Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

surfinia60amici.futuroieriossimorajigendaisukefedechiaraVasilissaskunkspagetire_della_forestasituation_jcje_est_un_autrealf.cosmosumoriquotidiani71galvan73woodenshipziryabb
 

Ultimi commenti

È un autore che non conosco ancora, spero di colmare presto...
Inviato da: Mr.Loto
il 22/09/2022 alle 13:51
 
In verità ti dico, non conosco Bacà
Inviato da: jigendaisuke
il 22/09/2022 alle 10:19
 
Ma daiiiiiii.... che bello... ;-))
Inviato da: spageti
il 24/08/2022 alle 01:51
 
“Ho letto moltissimi libri, ma ho dimenticato la maggior...
Inviato da: ossimora
il 15/08/2022 alle 11:25
 
Consiglio molto interessante
Inviato da: jigendaisuke
il 06/08/2022 alle 15:20
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 318
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« Appunti di lettura 2022Appunti di lettura 2022 »

Appunti di lettura 2022

Post n°2283 pubblicato il 06 Agosto 2022 da ossimora


Febbre all'alba

N.31
Peter Gardos
Febbre all'alba
BOMPIANI
Siamo nel Luglio del 1945 , Miklos ,un sopravvissuto alle vicende ed agli orrori della seconda guerra mondiale , ridotto fisicamente allo stremo viene portato in un campo profughi in Svezia .
I medici gli danno poche speranze di vita per un problema molto serio a livello polmonare .
Ogni mattina al risveglio ha la febbre e le radiografie non promettono nulla di buono. 
Lui però , non ne vuole sapere, e non si arrende ; decide che vuole vivere.
Compila una lista di 117 donne ungheresi , come lui, raccolte in un altro campo profughi ed invia a loro lettere scritte elegantemente. 
E' certo e determinato a fare di una di loro la sua sposa.
 Ispirato dalla storia vera del padre dell'autore dove  due profughi ebrei ,i suoi genitori , usciti massacrati si raccontano attraverso le lettere  .
I sei mesi che dovrebbero scandire l'inesorabile progredire della malattia di Miklos diventano un percorso d'amore e di guarigione .
Pur raccontando fatti terribili ( come quello della salvezza di Lili , la madre ) il libro è condotto con stile lieve ed a tratti sottilmente ironico ; c'è infondo una certa serenità.
Non è una storia piena  di sentimentalismo ma la narrazione di un percorso della riconquista di  sana voglia di vita , dopo un periodo storico violento ed assurdo che il figlio / autore ci consegna; un piccolo cameo di memoria.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ossimora/trackback.php?msg=16401748

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 06/08/22 alle 15:20 via WEB
Consiglio molto interessante
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.