Blog
Un blog creato da marineblue il 30/01/2008

NONNA RACHELE

I ricordi di nonna Rachele

 
 

AREA PERSONALE

 

 

NONNA RACHELE A FESTA ITALIANA

 

7 marzo 2009
nonna Rachele intervistata
dal Resto del Carlino

Clicca qui per leggere l'intervista

 

RINGRAZIAMENTI

Grazie per il vostro affetto. Oggi grazie alla messa in onda della trasmissione FESTA ITALIANA ho ricevuto tante mail.
Cercherò di rispondere a tutti, abbiate pazienza, scrivo con un dito solo e la connessione a volte fa i capricci.
Vi abbraccio.
Nonna Rachele

 

FINALMENTE ...

Finalmente ho abbracciato due mie nipotine acquisite ...
Che gioia!!!!

Nella foto: Veronica, io, Pinu, Numottola

 

CONFIDENZE

01 ottobre 2008

Sul  Confidenze di questa settimana un articolo su NONNA RACHELE.
Potete dare un'occhiata al
PDF qui.

La foto accostata all'articolo di Nonna Rachele non raffigura Nonna Rachele.

 

NONNA RACHELE

Che fatica convincere nonna a fare una foto per il suo Blogghino!

Ma non pensate anche voi che sia una bellissima nonna?

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ASPETTANDO LA BELLA STAGIONE...

Il mio verde paradiso ...
Appena verrà la bella stagione vi scriverò da qui!
Dalla finestra della mia camera vedo questa meraviglia...


Gelso con more dal sapore delicato e dolce




Albero di cachi ... ne và ghiotta mia nipote Veronica




Cachi sotto controllo ... non ancora maturi!




Questo vaso insieme a tanti altri che circondano la casa,
li comprò mio padre 65 anni fa.
Fanno ancora la loro bella figura vero?






Mimino curioso.

 
Citazioni nei Blog Amici: 89
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

 

« LA VASCA DI CORBELLILO STRACCIVENDOLO »

FIGURE DEL PASSATO

Post n°100 pubblicato il 10 Novembre 2009 da marineblue

Gli ambulanti.  Io li ricordo se non con affetto almeno con benevolenza; hanno fatto parte della mia infanzia e mi pare di vederli. Di questa memoria fotografica non mi meraviglio perché è noto che i vecchi ricordano un lontano passato, ma non hanno la più pallida idea di ciò che hanno mangiato a mezzogiorno. Il fratello di mio padre a 102 anni si lamentava del suo compagno di banco delle elementari gli aveva fatto i dispetti.
Gli ambulanti erano un diversivo nella vita di campagna. Ho intenzione di parlarvi di loro spinta da mia nipote Veronica che ritiene queste cose interessanti. Voi potete sempre difendervi dalla mia prosa e per non slogarvi le mascelle a furia di sbadigli…..semplice, non le leggete. Il Merciaio era quello che mi piaceva di più, veniva ogni 15 giorni. Era il più ricco perché possedeva un carro trainato da un cavallo.

carro

Vendeva tessuti, pizzi,nastri e filati; di questi ultimi faceva grande smercio perché le contadine avevano sempre bisogno di filo per rammendare le maglie, che in origine erano di lana ma pian piano diventavano di cotone. Quest’ uomo era anche una specie di giornale vocale perché nel suo peregrinare raccoglieva notizie nazionali che però interessavano poco, ma sapeva  tutto di tutti del nostro paese e anche di quelli limitrofi. Raccontava di fidanzamenti, matrimoni,nascite e morti con dovizia di particolari. Mamma si annoiava, comprava ciò che le occorreva e se ne andava, io no. Ascoltavo specialmente gli argomenti piccanti che venivano raccontati in gergo. Non ci capivo niente, ma dal risolino dei ragazzi più grandi mi sembravano estremamente piacevoli e attendevo di crescere. Le donne che avevano figlie femmine compravano qualche lenzuolo da affidare a bambine di 8 -10 anni che già sapevano fare l’orlo a giorno ed erano orgogliose di preparare il futuro corredo. Quando poi uscivano, da questo scrigno delle meraviglie, i tessuti per abiti correvo a chiamare mamma perché comprasse materiale per un vestito col quale pavoneggiarmi. Finiva quasi sempre con un litigio. Disdetta voleva che avessimo gusti diversi. Una volta però riuscii ad avere un abito come volevo, sembravo un prato fiorito in un anno in cui la natura non aveva badato a spese e i colori levavano gli occhi. Il buon gusto lasciava a desiderare, ma chi si permette di dettare queste leggi? E poi dovevo solo crescere….cosa che puntualmente feci. Mamma avrebbe preferito adeguarsi agli usi del luogo e comprarmi un lenzuolo, ma io non amavo gli aghi e i lavori monotoni. Se abitavo in campagna volevo godermi le corse folli attraverso i prati e arrampicarmi sugli alberi, che se erano di frutta, potevo anche unire l’utile ( si fa per dire ) al dilettevole. Per oggi basta…il prossimo post parlerà dello straccivendolo…con un po’ di fortuna potrebbe essere interessante.

