Creato da nomadi50 il 30/12/2010

Sempre Nomadi

Nomadi & musica anni 60/70

 

« URIAH HEEP - SUZI QUATRO...Adrian , Il Lando e il m... »

MAL RYDER

Post n°458 pubblicato il 12 Gennaio 2019 da nomadi50

Mal Ryder - Cry Baby

1964 Mal Ryder and the Spirits-Forget It

da Mal Ryder a Mal e i Primitives


I primi passi in Gran Bretagna
Proveniente da una famiglia modesta, figlio di un muratore, nel Dopoguerra svolge diversi lavori, tra cui il muratore e l'elettricista, alternando il lavoro alla consegna dei giornali.

Dopo aver preso il microfono in mano durante il matrimonio della sorella, cantando un brano di Gene Vincent con quello che poi sarebbe diventato il suo gruppo, The Meteors.Negli anni sessanta comincia così la carriera di cantante nella madrepatria, adottando lo pseudonimo di Mal Ryder. Gli altri componenti del gruppo sono: Pete Goodwin alla chitarra ritmica, Larry Reddington alla batteria, Jimmy O'Donald alla chitarra solista e Malcom West al basso. Con loro effettua i primi spettacoli, basati su cover di rock'n'roll, a Oxford, la città dove nel frattempo si è trasferita la famiglia. Passa poi agli Spirits, con cui riesce a ottenere un contratto con la Decca Records[2]: la casa discografica punta però decisamente su di lui e i dischi escono, quindi, con la denominazione Mal Ryder & The Spirits

Il successo in Italia

Alla fine del 1965 cominciano i primi spettacoli al Piper di Roma, il locale più di tendenza in quegli anni per il beat italiano, dove si esibiscono anche altri artisti che riscuoteranno successo negli anni successivi, come Patty Pravo o un altro complesso sempre britannico, The Rokes. Il successo porta i Primitives a incidere un album per l'etichetta Piper Club (distribuita dalla ARC, casa discografica satellite della RCA)

La casa discografica, però, punta decisamente sul cantante (che in effetti riscuote molto successo personale, specialmente presso il pubblico femminile) e impone di pubblicare i dischi da lì in poi con il nome Mal dei Primitives: di fatto quindi comincia la carriera solista di Mal, anche se il complesso lo accompagna ancora, specialmente negli spettacoli dal vivo

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/popolonomade/trackback.php?msg=14132956

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
paperino61to
paperino61to il 13/01/19 alle 10:21 via WEB
l'alunno supera il maestro :-) bravo...onestamente lo preferivo quando cantava nel suo paese...sai il mio dna rock eh eh...ciao
 
lucre611
lucre611 il 13/01/19 alle 12:08 via WEB
Grande angelo ^_^
 
rbx1dgl
rbx1dgl il 13/01/19 alle 13:26 via WEB
Ciao Angelo, tutto a posto? Auguri per il nuovo anno!!!...Mal me lo ricordo ero ragazzina, pero' me lo ricordo...ciao un salutone!!!!
 
 
nomadi50
nomadi50 il 14/01/19 alle 11:29 via WEB
buon anno anche se in ritardo , Mal era l'idolo delle ragazze
 
lialalaila
lialalaila il 14/01/19 alle 17:34 via WEB
Ad essere sinceri a me Mal non piaceva granché con quella pronuncia italiana sgrammaticata. La cosa peggiore che penso abbia fatto è stato cantare la sigla dei telefilm "Furia"; ma dopo tutto anche Mal si è inserito a pieno titolo in una stagione della canzone melodica italiana, che ammetto di non apprezzare molto.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.