Poetando

Poesiaedemozione

Creato da poeta_semplice il 11/09/2011

Ultime visite al Blog

lunagiallabluernestoandolinaacquasalata111poeta_sempliceprefazione09pandora.66CherryslEstelle_kquesta.sono.io.2021mariateresa.savinowoodenshipellen_ellengabriella.biolitrudu20Roberta_dgl8
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

 

 

 

Ascolta

Post n°104 pubblicato il 29 Gennaio 2021 da poeta_semplice

Se tu m’ascolti

il silenzio muore

la tua anima riconosce

l’amore.

Di solitudine riempi la vita

l’assenza pesa e le notti

son coperte di ghiaccio

che abbracci e di rugiada

bagni le lenzuola

come all’alba

l’aria i fiori.

Sogni il sole caldo

che ristori l’essere

e di gioia e di colori

all’improvviso animi la vita.

Vieni nel mare dolce dell’amore

che coccola le guance

di baci le membra sfiora

fin giungere al cuore

solitario e stanco

donando al tuo corpo di venere

sensazioni da tempo ignote.

 
 
 

Silenziosamente

Post n°103 pubblicato il 25 Dicembre 2020 da poeta_semplice


Ti amo silenziosamente,
mentre il tuo nome
nella mia anima
è un’eco che si ripete eternamente.
Anche se fingi di ignorare
il mio sentimento
la tua anima grida
che son io colui
che urlo
alla luna e al sole
che tu sei e sarai l’unica.

© Quattrone Bruno 25/12/2020 ©

 
 
 

Salice

Post n°102 pubblicato il 29 Luglio 2020 da poeta_semplice

I tuoi rami, salice,

alle acque del fiume

si perdono e

il lacrimar delle foglie

sospinte dal vento,

commuove l’animo.

Sembra uno scivolare

al letto del fiume

di pensieri che naufragano,

nei vortici del lento andare.

Tu sei simile all’uomo

che nel corso dellavita,

cerca di trattenere

il lieve scorrere del tempo

ma nulla rimane,

solo i riverberi d’immagini

nelle acque dell’anima.

 

© Quattrone Bruno  31/05/2009 © 

 
 
 

L'uomo

Post n°101 pubblicato il 24 Luglio 2020 da poeta_semplice

Sono la goccia che cade dal cielo,

e si disperde sulla terra

s’insinua fra le zolle e muore.

Sono il nulla che di colpo si anima,

il bagliore di una saetta,

l’istante nell’eternità.

Sono il breve sospiro,

che aleggia sul mondo,

il suono che eco non ha.

Eppure cosi misero

un universo vive in me,

miriadi d’emozioni albergano

nell’intimo mio cosmo,

l’anima immagine

della mia immortalità,

son l’uomo, il nulla e l’immenso.

 

© Quattrone Bruno 06/04/2008 ©

 
 
 

Folle di desiderio

Post n°100 pubblicato il 22 Luglio 2020 da poeta_semplice

Come deserto torrido,

la tua assenza

accresce la sete d'amore,

rendendomi folle di desiderio.

Quale inferno m'imprigiona a te

se le membra ardono

al ricordo del tuo corpo

nella notte solitaria e fredda.

Gli artigli della passione,

straziano l'anima inquieta

ai riverberi dell'emozioni

sacrificate in nome della ragione.

 

© Quattrone Bruno 26/07/2009 ©

 

 
 
 
Successivi »