LE NOSTRE RADICI

Chi siamo, da dove veniamo...il tempo che inesorabilmente scorre non potrà mai cancellare il bisogno ed il diritto a conoscere la nostra vera famiglia

 

LE EMOZIONI DI "VITA"

immagine

Sono tante, innumerevoli, ma, la più importante, quella della "VITA" stessa

 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

TAG

 

PRIMO POST

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Radici0
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 67
Prov: MI
 

 

« TUTTE E NTE DEL 1 OTTOBRE 1967cerco madre biologica »

DUBBI.....

Post n°118 pubblicato il 06 Febbraio 2009 da vita1954c

Si è parlato tanto di Eluana, ognuno dice la sua, esprime il proprio parere, ma dopo una lunga discussione con mio marito ci sono dei dubbi atroci a cui personalmente non riesco a dare risposte. Non sono medico ma mi domando perchè nel momento stesso in cui viene sospesa l'alimentazione dovranno iniettare nelle sue vene  dei farmaci antidolorifici? Se ormai il suo cervello è piatto in quanto come dicono "in stato vegetativo", lei non sente nè dolore nè altro, quindi a che pro i succitati medicinali? Continuano a mostrarci foto in cui appare nei momenti belli della vita, perchè non mostrarla com'è veramente ora, dopo 17 anni che un corpo non si muove ed è senza alcuna stimolazione? Sappiamo tutti che il nostro cervello è composto di varie stanze, in ognuna di queste c'è il dolore, il piacere, ecc. ecc. ma allora che la parte del dolore sia ancora percepibile? No, non può essere, altrimenti non sarebbe più in  stato vegetativo. Mia madre  quando venne colpita dall'ictus (era di sabato sera) non parlò per tre giorni,  poi il mercoledì a fatica riuscì a farfugliare delle parole e  chiederci dov'era e chi l'avesse portata in ospedale, aprì persino gli occhi, le rispondemmo, da quel momento entro in un sonno da cui non si risvegliò più. La dottoressa mi disse che ormai non c'era più nulla da fare e che ogni giorno lei sprofondava sempre più in questo buio, le parlavo per ore ed ore convinta com'ero che anche questa volta lei sarebbe riuscita a superare tutto. Rammento che le legavano la mano destra per paura che si togliesse la cannuccia inserita attraverso il naso che andava direttamente nell'esofago e le permetteva di nutrirsi, chiesi alla dottoressa di turno perchè tenerla legata se ormai era in stato vegetativo e lei mi rispose che era una reazione normale , ma, che nostra madre non percepiva più alcun dolore, all'epoca non volli crederle, ma un mattino recandomi in ospedale le trovai la gamba sinistra, (lato che era rimasto paralizzato) con un profondo taglio e pieno di sangue ormai raggrumato, urlai come una pazza, accorsero gli infiermieri e mi dissero che tutto questo era nella norma, perchè da quel lato il sangue non circolava e quindi iniziavano le prime rotture della pelle, l'avrebbero medicata ma da lì a qualche giorno ci sarebbero state altre parti del corpo con dei tagli, non dovevo pensare che fosse dovuto ad una mancanza di neglicenza da parte del personale, tutto questo era normale in persone che ormai vegetavano. Per fortuna visse in questo stato solo un mese, ma, sarei riuscita a vegliarla per anni ed anni e vedere il proprio corpo peggiore giorno dopo giorno? Non lo so, non è accaduto e tutti i se ed i ma del mondo resteranno per sempre in sospeso. La mia amica Albana, nel 2002 ebbe un bruttissimo incidente, d'allora anche lei è in stato vegetativo come dicono i medici, però lei apre e chiude gli occhi, e quando le parliamo le scendono le lacrime, lei piange, ma allora chi sa spiegarmi perchè accade tutto questo? Com'è possibile che anche se nutrita attraverso questa maledettisima macchina  che a minuti cadenzati le manda questa poltiglia nel corpo,  lei anche se non si muove più possa provare determinati sentimenti? Perchè il pianto per me è un'emozione e non mi venissero a parlare di effetti nervosi, perchè non ci credo. Mia sorella Manfre,  telefona alla madre e questa mette il telefono vicino al suo orecchio, allora mentre Manfre parla le cominciano a scendere le lacrime, lo chiamate stato vegetativo? Eluana quindi non ha nemmeno più un briciolo di emozione, niente di niente perchè allora dare ad un corpo degli antidolorifici? A che pro mi sto chiedendo.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: Radici0
Data di creazione: 28/01/2007
 

PER FAVORE FATE GIRARE QUESTO VIDEO. GRAZIE!

 
 


Carla Racconta!

 
 
immagine 

Numero Pubblico Antiviolenza

Per chi sa, per chi vede....

per chi vuole aiutare.

 

immagine

Il tuo cuore è fra le mie mani