Creato da mustafeldur il 07/09/2007

the "Enola gay"

che non spicchi piu' il volo.........

 

La democrazia è morta ..................

Post n°250 pubblicato il 01 Giugno 2009 da mustafeldur

Ma c'è mai stata in Italia la democrazia ??????????

 

 

 
 
 

Giudici comunisti....................

Post n°249 pubblicato il 19 Maggio 2009 da mustafeldur
 


Riferira' in parlamento , ha detto il nostro presidente del consiglio.

credo di sapere cosa dira' : colpa dei giudici comunisti.......


Rinuncia al lodo Alfano e fatti giudicare se hai gli attributi.

 

Mustaf

 

----------------------------------------------------------------------------------------------


I GIUDICI: MILLS AGI' PER L'IMPUNITA' DI BERLUSCONI

 MILANO  - L'avvocato inglese David Mills condannato a Milano a 4 anni e 6 mesi per corruzione in atti giudiziari agì "da falso testimone" - si legge nelle motivazioni della sentenza di condanna -"per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l'impunità dalle accuse, o almeno, il mantenimento degli ingenti profitti realizzati".

Mills era accusato di aver preso 600mila dollari per fornire dichiarazioni false o reticenti in due datati processi milanesi: All Iberian e quello sulla corruzione nella Guardia di Finanza. La posizione di Silvio Berlusconi, coimputato di Mills, era stata stralciata in quanto i giudici della decima sezione del Tribunale di Milano avevano trasmesso gli atti del processo alla Consulta perche' verificasse la corrispondenza alla Costituzione del cosiddetto Lodo Alfano, riguardante le quattro piu' alte cariche dello Stato. Il dibattimento nei confronti di Berlusconi e' quindi stato sospeso.

I giudici della decima sezione penale del Tribunale di Milano, presieduti da Nicoletta Gandus (ricusata senza esito dal premier) nello spiegare "il movente sotteso alle condotte di Mills", condannato per corruzione in atti giudiziari, scrivono: "egli ha certamente agito da falso testimone, da un lato, per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l'impunità dalle accuse o, almeno, il mantenimento degli ingenti profitti realizzati attraverso il compimento delle operazioni societarie e finanziarie illecite compiute fino a quella data; dall'altro, ha contemporaneamente perseguito il proprio ingente vantaggio economico". Nel determinare la pena inflitta a Mills i giudici rilevano "l'oggettiva gravità della condotta, di assoluta rilevanza nei procedimenti in cui è stata posta in essere, anche in ragione della qualità e del numero dei reati ivi giudicati; va poi considerato il ruolo istituzionale di alcuni dei soggetti imputati nei procedimenti penali in cui David Mills rendeva falsa testimonianza".


L'OPPOSIZIONE: PREMIER RINUNCI A LODO ALFANO
"Chiediamo al presidente del Consiglio di rinunciare allo scudo del lodo Alfano e di presentarsi in un normale tribunale per dimostrare la sua innocenza. Se non lo farà, si determinerà una ferita molto grave per la reputazione dell'Italia nel mondo". Lo ha chiesto nell'Aula della Camera il capogruppo del Pd Antonello Soro riferendosi alle motivazioni del processo Mills. Alla richiesta si è associato Massimo Donadi dell'Idv. "Lo faccia domani. O rinuncia al lodo Alfano o si dimette: se no non avrà più la dignità morale di entrare in questo Parlamento".
Soro ha esordito spiegando che le motivazioni della sentenza gettano ''una pesante ombra di sospetto sul presidente del Consiglio. Attendiamo che, come ha promesso, egli riferisca al Parlamento; ma nessuna discussione potra' allontanare l'ombra che grava su di lui e sul nostro Paese. In un qualunque Paese normale chi ha amore per la reputazione propria e del proprio Paese si consegnerebbe al giudizio della magistratura, non si avvarrebbe di una tutela che e' assolutamente impropria''. Da qui la richiesta di Soro: ''Invitiamo il presidente del Consiglio a tutelare l'onore suo e del suo PAese rinunciando alla tutela del lodo Alfano. Si presenti in tribunale e dimostri li' la sua innocenza. Quanto e' successo ci spiega perche'0 Berlusconi ha messo il lodo Alfano al primo punto della sua azione di governo''. Durissimo Massimo Donadi: ''Oggi il Tribunale di Milano ha scritto in una sentenza che l'Italia e' governata da un corruttore''.

