Creato da Piero_Calzona il 14/03/2007

Verità...

Alla ricerca di soluzioni comuni per la pace e la libertà nel mondo

 

 

« CelibatoOLOCAUSTO AMERICANO »

La fabbrica dei santi

Post n°112 pubblicato il 02 Marzo 2009 da Piero_Calzona
 

 

La fabbrica dei Santi

Qual è il significato dell’adorazione dei Santi?

santi

 

Gesù nei suoi Vangeli non ha mai parlato né di Chiesa, né di sacerdozio, né di celibato, né di papato, né, tantomeno, di venerazione ai Santi. Tutto ciò che si sta verificando nel Vaticano, sotto la guida spirituale di alcuni Papi, è frutto di una manipolazione spietata dei Vangeli, attraverso i vari Concili che si sono avuti nella storia del Cristianesimo. Gesù nei suoi Vangeli ha parlato di Dio, come unica Entità Suprema a cui dobbiamo la nostra esistenza. La venerazione dei santi fa parte dell’idolatria e risale ad antichi riti pagani, ciò è in completa contraddizione  con i dogmi della religione cristiana, (Nuovo Testamento). Il Vaticano è diventato una “fabbrica di santi”. Troppe beatificazioni a San Pietro sotto il pontificato di Wojtyla. Giovanni Paolo II ha proclamato nel suo pontificato ben 1338 beati e 482 santi: cioè, da solo, più dei 1319 beati e 296 santi di tutti i suoi predecessori dal 1588, anno in cui Sisto V istituì la Congregazione dei Riti e fissò le procedure moderne.

 

 

 

 
Rispondi al commento:
Piero_Calzona
Piero_Calzona il 14/03/09 alle 14:41 via WEB
Ti ringrazio per questa tua testimonianza Manfredi_Alter. Cercherò di approfondire ciò che ho affermato nel precedente commento. I bambini sono “golosi” di curiosità, vogliono sapere, fanno mille domande, vogliono capire. Ciò comporta, da parte nostra, come genitori, impartire delle regole etiche che rientrano, il più delle volte, da modelli arcaici che ci sono stati tramandati dai popoli atavici o dai nostri genitori. Tutto ciò è giusto? Potrà suonare un po’ strana la cosa che sto per dirti, ma è giusto condizionare la mente di un bambino secondo i nostri modelli culturali e secondo le nostre credenze? Ti faccio un esempio. Se un bambino nasce nel Medio Oriente è condizionato dall’Islam, se un bambino nasce in India è condizionato dall’Induismo, se un bambino nasce nel Tibet è condizionato dal Buddismo, se un bambino nasce in Italia è condizionato dal Cristianesimo, e così via. Ora! Ti sembra giusto che un bambino debba subire queste manipolazioni culturali? Le regole etiche di base prescindono dalle religioni del mondo, mi spiego meglio. L’educazione che noi genitori diamo ai nostri figli deve basarsi su un’etica sana, tollerante, un’etica in cui è possibile discernere ciò che è bene da ciò che è male. Con questo ti voglio dire che l’educazione e l’etica non debbono avere per forza bisogno delle religioni. Gli agnostici e gli atei hanno dei grandi valori, anche se in questa società la cosa suona molto male. Suona molto male perché siamo abituati a schemi culturali “CHIUSI” intendo schemi che ci sono stati tramandati da modelli atavici che la scienza e la nuova cultura moderna ci hanno dimostrato discutibili se non addirittura errati. Parto da questo presupposto: se nel mondo ci sono circa 4200 religioni diverse, per non parlare delle varie sette religiose e non, a quale di queste religioni dobbiamo credere??? Ma poi, siamo sicuri che l’unica etica sia quella religiosa? Vedi, in questo blog, ho trattato ampiamente il tema dell’etica laica, che troverai nei tags. Con questo ti voglio dire che l’etica laica prescinde dalle religioni. Tanti autorevoli autori hanno dimostrato che non solo ci può essere un’etica senza Dio, ma è proprio allontanandosi dai dogmi assurdi delle varie religioni che si può avere un’etica giusta, sana, tollerante, costruttiva. Nella storia delle religioni mondiali prevale con forza la lotta, a volte spietata, della supremazia del proprio credo, della propria ideologia, del proprio Dio. Ciò è stato dimostrato dalla storia, attraverso conflitti, guerre, inquisizioni, crociate, genocidi, distruzioni di popoli interi, come è successo nell’olocausto americano con circa 90.000.000 di uccisioni tra il 1492 e 1800, ma questo è un argomento che tratterò a breve. In effetti, per concludere, è necessario che ogni bambino faccia sua scelta secondo la propria volontà e non costringerlo ad essere cattolico, protestante, buddista, ebreo, ecc, questa è una pura violazione contro una volontà ancora non pronta ad acquisire nozioni il più delle volte dannose per la sua vita futura. Quello che serve ad un bambino non sono le religioni, ma un’etica possibilmente lontana da influssi politici e religiosi, che diano dei valori sani per contribuire a risanare questa società basata sulle speculazioni ideologiche-religiose e non sul vero senso della vita.
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

INFO

 

Un blog di: Piero_Calzona

Data di creazione il 14/03/2007

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 147
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marialuisatomasrosa.ferrecchiaassholebreakersolo_nei_tuoi_occhidaloi1954nadiacappapippoclementegraziano.bonfrancescninojan1lucia.cpcmontallegro.anagrafedelaurisromanovincenzo37ilcoloreametistapinaciciretti
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

LE MIE FOTO

"...Se nel mondo si potesse comunicare solo con le immagini, forse vivremmo in un mondo magico, costituito prevalentemente da sensazioni bellissime. Forse l'umanità avrebbe una dimensione diversa, una dimensione dove prevarrebbe di più l'amore, la comunicazione espressiva, le emozioni, il senso dell'estetica, forse anche un pizzico di buon senso, cosa che attraverso la comunicazione verbale a volte manca...".

immagine 

immagine

immagine

immagine

immagine

 

OFFICIAL SITE PIERO CALZONA

GALLERIA FOTO

REPORTAGE PONENTE LIGURE

REPORTAGE LEVANTE LIGURE

LE MIE FOTO 2

 

LE MIE FOTO 3

 

LE MIE FOTO 4