Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

amici.futuroierijigendaisukeossimorafedechiarasurfinia60cassetta2je_est_un_autreSignorina_Golightlymerizeta21Cherryslnataoggi2ziryabbalf.cosmosAngeloSenzaVeli
 

Ultimi commenti

Uhm dici? Vabbè, proveremo a leggere un altro suo romanzo.
Inviato da: jigendaisuke
il 22/11/2021 alle 16:55
 
No, decisamente non mi attira
Inviato da: jigendaisuke
il 22/11/2021 alle 16:54
 
L'uso del suo siciliano è molto "lieve "...
Inviato da: ossimora
il 22/11/2021 alle 12:00
 
Ho letto "Filinona di mezza estate", ma non...
Inviato da: jigendaisuke
il 21/11/2021 alle 12:42
 
Certo , quando parla di Lojacono , definendolo "il...
Inviato da: ossimora
il 14/11/2021 alle 11:42
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 318
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« Appunti di lettura 2021Appunti di lettura 2021 »

Appunti di lettura 2021

Post n°2232 pubblicato il 13 Ottobre 2021 da ossimora

 

 

N.40


Sasa Stanisic
ORIGINI 
Keller

Non accenna a migliorare la mia disaffezione per la lettura in questo periodo ; forse sono stanca mentalmente e mi fa molta fatica , ci metto tempi biblici non soliti in passato e la cosa non mi piace per niente. Questo è un libro che trascino da quasi un mese nonostante mi sia piaciuto e sopratutto nella prima parte lo abbia molto apprezzato sentendomi anche vicina a certe riflessioni personali dell'autore.
Nato nel 1978 , nella piccola città di Visegrad ,città della Bosnia Erzegovina da madre bosniaca e da padre  serbo, poi emigrato in Germania a 14 anni Stanic è considerato uno scrittore tedesco a tutti gli effetti  tanto da vincere il german Book prize nel 2019 proprio per il libro "ORIGINI".
Un libro "memoir", la memoria è il filo costante della narrazione che procede stratificandosi inseguendosi di ricordo in ricordo.
Certamente centrale , poetica è la figura della nonna Kristina bambina ottantenne fra lucidità essenziali e frasi  ferme per una vita e la nuova demenza che la allontana da tutto o la fa approcciare in maniera anomala alle nuove cose . Attorno a lei ruotano le esistenze di molte persone , lo stesso Sasa in primis, i genitori , il nonno , le presenze del piccolo pese e del cimitero. Attraverso le persone , Lei in primis ma anche altri , attraverso le tradizioni , i racconti dei giochi e delle feste ai tempi di Tito , attraverso i cibi , i profumi , la pesca sulla Drina racconta la sua vita durante la dissoluzione della ex Jugoslavia ; la ferocia irrazionale della guerra , la fuga in Germania per scappare e tutto quello che ne consegue . 
L'avvicinamento al nuovo paese , alla nuova lingua  , molto divertente il suo approccio al tedesco..."quando arrivai sapevo dire soltanto "lothar mateus"...ed ai diversi stili di vita. 
Il suo racconto di vita , la sua esistenza di esule evoca una più universale , il suo essere sradicato dalla sua terra natia diventa l'emblema di ogni fuga per salvarsi!
Un sentimento comune, universale , attualissimo in molti luoghi d'Europa e del mondo ; sentirsi sempre un pò pesce fuor d'acqua , ovunque .
Lo stesso sconcerto di ogni migrante.

"Non capisco che le ORIGINI dovrebbero portare con sè determinate caratteristiche e non capisco che che alcuni siano pronti ad ingaggiare battaglie in loro nome .Non capisco le persone che credono di poter essere in due luoghi ( nel caso in cui qualcuno sia devvero in grado di farlo però mi piacerebbe imparare ) Io preferirei essere contemporaneamente in due tempi. 

Mi piace chiedere a mio figlio quali sono le cose che preferisce.
"Il lilla è il mio colore preferito " ha detto di recente ed anche il tuo". Questo lo capisco .Sotto l'albero della conoscenza , le cui radici affondano fino alla tomba dei miei bisnonni e tra i suoi rami non sibila più alcun serpente e alcun simbolo .
Ci sono semplicemente fiori ,Niente di più.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ossimora/trackback.php?msg=15656497

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 13/10/21 alle 21:55 via WEB
Pure io strascino un po' le letture ultimamente. Libro attualissimo, mi pare
(Rispondi)
 
ossimora
ossimora il 16/10/21 alle 10:52 via WEB
Si poi ti fa venire voglia di approfondire la storia recente dell'ex jugoslavia. Adesso ho iniziato un libro "leggero" da superrelax ...ma ...sono sempre strascicatrice ! MAH!
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.