Creato da piumealvento il 07/06/2007

Libertà di parola

Io la penso così!

 

 

L'impossibile integrazione.

Post n°280 pubblicato il 14 Aprile 2016 da piumealvento
 

Non può esserci integrazione o interazione tra l'Italia e i musulmani, vi spiego perché.


L'Italia ha una bellissima Costituzione, scritta da padri fondatori onesti e preparati, che costituisce la nostra essenza di vita. Essa, tra i tanti, stabilisce due principi fondamentali:

1. Gli uomini e le donne devono avere eguali diritti e
    doveri.

2. La legge italiana è laica e non religiosa (libero Stato in
    libera Chiesa).

L'ISLAM non accetta questi principi in quanto ritiene la donna inferiore all'uomo e ritiene la sharia (cioè il dettato di Maometto) la fonte di ogni legge.
A questo si aggiunga che ogni musulmano è obbligato a ritenere i credenti di altre religioni degli infedeli da convertire o combattere.

Per quanto sopra, è chiaro che l'ISLAM non è una semplice religione pacifica, ma un armata che da sempre ha come unico scopo quello di conquistare e sottomettere altri popoli.

Ogni tentativo di mediazione con l'ISLAM non porta a nulla, se non ad un indebolimento dei propri valori di libertà.

Scopo dell'ISLAM è quello di invadere pacificamente l'occidente, approfittando dell'ottusità e del buonismo di chi è al potere, e una volta che i musulmani saranno maggioranza, spazzare via ogni radice cristiana.

Andando avanti così, in meno di un secolo l'Europa, ma soprattutto l'Italia, regredirà al medioevo.

Che DIO, quello unico e vero, vi fulmini prima che ciò accada.

 
 
 

Il giorno dell'apocalisse!

Post n°279 pubblicato il 07 Novembre 2014 da piumealvento
Foto di piumealvento

E verrà il giorno (che io non mi auguro)...

- che andando al bancomat non si riuscirà più a prelevare per misteriosi "problemi tecnici"...

- che gli impiegati pubblici non riceveranno più lo stipendio, nell'ordine i civili medici, infermieri, vigili del fuoco, funzionari e impiegati, poi i militari e infine le Forze di Polizia e un oscuro portavoce del Governo, a bassa voce, dirà che ci sono "temporanei" problemi di liquidità, ma di stare tranquilli...

- che gli ospedali rifiuteranno di curare i cittadini normali per mancanza di mezzi e materiali...

- che i trasporti pubblici smetteranno di funzionare per mancanza di carburante...

- che gli autotrasportatori non autotrasporteranno più nulla per protesta e, nel giro di una settimana, i supermercati saranno vuoti, le pompe di benzina a secco...

- che il panico diventerà epidemia tremenda tra la popolazione, pronta, nel giro di poche settimane, a rappresentare gli aspetti più miserevoli del genere umano, applicando la teoria tremenda del "morte tua vita mia"...

- che i protettori dello Stato, colti da odio e sete di vendetta nei confronti di coloro che hanno causato tutto ciò, cominceranno a dimenticare, parola dopo parola, il giuramento che hanno fatto...

- che l'anarchia crescerà a passi veloci e si instaurerà la legge del più forte...

e verrà il giorno dell'apocalisse!

 
 
 

La lobby dei gay.