 

 
 
 

Scartiloffe o scartiloffista ??? ecco il dilemma

Post n°248 pubblicato il 16 Maggio 2009 da mustafeldur

 

Ecco come porrei il quesito per le prossime elezioni provinciali a napoli, con un aneddoto del duo Lello Arena e l'indimenticabile massimo troisi, in un film che sinceramente non ricordo piu' di quale si tratti.

 

SCARTILOFFE O SCARTILOFFISTE ???????

 

lascio a voi decidere il partito degli scartiloffe e quello degli scartiloffisti.

mi piacerebbe sapere a chi li associate.

 

io tra i due schieramenti credo di desistere di andare a votare, poiche' non mi sento piu' rappresentato e sinceramente non voglio piu' essere preso in giro da questi personaggi.

 

VIVA NAPOLI........................

CAMPANIA FELIX.............

 

Mustaf

 
 
 

ero forestiero.........

Post n°247 pubblicato il 09 Maggio 2009 da mustafeldur
 

 

 

Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere;

ero forestiero e mi
avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

ecco cosa dovrebbero applicare tanti politici pseudo cattolici , che parlano bene e razzolano male.

il vangelo dovrebbe non essere solo una lettura, bensi' la messa in pratica delle parole del Signore.

 

Mustaf

 
 
 

Ricominciamo da Roberto saviano

Post n°246 pubblicato il 03 Maggio 2009 da mustafeldur
 



Eccomi giunto all'epilogo  di questa serie intitolata
" da masaniello a Roberto saviano.

saviano, un personaggio controverso per alcuni, un approfittatore per altri,
un codardo per altri ancora.

Mille sono gli aggettivi che si sono coniati per lui, ma io sono dell'avviso che bisogna lasciare da parte le ragioni per cui egli ha scritto Gomorra,

ma bisogna secondo me ripartire dalle sue denunce per riscattare la nostra regione Campania, combattere le mafie, anche se soltanto a parole, ma bisogna farlo.

ed io in lui e con il suo libro vedo un inizio di questo processo, che secondo me non potra' che continuare e sara' vincente.

anzi, credo che sara' ampliato nel momento in cui riusciranno ad ammazzarlo, perche' aime' secondo me prima o poi ci riusciranno, e sara' un autogol come quello di Riina con la sua politica stragista.

Certo, spero che mi sbagli e che lui possa scrivere ancora tanti libri, e possa combattere a suo modo il sistema.

Grazie Roberto....

non mollare...........

combatti .................


Mustaf

 
 
 

1 maggio

Post n°245 pubblicato il 01 Maggio 2009 da mustafeldur
 


L'infanzia rubata a milioni di bambini..........

il mio pensiero va a loro in questa giornata di festa.





 
 
 

1 maggio

Post n°244 pubblicato il 01 Maggio 2009 da mustafeldur
 

Buon 1 Maggio a tutti


 
 
 

sud ........................

Post n°243 pubblicato il 28 Aprile 2009 da mustafeldur
 

 
 
 

Il sacrificio di Don Peppino Diana

Post n°242 pubblicato il 28 Aprile 2009 da mustafeldur
 

Don Giuseppe Diana fu ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994 nella sua chiesa, mentre si accingeva a celebrare messa.

 

Il documento diffuso a natale del 1991 in tutte le chiese di Casal di Principe e della zona aversana da don Peppino Diana e dai parroci della forania di Casal di Principe

PER AMORE DEL MIO POPOLO

Siamo preoccupati

Assistiamo impotenti al dolore di tante famiglie che vedono i loro figli finire miseramente vittime o mandanti delle organizzazioni della camorra.

Come battezzati in Cristo, come pastori della Forania di Casal di Principe ci sentiamo investiti in pieno della nostra responsabilità di essere “segno di contraddizione”.

