Pensieri & Parole

Pensieri confusi... Parole in libertà... Quello che penso. E quello che dico... Ma anche no...

 

immagine 
 

... UNA FAVOLA...

immagine 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

IMAGES

  

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

BACI SELVAGGI...

 

 

Post N° 94

Post n°94 pubblicato il 13 Aprile 2007 da valeria_28
 

“Il gatto in tasca” - Contrada-Teatro Stabile di Trieste.
debutto in prima nazionale al Teatro Auditorium di Trento del
riadattamento a cura di Roberto Lerici dell’omonima opera di Georges Feydeau.

Un susseguirsi di situazioni paradossali e comiche, dialoghi serrati, vertiginosi colpi di scena e esilaranti malintesi…

Nella loro casa di campagna, Monsieur Pacarel e la moglie Marta ospitano due amici di famiglia: il dottor Obitor e la consorte Amandina. 
Pacarel, incolto quanto simpatico padrone di casa, si mette in testa di dare lustro alla famiglia facendo rappresentare al famoso Teatro dell’Opéra di Parigi un “Faust” che la figlia, sedicente scrittrice, ha da poco composto.
Per riuscire nel suo intento, Pacarel ordisce un fantasioso ricatto: poiché il Teatro dell’Opéra sta cercando di scritturare il tenore più famoso del momento, egli intende anticipare questa mossa ingaggiando personalmente l’artista; sarà in cambio di quest’ultimo che chiederà all’Opéra di rappresentare il lavoro della figlia.
Ma non si deve mai comprare a scatola chiusa! Ad arrivare infatti in casa Pacarel, per una serie di incredibili equivoci, non sarà il celebre tenore, bensì un giovanotto che porterà grande scompiglio sia nella famiglia di Pacarel che in quella di Obitor…

 
 
 

Riflessioni...

Post n°93 pubblicato il 12 Aprile 2007 da valeria_28
 
Tag: Tantra

Il paradosso del nostro tempo nella storia è che:abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse,autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

Spendiamo di più, ma abbiamo meno,comperiamo di più, ma godiamo meno.
Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole,più comodità , ma meno tempo.
Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso,più conoscenza, ma meno giudizio, più esperti, e ancor più problemi,più medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo,spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo,facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi,vediamo troppa TV, e preghiamo di rado.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà,ma ridotto i nostri valori.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.
Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere,ma non come vivere.
Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.
Siamo andati e tornati dalla Luna,ma non riusciamo ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno,ma non lo spazio interno.
Abbiamo creato cose più grandi, ma non migliori.
Abbiamo pulito l’aria, ma inquinato l’anima.
Abbiamo dominato l’atomo, ma non i pregiudizi.
Scriviamo di più, ma impariamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.
Costruiamo computers più¹ grandi per contenere più informazioni,per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno con le parole.

Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta,grandi uomini e piccoli caratteri,ricchi profitti e povere relazioni.
Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi,case belle ma famiglie distrutte.
Questi sono i tempi dei viaggi veloci,dei pannolini usa e getta,della moralità a perdere, delle relazioni di una notte,dei corpi sovrappeso e delle pillole che possono farti fare di tutto,dal rallegrarti al calmarti, all’ucciderti.
E’un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera, e in cui può scegliere di condividere queste considerazioni con altri, o di cancellarle.

Ricordati di spendere del tempo con i tuoi cari ora,perché non saranno con te per sempre.
Ricordati di dire una parola gentile a qualcuno
Che ti guarda dal basso in soggezione,perché quella piccola persona presto crescerà e lascerà il tuo fianco.
Ricordati di dare un caloroso abbraccio alla persona che ti sta a fianco, perché è l’unico tesoro che puoi dare con il cuore e non costa nulla.
Ricordati di dire vi amo ai tuoi cari, ma soprattutto pensalo.
Un bacio e un abbraccio possono curare ferite che vengono dal profondo dell’anima.
Ricordati di tenerle le mani e godi di questi momenti,perché un giorno quella persona non sarà più là.
Dedica tempo all’amore, dedica tempo alla conversazione,e dedica tempo per condividere i pensieri preziosi della tua mente.

E RICORDA SEMPRE: la vita non si misura da quanti respiri facciamo,ma dai momenti che ci tolgono il respiro!
(George Carlin)

 
 
 

Post n°92 pubblicato il 19 Marzo 2007 da valeria_28
 

immagine

Tutti insieme appassionatamente
Compagnia della Rancia

Tra musica, emozioni e divertimento, la voglia di vivere l’amore sincero…

Tutti insieme appassionatamente è tratto da un romanzo ispirato alla vera storia della famiglia Von Trapp. La superiora del monastero di Salisburgo, per mettere alla prova la discussa vocazione della novizia Maria, persuade la ragazza a passare un periodo di tempo in casa della famiglia Von Trapp, in qualità di governante. L'ufficiale di marina Von Trapp,  vedovo ma ancora giovane, ha ben sette figli ai quali impone una disciplina militaresca. Maria, con il suo carattere cordiale e impulsivo, si accattiva ben presto la simpatia dei ragazzi e, senza accorgersene, si innamora dell'ufficiale.  Turbata dal suo sentimento, Maria si rifugia ancora fra le mura del convento, ma viene nuovamente esortata dalla Madre Superiora ad affrontare e risolvere fuori di esso il suo problema. In verità, anche il capitano è innamorato della ragazza e la baronessa promessa moglie dell'ufficiale, accortasi di aver perduto la partita sentimentale, abbandona la scena. E così i ragazzi trovano in Maria una nouva mamma.
Von Trapp e Maria sono sposati da poco quando i nazisti annettono l’Austria.
Da buon patriota, Von Trapp rifiuta di sottostare ai loro ordini e, a rischio della vita, valica il confine svizzero insieme a Maria e ai suoi figli...

 
 
 

Le scelte...

Post n°91 pubblicato il 09 Marzo 2007 da valeria_28

immagine
Abbiate fede...
Penso ad un po' di cose
e poi... torno!


 
 
 

Bolzano, 26 febbraio 2007

Post n°90 pubblicato il 27 Febbraio 2007 da valeria_28
 

immagine

Quando si dice che... ce n'è per tutti... immagine

Mi fa ridere solo per COME le dice...
se, invece, vai a vedere COSA dice...
forse ci sarebbe più da piangere che da ridere...
Ma, in fondo, ha sempre ragione lui: cazzo ci frega, noi qui non siamo mica in Italia!

immagineC'è mamma Provincia... e papà Rotwailer... immagine

 
 
 

Post N° 89

Post n°89 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da valeria_28
 

immagine

La guerra dei Roses
testo di Warner Adler
Spettacolo teatrale con Giancarlo Zanetti e Laura Lattuada
Regia di Ugo Chiti

Una storia di amore e poi di follia.
Una commedia nera, acida e cattiva al punto giusto, che smonta con perfidia tutti i luoghi comuni sul matrimonio.
La storia è quella di due sposi che dopo un amore a prima vista approdano al matrimonio.
Ma un giorno qualcosa nella loro vita di coppia si rompe...
Jonathan, avvocato di successo, è troppo preso dal lavoro per accorgersi che la moglie Barbara si sta stancando della vita di casalinga, nella quale è impegnata solo ad organizzare ricevimenti e feste e ad aspettare il ritorno a casa del marito… Jonathan continua ad ignorare le nascenti aspirazioni della moglie, che vorrebbe farsi una carriera e così inizia fra i coniugi una guerra accanita…
Costretti a vivere separati nella stessa casa, l’amore diventa odio; il senso del possesso diviene sfida; e l’orgoglio, strategia d’attacco…

 
 
 

Post N° 88

Post n°88 pubblicato il 19 Febbraio 2007 da valeria_28

immagineChe fatica...
Altra settimana di lavoro impegnativo..
Spero di avere qualche minutinolibero per tornare a scrivere qualcosa...
immagine

 
 
 

Eccomi qui...

Post n°87 pubblicato il 12 Febbraio 2007 da valeria_28

immagine

Come avevo previsto...
Mi ha aperta come una cozza.................... immagine

 
 
 

Post N° 86

Post n°86 pubblicato il 09 Febbraio 2007 da valeria_28

immagine    immagine    immagine    immagine    immagine    immagine    immagine

immagine


 

 
 
 

SON COPADA ! (= Sono stanca morta...)

Post n°85 pubblicato il 07 Febbraio 2007 da valeria_28
 

immagine

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: valeria_28
Data di creazione: 04/08/2006
 

AREA PERSONALE

 

MY BLOG

immagine

Io concordo a metà... immagine

No... ora concordo del tutto... immagine
(Vedi msg n.73)

immagine

E come dargli torto ? immagine

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 
 

MY VIDEO


 

LE DONNE LO SANNO...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Celine76agoclaudiaMASTERALEX02sianomariadenhaagmpretoPikka_dglg.gnonepatrikz1pp_dgsiaivlisemyl6noni78mirna.battagliaoggi_o_domani
 

ULTIMI COMMENTI

Già...
Inviato da: MASTERALEXSW
il 11/07/2013 alle 14:03
 
Questo post,meriterebbe di essere discusso riga per riga,ma...
Inviato da: Astro977
il 02/12/2010 alle 16:03
 
ohhhhhhhhhh c'è nessuno?
Inviato da: b.e.p.i
il 22/10/2007 alle 11:00
 
Verissimo....... ;-)
Inviato da: valeria_28
il 17/04/2007 alle 14:32
 
sono d'accordo su tutto ma E RICORDA SEMPRE: la vita...
Inviato da: b.e.p.i
il 16/04/2007 alle 19:10
 
 

CAMPIONI DEL MONDO

immagine

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963