noingiustizie

Qualunque cosa si dica in giro, parole ed idee possono cambiare il mondo.

 

MAPPA DEI INCENERITORI ITALIANI

 

MA CHI È MORTO?..È MORTA LA GIUSTIZIA!

 

 

IL LAZIO E I SUOI INCENERITORI

 

NO INCENERITORE ALBANO

 

 

PENISOLA AVVELENATA

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

NON SPRECHIAMO L'ACQUA

Ecco 12 regole per risparmiare il consumo di acqua potabile. Rispettare queste regole significa imparare a considerare l’acqua come un bene prezioso che non deve essere sprecato

REGOLA 1 - Far riparare tempestivamente le perdite dell’impianto interno. Un rubinetto che gocciola al ritmo di 90 gocce al minuto spreca 4.000 litri di acqua all’anno.

REGOLA 2 - Non fare uso eccessivo di prodotti chimici per la pulizia della casa.

REGOLA 3 - Non usare la toilette come discarica di sostanze tossiche (vernici, lacche, prodotti chimici, sigarette, solventi) altrimenti si riduce la funzionalità del sistema fognario.

REGOLA 4 -  Contenere i lavaggi delle autovetture con un secchio piuttosto che con acqua corrente consente un risparmio di 130 litri ogni lavaggio.

REGOLA 5 - Innaffiare l’orto con acqua piovana raccolta precedentemente.

REGOLA 6 - Far funzionare la lavatrice o la lavastoviglie a pieno carico; si ottiene cosi’ un risparmio pari a 8.000 / 11.000 litri di acqua potabile all’anno per famiglia.

REGOLA 7 - Pulire i piatti subito dopo i pasti, togliere lo sporco più grossolano, condire la pasta nel tegame ancora caldo evitando di sporcare un’altra terrina.

REGOLA 8 - Usare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti e le stoviglie.

REGOLA 9 - Fare la doccia la posto del bagno in vasca, ciò consente un risparmio di 1.200 litri di acqua potabile all’anno.

REGOLA 10 - Chiudere il rubinetto mentre si lavano i denti e tappare il lavandino al momento di farsi la barba; questo permette di risparmiare fino a 7.500 litri l’anno per una famiglia di tre persone.

REGOLA 11 - Applicare un frangiflutto a un rubinetto per arricchire d’aria il getto d’acqua.

REGOLA 12 - Utilizzare per lo scarico del water un sistema a rubinetto o a manovella al posto di quello a sciacquone; si risparmiano così circa 26.00 litri all’anno.

 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Storia e leggende di BeneventoMessaggio #49 »

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 28 Aprile 2008 da Akire28

28 aprile: violazione di un’ordinanza dei Comuni di Sant’Arcangelo Trimonte e Paduli

Oggi alle ore 13:00 una cisterna di gasolio utilizzata per il rifornimento dei mezzi che lavorano alla discarica, ha violato un’ordinanza di circolazione di mezzi pesanti superiori a 7t emessa dai Sindaci di Sant’Arcangelo e Paduli alla contrada Nocecchie sito di discarica .

La cisterna è stata bloccata in attesa di un provvedimento “dall’alto” che revochi l’ordinanza dei sindaci.

Come se non bastasse scortata dalla Polizia!

Ci domandiamo: la Polizia difende il Colpo di Stato?

Domani 29 aprile ci sarà un’incontro tra il Commissario De Gennaro, il presidente del Codisam e i sindaci di Sant’Arcangelo e Paduli per discutere sulla discarica.

2008:

La nostra COSTITUZIONE compie 60 ANNI!

FALSO!

La COSTITUZIONE ITALIANA E' MORTA IN CAMPANIA !

Ben tornato regime totalitario, dove la polizia, le forze dell'ordine che dovrebbero far rispettare, e onorare a loro volta la legge dello STATO ITALIANO, di fatto ha il potere di comandare in modo assoluto e senza rendere conto a nessuno. Come le SS di Himmler, la polizia-stato-partito del totalitarismo Hitleriano!

Ben tornata RESISTENZA!!!:

"Quando anni fa giovani coppie venimmo a vivere ad Ardea facemmo una precisa scelta di vita. Pensavamo cioè che risiedere in un piccolo centro alle porte di Roma, avrebbe influito sulla nostra vita. Cosi è stato.

Chi poteva immaginare che da li in poi i nostri problemi sarebbero diventati le fogne, le buche, la mancanza di tutto e di più. Crescerà, ci dicevano, la città crescerà, e noi li a sperare.

Poi i figli, devi mandarli a scuola, già la scuola. Interminabili liste di attesa, poche aule sgabuzzino, le (non) aule dei (non) garage, bambini stipati fino all'inverosimile senza garanzia di sicurezza, senza alcunché di scuola.

E allora cerchi di capire il perché di questo, ne parli in giro, ti informi, segui i Consigli Comunali, non per una questione politica, ma per una questione di cittadinanza.

Essere Cittadini vuol dire svolgere un ruolo essenziale. Significa essere disincantati, riacquistare il valore della diffidenza, oltreché quello del limite. La diffidenza è un atteggiamento sano, chiede a chiunque di dimostrare che le cose che propone sono un bene.

C'è un momento nel quale si diventa consapevoli e, aldilà di ogni ideologia, capisci che la politica in questa città non esiste, è tutto un fatto privato. La politica qui è una attività da lungo tempo asservita agli interessi di coloro che sono sempre stati i "padroni di Ardea", quelli che la saggezza popolare ha sempre indicato come i "rognosi tra i più puliti" e che da troppo tempo dominano il campo puntando tutto sulla loro capacità menzognera, sul trasversalismo e sulla buona fede delle persone.


C'è un momento in cui capisci che resistere ad un certo tipo di politica fatta di artifici e tecniche è un dovere morale.

C'è un momento in cui capisci che la legalità in un paese come il nostro, sempre abituato ad aggirarla, è un valore da porre sempre al di sopra e che non si può e non si deve più essere sottomessi, che ci vuole una nuova partecipazione perché un paese senza cittadini che partecipano è per qualcuno il paese della cuccagna e per qualcun altro un incubo.

C'è un momento in cui capisci e dici basta.

Sei diventato un "cittadino partigiano".

(dalla lettera di un Anonimo trovata sul sito di Ardea (Roma)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Akire28
Data di creazione: 19/03/2008
 

COME ERA CONTRADA NOCECCHIE UNA VOLTA

 

LAVORI ALLA DISCARICA DI SANT'ARCANGELO

 

DISCARICHE INQUINATE

 

 

ULTIMI COMMENTI

Una piccola curiosità riguardante "Arike 28"......
Inviato da: LUIGI
il 25/11/2010 alle 20:48
 
Mi scusi, parla pure???? Non ha neanche il coraggio di...
Inviato da: Luigi
il 29/10/2010 alle 16:03
 
lavatevi la bocca nn siete neanche i peli del c...o di...
Inviato da: 1973
il 22/10/2010 alle 23:05
 
Bravo Nicola!!! Concordo perfettamnete con te, non mi...
Inviato da: Luigi
il 14/09/2010 alle 12:08
 
peccato che a distanza di un anno dalle elezioni...
Inviato da: nicolatucci66
il 17/05/2010 alle 14:56
 
 

BLOG di una

STREGA D.O.B.:

Di Origine Beneventana!!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.mapungi1950_2carmensacrestanovanto06lagabbianellaeigattigianpiero_71claudio_leoncinifabry791AlexxGordonmaripi83piero.boarettirobertamonteleone90tecnoitalia.scarlAkire28vanna.ianna