Coscienti che come chiesa “dobbiamo educare con la parola e la testimonianza di vita alla prima beatitudine del Vangelo che é la povertà, come distacco dalla ricerca del superfluo, da ogni ambiguo compromesso o ingiusto privilegio, come servizio sino al dono di sé, come esperienza generosamente vissuta di solidarietà”.

La Camorra

La Camorra oggi é una forma di terrorismo che incute paura, impone le sue leggi e tenta di diventare componente endemica nella società campana.

I camorristi impongono con la violenza, armi in pugno, regole inaccettabili: estorsioni che hanno visto le nostre zone diventare sempre più aree sussidiate, assistite senza alcuna autonoma capacità di sviluppo; tangenti al venti per cento e oltre sui lavori edili, che scoraggerebbero l’imprenditore più temerario; traffici illeciti per l’acquisto e lo spaccio delle sostanze stupefacenti il cui uso produce a schiere giovani emarginati, e manovalanza a disposizione delle organizzazioni criminali; scontri tra diverse fazioni che si abbattono come veri flagelli devastatori sulle famiglie delle nostre zone; esempi negativi per tutta la fascia adolescenziale della popolazione, veri e propri laboratori di violenza e del crimine organizzato.

Precise responsabilità politiche

E’ oramai chiaro che il disfacimento delle istituzioni civili ha consentito l’infiltrazione del potere camorristico a tutti i livelli. La Camorra riempie un vuoto di potere dello Stato che nelle amministrazioni periferiche é caratterizzato da corruzione, lungaggini e favoritismi.

La Camorra rappresenta uno Stato deviante parallelo rispetto a quello ufficiale, privo però di burocrazia e d’intermediari che sono la piaga dello Stato legale. L’inefficienza delle politiche occupazionali, della sanità, ecc; non possono che creare sfiducia negli abitanti dei nostri paesi; un preoccupato senso di rischio che si va facendo più forte ogni giorno che passa, l’inadeguata tutela dei legittimi interessi e diritti dei liberi cittadini; le carenze anche della nostra azione pastorale ci devono convincere che l’Azione di tutta la Chiesa deve farsi più tagliente e meno neutrale per permettere alle parrocchie di riscoprire quegli spazi per una “ministerialità” di liberazione, di promozione umana e di servizio.

Forse le nostre comunità avranno bisogno di nuovi modelli di comportamento: certamente di realtà, di testimonianze, di esempi, per essere credibili.

Impegno dei cristiani

Il nostro impegno profetico di denuncia non deve e non può venire meno.

Dio ci chiama ad essere profeti.

- Il Profeta fa da sentinella: vede l’ingiustizia, la denuncia e richiama il progetto originario di Dio (Ezechiele 3,16-18);

- Il Profeta ricorda il passato e se ne serve per cogliere nel presente il nuovo (Isaia 43);

- Il Profeta invita a vivere e lui stesso vive, la Solidarietà nella sofferenza (Genesi 8,18-23);

- Il Profeta indica come prioritaria la via della giustizia (Geremia 22,3 -Isaia 5)

Coscienti che “il nostro aiuto é nel nome del Signore” come credenti in Gesù Cristo il quale “al finir della notte si ritirava sul monte a pregare” riaffermiamo il valore anticipatorio della Preghiera che é la fonte della nostra Speranza.

NON UNA CONCLUSIONE: MA UN INIZIO

Appello

Le nostre “Chiese hanno, oggi, urgente bisogno di indicazioni articolate per impostare coraggiosi piani pastorali, aderenti alla nuova realtà; in particolare dovranno farsi promotrici di serie analisi sul piano culturale, politico ed economico coinvolgendo in ciò gli intellettuali finora troppo assenti da queste piaghe”

Ai preti nostri pastori e confratelli chiediamo di parlare chiaro nelle omelie ed in tutte quelle occasioni in cui si richiede una testimonianza coraggiosa;

Alla Chiesa che non rinunci al suo ruolo “profetico” affinché gli strumenti della denuncia e dell’annuncio si concretizzino nella capacità di produrre nuova coscienza nel segno della giustizia, della solidarietà, dei valori etici e civili (Lam. 3,17-26).