Nonna  Rachele

Commenti al Post:
OutOfTarget
OutOfTarget il 10/11/09 alle 11:16 via WEB
L'immagine di te che corri per i prati e ti arrampichi sugli alberi con un vestito fiorito mi ha fatto venire in mente il film "Tutti insieme appassionatamente" (uno dei miei preferiti), rallegrando questa giornata grigia. Corro a cercarne uno spezzone su YouTube. Ciao e come sempre grazie.
 
 
marineblue
marineblue il 10/11/09 alle 18:01 via WEB
Mi piace averti rallegrata .Un abbraccio
 
ilsassonelpozzo0
ilsassonelpozzo0 il 10/11/09 alle 13:07 via WEB
Ciao nonna, non hai una foto di te col vestitino a fiori? Sarebbe bello poterla vedere, anche se racconti così bene che sembra di esserci!! Un bacione! Paola
 
 
marineblue
marineblue il 11/11/09 alle 07:27 via WEB
Niente avrebbe indotto mia madre a fare una foto del genere...peccato ora mi farebbe ridere. Grazie per i complimenti e pure ate un bacione
 
verosassi
verosassi il 10/11/09 alle 18:12 via WEB
Questo post o questa serie di post è nata perché dicevo a nonna quanto disturbano quelli che ogni giorno vengono a suonare il campanello. E lei ha incominciato a raccontarmi che una volta invece, tutti quelli che “suonavano il campanello” (si fa per dire) erano attesi e ben accolti! Come cambiano i tempi … aspetto il post degli straccivendoli, ma non dimenticarti tutti gli altri!!!
 
atapo
atapo il 10/11/09 alle 22:05 via WEB
Anch'io appartengo alla generazione di quelle "costrette" a farsi gli orli a giorno per lenzuola, asciugamani e tovaglie per il corredo. Non ne ho fatti molti, mi ribellavo abbastanza; invece mi piaceva ricamare, sulle tovagliette, ne ho ancora. Sai che mia nuora fa bellissimi quadri col punto a croce?
 
cetulia
cetulia il 11/11/09 alle 15:59 via WEB
Vorrei tanto che queste cose esistessero ancora...nonnina mi perdo sempre sognando in tutti i tuoi racconti...sono bellissimi..ti abbraccio forte!alice
 
 
marineblue
marineblue il 12/11/09 alle 09:35 via WEB
Non si può tornare indietro ed è un bene.... non ci adatteremmo più. Grazie per i complimenti, mi fa piacere che ci sia qualcuno che apprezza ancora queste umili cose. Un bacione
 
mangiosempre
mangiosempre il 13/11/09 alle 17:09 via WEB
Anch'io ho fatto gli orli a giorno per alcuni lenzuoi prima di sposarmi.... e ricordo ancora l'arrotino ,il giornalaio..... mi arrampicavo volentieri sopra gli alberi di frutta quando ero sicura di non essere vista... ma qualche volta non riuscivo a scendere e allora piangendo chiamavo mio fratello piu' grande che mi aiutasse....il tempo passa .... ahime'... ciao nonna Rachele ^_^
 
 
marineblue
marineblue il 14/11/09 alle 17:25 via WEB
Ciao cara collega....però sono bei ricordi!
 
SONNYKA
SONNYKA il 15/11/09 alle 21:05 via WEB
Ciao nonna!! bella l'immagine di te fiorita che invece di cucire come tutte le signorine, ti arrampichi sugli alberi e corri nei prati, io so che una volta passavano anche per vendere il ghiaccio, io infatti ho la ghiacciaietta di mia nonna, dentro è un cubo di ferro con un buchino dove sgocciolava il ghiaccio e fuori è tutta di legno, bellissima! me l'ha sverniciata tutta mio papà, prima era color panna. ti devo mandare la foto su facebook...buona notte e sogni d'oro cara nonnina!
 
 
marineblue
marineblue il 16/11/09 alle 06:44 via WEB
Da noi non passavano col ghiaccio. Noi avevamo un vecchio pozzo che usavamo come ghiacciaia, si mandava giù una gabbietta e il burro diventava duro come un sasso , un abbraccio
 
Nemesi_i72
Nemesi_i72 il 16/11/09 alle 07:47 via WEB
Mi sono letta tutta d'un fiato questa parentesi di vita, nonna... Come sempre, riesci a stregarmi!!! Quindi, attendo con impazienza il racconto sullo straccivendolo, rammaricandomi, ancora una volta, di non poter comprare un libro dove racconti tutte queste cose straordinarie :) Un abbraccio con affetto, nonna Rachele. Nemesi.
 
 
marineblue
marineblue il 16/11/09 alle 16:25 via WEB
Grazie, sei sempre molto gentile. Ho già scritto lo straccivendolo ma non riesco a pubblicare perchè mi scollego dopo 5 minuti,Ti abbraccio anch'io
 
panpanpi
panpanpi il 23/11/09 alle 13:59 via WEB
che belle queste finestre sul passato!!!
 
 
marineblue
marineblue il 23/11/09 alle 17:50 via WEB
Per me sono belli questi ricordi inevitabilmente lontani e sono felice quando trovo qualcuno con cui condividerli. Grazie
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

 In questo momento su questo blog siete in :

web stats

 

NONNA RACHELE SU SKY

Sky History Channel sostiene la Banca della Memoria.

Nonna preparati perchè presto ti si vedrà su Sky!!!

 

QUESTO BLOG.........

......... è nato per gioco, per unire in un progetto comune Madre, Figlia e Nipote.
A neanche 24 ore dal primo messaggio postato da mia nonna, il Blog si è riempito di visite e commenti e credo che se inizialmente poteva essere titubante e confusa nel partecipare a questo “gioco”, ora grazie a voi, ne ha preso consapevolezza e imparare ad usare il computer non la trova più un’idea così terrificante. (A parte ieri sera che nello spegnere il computer continuava ad apparirle un messaggio che le diceva che aveva una finestra aperta e l’ho sentita dire “ma come ?????  Tutte le mie finestre sono chiuse !!!!” ).
Finchè lei ne avrà voglia continueremo questa avventura. Io che la conosco bene so che ha tante cose da raccontare interessanti, proprio perché a volte non è quello che si racconta, ma come lo si racconta.
Buona lettura.
Veronica, la nipote.

 

 

REGGIO EMILIA HA SCOPERTO NONNA RACHELE

Stamattina Nonna Rachele si è svegliata con una sorpresa!
Si è ritrovata insieme a sua nipote, (quella vera  ) in prima pagina sul Resto del Carlino di Reggio Emilia.

Il primo tuffo al cuore è stato quando ha visto questa:


 

Il secondo tuffo al cuore è stato quando ha visto questo:

 

 

NONNA RACHELE SU LA STAMPA

 

LIBRO DI MIA NIPOTE

Alla televisione mettono la pubblicità, sui giornali mettono la pubblicità, nella buca delle lettere mettono la pubblicità (che rabbia!!)
Perdonerete se metto sul mio Blogghino un po' di pubblicità pure io.
Per una giusta causa però!
Libro di mia nipote:

"Canto XXXV Inferno. Donne affette da Endometriosi" Di Veronica Prampolini
Edito da Mammeonline

www.donneaffettedaendometriosi.it

http://blog.libero.it/librodade/



 

ULTIME VISITE AL BLOG

antonioromani2010forestales1958ghiaccio166adelia75elviprimobazarfrancimumnordkisserinvi1989caterinasardanellila.cozzafiore_71pierfranco46pantaleoefrancacaramellinachicrox04
 

ULTIMI COMMENTI

Ti voglio bene, nonna Rachele!
Inviato da: Passariello2
il 24/07/2010 alle 22:18
 
Ciao Rachele. Ti lascio un abbraccio grande e un sorriso.
Inviato da: OutOfTarget
il 29/05/2010 alle 11:46
 
Il 6 maggio ero in Francia, posso farti adesso un po'...
Inviato da: atapo
il 17/05/2010 alle 22:37
 
Cara Rachele, finalmente, ogni tanto andavo a sbirciare sul...
Inviato da: Anonimo
il 10/05/2010 alle 12:46
 
Ciao nonnina tanti auguri di buon compleanno, io non riesco...
Inviato da: Anonimo
il 06/05/2010 alle 16:11
 
 

Mammeonline ha scelto Nonna RACHELE
per il suo sito:
www.mammeonline.net

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.