Creato da dimaio3d il 14/11/2006

Allora sì

di Mario Di Maio - A&A Edizioni

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

STAVAMO SCARZI..

page counter

 

ULTIME VISITE AL BLOG

luverolinsaimon75sbibi52la.cozzadanielegreco76waves_onlineDunarossa8mariobuttigliocuantositt74Nostalgica_mentesplendidone0PianetAzzurrommgaetanilwzforge
 
 

SIMONE SCHETTINO

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« La VespaNo alla pedofilia »

Una bimba di nome Anna

Post n°31 pubblicato il 20 Giugno 2007 da dimaio3d
Foto di dimaio3d

Stavo affrontando uno dei miei innumerevoli viaggi che da Napoli mi riportavano a Milano. Treno Eurostar. Mi siedo e ho come il presentimento che quello poteva non essere un viaggio tranquillo. Una sensazione. E infatti, mi si siede accanto un signore, mezzo tatuato e mezzo sudato, di fronte a lui la sua regal consorte e accanto a lei, esattamente di fronte a me, la loro figlioletta bionda di 8 anni. 1 metro e 40 per 80 kg. Comincia il viaggio e già all'altezza di Capua comincio ad avere i primi sintomi di insofferenza. La bambina aveva già ingurgitato 4 brioches e bevuto 2 lattine di cocacola. Con il simpatico risultato che mi aveva riempito la mia bella settimana Enigmistica piena di briciole e frammenti di cioccolato sparso ed eruttato diverse volte in pieno viso.

La bambina continuava a parlare, gridare, strepitare, mangiare, bere, fare rutti, muoversi, darmi calci e piangere in una sequenza impressionante. La mamma, napoletana doc, ogni tanto cercava di placare questa simpatica furia con mugugni e suoni guttirali, probabilmente tipici ed esclusivi della loro zona di origine. Il padre, non se ne passava manco pa capa.

Quando ormai siamo giunti a Bologna e il mio desiderio di scendere in corsa dal treno era irrefrenabile, la bimbetta trova in un'allegra signora pimpante milanese la sua vittima sacrificale. Lascia il suo posto dandomi un po' di sospiro e va a rompere o cazz all'ignara signora. Mossa da una naturale gioia tipica delle nonne, comincia a giocare e a colloquiare con la piccola peste.

La sua prima domanda rivolta alla bimba è stata: "Ma che bella bimba! Come ti chiami?"
E lei: "Anna..."
E la signora:"Anna! Che bel nome Anna! E Anna.. come?"
E la bimbetta:"Anna 'a Patana.." (Chiaramente soprannome affibiatole per la  sua esile sembianza)
Interviene la mamma:"Ma quale Anna 'a Patana!? Anna Scognamiglio! Uè stronza!"

Quella fu la prima e ultima domanda che la gioviale signora milanese rivolse alla bimbetta.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ALLORA SÌ

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: dimaio3d
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 42
Prov: MI
 

ULTIMI COMMENTI

Eheheheh... arrivo tardi... ma leggerti è sempre un...
Inviato da: francy_62
il 05/05/2013 alle 14:02
 
Ciao Andrea, risultano diverse copie presso la Feltrinelli...
Inviato da: dimaio3d
il 20/09/2012 alle 11:10
 
In realtà dovrebbero aver già consegnato qualche copia in...
Inviato da: dimaio3d
il 12/09/2012 alle 17:25
 
ciao mario, sto aspettando una Feltrinelli a Roma dove...
Inviato da: andrea
il 11/09/2012 alle 17:52
 
tiemp belli di una volta!!
Inviato da: dimaio3d
il 30/01/2012 alle 15:13
 
 

VERSO L'INFINITO E OLTRE!

Verso l'infinito e oltre!