Tra qualche anno, non vorremmo batterci il petto colpevoli e dire con Geremia “Siamo rimasti lontani dalla pace… abbiamo dimenticato il benessere… La continua esperienza del nostro incerto vagare, in alto ed in basso,… dal nostro penoso disorientamento circa quello che bisogna decidere e fare… sono come assenzio e veleno”. 
 

Forania di Casal di Principe (Parrocchie: San Nicola di Bari, S.S. Salvatore, Spirito Santo - Casal di Principe; Santa Croce e M.S.S. Annunziata - San Cipriano d’Aversa; Santa Croce – Casapesenna; M. S.S. Assunta - Villa Literno; M.S.S. Assunta - Villa di Briano; SANTUARIO DI M.SS. DI BRIANO )

 
 
 

da Masaniello a Saviano con le magie di Maradona

Post n°241 pubblicato il 18 Aprile 2009 da mustafeldur
 

che dire?

lo scugnizzo venuto da Lanus Argentina, è stato e sara' sempre nei nostri cuori,

nei cuori di chi finalmente ha visto in lui, il riscatto di una citta' intera, per troppo

tempo violentata ,martoriata ed umiliata dalla Napoli della mala, agli occhi dell'Italia

intera e del mondo.

 

Speriamo che Napoli possa riemergere come ha fatto Diego, dalla gestione vergognosa,dei nostri politici, della citta' e della regione tutta, degli ultimi decenni.

FORZA DIEGO!!!!!!!!!


forza napoli !!!!!!!

 
 
 

cuba libre.........

Post n°240 pubblicato il 15 Aprile 2009 da mustafeldur
 

FORZA OBAMA


COMINCIA A DARE UN SEGNO AL MONDO.................

 

Cuba libre

 

CU

 
 
 

no al ponte - ricostruiamo l'Abruzzo.....

Post n°239 pubblicato il 10 Aprile 2009 da mustafeldur

un'idea per aiutare concretamente la popolazione abruzzese colpita pesantemente dal terremoto, potrebbe essere questa:

cestiniamo definitivamente il ponte sullo stretto ( tanto non serve praticamente a nessuno, tranne che ai progettisti ed a ripagare i voti plebiscitari ricevuti in Sicilia e Calabria da Forza Italia ), e destiniamo senza indugio il finanziamento previsto alla ricostruzione immediata del Abruzzo ed alla messa in sicurezza di tutto il patrimonio abitativo pubblico italiano.
Quello privato potrebbe essere incentivato da sgravi fiscali per la messa in sicurezza di case costruite senza criteri antisismici.

Questo si che sarebbe un traino per far ripartire tutto il sistema Italia, altro che il Piano casa previsto.

Mustaf

 
 
 

tutti alllo Stadio San Paolo per L'Abruzzo..........

Post n°238 pubblicato il 08 Aprile 2009 da mustafeldur
 

ragazzi, non è solo una partita, ma è il modo per aiutare tanta gente sfortunata.

il cuore di Napoli rispondera' sicuramente

----------------------------------------------

il Presidente De Laurentiis vicino alle famiglie colpite della tragedia del terremoto

Il Presidente Aurelio De Laurentiis,profondamente colpito da questa immane tragedia, ha deciso, come attodi solidarietà, di destinare l’incasso della partita Napoli-Atalantaalle famiglie vittime del terremoto in Abruzzo.

 

 
 
 

impotenza................

Post n°237 pubblicato il 06 Aprile 2009 da mustafeldur
 

 
 
 

da Masaniello a Saviano ed il coraggio di Siani

Post n°236 pubblicato il 06 Aprile 2009 da mustafeldur
 

Chi era Giancarlo Siani?

GiancarloSiani era un giovane giornalista pubblicista napoletano. Fu ucciso aNapoli, la sera del 23 settembre 1985, sotto casa, nel quartiereresidenziale del vomero: aveva compiuto 26 anni il 19 settembre, pochigiorni prima.

Appartenentead una famiglia della borghesia medio-alta napoletana, Siani, avevafrequentato con ottimo profitto il liceo classico al "GiovanbattistaVico" dove, alla cultura classico-umanistica aveva affiancato quelfermento politico dei movimenti della sinistra studentesca, conosciutocome "i ragazzi del 77" dal quale si distacco' per un passaggioattraverso i movimenti non violenti.

Si eraiscritto all'Universita' e, contemporaneamente, aveva iniziato acollaborare con alcuni periodici napoletani, mostrando sempre spiccatointeresse per le problematiche sociali del disagio edell'emarginazione, individuando in quella fascia il principaleserbatoio della manovalanza della criminalita' organizzata, "lacamorra".

Inizio' ad analizzare prima ilfenomeno sociale della criminalita' per interessarsi dell'evoluzionedelinquenziale delle diverse "famiglie camorristiche", calandosi nellospecifico dei singoli individui. Fu questo periodo che contrassegno' ilsuo passaggio dapprima al periodico "osservatorio sulla camorra"rivista a carattere socio-informativo, diretta da Amato Lamberti esuccessivamente al quotidiano "Il Mattino", come corrispondente daTorre Annunziata presso la sede distaccata di Castellammare di Stabia,Comune di oltre 90mila abitanti, distante una decina di chilometri daTorre Annunziata. E cosi Siani inizio' a frequentare quella redazione,trattenendosi a scrivere lì i propri articoli: in pratica faceva vitadi redazione, pur non potendo ufficialmente, essendo solo uncorrispondente.

Ma era accettato, nonsoltanto perche' si sapeva che di lì a qualche tempo il Direttoreavrebbe firmato la lettera d'assunzione, ma perchè Giancarlo si facevaaccettare per il suo modo di essere allegro, gioviale, sempredisponibile, sempre pronto ad avere una parola per chiunque, diconforto o di sprone, nella gioia come nella tristezza. Comunque levoci giravano: si sapeva che era soltanto questione di pochi mesi, unanno al massimo e Giancarlo sarebbe stato assunto. Fu in questo lassodi tempo che Siani scese molto in profondita' nella realta' torresesenza tralasciare alcun aspetto, compreso e forse soprattutto quellocriminale, che anzi approfondi' con inchieste sul contrabbando disigarette e sull'espansione dell'impero economico del boss locale,Valentino Gionta.

Un'esperienza che lo fecediventare fulcro dei primi e temerari movimenti del fronte anticamorrache sorgevano. Promotore di iniziative, firmatario di manifesti d'impegno civile e democratico, Siani era divenuto una realta' a TorreAnnunziata: scomodo per chi navigava nelle acque torbide del crimineorganizzato, d'incoraggiamento per chi aveva una coscienza civile, manon aveva il coraggio per urlare.

Lui,invece, urlava con i suoi articoli, urlava con umilta', maparadossalmente riusciva ad insinuarsi. Aveva capito che la camorras'era infiltrata nella vita politica, della quale riusciva a regolareritmi decisionali ed elezioni. La decisione di ammazzarlo fu presaall'indomani della pubblicazione di un suo articolo, su "Il Mattino"del 10 giugno 1985 (clicca sul bottone…) relativo alle modalita' con lequali i carabinieri erano riusciti ad arrestare Valentino Gionta, bossdi Torre Annunziata (attualmente in carcere condannato all'ergastolo)Siani spiego' che Gionta era diventato alleato del potente boss LorenzoNuvoletta (deceduto) , amico e referente in Campania della mafiavincente di Toto' Riina.

Nuvoletta aveva unproblema con un altro potente boss camorristico con il quale era giuntosul punto di far scoppiare una guerra senza quartiere. L'unico modo diuscirne era soddisfare la richiesta di costui e cioe' eliminare Gionta.Nuvoletta che non voleva tradire l'onore di mafioso, facendo uccidereun alleato, lo fece arrestare, facendo arrivare da un suo affiliato unasoffiata ai carabinieri. Siani venne a conoscenza di questo particolareda un suo amico capitano dei carabinieri e lo scrisse, provocando leire dei camorristi di Torre Annunziata. Per non perdere la faccia con isuoi alleati di Torre Annunziata, Lorenzo Nuvoletta, con il beneplacitodi Riina, decretò la morte di Siani.

