Creato da paoloalbert il 20/12/2009

CHIMICA sperimentale

Esperienze in home-lab: considerazioni di chimica sperimentale e altro

 

 

« Che piante saranno?Ligustro, pH e ioni alca... »

Che piante saranno? Elementare Watson!

Post n°254 pubblicato il 03 Novembre 2013 da paoloalbert

Ecco svelato molto più presto del previsto il piccolo quiz del post precedente: l'amico Marco (non M.Capponi, un altro omonimo Marco) mi ha subitamente spiattellato la soluzione.
Sapevo che oltre ad essere un bravo giovane chimico sperimentale è anche un appassionato botanico, e non si è smentito.
Le due pianticelle sono in verità assai comuni, le avrò viste mille volte nei miei boschi, ma, potenza dell'ignoranza, non ne conoscevo il nome.

Si tratta rispettivamente della fusaggine e del ligustro.
Adesso che conosciamo i nomi, è tutto facile, no?
La fusaggine è detta anche Cappello del prete, e non ce ne meravigliamo, data la forma molto clericale dei piccoli frutti cremisi.
E come premio per me, contiene pure un bell'alcaloide: la evonimina!
Guarda che groviglio!

 

Evonimina

                                     ---°°°OOO°°°---


E quella dalle bacche nere?
Semplice ligustro! Semplice sì, ma non banale: anch'esso contiene un premio, la ligulina!
La ligulina (della quale non son riuscito a reperire la formula) è un indicatore acido-base... ce n'è abbastanza da sottoporre appena possibile la pianticella alle mie giocose indagini a base di beute e provette!

Grazie Marco, e arrivederci quindi a fra qualche giorno: faremo cambiar l'abito anche alla signorina ligulina a seconda della situazione... pardon, del pH!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/paoloalbert/trackback.php?msg=12477253

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
mpatrick1985
mpatrick1985 il 10/11/13 alle 14:53 via WEB
Potrebbe essere questa la formula di struttura della ligulina??? http://www.phytopurify.com/malvidin-3glucoside-p-5320.html
 
ilcanneto20140
ilcanneto20140 il 21/02/14 alle 16:52 via WEB
buona sera. ho raccolto un po' di bacche di evonimo europeo e pensavo di provare a trasformarle in un antiparassitario per orticole. ho letto in rete che la polvere veniva usata contro i pidocchi della testa, e date le proprietà tossiche adattarlo in quantità e concentrazione per rislvere problemi analoghi con parassiti dei vegetali. ho letto i suoi interventi e se avrà la pazienza necessaria che immagino serva per risolvere un simile problema le sarei molto grato. buon lavoro.
 
 
paoloalbert
paoloalbert il 23/02/14 alle 01:20 via WEB
Caro amico Il Canneto, come avrai visto i miei lavori su questo blog scaturiscono da pura giocosa curiosità e sono finalizzati al solo arricchimento personale. Non saprei pertanto dare una risposta concreta al tuo problema (nè è detto che risposta vi sia per il caso specifico). Credo che sia illusorio anche trovare qualche notizia bibliografica (anch'essa concreta!) riguardo le applicazioni antiparassitarie di questa pianta. Certo che la sperimentazione oltre che possibile è anche piacevole e si tratta solo di metterla in pratica come la fantasia meglio suggerisce. Se poi qualche fastidioso insetto orticolo risultasse sensibile agli alcaloidi dell'evonimo... ben venga! Da ricordare comunque, e questo è molto importante e da valutare caso per caso, che non tutto ciò che è "naturale" è più innocuo di ciò che si ritiene "chimico"; anzi, tante volte è proprio il contrario! Cordiali saluti.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

kernumnospaoloalbertclubnavarraberardinetti.michelecipro.antoniocarla.cadgino333nicola.ligasacchipaoloalbert0jeans2jaimebravorecoba83gavima12Conte9262
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE