Creato da: soleluna71_4 il 04/02/2008
riflessioni e farneticazioni vita natural durante

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

Ultime visite al Blog

crifaitleocarlosnoroseapante570pafema55promoter2000richy61pitisci.giuseppekiki_5aloiv.tncostanzatorrelli46imistergrenascorzikki14biologo5
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Da leggere

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

DA CHE PUNTO GUARDI IL MONDO TUTTO DIPENDE

Post n°274 pubblicato il 22 Giugno 2011 da soleluna71_4

....e già!

Sono  il pezzo in piedi o quello sulla scacchiera?

Non so, non voglio nemmeno domandarmelo!

Voglio NON PENSARE.

E  sperare  che questa possa  essere la volta buona, se solo provo a metterci del mio.

Perchè, visto che  dagli incontri finora sono uscita "sconfitta" e debole, adesso farei bene ad approfittare del silenzio, e protrarlo, di giorno in giorno.

Poi, poco importa se stamattina su internet ho trovato  tutti gli appuntamenti dell'estate di questa città, quegli appuntamenti che  avremmo condiviso.

Se fra dieci giorni saremmo partiti per un w.e. in una città che desideravo tanto visitare.

Se ho nella mia mail box  due biglietti aerei per un'isola greca per la metà di luglio...biglietti  acquistati improvvidamente, in maniera idiota, considerato come stavano le cose, e che rimarranno lì, dove sono adesso!

Gli appuntamenti dell'estate  in città...quelli, direte voi , posso godermeli comunque.

Chiaro che adesso sento il vuoto, quindi non ci penso.

Il w.e. ...non penso nemmeno a quello.

I biglietti aerei...bè, io non partirò sola.

Lui ....sarò infima, ma non vorrei proprio che partisse senza di me

Ergo...per ora non ci penso.

Insomma...non penso a nulla che non sia la prossima mezz'ora.

Potrei solo sforzarmi di pensare che questa è un'occasione.

Perchè lo è.

Perchè vivere una situazione in cui ci si sente prigionieri non va bene...devo solo metabolizzare questo pensiero, farlo di nuovo mio.

E pensare che se in questo momento mi pare di essere il pezzo nero sulla scacchiera, in realtà questo è solo un passaggio necessario per riconoscermi poi nel pezzo bianco.

Non garantisco la coerenza dei miei comportamenti con quanto ho scritto, e accetto scommesse sul fatto che nelle prossime ore cambierò idea....

A

P.S. Un abbraccio a Simply

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Bianco e nero

Post n°273 pubblicato il 13 Giugno 2011 da soleluna71_4

 

Questo è un periodo di stallo.

O forse no....magari lo fosse!

Più probabilmente questo è un periodo in cui prevale il passo del gambero.

Faccio esattamente il contrario di ciò che  sarebbe giusto fare.

Vivo una vita (perchè poi è questo; non solo di ore , giornate, settimane si tratta...questa è la mia vita, che scorre  attimo dopo attimo...e va e non torna) che non va bene, in cui  so di fare male, eppure su questo far male mi adagio, perchè non ho voglia di sforzarmi di fare bene.

So che sto perdendo tempo  con il pretesto (che mi racconto, ma al quale ho smesso di credere) che  posso cercare di prendere il buono che c'è in ogni situazione, per poi  avere la meglio su chi non vuole il mio bene...tradotto...per poi fregare chi crede di fregare me.

Il guaio è che, ahimè, non mi pare di essere mai riuscita a fregare nessuno!

Ogni  momento che passa rischio di vedere diminuire la stima di me stessa.

Anzi...la stima diminuisce, ma  non mi pare di recedere  dai miei propositi idioti!

Così rimango ferma in giornate, uscite, frequentazioni  che dovrei eliminare, e perdo - sempre - l'attimo in cui potrei  chiedere di più a me stessa e provare a tirarmi fuori.

Posso affermare con ragionevole certezza che se ci provassi, riuscirei.

E questo è peggio, perchè devo concludere che non voglio  tentare di vivere meglio.

La sensazione di  sbagliare in continuazione è tangibile, presente, dentro e fuori di me, ma io aspetto.

Aspetto e mi "nutro" di qualcosa che non mi  piace, che mi fa stare in tensione, che mi fa sentire piccola...eppure non mi muovo!

E stavolta non me la sento di affermare che  anche questo serve, è funzionale a qualcosa, nella mia vita...a meno di  non ammettere  che non sono più una persona mentalmente sana!

A

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

...PER VIVERE MEGLIO

Post n°272 pubblicato il 17 Maggio 2011 da soleluna71_4

Giorni fa, mentre aspettavo che l'estetista  cominciasse a lavorare su di me per compiere un miracolo (n.d.r.: miracolo non avvenuto ), mi ha colpita il titolo di un trafiletto di Raffaele Morelli, psicoterapeuta sovraesposto che odio con tutta me stessa dai tempi in cui furoreggiava nelle trasmissioni di Maurizio Costanzo.

Ho pensato che avrei potuto anche dare una possibilità a quest'uomo finora tanto vituperato, e dal titolo sono passata al testo.

Purtroppo non sono riuscita a memorizzare per bene  i sette punti che secondo lui aiutano a vivere meglio, ma me ne sono rimasti impressi due.

1) Non bisognerebbe avere aspettative.

L'ideale sarebbe non aspettarsi niente, perchè solo così qualunque cosa accada sarà una bella  novità.

Su questo punto credo che ognuno di noi  ingaggi quotidianamente una lotta con se stesso, perchè...come si fa a non crearsi aspettative quando si incontrano le persone, si cominciano i rapporti, e via dicendo?

Pare facile, ma una parte del nostro cervello è sempre lì in prima fila, che parte prima del dovuto, prima del colpo di pistola dello starter.

 

2) Morelli sostiene che bisogna perdonare a se stessi gli errori commessi; che anche quando si è sbagliato alla grande, si è fatto un gran "casino"...bè, anche allora non bisogna darsi addosso e pensare che sia accaduto l'irreparabile,   perchè non ha senso.

Nei limiti del possibile (ovviamente) sarebbe preferibile  perdonarsi e andare avanti, chè tanto massacrasri serve a poco.

Leggendo questo pensiero ho avuto la mia piccola rivincita. Perchè se è vero che di tanto in tanto  mi fustigo (vedi post precedente), nella maggior parte dei casi  penso che sia meglio  essere benevoli con se stessi, anche quando si è commesso un gran danno, e questo lo dico sia a me stessa che ai miei amici.

E non pensare che non si possa recuperare, non pensarlo mai.

A

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

HOMO FABER

Post n°271 pubblicato il 09 Maggio 2011 da soleluna71_4

Fino a quando  IO non deciderò di smetterla di farmi del male, non potrò concedermi il diritto di  lamentarmi.

Nè il diritto di stare nel pallone e avere difficoltà a lavorare di buona lena.

Nè  quello di cercare la compagnia delle altre persone.

Perchè se non voglio fare io qualcosa per me, non posso certo chiedere questo agli altri.

A.

P.S. Anche se non sa nemmeno che ho un blog, mando un pensiero e un ringraziamento alla mia amica A., la quale sa come mi sento e mi sta vicino in tutti  i modi che conosce, fingendo di non fare altro che condividere con me parte del tempo libero.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASSENZA

Post n°270 pubblicato il 04 Maggio 2011 da soleluna71_4

A

...perchè non è che io mi sia dimenticata del blog, o di voi(figuriamoci)

Forse non ho da molto da scrivere, ma mi piacerebbe leggervi.

La sera, a casa,  passo in rassegna   i vostri nomi-blog-volti(quelli che conosco) e mi domando cosa fate, come state...ma poi arrivo al lavoro e non ho nemmeno il tempo di respirare, figuriamoci leggere o commentare!

Il tempo per una discussione però stamattina l'ho trovato.

Perchè qui dentro si è deciso che io debba prendere ALMENO due giorni di ferie a settimana per smaltire tutte quelle accumulate.

Però poi si pretende che nei tre giorni rimanenti io possa sbrigare il lavoro di 5 giorni, e se non lo faccio si mette in primo luogo in dubbio che io sia impegnatissima, per poi concludere che sono un po' lavativa!

E un bel vaffa...ci sta tutto, perchè a me 8 ore al giorno per 3 giorni nn bastano.

Ecco, volevo solo sfogarmi un po' e  spiegarvi il motivo della mia assenza.

Spero che stiate bene.

Lisa starà pensando all'alta pressione del prossimo fine settimana

Di barracuda mi domando come  va con il barboncino

Di Rita so che sta facendo il conto alla rovescia

Di voi "altri"...proverò a leggere a spizzichi e bocconi!

A.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso