FOLLIE DI OGNI TEMPO

SCRIVERE E' LA MIA LIBERTA',IL MIO TEMPO,LE MIE EMOZIONI,IL MIO AMARE, IL MIO GIOIRE....

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

edmondo2000otello592012RavvedutiIn2alogicoLuxxilI.am.LaylaUnfogettablealda.vincinilennon927anastasia_55MadameNoireCodiceTeslavita.perezblack.whalenatoperamore
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

TEMPI DE OGGI

Post n°584 pubblicato il 21 Giugno 2019 da otello592012

 

TEMPI DE OGGI

 

Un giorno un poco strano

un ragno nano seduto su un muraccio

di un vecchio palazzaccio si mise a pensare

di fare una tela che potesse tutto imbrigliare.

Ce stavano cinque stelle in cielo

che guardandolo fare,incuriosite,scesero per collaborare.

Alto era il palazzaccio difficile da scalare

tanto che dalla cima anche la rosa dei venti si mise a ridacchiare

e ridi e ridi buttò giù uno starnuto

che la tela fece sobbalzare

ma il ragnetto testarduccio continuò a lavorare,

anche quando un grillo si mise a sproloquiare

devi lascià er posto al popolo signore

e anche alla cultura che si deve risvegliare.

Passò un migratore e domandando che strada

dovesse fare prese a svolazzare

tanto da sforacchiare quel velo un poco particolare.

TE MAGNO” disse er ragno

ma non sapeva dove andare,destra,sinistra,

o in cima a comandare

ma si rese conto della grave distanza

dalla lontananza delle cinque stelle le quali cominciarono ad urlare

Che gli era tutto da rifare”

ma la cima ancora era lontanuccia

e la teluccia cominciava a vacillare.

Allora il furbetto indusse l'ignoranza

in una buia stanza così che potesse fare a botte

con una bella intelligenza

ancora sta aspettando il ritorno di risposta

intanto continua la tessitura di quella tela oscura

all'arrembaggio di quello strano palazzaccio.

Intanto un drago oscuro predilige il futuro,

smetti ragnaccio de usà er marraccio

sennò sta manfrina ce farà venì er maldeschina.

 

...21/06/2019...otello@desem

 
 
 

RIPIDI SENTIERI

Post n°583 pubblicato il 11 Giugno 2019 da otello592012

 

RIPIDI SENTIERI

 

 

Sentor già ne ebbi nel sonno del grembo

che della propria vita ognun è fratellastro.

Quel ripido sentier che porta oltre

di ogni sguardo che penetra

non conobbi mai orizzonte

quindi della fanciullezza vita

non distinsi mai il passo

fino alla vecchiaia che or mi porto addosso.

Bello pensar di esser saggio

ma è come esser disonesto

svendendo in saldo un capo ormai perso

e del sentir e del veder cosa rimane?

La truce espression che nulla tace

e allora trapassar sarà volgare

perché l'attaccamento alle altrui cose

donerà sofferenza atroce.

Quel ripido sentier che porta oltre

delle montagne mie non dona traccia

mette in una ruvida bisaccia

i conti che dobbiam saldare

e più è lungo il percorso

più si avrà da penare

per quello sguardo che ci dovrà penetrare.

 

11/06/2019...otello@desem

 
 
 

L'ETA'

Post n°582 pubblicato il 05 Giugno 2019 da otello592012

 

L'ETA'

 

 

Mutevole è l'orizzonte del tempo

ogni vento che soffia nel silenzio

segna la vita come fosse segmento

L'età

Di ogni essere è un cerchio

come il tronco interno di un grande albero reciso.

L'età

Di ogni pensiero è madre sorella e sposa

di ogni sospiro un grande sollievo.

L'età

Di ogni ripiano uno strato di povere

di ogni istante un ricordo.

L'età

Son figlio di quei monti

che specchiano le ombre sulla città

del tempo, delle acque vereconde.

Son figlio dei monti miei

che in seno hanno una chiesetta

che aspetta l'otto di maggio per far festa.

L'età

Di ogni essere è lo specchio

guarda dentro l'anima

e non riconoscendosi maledice il tempo.

 

...04/06/2019...otello@desem

 

 
 
 

MA...

Post n°581 pubblicato il 29 Maggio 2019 da otello592012

 

MA...

 

Aver per caso perso il senso

di un infinito tempo

per regalar emozioni

a giovani ed eterni sospiri

di un turbinar di ormoni

e negli sguardi altrui perdere i lamenti.

Ma...

Forse non comprendere di essere assente

in quel vicolo di vita

dove ogni portone è una piccola grande emozione.

Ma...

Forse sognare fa bene al cuore

e sulle viuzze strette di montagne dilette

torna lo sguardo a brillar

e scende sulla gota quella lacrima devota.

Ma...

Forse dalle montagne amiche

si torna a desinare in quelle giornate cupe

ove il ricordar si presta in forma indigesta

Ma...

Forse dopo ogni tempesta un arcobaleno

si manifesta e come l'illusione

il sole si appresta a disegnar di nuovo

l'azzurro cielo di cirri in festa.

Ma...

Forse son le favole che regolano il mondo

ed ogni fiore è una ghirlanda

ed il profumo inebria

ogni dì di festa.

 

...29/05/2019...otello@desem

 
 
 

APOCALISSE

Post n°579 pubblicato il 06 Maggio 2019 da otello592012

 

APOCALISSE

 

 

Ora che non son più le stelle

a disegnar tramonti

ma i tenui sorrisi delle farfalle.

Ora che la luce nasconde le stradine dei sogni

nell'ombra del silenzio un posto per dormire

avrà ogni tempo.

Quegli uomini che ormai son privi di ogni sentimento

calpestano l'aria, i sogni e ogni tempo

ghermiscono i fiori non recidendo il gambo.

Della pancia vivono ogni tormento

e del dolore beffa ne fanno

giudicar loro dovremmo

e di ogni pena inflittagli farne un vanto.

Il canto del delirio vestirà pagliacci

nel circo di una vita che vaga negli stenti

ormai non torna il tempo

si è perduto nel firmamento.

Con esso vaga l'amore eterno.

 

...06/05/2019...otello@desem

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: otello592012
Data di creazione: 21/06/2013