L'organizzazione del delitto richiese circa tre mesi, durante i qualiSiani continuo' con sempre maggior vigore la propria attivita'giornalistica di denuncia delle malefatte dei camorristi e dei politiciloro alleati, proprio nel momento in cui piovevano in Campania imiliardi per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto del1980. Questa e' la verita' giudiziaria dimostrata dagli inquirenti 8anni dopo il delitto, con la collaborazione di alcuni pentiti econfermata per tutti gli imputati, (con la sola eccezione del bossValentino Gionta,) nei tre gradi di giudizio con una serie d'ergastoli.Ma sicuramente dietro l'uccisione del giornalista Siani ci sara' anchedell'altro………

var s_sid = 204701;var st_dominio = 4; var cimg = 0;var cwi =150;var che =30; '); contatore di accessi

 
 
 



 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

il traduttore napoletano........

clicca per la traduzione


 

PREMI RICEVUTI


grazie carissima Lea

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

 


un grazie ad ofelia 770
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------



un grazie a raggiodiluce1974

------------------------------------------------------------------------------


PREMIO IMPRONTA

un grazie a bootyliciousx
------------------------------------------------------------------------------------------------------



------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Web stats powered by www.wstatslive.com
 

TAG

 

 

Il mio 1° video



 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

mustafeldurantonionapolitano80vinci662014maredolce72pochinaforeverenzakeslerciacciocasamax_6_66laura.s85w.neronemarioioes2011dironza.andreanicola.cavaliere1950singlerose70reginadellamore_200
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- sweet woman
- acqua di raggiodiluce
- accussi'
- ssc napoli di Claudio Teatro
- JUSTIFICANDO.IT
- S_CAROGNE di Sara1971
- welcome to paradise di panter40
- sabrina di amoreeterno
- outing di nolavola
- LA MIA VITA DA BUKKI
- Essere o non essere di Chi schif e schifat
- for ever di glossy0
- IL NOSTRO VIAGGIO di cheguevaramorto
- Sale del mondo....di joyce
- Sol Levante di kikkodirisobianco
- Casa_Mia:SpaziMmensi
- A different view di Francyrich
- Galleria Audiovisiva
- La ultima vez
- NOTTESUDIME
- Il blog di Gulliver
- Il mondo moderno di I.Romano
- LA MIA ESSENZA. di Linda.68
- iosodinonsapere di Pier_Angela
- SEGNALI INASCOLTATI di delma
- amore impossibile di birba
- SINGLE PER CASO
- montagneverdi...
- adda veni zapatero
- SEGUO la SCIA...di girasolenotturno
- E lacqua scorre di Ofelia
- la stronza di turno di soloxmassimo
- Roseline
- Tra Terra e Cielo
- animesparse
- NAPOLI ROMANTICA
- RossoTrevi
- felici e sognatori
- Nazzareno Firmani
- il sogno è.....di fiore del nord
- londacalda
- annavera
- Bella Ciao
- Angelo senza veli
- Io Skorpions di Lea
- GUARDA FUORI...di carlo fedele
- La riscossa del Sud
- freedom
- NAPOLI ROMANTICA
- Eros & Booty
- unsoffiodivento di Ofelia
- La valle degli Elfi
- Noi siamo il futuro di piduista visionario
- Napoli - Milano.
- Viva la Vida!
- antonia nella notte di ossimora
- blu_art
- MONDOLIBERO
- LUPOSOLITARIO
- UNA STREGA PER AMICA
- MILIONI DI EURO
- Cenerentolasiribella
- Angeli
- latinoamericana
- lamicizia di fiabila
- S.O.S. NO_PROFIT
- Riflessioni
- Blog dei copioni
- Napoli Arte e Sport
- T@t@
- ora di basta!!!!
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 
 

no nazis allowed....


 

 




        My blog is worth $7,903.56.

How much is your blog worth?



 

  Angolo stupendo d' Ischia.......

 

                    Napoli.....


 

          I Figli so' piezz' e core

 

Sostienilo anche tu..........