Creato da: psicologiaforense il 14/01/2006
finchè vita non vi separi
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 792
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Contatta l'autore

Nickname: psicologiaforense
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 60
Prov: PD
 

umorismo e satira

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 792
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

 
« COME CERVO CHE ESCE DI F...IL SESSO DAVANTI ALLO SP... »

PANICO, OSSESSIONI , FOBIE… SI POSSONO VINCERE CON LA REALTÀ VIRTUALE CHE CATAPULTA I PAZIENTI A CONTATTO CON LE LORO PAURE

Post n°8955 pubblicato il 23 Gennaio 2017 da psicologiaforense

Sono i mali oscuri del terzo millennio. L’ansia. Il panico. Il disturbo ossessivo compulsivo. Le fobie e mille  paure paralizzanti… che, oggi,   si possono curare con la realtà virtuale la quale   permette di ricreare, tramite algoritmi e protocolli, le situazioni ansiogene in cui il paziente prova disagio o panico.
In buona sostanza,  il paziente  indossa  la classica apparecchiatura (occhiali in particolare) che gli permette  di visualizzare in video il contesto a rischio. 
Prendiamo, ad esempio, il panico da ascensore. All’inizio facciamo entrare il paziente in un ascensore (virtuale)   grande, rassicurante e vuoto. Poi sempre più piccolo, ansiogeno e stretto. La stessa cosa vale per chi ha paura di viaggiare con l'auto in autostrada. O per chi ha paura di volare, ecc...  Di seduta in seduta si aumenta il grado di difficoltà. Insomma, un’azione di desensibilizzazione tramite le nuove tecnologie.  È chiaro che il dialogo con lo psicoterapeuta  resta basilare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
geishaxcaso
geishaxcaso il 23/01/17 alle 09:23 via WEB
Interessante.... Non so se ce la farei pero', io non sopporto molto bene gli spazi bui e ristretti, diciamo così.... se prendo la metro cerco di non pensarci, non so se riuscirei a passare il tunnel della manica però :(
(Rispondi)
 
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 23/01/17 alle 15:04 via WEB
Sì, è uno dei sintomi più innocenti: la paura di non trovare una via di uscita. In questo caso non serve neppure la "realtà virtuale" basta una terapia breve mirata sul problema, poche sedute e senza ricorrere a farmaci.
(Rispondi)
 
maraciccia
maraciccia il 23/01/17 alle 11:35 via WEB
questa nuova terapia non la conoscevo..certo è che cominciavo a sentir disagio in auto, solo quando non guidavo io, tutt'ora non mi fido di tutti, ma riesco a vincermi abbastanza bene
(Rispondi)
 
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 23/01/17 alle 15:05 via WEB
Adesso dovresti stare bene e non avvertire più alcun disagio
(Rispondi)
 
maraciccia
maraciccia il 23/01/17 alle 11:36 via WEB
buona giornata..*___*
(Rispondi)
 
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 23/01/17 alle 15:06 via WEB
Buon pomeriggio a voi, genitori della sposa:-)))
(Rispondi)
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/01/17 alle 12:25 via WEB
Seeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!! Magari risolvo quelli di cui soffro e mi faccio venire i nuovi virtuali. Dottoressa........ma come si fa? Io ho la mia vita e lei me la vuol scombinare?????
(Rispondi)
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 23/01/17 alle 15:08 via WEB
Io non mi permetterei mai ma ci sono tre signorine lì che lavorano sistematicamente a questo scopo e che sono irresistibili anche senza tacchi.
(Rispondi)
 
diogene51
diogene51 il 23/01/17 alle 15:17 via WEB
E' una facilitazione della visualizzazione, per fobici pigri...scherzo, però è interessante :) Li dovrei portare a lungo questi occhiali...
(Rispondi)
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 23/01/17 alle 15:40 via WEB
eheheheheh come ho scritto nel post "è chiaro che il dialogo con lo psicoterapeuta resta basilare". Però è un metodo efficace anche se ancora poco praticato. Lo stanno sperimentando proprio in questi giorni i colleghi guidati da Marko Valdarnini in Canton Ticino
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.