Post n°278 pubblicato il 29 Ottobre 2014 da piumealvento
 
Foto di piumealvento

La società italiana è piena di lobbies, cioè di gruppi di pressione che condizionano l’azione dei pubblici poteri, al fine di soddisfare interessi prettamente propri.
Di per se una lobby non è dannosa; lo diventa nel momento in cui sfrutta la propria influenza per prevaricare il bene comune, a favore del proprio.
In Italia c’è una forte lobby dei gay, con rappresentanti, più o meno identificati, nelle più importanti istituzioni religiose, economiche, politiche, sportive, culturali e d’informazione...ed anche altre,
Negli ultimi mesi la lobby dei gay italiani è partita all’attacco cercando di far credere che la maggioranza degli italiani è favorevole al riconoscimento legislativo delle coppie gay, con gli stessi diritti della famiglia naturale (che fino a prova contraria si compone di un maschio ed una femmina).
Telegiornali, dibattiti pubblici e televisivi, stampa, danno per scontato che gli italiani non fanno differenze morali e giuridiche tra coppie gay e coppie eterosessuali, spingendosi anche ad accettare, come se nulla fosse, l’adozione.
Se da un lato una parte cospicua degli italiani, forse vicina alla maggioranza, può accettare l’istituzione delle coppie di fatto tra persone dello stesso sesso, con l’unico fine di concedere loro alcuni diritti privati, tra cui la possibilità di esser considerati eredi al pari dei familiari del compagno defunto, oppure poter esser assistiti in caso di bisogno, da un altro lato la stragrande maggioranza degli italiani non è favorevole al matrimonio tra gay e ancor più alla possibilità di adottare figli o di averne tramite uteri in affitto o uccelli in prestito.
La maggioranza degli italiani non è neanche favorevole che sia riconosciuta la possibilità di godere di una pensione di reversibilità o di usufruire delle detrazioni/deduzioni fiscali proprie di una famiglia naturale. A tal proposito in Italia ci sono già troppe coppie naturali sposate che si separano fittiziamente per motivi fiscali, soprattutto legati alle pensioni o alle abitazioni. Possiamo immaginare quante coppie dello stesso sesso, anche non gay, chiederebbero di unirsi civilmente per usufruire di questi vantaggi economici a spese della collettività.
Concludendo, penso che alla fine un riconoscimento alle coppie gay verrà dato, ma senza alcuna pretesa che possa equipararle alla famiglia naturale.
Articolo 16 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (1948 Assemblea Generale delle Nazioni Unite).
Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare  una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all'atto del suo scioglimento.

 
 
 

Il cazzaro.

Post n°277 pubblicato il 22 Ottobre 2014 da piumealvento
 

Nella storia della nostra Repubblica siamo sempre stati governati da Partiti Politici dannosi o incapaci...o spesso entrambi. 

I trafficoni della Democrazia Cristiana, gli ottusi del Partito Comunista, i ladri del Partito Socialista, gli inutili del Partito Liberale, Partito Socialdemocratico, Partito Repubblicano e Movimento Sociale Italiano, gli ottusi del Partito Radicale, i confusionari della Lega Nord..., gli incapaci del PDS-DS-PD, per giungere al male assoluto Forza Italia-PDL-Forza Italia.

Oggi siamo governati da una entità di tipo blob, senza storia, senza radici, senza futuro. Un giovanotto intraprendente che non ha mai lavorato in vita sua, con un pelo molto lungo sullo stomaco e una ambizione di potere smisurata, è riuscito, grazie alla sua indubbia intelligenza, a scalzare i suoi colleghi di partito più "titolati" e a diventare Presidente del Consiglio senza neanche esser eletto deputato.

Pur di rimanere al potere promette di tutto, senza mantenere nulla. Ha tantissime idee, qualcuna anche interessante, ma non ha la minima idea di come realizzarle; vende fumo ovunque... e lo fa con successo.

E' il cosiddetto "cazzaro", termine ancora non entrato nei vocabolari della lingua italiana, ma che sta ad indicare una persona che racconta cose false e che promette senza poi mantenere. 

L'Italia è piena di cazzari, ma fin quando si limitano ad esercitare nei vari bar sport...ci si può fare su due risate senza preoccuparsi. Quando però si tratta dell'uomo che ha in mano il tuo futuro e soprattutto quello dei tuoi figli, allora la cosa si fa drammatica.

Il Cazzaro che ci governa ha una tecnica semplice ed infallibile per ingannare gli italiani distratti (ahimè da sempre la maggioranza): promette una bella cosa, non la realizza ma, nel frattempo, te ne promette un'altra ancora più bella... e così via, con l'unico scopo di rimanere al potere il più lungo possibile.

E' come uno che fa debiti per saldare altri debiti... con l'unica certezza che prima o poi non riuscirà più a saldare l'ultimo creditore che, ingenuamente, gli ha fatto credito...cioè gli italiani.

 
 
 

L'IGNAVIA DI LETTA.

Post n°276 pubblicato il 23 Febbraio 2014 da piumealvento
 

L'ex Premier LETTA non è una cattiva persona. E' una persona equilibrata, pacata, colta ed onesta.

Ha perso il potere, pugnalato alle spalle da un bugiardo, ma non merita compassione perchè non ha saputo sfruttare la grande occasione della sua vita.

Non ha osato imporsi, non ha osato rischiare e per 300 giorni ha vivacchiato con l'unico scopo di salvare il suo governo ma non il Paese.

Il suo governo sarà ricordato come tutti i precedenti, cioè inutile e dannoso.

Non ha cancellato completamente l'IMU, ha aumentato l'IVA ad un vergognoso 22%, ha introdotto una vergognosa TASI, non ha proposto misure drastiche contro l'evasione fiscale, non ha dato una scossa positiva all'economia.

Non ha fatto nulla per tutelare la dignità delll'Italia nel caso dei marò e più di un suo ministro è stato costretto ad abbandonare la cadrega per indegnità morale.

Non mi esprimo particolarmente sull'ex ministro Kyenge che comunque non sarà ben ricordata dagli italiani.

Letta è stato quindi un ignavo e ha fallito la sua missione.

 
 
 
Successivi »
 

PERCHÈ QUESTA NUOVA IMMAGINE?

A distanza di anni cambio l'immagine del mio blog perchè la situazione italiana è molto critica. La democrazia è in pericolo e giorno dopo giorno si creano le basi per una imminente dittatura. I governanti impediscono alla magistratura di operare al meglio, si creano leggi ad personam per non esser condannati, violentano la scuola pubblica, non combattono l'evasione fiscale, sono solidali con loro colleghi corrotti, aumentano le tasse ai più deboli... e così via.
Nel mio picccolissimo voglio risvegliare le menti, soprattutto dei giovani, ormai atrofizzate dai reality shows.

 

LA MORTE.

"Conosco la morte da tempo: la morte è il non essere. Dopo di me accadrà ciò che è stato prima di me. Se prima non abbiamo sofferto, vuol dire che non soffriremo neanche dopo. Siamo come una lucerna che, spegnendosi, non può stare peggio di quando non era ancora accesa. Solo nel breve intermezzo possiamo essere sensibili al male"  Seneca. (se non sai chi è peggio per te)

"Perchè avere paura della morte? quando ci siamo noi non c'è la morte e quando c'è la morte non ci siamo noi".  Epicuro. (idem come sopra)

 

LA SOLITUDINE.

La solitudine in se stessa non è ne brutta ne bella. La solitudine è un accrescitivo, è una lente d'ingrandimento: se stai male è sei solo, stai malissimo; se stai bene e sei solo, stai benissimo.

Luciano De Crescenzo - Storia della Filosofia Greca.

 

...qui in Italia tutti parlano di sesso,
però nessuno riesce a farlo spesso.
In Inghilterra invece è tutto diverso,
non ti stressi, non ti confessi
e le ragazze non si fanno i complessi,
mentre da noi se li fanno pure i cessi.
Fabri Fibra 2009.

 
 

MONDADORI NO GRAZIE!

 

  

Grande Capo Culo Flaccido

 

             clicca qui

 

STANDING OVATION PER MARCO TRAVAGLIO

 

SCHIAVI MODERNI

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro... precario!

scarica/download

 

 

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

caro amico tu non parli come un para'.anche se...
Inviato da: sandro
il 04/05/2014 alle 07:33
 
Ottimo traguardo, complimenti e buona domenica - Vittorio
Inviato da: vittorio.35
il 03/06/2012 alle 11:09
 
ciao intelligentone. Il mio post non era un manuale per...
Inviato da: piumealvento
il 19/05/2012 alle 13:38
 
Che accozzaglia di sonore cazzate. Non sono le rose o le...
Inviato da: Filippo
il 19/05/2012 alle 11:03
 
qui dormono ancora tutti..!! Forse non è un più un sonno...
Inviato da: KG
il 16/07/2011 alle 13:12
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Pippo2020etmoif.bartoccipaolo7dgl0CreazioniMicaelafrancesco.dicastricristinabossolialesmira2006antoniocartagine0momyrmsabelplastfrigo65vittoriagroup1illaboratoriograficocorrymoto
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

TAG