Creato da anna0772 il 06/01/2008
un`italiana in Polonia- anno quindicesimo
 

 

« l`esperienza insegnaApparenze »

redini

Post n°558 pubblicato il 08 Ottobre 2012 da anna0772

Non bisogna tirare le redini a destra , a sinistra o indietro come pensavo molto tempo fa. E non e` nemmeno  essenziale stringere i muscoli corrispondenti alla direzione voltuta  : la risposta  corretta e` invece un effetto di tutto un insieme di gesti e movimenti , anche lievissimi, che  pero` devono, in modo inconfutablile e comprensibile per il cavallo, esprimere una  chiara volonta`. Una volonta`  che deve essere dunque prima di tutto precisa e comprensibile per noi e poi per lui.

 La base della comunicazione e` un contatto vero, corpo a corpo, stando il piu` rilassati possibile.

 Ed e` cosi che gli stessi gesti fatti da un bimbo non provocano un arresto immediato , mentre se fatti da me bloccano le gambre del cavallo come se usassi le maniere forti. 

 Ma non perche` io sappia fare qualcosa di speciale e lui invece no: perche` io so esattamente cosa voglio ottenere dal cavallo e mi sforzo di ascoltare i suoi movimenti per comunicargli quello che voglio mentre Kamil, piu` preso dalla preoccupazione di restare in sella che non quella di comunicare,  e` poco deciso su quel che vuol fare e perde  facilmente il contatto con il cavallo.

 Questo mi insegna che anche in quello che succede tutti i giorni, per "guidare" quello che succede nella mia vita non mi serve usare la forza o un` alto volume della voce : e` piu` utile fare chiarezza su quello che si vuole ed ascoltare bene quel che ci e` intorno per capire , di volta in volta, quale sia il modo migliore per comunicare  agli altri quello che vogliamo ottenere.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

A new soul

 

Gli amanti di Roma

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom