concordia

un grazie a quelli che allontanano una lacrima..e donano un sorriso

 

 

« anche gli angeli cantano..W il Cadore...W gli Alpini.... »

mi pare d'essere io...

Post n°319 pubblicato il 03 Maggio 2014 da ginoross

UN VECCHIO Passeggiando per i viali su una panchina stava seduto un vecchio solo… senza compagnia tra le mani solo un giornale vicino solo il suo cane . È pensieroso, nell’afflizione della spregiata vecchiaia , ripensa alla poca vita goduta sa di essere tanto vecchio lo sente…lo vede… Non vuole accettarlo. Il tempo della giovinezza sembra ieri… che spazio breve… che spazio effimero… ripensa agli inganni alla fiducia riposta negli altri che pazzo ! Ripensa al tempo bugiardo che gli sussurrava: “ Domani… domani hai tempo " quanti impulsi frenati quante occasioni perdute quanta felicità sacrificata . Il pensiero è chiuso nel ricordo in tutta la sua intensità. Il ricordo ha stordito il vecchio… cade il giornale... si assopisce... curvato sulla spalliera della panchina.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/nonon/trackback.php?msg=12777300

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
adhara_stella
adhara_stella il 07/05/14 alle 11:52 via WEB
Ciao Gino bello leggerti solo un p triste, non sono d'accordo hai ancora tanti anni ancora da vivere sei sempre in tempo x afferrare il toro x le corna. Dai datti una mossa come dicono i romani. Ti abbraccio. Ale
 
fin_che_ci_sono
fin_che_ci_sono il 15/05/14 alle 19:31 via WEB
Arrivano i ricordi della giovinezza a fare visita e a volte sono tristi, ma non sempre: nell'arco di una vita accadono anche le cose belle, ed piacevole ricordarle ... Un saluto!
 
 
ginoross
ginoross il 15/05/14 alle 20:12 via WEB
un saluto dal cuore delle Dolomiti,sono contente che tu sia rientrato,mi piace molto leggere i tuoi post,gli trovo molto interessanti. buona serata Gino.
 
Afroditemagica
Afroditemagica il 02/06/15 alle 06:59 via WEB
Quante volte rimandiamo le cose a domani. Il tempo scorre rapido! Buona e lieta giornata!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: ginoross
Data di creazione: 04/12/2009
 

IL PRINCIPE

 

“Sapete cos’è un cappello alpino?”.
È il mio sudore che l’ha bagnato
e le lacrime che gli occhi piangevano e tu dicevi:
“Nebbia schifa”.
Polvere di strade, sole di estati,
di pioggia e fango di terre balorde, gli hanno dato il colore.
Neve e vento e freddo di notti infinite,
pesi di zaini e sacchi, colpi d’armi e impronte di sassi,
gli hanno dato la forma.
Un cappello così hanno messo sulle croci dei morti,
sepolti nella terra scura,
lo hanno baciato i moribondi come baciavano la mamma.
L’han tenuto come una bandiera.
Lo hanno portato sempre.
Insegna nel combattimento e guanciale per le notti.
Vangelo per i giuramenti e coppa per la sete.
Amore per il cuore e canzone di dolore.
Per un Alpino il suo CAPPELLO è TUTTO.


poesia che Anto Criseri mi ha gentilmente donato...grazie

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

wicsiaZanzarina11g1b9amorino11alf.cosmosriccidoratial.fo0anmicupramarittimanina.monamourfin_che_ci_sonotastoexploramariomancino.mNonnoRenzo0babbuinoconte
 

 

ULTIMI COMMENTI

 

 

GRAZIE RITA

 

GRAZIE RIGEL,DAL MIO CUORE UNA CAREZZA,