Nuotate Notturne

ANTI IPOCRISIA...Contro quegli adulti che credono che i bambini li porti la cicogna

Creato da m.stipe il 07/09/2006

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

antonio.talletticastello_nicegian_ros_2009nightflydgl1bloccopeccatore2Simone_Luisanervous.catmarchinoooAntiinter29magico29370mirco_coloriocaptive77alexfinalagreca.valentino
 

Ultimi commenti

grazie..
Inviato da: en güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 20:48
 
thank you
Inviato da: çok güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 20:47
 
thank you
Inviato da: diyet
il 02/07/2014 alle 09:57
 
thank you
Inviato da: diyetler
il 02/07/2014 alle 09:53
 
thank you
Inviato da: ramazan diyeti
il 02/07/2014 alle 09:53
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« La grande illusione di p...Chi di escort ferisce di... »

Santoro, il vero sciacallo post terremoto

Post n°79 pubblicato il 11 Aprile 2009 da m.stipe
 

Lo show di santoro sul terremoto Zizzania in tv

di Aldo Grasso (da corriere.it)        

Ancora una volta Santoro ha fatto il Santoro. Dietro il paravento della libertà d’informazione, di cui è rappresentante unico per l’Italia, isole comprese, ha allestito una trasmissione all’insegna del più frusto slogan politico «piove, governo ladro». Non di pioggia si trattava, ma di un terremoto che finora ha fatto 290 vittime e quarantamila sfollati, raso al suolo paesi, buttato giù case, seminato distruzione.

Ma i morti non lo fermano, la commozione non lo trattiene. Se ha in mente una tesi, che tesi sia. La tesi era che bisognava comunque attaccare la Protezione civile, specialmente Guido Bertolaso, i Vigili del Fuoco, la comunità scientifica che non ha dato ascolto agli avvertimenti di Giampaolo Giuliani, gli amministratori locali, il ponte sullo Stretto, Berlusconi, il governo. A dargli manforte in studio ha chiamato l’ex magistrato Luigi De Magistris, candidato alle Europee con l’Italia dei Valori (che acquisto per la politica!) e l’esponente di Sinistra e Libertà Claudio Fava. Contro aveva, e hanno fatto un figurone, Guido Crosetto del Pdl e Mario Giordano.

Il giornalismo di Santoro funziona così: con l’aiuto delle poderose inchieste di Sandro Ruotolo e Greta Mauro ha intervistato una signora che si lamentava di un ritardo di un paio d’ore dei soccorsi, un signore che diceva di aver freddo, di un altro ancora che cercava riparo in tende non ancora montate, una studentessa che preoccupata aveva lasciato l’Abruzzo per tempo, un medico che denunciava la mancanza di bottigliette d’acqua nel suo reparto. Ne è uscito così un quadro di devastazione organizzativa da aggiungersi alla devastazione reale. Da un punto di vista simbolico, se un dottore chiede aiuto per la mancanza di qualcosa significa il fallimento dei soccorsi, l’impreparazione della Protezione civile, lo sfascio.

Di fronte a una simile tragedia, ma soprattutto di fronte al meraviglioso e commovente impegno dei Vigili del fuoco, dei volontari, della Protezione civile, dei militari, di tutte le organizzazioni che hanno passato notti insonni per salvare il salvabile, Santoro si è sentito in dovere di metterci in guardia dalla speculazione incombente, di seminare zizzania con i morti ancora sotto le macerie, di descrivere l’Italia come il solito Paese di furbi, incapaci di rispettare ogni legge scritta e morale. Santoro la chiama libertà d’informazione. Esistono gli abusi edilizi, ma forse anche gli abusi di libertà.

 
 
 
Rispondi al commento:
frescone17
frescone17 il 18/07/09 alle 01:35 via WEB
Un bel po' di anni fa furono scoperti una ventina di cingalesi nel porto di Bari appena sbarcati clandestinamente da un cargo. Erano le prime avvisaglie del fenomeno poi sviluppatosi e la cosa fece notizia. Giornalisti calarono da tutta Italia, tra i quali anch'io. Il gruppo fu temporaneamente ospitato e rifocillato in una struttura comunale in attesa di soluzioni. Qualcuno capì che era in atto l'organizzazione per l'immediato rimpatrio. Panico, urla, disperazione, ed una donna gravida del gruppo si avvicinò ad una finestra e d'improvviso tento di lanciarsi nel vuoto. Mi accorsi appena in tempo e, con uno scatto che sorprese me per primo, riuscii ad afferrarla tirandola indietro. La coprii di carezze, di parole affettuose e che ero pronto ad ospitarla presso di me prendendola in carico. Si placò, ebbe fiducia, mi afferrò la mano senza mai lasciarmela. Si avvicina il GRANDE Sandro Ruoto e fa: "Lo sapete che vi rimandano a casa?" Apriti cielo! E chi la teneva più! E ci volle del bello e del buono per riconquistare la fiducia di quella poveretta che aveva vissuto per una settimana in una stiva SENZA BERE! Ovvio che quella specie di collega ebbe ciò che si meritava. Le parole più più dolci furono coglione e imbecille. E mi fermai perché l'etica professionale mi impediva di mollargli un cazzotto su quella faccia da fesso. Mi guardò stranito, tacendo, senza neanche rendersi conto della imbecillità della sua condotta. Ebbene, questi geni pontificano sapienza dalla TV dei partiti e sono anche pagati, eccome. E con i soldi di tutti, anche di chi li disprezza per la loro faziosità. Mi quereli se vuole il baffuto "collega". Ho tanti testimoni che si unirono ai miei... teneri commenti!
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: