Creato da ania_goledzinowska il 10/01/2011

CON OCCHI DI BAMBINA

Ania Goledzinowska

 

 

« Dedicato a tutte quelle ...Dall'inferno al paradis... »

SPERO VI PIACCIA.......

Post n°58 pubblicato il 29 Maggio 2011 da ania_goledzinowska

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/occhidibambina/trackback.php?msg=10265212

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
sessosenzaamore2
sessosenzaamore2 il 29/05/11 alle 19:11 via WEB
amore!!! complimenti...brava..!! p.s. tu sei purezza...tu sei una donna con occhi di bambina... i tuoi occhi devono continuare a brillare...cosi' come la tua anima.. Cristiano
 
 
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 29/05/11 alle 21:10 via WEB
:-) SOLIDARIETA'....................
 
gattoselavatico
gattoselavatico il 29/05/11 alle 21:40 via WEB
Ciao dolce serata un'altro week end è passato per mè un pò stancamente.. ma da domani si torna al lavoro. Buona settimana un baciotto Pietro
 
sylwyadgl
sylwyadgl il 29/05/11 alle 21:56 via WEB
bello....ciao buona serata....
 
sessosenzaamore2
sessosenzaamore2 il 29/05/11 alle 22:41 via WEB
:-) notte piccola...
 
Saikoro
Saikoro il 30/05/11 alle 02:08 via WEB
Vergogna, senso di colpa, silenzio per paura di non essere creduti: purtroppo questo ricatto psicologico è il potere esercitato dai pedofili nei confronti delle loro vittime... I genitori dovrebbero insegnare precocemente ai propri figli la linea netta di confine tra il bene e il male, e cercare di cogliere ogni segno di disagio nel loro comportamento, per cercare di scoprire al più presto quello che sta succedendo. Qualche tempo fa si parlò di un registro pubblico con i nomi di tutte le persone condannate per il reato di pedofilia: sarebbe un'ottima idea poiché, consultandolo, ognuno potrebbe sapere se il conoscente o il vicino di casa è in realtà un orco, e agire di conseguenza. Solo sconfiggendo l'omertà si può vincere la battaglia, altrimenti la strada da percorrere sarà sempre più disseminata di ostacoli... Il brano del video si intitola "We are the world": facciamo in modo che i bambini di oggi siano il mondo di domani, e che possano raccogliere con successo i nostri frutti seminati per loro...
 
 
sperosempre1
sperosempre1 il 30/05/11 alle 16:24 via WEB
Tu dici: " I genitori dovrebbero insegnare ai propri figli, nell'età preadolescenziale, o anche prima, la linea netta di confine tra il bene e il male ". Mi trovo daccordo. Ma il rischio di diventare dei don chischiotte, mi pare da non sottovalutare. Perchè?. Chi sa qualcosa del " male "? e come si manifesta ?. Il problema non trova le sue radici nella sfera psichica del pedofilo ( anche se clinicamente la psichiaria fa spreco di tavole rotonde, per diagnosticare, ciò che è INDIAGNOSTICABILE) ma, a mio avviso, nelle profondità insondabili del suo cuore ( che non va inteso il muscolo cardiaco ). E' lì che si annida il " virus "- mi si consenta l'analogia microbiologica -. Il male, muta in maniera inverosimile la sua immagine, ma non perchè è bravo chi ne è affetto, %
 
   
sperosempre1
sperosempre1 il 30/05/11 alle 17:04 via WEB
bensì perchè pilotato dal "Grande Astuto", "il Menzognero ", che si mimetizza abilmente indossando gli abiti del bene.Si, certo, i genitori hanno un ruolo importante, ahimè, non determinante, purtroppo. Come neppure non basterebbe costruire una biblioteca con tutti i nomi dei pedofili.Bada, Saikoro, che sto parlando del " Male " satanico, non del male spicciolo che dimora in ciascun uomo, a causa del suo stato decaduto, in cui debolezze, tentazioni, dolori,si possono, per la Grazia della fede si possono fronteggiare. E' dura, amico mio. So solo una cosa. Se potessimo chiedere a dio i suoi occhi in prestito,vedremmo le tremende lotte che avvengono tra il BENE e il male, in tutto l'universo. Universo che geme ogni qualvolta che il maligno sta operando a strappare %%
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 30/05/11 alle 17:10 via WEB
...anime a DIO. Ma noi possiamo fare qualcosa per rallenatare questa mostruosità ?. Quacosa che si chiama PREGHIERA. Solo essa può provocare il Grande rimorso. Unica, a mio parere che si rivela utile, e che il Grande Falsificatore odia. Utopia ?, no no. Eutopia. E poi tanta attenzione verso i bambini. Per il resto credo che siamo impotenti.
 
biondotimido1
biondotimido1 il 30/05/11 alle 10:15 via WEB
Una poesia di Padre Turoldo (titolo "Non è l'orrendo drago") non so se c'entra qualcosa con la pedofilia ma leggendola bene tra le righe può essere che qualcosa c'entri... L'orrendo drago, forse il pedofilo. Il drago, il demonio. Il drago, il pedofilo. NON E' L'ORRENDO DRAGO Mio male non è l'orrendo drago che pure mi addenta e si avvinghia su per il corpo come il serpente sull'albero della vita. Mio male è sapermi impotente a dire il tuo dramma, mio Dio, di fronte allo stesso male: il tuo patire della nostra pena di saperci così infelici. E di non cantare con degni canti la festa che fai quando un bimbo è felice e un disperato torna a sperare.
 
 
sperosempre1
sperosempre1 il 30/05/11 alle 13:32 via WEB
Caro Pier, Ho conosciuto Padre Turoldo, su invito di un mio amico, nel lontano 1988 nella comunità Sant'Egidio a Milano. Era Domenica. Partecipai a una messa da lui celebrata, in Duomo. Di questo sacredote mi colpirono le prediche; anzi disse una volta, che la parola predica non gli piaceva: le chiamava omelie.Parlava con gesti ( le sue mani lunghe e affusolate ), che ti sembrava tranciassero, fendere l'aria. La voce roca, ma che colpiva e inchiodava la gente a non distrarsi, perchè in ogni suo parola si celava ogni uomo.I milanesi che hanno avuto la fortuna di viverlo,difficilmete potranno dimenticarlo. Circa la poesia che tu hai proposto...%
 
   
sperosempre1
sperosempre1 il 30/05/11 alle 13:41 via WEB
...non va intesa rivolta alla pedofilia. Ciò che lui chiama "drago", è da riferirsi al cancro che l'aveva aggredito nel pancreas. L'indicibile dolore che lo tormentava, e di cui non riusciva a darsi una spiegazione teologale. E tuttavia, nonostante la disumana sofferenza, non si disperava, anzi fu maestro della speranza. Un grande testimone della grazia che si chiama speranza. Lo gridava sempre nelle sue omelie: "Sperare contro la speranza stessa!". Queste parole le ricordo. Ciao
 
sessosenzaamore2
sessosenzaamore2 il 30/05/11 alle 21:09 via WEB
baci per te..:-)
 
sperosempre1
sperosempre1 il 31/05/11 alle 10:38 via WEB
BUONA GIORNATA A TUTTI !!!
 
 
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 31/05/11 alle 14:03 via WEB
altre tanto
 
sperosempre1
sperosempre1 il 31/05/11 alle 14:05 via WEB
Beh, cosa succede ?. Nessuno si fa vivo, neppure per rispondere a un saluto ?. peppe
 
 
sperosempre1
sperosempre1 il 31/05/11 alle 14:20 via WEB
Scusami Ania, non mi ero accorto della tua risposta.Tuttavia, ho la vaga sensazione, che se non entra in scena il direttore d'orchestra, per vari motivi, gli orchestrali, sia pure in possesso degli spartiti, non suonano.
 
   
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 31/05/11 alle 14:26 via WEB
hahahaahahhahahahahahahhaahhahaha.... Bella questa!!! Piu tardi pubblico qualcosa.... :-)))) cosi possono suonare.. :-) un abbraccione
 
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 11:42 via WEB
Oggi è la mia giornata libera. La porta del mio (...) è chiusa. Così, dopo aver trascorso una mezz'oretta davanti a Gesù Eucarestia, una frugale colazione, un po' di spesa su ordine della mia sposa, eccomi seduto davanti al PC. Che dire, se non esprimere soltanto la mia riconoscenza nei confronti di Ania, per avermi offerto una sedia nel suo salotto, e liberamente, in rispetto alle norme dettate dal galateo, dire la mia, su ogni argomento; magari talvolta non condiviso dai "più ". Ma credo sia questa la bellezza di ciò che amo descrivere : " convivialità delle differenze !". Confesso che prima di ora, non avevo mai sentito parlare di questa signorina, della sua vita nel mondo della " cronaca rosa ". "Novella 2000", " DIPIU", e quant'altro dove si sprecano fiumi di inchiostro volti a investigare dentro un mondo, che sfugge...% appartengono a un mondo a me
 
 
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 11:57 via WEB
... o forse è meglio dire, non appartenermi. Ma questo, purtroppo, è il pedaggio che le persone "note" debbono pagare. Dicevo, dunque, mai saputo dell'esistenza di Ania, e delle sue vicende, tinte di rosa. Ma leggendo, poco a poco la sua storia; Verso cui non trovo spunti, che mi rivelino quella sostanza di ciò che viene descritta "ambigua". Perchè non crederle ? dal momento che ha avuto il coraggio di rendere pubbliche, ciò che si ha difficoltà rivelare in confessione a un sacerdote. Prima di continuare, tengo a precisare che non mi sto guadagnado la simpatia di Ania, per farle piacere. %%
 
   
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 12:18 via WEB
...Nessun Euro mi entra in tasca. Ogni persona, sia essa maschio o femmina, ha un proprio mondo, un proprio passato, una propria storia. Una, e soltanto una è ciò che diversifica dalle persone note, e cioè, che possono essere ascoltate da tutti, mentre, se io mi provassi a raccontare la mia,sulle pagine di un giornale, il capo redattore mi direbbe:" E allora ?. la sua storia non fa notizia,la racconti al suo vicino di casa.Non mi riguarda !". Io non intendo dare l'impressione del comandante che chiama in adunanza i suoi marinai sulla tolda della nave per dare una sferzata. No no; soltanto un invito a contenere quanto più possibile " l'animale ", che tutti teniamo dentro. A volte ( tolgo avolte ), la lingua provoca ferite di difficile cicatrizzazione, di quanto può un coltello ben affilato. HO FINITO !!!
 
     
biondotimido1
biondotimido1 il 01/06/11 alle 13:03 via WEB
Riguardo alla lingua che provoca ferite caro Peppe io forse se in passato non avrei usato parole pesanti con una ragazza del mio paese, una ragazza tra l'altro molto cattolica, che frequentava (e frequenta ancora) l'oratorio del paese, che frequentava (e frequenta ancora) la parrocchia, beh forse potevo non essere più single, magari non nasceva niente ma sicuramente potevamo essere ottimi amici. Del resto il mio errore è stato partite dal tetto (cioè partire già con l'idea che dovevo sposarmela) anzichè dalle fondamente (cioè prima costruire una bella e sana amicizia). E così ovviamente come in una casa che si pretende di costruire partendo dal tetto tutto mi è crollato addosso. Solo tre mesi è durata quella amicizia... Poi la gelosia, la paura di perderla ha fatto il resto. Ed ora quando la incontro (dopo dieci anni da quello che è successo) non mi saluta nemmeno più e questo davvero fa male. Insomma davvero la lingua a volte provoca ferite di difficile cicatrizzazione. Se era questo quello che tu intendevi dire.
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 15:38 via WEB
Pier, non credere di amare di più una ragazza quando il fuoco che essa accende in te, sembra scottarti. Questi calori il più delle volte si spengono facilmente per carenza di alimenti, oppure perchè si sarà acceso un altro fuoco. Ti hai provocato delle ferite, magari rimproverando il tuo cuore di non aver saputo amare come avresti voluto, e hai dato retta alla voce che la ragazza, dal momento che tu l'amavi doveva amarti.In questo caso, a mio parere, affiora in superficie il bubbone maligno che ci rovina l'esistenza:" credere di amare, quando invece, la verità è che amiamo egoisticamente noi stessi nell'altro/a. Credo siano queste le ferite che ci auto provochiamo, e che fanno di noi degli eterni infelici. Credo che l'inversione sta nel chiedere al Signore di aiutarci ad uscire da noi stessi, invece di seppellirci con le nostre stesse mani. Ciao
 
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 01/06/11 alle 13:38 via WEB
Ciao Ragazzi.... Peppe hai detto bene.... La Tua storia, come la mia e di un milione di altra gente non interessa i giornali... Io per anni non potevo raccontarla a nessuno, dovevo fare un certo tipo di percorso perche i giornalisti mi dassero la corda.... Altrimenti sarei una di migliaia di gente con una storia ricca da raccontare ma che non interessa direttori dei gironali.... Alle volte i miei amici mi dicevano: (amici veri) Ania ma hai perso la testa che cavolo fai su quel giornale con quello o altro... e io gli rispondevo...._ Fidatevi di me. Purtroppo il mondo funziona cosi, i giornalisti guardano non cosa c'e dentro il libro (non tutti tanti il mio l'hanno letto e hanno anche pianto), pero di solito prima guardano la casa editrice che te lo pubblica... Se non e conosciuta, gia per scontato prendono che la Tua storia il Tuo libro e una mer........ E vale anche al contrario tante volte i libri che sono davvero pietosi vengono pubblicati da case editrici enormi solo perche l'ha scritto quello o altro... Non importa che c'e dentro...! Per cio... io che ero nessuno (e mi sento nessuno ancora adesso, anzi ne vado fiera di essere una che fa parte del mondo normale) dovevo in qualche modo aggirare il sistema.... Per poter gridare attraverso i libro attraverso l'interviste la storia, non mia, ma di tantissime persone !!!!! Che vengono dimenticate perche politici sono occuppati a ammazzarsi x i posti, addirittura compromettendo la gente pur per arrivare a quella o altra sedia... E lo dico con grande orgoglio che sono fiera di esserci riuscita, perche la mia storia e la Vostra storia, la nostra storia... della gente comune che grida " GUARDATE NOI SIAMO QUA"................
 
 
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 14:47 via WEB
Ania, forse non mi sono espresso molto bene. La mia storia, come tutte le storie scritte dall'uomo su questo grande palcoscenico che è la vita, non mi interessava offrirla a una testata giornalistica ( non avrebbe fatto notizia), in quanto storia di una persona di cui è piena la terra. La tua,a differenza di tante altre, in quanto -TUO MALGRADO-, è la storia di un personaggio reso pubblico per una molteplicità di motivi, si è rivelato veicolo nutritivo delle tante bocche impazzite chiamate mass-media, pilotate abilmente dal " Grande falsificatore"; ( e già, sempre lui ). %%
 
   
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 15:00 via WEB
La tua testimonianza si rivela ancora più forte della mia, appunto per quello che ho detto. Nel lungo post di ieri sera l'ho segnalato per i tanti, saprsi nel mondo che si trovano soli nei tentativi di uscire fuori dal tenebroso buio in cui si trovano a vivere, e che la tua " voce ", li raggiungerà perchè possano afferrare quella "MANO" discreta e potente che è il DIO AMORE. E' Dio che si dona per primo. Pensa, ( attenta a questa mia afferamazione che per sua grazia ho capito ) ha persino rinunciato alla SUA ONNIPOTENZA, perchè noi fossimo liberi di amarLO...%
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 15:15 via WEB
...e non costretti. Dio è PADRE, non paternalista. Se uno ci pensa, sono cose da vertigine. Ti dico un'altra cosa, che può sembrare di scandalo. E' DIo che si dona sempre, ed è CLOUI che perde sempre. E' DIO che si avvicina alla sua creatura, non tiene conto delle nostre scelleratezze, perde, cancella. Non è un cinico ragioniere che tiene in archivio i nostri errori ; purchè afferriamo la SUA MANO DI PADRE, con spirito contrito. Dio perde sempre, e continua a creare. E a me, cara Ania, basta questo. Sentirmi amato da DIO, che se, per assurdo...%%%
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 15:19 via WEB
... solo per un istante smettesse di amrmi,sono certo che cesserei di vivere. E' questo che so. Che la Santa Vergine ti protegga !
 
   
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 01/06/11 alle 15:23 via WEB
ma nn e vero... io nn sono un personaggio! sono una persona come te che ha ragirato un po mecchanismo per poter raccontare la storia di una persona normale come sono , non di un personaggio.
 
     
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 01/06/11 alle 15:26 via WEB
ps. mi manca abbraccio della Mamma..... (La Madonna) ma presto mi trovero tra i SUoi abbracci............ Un bacio a Tutti
 
     
sessosenzaamore2
sessosenzaamore2 il 01/06/11 alle 17:02 via WEB
scusami per l'assenza... troppo lavoro...e poco tempo per il tuo blog.. sappi comunque che ti stimo molto..e ti voglio bene... Cristiano
 
     
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 01/06/11 alle 17:44 via WEB
tranquillo mica possiamo sempre stare incollati al pc.. un abbraccio grande
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 15:45 via WEB
L'aspettavo di cuore questa risposta. Quando poserai i tuoi piedi sulle zolle benedette dai piedi della Madonna di Medjugorie,dì un'AVE MARIA PER ME. Un abbraccio peppe
 
     
ania_goledzinowska
ania_goledzinowska il 01/06/11 alle 15:56 via WEB
Lo faro...
 
     
sperosempre1
sperosempre1 il 01/06/11 alle 21:17 via WEB
Eccomi !!! un volto che dice ben poco, ma se clicchi sul mio profilo vedi il resto, molto più Importante.
 
     
sessosenzaamore2
sessosenzaamore2 il 01/06/11 alle 21:30 via WEB
una mia collega è partita per Medjugorje questo pomeriggio... mi ha detto : vado a vedere la luce... Ania mi parli dei 10 segreti?
 
fav.gildo
fav.gildo il 10/09/11 alle 21:59 via WEB
io Ermenegildo,non vado tante volte a messa,ma la mia fede è sempre stata grande lo stesso perchè essa è profonda,per quanto riguarda la Madonna nostra madre, la madre di tutti mi a sempre aiutato lo stesso anche da casa. ti saluto ania è che la Madonna segua i tuoi passi ogni giorno.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom