mia idea è che tutto dipenda dalle persone, non dal mezzo e vale per gli esempi positivi come per quelli negativi. Sicuramente è più facile conoscere gente nuova, ok, ma questo non dovrebbe essere una "tentazione" in più...insomma, NEL MIO MONDO PERFETTO NON DOVREBBE FUNZIONARE COSI', ECCO, OH!! :D
 
 
lisa_m
lisa_m il 11/09/13 alle 09:57 via WEB
Sono d'accordissimo con la Mirty: l'analogia tra l'amicizia e l'amore c'è! Ovvio che l'amore comporta tutta una serie di altre cose, ma anche l'amicizia è un rapporto molto profondo, come dire, diversamente profondo; quindi sono convinta anche io che dipenda dalle persone!
 
tiffany2021
tiffany2021 il 11/09/13 alle 13:01 via WEB
Niente ci andrà mai veramente bene :) Serve la tolleranza. E la pazienza nel venirsi incontro. Altrimenti mai nessuna relazione funzionerà, secondo me.
 
 
moon4ever
moon4ever il 11/09/13 alle 14:43 via WEB
Sante parole Tiffy, hai ragionissima! Peccato che non sempre, al lato pratico, entrambe le parti abbiano voglia di venirsi incontro! Di esempi pratici ne abbiamo a bizzeffe! ;)
 
   
tiffany2021
tiffany2021 il 11/09/13 alle 15:51 via WEB
Eccome no! Io ad esempio no...non avrei voglia. Per questo dico che, al momento, convivenza o matrimonio non fanno per me :)
 
     
moon4ever
moon4ever il 12/09/13 alle 11:46 via WEB
Io invece si...anche se, ad essere sincera, la cosa un po' mi spaventa, eh! :)
 
Narciso_Ale
Narciso_Ale il 11/09/13 alle 16:38 via WEB
Ahimè, le persone non si conoscono mai abbastanza. Delle volte io faccio fatica a riconoscere me stessa, vedi te :-) Per me quando è abbastanza? Mmmmhhh, mi sa MAI.. Vabbè, sono in un periodo particolare, quindi vedo tutte le sfumature del nero in questo periodo, lassà perde Mirty :-D
 
 
moon4ever
moon4ever il 12/09/13 alle 11:44 via WEB
Nuuuu Ale nuuuu!!! Guarda che ci sono delle bellissime sfumature di grigio, senza dover scendere per forza nei colorati! ;) Anch'io spesso fatico a riconoscermi, se penso com'ero 10 (anche solo 5, eh) anni fa: un'altra persona! :)
 
lalistadeidesideri79
lalistadeidesideri79 il 11/09/13 alle 19:02 via WEB
sapere il suo ieri per vedere come sarà il suo oggi..in qts ferie con F ci siamo confidati assai e mi piace sempre di piu'...lui ha scoperto che sono ipocondriaca tra venuruton sali minerali e fermenti lattici seguiti da lassativo...perchè non bastava per via del cibo diverso...poteva spaventarsi davvero invece è stato comprensivo..prendendomi in giro sul fatto che x stare con lui "devo doparmi!"!
 
 
moon4ever
moon4ever il 12/09/13 alle 11:42 via WEB
ahahah bella questa! :) Beh, è più strano spaventarsi che non essere comprensivi con la persona che si ama! Grande F! ;) Ma dove siete andati di bello?!
 
   
lalistadeidesideri79
lalistadeidesideri79 il 12/09/13 alle 13:22 via WEB
Rodi! all'Esperos village a faliraki,peccato che solo x pochi gg ;(
 
cindy_cindy86
cindy_cindy86 il 13/09/13 alle 11:38 via WEB
io e il mio compagno abbiamo iniziato a convivere subito, io vivevo da sola e fermati oggi, fermati domani, dopo un mese era lì stabilmente. non ce ne pentiamo e credo che solo con la convivenza ci si conosca veramente, non in vacanza o nei momenti di relax, in cui è facile andare d'accordo, ma anche quando dopo una giornata di lavoro, hai la casa sottosopra, mal di testa, piove e sei senza legna per accendere il fuoco! ;-) poi la prova del 9 la hai anche con l'arrivo dei figli, lì o sei veramente unito, o ti unisci o scoppi...
 
flosa17
flosa17 il 07/10/13 alle 16:49 via WEB
Mirtiiiiii dove sei? :) Smack!
 
Estragon76
Estragon76 il 07/10/13 alle 23:33 via WEB
Trovarsi a letto con uno sconosciuto sembra il risultato estremo di una precedente bella unione superficiale ... È chiaro che esistono "requisiti" ritenuti importanti sul lungo termine, che non hanno alcuna importanza sul breve termine.
 
lalistadeidesideri79
lalistadeidesideri79 il 05/11/13 alle 10:34 via WEB
nn scrivi +?!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

DA TENERE SEMPRE BENE A MENTE

Scrivere...

NON ESISTONO CONDIZIONI IDEALI IN CUI SCRIVERE, STUDIARE, LAVORARE O RIFLETTERE, MA E' SOLO LA VOLONTA', LA PASSIONE E LA TESTARDAGGINE A SPINGERE UN UOMO A PERSEGUIRE IL PROPRIO PROGETTO!
- KONRAD LORENZ -
 

HO PERSO LE PAROLE

Credi
credici un po'
metti insieme un cuore e prova a sentire e dopo
credi
credici un po' di più di più davvero.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2mariomancino.mamoon_rha_gaiosurfinia60ing.zengarinispettro81calabrone1941flosa17Narciso_AleBluemonet1977ceccarelli.valeElemento.Scostanteandrea.trupiafiore_rosso1968ottavia4
 

ULTIMI COMMENTI

POST-IT

SOLO CHI CREDE NELLA MAGIA PUO' VEDERNE CAPITARE UNA!

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova