Creato da PSICOALCHIMIE il 28/08/2008

PSICOALCHIMIE

di alba saddi

 

va dove ti porta la testa

Post n°1146 pubblicato il 19 Giugno 2018 da PSICOALCHIMIE

le scelte importanti della mia vita le ho fatte con la testa e continuo a decidere con la testa senza pentimenti, è il mio giusto per me, il cuore soffre si appassiona o spera ma viaggia senza un prima e senza un dopo, è assoluto nel suo sentire ogni volta diverso, ogni volta con un nuovo sapore, come fare a seguire un cuore ignorante che si accartoccia quando punto e si gonfia quando accarezzato? è un muscolo semplice, infantile, che tratti con rispetto per il solo fatto che è una pompa e stringe in mano la tua vita, ma poi procede stupido tra un'attrazione ed una fuga... la testa sa, sente il prima valuta il poi, considera premesse e speranze, strapazza illusioni e ti fa scendere a terra, gattonando e srisciando al suolo, senza voli e senza nascondimenti dentro montagne di sabbia, non bara, è previdente, aspetta, tace, pensa, sa essere onesta

 

 
 
 

amica mia

Post n°1145 pubblicato il 11 Aprile 2018 da PSICOALCHIMIE

l'amicizia assomiglia all'amore
ha un suo inizio passionale
fatto di visioni incantate
ha buoni motivi per nascere
oltre un tempo di incubazione
poi cammina saltella rotola
si stende sull'erba
si intreccia
si aggancia a un desiderio a un'idea
si affatica frena resiste
per proteggersi
rallenta aspetta dubita
cerca nuova energia per riprendersi
cede
lascia andare
accetta
con dispiacere compunto
quanto tempo ancora
per sentire il volo degli uccelli
sulla testa

 

 
 
 

giorni da gallina

Post n°1144 pubblicato il 12 Maggio 2015 da PSICOALCHIMIE

sospesa come un'ombra che galleggia
inseguo e non afferro
grovigli fluttuanti di emozioni sparse
pensieri graffiati
parole senza cornici
slanci senza conseguenze

forse così la gallina che non riesce a far l'uovo 
e intanto è convinta di portare in grembo l'universo 

 
 
 

struggente

Post n°1143 pubblicato il 01 Settembre 2014 da PSICOALCHIMIE

tutti i luoghi che lasci
gli amici che saluti
gli amori che perdi
li senti forte dentro
come non riesci a sentire
i posti in cui stai
gli amici con cui giochi
gli amori che vivi

maledetto modo di sentire
impastato nella perdita
sordo e ottuso nella continuità

come se solo quando giri le spalle
inizi a vedere 

 
 
 

ripartenze

Post n°1142 pubblicato il 26 Agosto 2014 da PSICOALCHIMIE

non te ne avere a male amico mio
se le vacanze non sono state incantate come le avevi pensate,
se il tempo di riprendere ti è piovuto sul collo
come un palo sbilenco malmesso
e non c'è stato modo di pensare pensieri rinnovati, originali
o l'innamoramento atteso attende ancora

non te ne avere a male
tranquillo, chi dice che nel tempo del riposo si sia più felici
forse non sa che la felicità gioca a nascondino
e spesso bara, saltella, ride e se ne frega delle date e delle attese

un bacio amico mio, sorridi
è vacanza domani

 

 
 
 
Successivi »