Creato da la_penna_del_cuore il 04/12/2005
Ascoltare la voce del cuore
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Ultime visite al Blog

xmonella74la_penna_del_cuorepgiovi52diana_89Virginia_Clemmgiannielcogoaoldglsquit0Maggylunelladybird_redviviana17resposito10bluherongianni69dgl1
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

LA RISCOPERTA DEL CUORE

Post n°1 pubblicato il 11 Gennaio 2006 da la_penna_del_cuore
Foto di la_penna_del_cuore

Ciao a tutti.
Com'è il tempo da voi?
E' qualche giorno che le strade sono pesanti perché bagnate delicatamente dalle carezze di una leggera e persistente acqua piovana.
L'orizzonte è sparito dietro uno strato di goccioline vaporose di colore brizzolato.
Pervade l'atmosfera quell'aria depressa e sognante tipica di quando i nostri pensieri sono perturbati.
Sono sicuro che vi siete chiesti più di una volta se fuori fa freddo o caldo, quanti gradi ci sono, se piove o è sereno, ecc...
Spesso ci troviamo a dialogare usando queste parole impossessati dal demone della curiosità climatica.
E' davvero così importante sapere queste notizie?
Sicuramente c'è una parte di persone a cui servono tali informazioni tipo coloro che devono intraprendere un viaggio.
Alle altre persone è utile?
Non so. Forse.
Proprio ieri riflettevo annebbiato nel ritorno a casa mentre ero avvolto dalla pioggerellina che inumidiva i miei capelli, mentre la soluzione bluastra baciava furbamente di tanto in tanto la mia bocca, mentre il giubbotto si riempiva di chiazze bagnate che a intermittenza si accendevano e spegnevano in punti diversi.
Uniche compagne di viaggio erano le pozze liquide non molto profonde che si specchiavano nelle nubi.
Sognante mi sono soffermato a rimirare con fervida curiosità tutte le viuzze ad incrocio che si frapponevano sul mio cammino.
E' sempre splendido perdersi nello spettacolo delle piccole vie provate e ingrigite dall'usura del signore del destino...segregate dal maestro soggiogante da cui non puoi liberarti...in ginocchio eppur in piedi come vittime sacrificali del mostro che scorre.
In tutto questo, anch'io e tutti noi semplici esseri umani siamo parassiti immobili al servizio di questo dolce tiranno: IL TEMPO.
Per un attimo ieri sera, mi sono sentito un novello Don Chisciotte pronto a sfidare il tempo come un mulino a vento già certo della battaglia dura sebbene sicuro che nella vita bisogna lottare sempre.
Ecco perché lentamente mi gustavo queste stradine assaporandole come l'ultimo pezzo di un cibo prelibato.
Il mio sguardo, madido di sorpresa, ha fermato il tempo verso la fine lontana di uno di questi viali dove circolava una macchina.
Ormai incurante dell'acqua, i miei pensieri vagavano ebbri e fradici conditi col sapore genuino delle tiepide riflessioni: chissà chi c'era in quell'auto, com'è la sua vita, dove è diretto, cosa ha passato e cosa gli donerà il futuro?
Si vede che sono curioso? ;o)))
Quesiti irrisolti!
Non conoscerò mai chi ha incrociato la mia vita in quel momento: probabilmente era qualcuno che non conosco o magari era proprio uno conosciuto ma non lo potrò sapere.
Ho pensato all'imprevedibilità dell'esistenza e al fatto che non possiamo sapere il nostro futuro in anticipo.
Ma so per certo che la vita è fatta di piccoli e dolci particolari.
So che sono circondato da persone che non si arrendono mai...So che ogni giorno c'è qualcuno che mi da la voglia e l'allegria per andare avanti...So che per ogni persona cattiva, esiste sempre un'altra che mi dona il suo cuore.
Per queste splendide persone, sono vivo e ci sarò sempre.
Ringrazio questi esseri umani che mi trasmettono la forza di vivere attraverso il loro modo di essere.
Dico a loro di lottare sempre come sanno fare e di lasciar volare le emozioni nel mondo fatato dei sentimenti.
Oggi come ieri ho capito il senso della vita: Mettere sempre il cuore in tutto quello che desideriamo realizzare.
Come nella foto, dietro il temporale si nasconde sempre un raggio di sole.
E' avvenuto il continuo miracolo della riscoperta del cuore.
Le emozioni, anche se non riusciamo a liberarle sempre, sono conservate nel nostro cuore.
Buonanotte!


Dedicato a Monella, Rosadeldeserto, ai poco conosciuti Demonenero e stellanascente e a tutti coloro che mi donano emozioni.
Grazie!!!