I Love America

9 anni di viaggi negli States ...

 

 

negli States ...

Post n°190 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

il car rental è un “rito”…

arrivi all’aeroporto e segui le indicazioni x i car rentals. Nn sempre la consegna dei veicoli avviene nella struttura. Capita di dover prendere dei bus shuttle che ti prelevano con le valigie dal gate e ti portano alla compagnia di noleggio. Ogni compagnia ha quasi sempre il proprio bus personale x cui è preferibile avere le idee chiare … pena il vagare x tutto il pomeriggio di compagnia in compagnia (a volte gli uffici sono distanti vari “blocks” l’uno dall’altro) (continua)

 
 
 

Secondo me ...

Post n°191 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

tutte le compagnie di noleggio principali (hertz, avis, dollar, thritfy, alamo, enterprise, budget, national) come qualità del servizio offerto si equivalgono … Diciamo che hertz e avis, quelle dove di solito si paga di più, hanno quasi sempre gli uffici e il noleggio direttamente in aeroporto, mentre nelle altre compagnie spesso bisogna fare la trafila del "bus shuttle" che vi ho descritto prima. Certo va detto che i risparmi in termini di dollari a favore di queste ultime possono essere considerevoli x cui se prendere un bus con bagagli al seguito nn è cosa x voi troppo sconvolgente … dice quella famosa pubblicità: perchè pagare di più ? ;-))) (continua)

 
 
 

esiste cmq ...

Post n°192 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

la possibilità di noleggiare in compagnie locali mi hanno detto a costi molto bassi. Io però non l’ho mai fatto x la minima presenza sul territorio (usciti dal tal stato ... non trovi più una filiale essendo appunto locali) e x le coperture assicurative che voglio totali e complete … cosa che in questi noleggi è difficile ottenere (continua)

 
 
 

Io di solito ...

Post n°193 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

noleggio Alamo … che è una delle compagnie americane dal rapporto qualità prezzo più alto. Stipulando un contratto prepagato dall’Italia (alamo gold) mi doto di tutte le coperture possibili e immaginabili (descritte chiaramente in italiano .. cosa che se noleggiassi "on site" nn potrei pretendere).

Coprirsi (e x bene) le spalle nn è mai cosa superflua … almeno x me (continua)

 
 
 

Attenti !!

Post n°194 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

Perché anche in America (tutto il mondo è paese ;-)) si può incappare in qualche impiegato "furbetto" che senza entrare più di tanto nei dettagli potrebbe includere nel vostro contratto di noleggio opzioni simili tra loro … in pratica doppioni l’una dell’altra (questo mi hanno detto avviene perché lavorano con provvigioni ... sul valore dei noleggi) (continua)

 
 
 

x esempio ...

Post n°195 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

occhio alla protezione personale (o pers pro), opzione, che cercano spesso di farvi sottoscrivere e che in pratica, in caso di sinistro, (e qui facciamo scongiuri e corna in quantità ;-)))) … nn vi risarcirà di un misero dollaro in più rispetto a quanto già previsto nei pacchetti CWD e LIS …

mica gran cosa considerando che costa 8-9 dollari al gg (!!!) (continua)

 
 
 

cosa noleggiare ?

Post n°196 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

che dirvi … i gusti sono giustamente personali, io nel corso degli anni ho provato svariate categorie: Dalla “midsize” (un auto grande italiana) alla “fullsize” (grande x definizione x loro … figurarsi x noi ;-)); dalla “premium” (praticamente una fullsize con gli interni in pelle e qualche accessorio in più) al “SUV” (che fa tanto america ;-)))) passando x il “minivan” (il monovolume … di solito là lo standard è il grand voyager :-OOO).

Dipende in quanti siete … e quanti bagagli avete … (continua)

 
 
 

scegliere a cuor leggero ...

Post n°197 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

anche se più l'auto è grande più consuma ... E qui raramente e cmq si va sotto ai 7-8 km con un litro ... Però la benzina costa poco (o costava poco ? ;-))). Oggi circa 3 dollari al gallone ... E se vi paiono tanti considerate che un gallone equivale a circa 4 litri nostrani  ... x l'esattezza 3,785411784 litri (continua)

 
 
 

Remember ...

Post n°198 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

Ricordate che cambiare idea e accedere al veicolo di classe superiore alla reception del noleggio … Costa e nn poco mentre se noleggiate prepagando dall’Italia le differenze tra le categorie nn sono esorbitanti. Pensateci x tempo se potete insomma ... X contro se un colpo di fortuna farà sì che l’auto da voi scelta nn sia disponibile (capita frequentemente, certo nn sempre …) vi regaleranno il passaggio alla categoria superiore senza fiatare. Oppure, se siete abili potete contrattare … E se (x dire) dimostrerete che il tal veicolo vi ha deluso perché carica 3 valige e nn 4 come descritto sul depliant aziendale che avete letto … avrete l’upgrade senza costi aggiuntivi … Certo i motivi dovranno essere validi o dovrete saperci fare ;-))) (continua) 

 
 
 

Per ora ...

Post n°199 pubblicato il 25 Luglio 2006 da outback.m
Foto di outback.m

che altro aggiungere ...

Buon Viaggio :-))))

 
 
 

2004  Texas & Mexico

Post n°200 pubblicato il 01 Marzo 2007 da outback.m
Foto di outback.m

(Houston - Dallas - San Antonio - Yucatan)

Agosto 2004 ... Un'estate caliente alla scoperta del Texas ... del Messico e dei Maya

 
 
 

Il viaggio in Texas ...

Post n°201 pubblicato il 01 Marzo 2007 da outback.m
Foto di outback.m

inizia da Houston dove si arriva di primo pomeriggio …
E’ una giornata caldissima e uscire dalle aree climatizzate significa grondare copiosamente di sudore. Una cosa che mi colpisce positivamente è il centro dove si ritirano le auto noleggiate.
Una costruzione unica per tutte le compagnie …
Dove è facilissimo seguendo le indicazioni trovare il proprio mezzo …

Magari potrebbe sembrare 1 banalità, ma in certi aeroporti americani ci si perde prima a cercare l’ufficio … e successivamente a trovare l’auto tra fila e fila di auto  della compagnia sbagliata …
qui invece è davvero tutto semplicissimo (continua)

 
 
 

Ritiriamo l'auto ...

Post n°202 pubblicato il 01 Marzo 2007 da outback.m
Foto di outback.m

e via verso l’hotel …
Nei pali dell’alta tensione “luccica” la corrente sui fili … una cosa che avevo visto solo nei film e che credevo quindi fosse di origine “hollywoodiana” … invece è tutto vero.
Per recuperare il fuso andiamo in un outlet anche se la resistenza è breve …
alle 20 ora locale siamo già sotto le coperte … o meglio .. sopra … visto il caldo ;-)))  (continua)

 
 
 

L’indomani

Post n°203 pubblicato il 10 Aprile 2007 da outback.m
Foto di outback.m

siamo alla Nasa … il complesso nn è poi così differente da Cape Canaveral anche se qui … le rampe di lancio nn ci sono …
i lanci avvengono solo dalla Florida.
In pratica ci spiegano è una città indipendente da Houston questo quartier generale della Nasa che si estende in una vasta zona …
I controlli, complice l’11/09 sono ancora minuziosi ed accurati …
E questo fa pensare che oltre a quello che si vede …
ci deve essere per forza "altro" che è nascosto. (continua)

 
 
 

L’umidità nell’aria è pazzesca

Post n°204 pubblicato il 19 Aprile 2007 da outback.m
Foto di outback.m

… lo si vede dal chiosco climatizzato dove si acquistano i biglietti per l'ingresso … che x via delle differenti temperature (interno - esterno) ha i vetri appannati …
a terra si sta ingrossando un notevole rigagnolo d’acqua generato dalla condensa ... 
Entriamo su di un trenino inizia il tour …
Ci fanno vedere come probabilmente sarà il futuro shuttle …
Che pare 1 aeroplanino da "battesimo dell'aria" in confronto all’attuale.
Poi passiamo da alcuni reparti dove stanno mettendo a punto i moduli x la base internazionale che si sta creando nello spazio … (continua)

 
 
 

Houston ... abbiamo un problema ...

Post n°205 pubblicato il 19 Aprile 2007 da outback.m
Foto di outback.m

Ci mostrano la sala controllo dove captarono l’ormai celebre messaggio

dicono di averla conservata eguale per mostrarla ai visitatori incuriositi.
Ci raccontano che le macchine hanno una potenza risibile se paragonati ai pc di oggi …
E in effetti anche osservandoli quei macchinari ingombranti e obsoleti non danno l'idea di affidabilità estrema ...
Pare quasi incredibile siano andati sulla luna con quei mezzi …

ma tant’è … (continua)

 
 
 

Alla Memoria ...

Post n°206 pubblicato il 19 Aprile 2007 da outback.m
Foto di outback.m

Una cosa che colpisce è il giardinetto dedicato ai caduti in missione …
Ci sono alcuni alberi e c’è un grande silenzio …
“La ricerca cmq deve andare avanti” pare essere la conclusione condivisa da chi lavora qui  … Anche se nessuno di quelli che ci accompagnano nel tour ha il coraggio di esporsi troppo …
L’ultima sciagura è ancora troppo fresca per far finta di nulla.
La foto ricordo che facciamo prima di uscire è carina.
Uno sfondo spaziale e noi in primo piano … nn male, anche se lì x lì avevo pensato fosse più che altro un’americanata … (continua)

 
 
 

Temporali ...

Post n°207 pubblicato il 11 Giugno 2007 da outback.m
Foto di outback.m

Durante il trasferimento verso Dallas attraversiamo un paio di temporali notevoli … Succede che il cielo si fa nero quasi fosse notte e all’improvviso inizia a piovere a catinelle … La visibilità è ridottissima e per qualche minuto ti sembra di essere trasportato letteralmente “fuori dal mondo”.
Pare che durante questi eventi la probabilità di essere colpiti da un fulmine sia altissima … Inoltre attraversandoli si corre il rischio di entrare nei vortici violentissimi che le depressioni creano …
“Nel temporale” non succede nulla di particolare e per fortuna queste info le imparo al ritorno quando casualmente vedo alla tv un documentario di discovery channel dedicato proprio ai temporali estivi americani … (continua)

 
 
 

Dallas

Post n°208 pubblicato il 11 Giugno 2007 da outback.m
Foto di outback.m

Attraversiamo Dallas, il “grappolo” di grattacieli al centro e attorno lo sviluppo ad ampio raggio della town.

Facciamo tappa al “the sixty floor, il museo ricavato nella biblioteca da dove partì il colpo che fu fatale a JFK.
Le strade a mano a mano che ti avvicini hanno un che di sempre più familiare …

Inconsciamente i filmati dell’omicidio ti tornano alla memoria …
Rivedi quella Elm street che stai percorrendo in fondo per la prima volta e tanti particolari che sono stati conservati tali e quali come lo erano nel 1963 …
Da questo punto di vista devo dire che il tempo pare quasi si sia fermato, nn fosse per lo skiline moderno dei grattacieli sullo sfondo. (continua)

 
 
 

Sixty floor

Post n°209 pubblicato il 11 Giugno 2007 da outback.m
Foto di outback.m

All’interno del museo documenti, ricostruzioni accurate, filmati del giorno in cui JFK fu assassinato …
Si accede anche alla finestra da dove partì il colpo mortale e la sensazione che si ha è di intrigo … forse cospirazione … che ironia della sorte è proprio quello che si vorrebbe evitare …

Nonostante gli sforzi c’è qualcosa che non torna, qualcosa che non è chiaro di quel giorno, poi forse sono solo le impressioni di chi americano non è …

La visita cmq è interessantissima e si rimpiange quel tempo per fare le cose con calma .. che quasi sempre manca. (continua)

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: outback.m
Data di creazione: 05/04/2005
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

VittoriacounseloraquilapgfabiotiganibimbayokoRitoBrigliaunamamma1demcomputerssabine1965Gina_20hopelove10prilla80remydgl1sedia.sediapsicologiaforensebackstageanimazione
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.