Abisso delle memorie

...da grande voglio iscrivermi all'università bovina

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Quaquaraqua77il_tempo_che_verraBluEyes_BlueSkyNoxferathclaudia.sognolacky.procinobetaeta7Sky_EagleElemento.Scostantemaresogno67anima_on_lineLolieMiukaimy1annaincantoDJ_Ponhzi
 

 

Gli ultimi panzerotti….

Post n°118 pubblicato il 30 Luglio 2010 da Quaquaraqua77

Sono passati ormai più di tre anni  da quella sera. Quel sabato, quelle mani tremolanti e stanche quel movimento così tradizionale e amorevole al tempo stesso. Impastava la nonna, come ogni sabato che potevo trascorrere con lei. IL sabato era il mio giorno speciale e lei me lo dedicava ogni volta quel gesto, sapeva che impazzivo per i suoi panzerotti mostruosamente insuperabili e me li preparava ogni sabato.  Prendeva la farina, il sale e il lievito e impastava. Impastava e dava vita ad uno spettacolo indimenticabile, e gli ingredienti andavano via via assumendo la consistenza e la forma a me gradita.  La nonna impastava, io assistevo ammirato e il nonno sbirciava tra le pagine del giornale forse per controllare che tutto procedesse per il verso giusto o più probabilmente uno sguardo rubato alla dolce e fedele compagna da quasi 70 anni. Quella sera non avrei mai potuto immaginare che quelli sarebbero stati gli ultimi panzerotti. IL nonno, la nonna, Anna ed  io…. Come sarebbe bello poter tornare a quei momenti e riviverli attimo per attimo, respirare quei profumi e sentire le punzecchiature tra il nonno e la nonna. La nonna che raccomanda il nonno di non bere troppo e il nonno che si preoccupa che la nonna mangi troppo.  Ormai solo il ricordo rimane, perché in un triste giorno, il 3 novembre 2008, il nonno ci lasciò. Se ne andò senza disturbare e senza salutare. Si coricò la sera del 2 novembre per poi non risvegliarsi mai più, lasciandoci attoniti ed immensamente addolorati. La nonna ,più di tutti, non riusciva a rendersi conto di quanto fosse successo, come poteva riuscire a realizzare che suo marito non era più con lei, dopo quasi 70 anni, com’era possibile? Una cosa però era chiara: non avrebbe impastato più! La vita le sembrava ormai priva di significato e la sua preghiera era quella di ricongiungersi al più presto al suo amato marito. IL 30 luglio 2010 la preghiera della nonna è stata esaudita. IL sipario si è chiuso e con lei se ne va tutta la mia infanzia e i miei ricordi più belli.
IL nonno, il maestro di vita, l’esempio supremo. Un padre per me.
La nonna, dolce, amorevole. Una seconda mamma.
IL nonno mi piace ricordarlo seduto sulla sua sedia preferita a leggere il giornale, fare le parole crociate.
La nonna invece la ricordo affacciata al balcone, guarda la gente passare e chiacchiera con la sua vicina.
Ma se devo ricordare i momenti trascorsi insieme come famiglia, allora ci saranno anche i panzerotti e i nostri volti felici, perché in quel momento nessuno poteva pensare che quelli sarebbero stati i nostri ultimi panzerotti.  Addio nonni, il vostro ricordo resterà per sempre scolpito nel mio cuore…

 
 
 

La Storia......

Post n°117 pubblicato il 10 Giugno 2010 da Quaquaraqua77

 
 
 

Anch'io....

Post n°116 pubblicato il 22 Maggio 2010 da Quaquaraqua77

 
 
 

Quanti ricordi....

Post n°115 pubblicato il 09 Aprile 2010 da Quaquaraqua77

 
 
 

Una bella giornata....

Post n°114 pubblicato il 25 Dicembre 2009 da Quaquaraqua77

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Quaquaraqua77
Data di creazione: 17/05/2006
 



 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 11