Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

Cherryslnurse01QuivisunusdepopuloSignorina_Golightlyjigendaisukeossimoraamici.futuroierimemole123451surfinia60je_est_un_autreQuartoProvvisoriogianor1FajrlascrivanaPerturbabile
 

Ultimi commenti

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 317
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« Appunti di lettura 2021Appunti di lettura 2021 »

Appunti di lettura 2021

Post n°2206 pubblicato il 07 Aprile 2021 da ossimora


La piccola conformista - Ingrid Seymann - copertina
N. 14

Ingrid Seyman 
la piccola conformista 
Sallerio 

Un breve , piccolo Sellerio ( per fortuna nel formato più leggibile...) letto in un pomeriggio ventoso che invitava al rannicchiamento .
Una breve saga familiare / adolescenziale /infantile.
Proprio la bambina Esther Dahon , in prima persona , si racconta nei suoi anni d'infanzia fino alla pre adolescenza.
Marsiglia; una famiglia "strana" , sessantottina la definisce , pronta ad ogni manifestazione di protesta , schierata a sinistra . 
I suoi girano nudi per casa , frequentano spiagge nudiste ; schifano modi di vivere borghesi , cibi e vestiari elitari. 
Pieni di contraddizioni anche di litigiosità , particolare pure quella ;  perchè emerge improvvisamente senza avvisaglie .
Il fratellino minore Jeremy è iperattivo e problematico la madre è costretta in un impiego che non la soddisfa ed il padre , bancario , oscilla alla ricerca delle radici della sua famiglia e precipita velocemente nell'ipocondria , alternando euforia e depressione .
La vita di Esther subisce una svolta quando i suoi decidono di mandarla in una scuola cattolica .
Lettura lieve che diventa man mano sempre più drammatica con un finale imprevisto .

"Sono nata da destra , in una famiglia di sinistra , il giorno di Natale per la disperazione di quell'atea di mia madre , che non mi aspettava così presto e di quell'ebreo di mio padre"

( dalla maniacalità del padre)
 Se ogni cosa ha un posto , ogni cosa è al suo posto . Se ogni cosa è al suo posto , sai dov'è ogni cosa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ossimora/trackback.php?msg=15465595

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 07/04/21 alle 21:11 via WEB
Una bella famigliola!
(Rispondi)
 
ossimora
ossimora il 08/04/21 alle 12:14 via WEB
eh si !
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.