Creato da lacey_munro il 24/03/2014

Tony Albert Brewster

T.A.B.

 

 

# 276

Post n°280 pubblicato il 06 Agosto 2018 da lacey_munro

 













Club Der Visionaere

Stipiti d'aggressioni pure, fluttuare,
il mondo che non ci manca e la lotteria della notte,
si inargenta il fondo della metropoli
e Io annuisco
quando mi allontano.
Il buio, quello reale, lo avete mai incontrato?
Il mio riposo è il grezzo ciond
olare
lento ad agitare gli occhi
e a fare delle orecchie una grancassa
che abbracci nudo la città immensa.
Rancore evaporato, respiro gelato,
valgono due più due i turchi che azzuffano.
Sangue pompa arterie sopra
i viadotti.
Non avrò letto,
la colonna si sparge al mattino
torre di una televisione sparata
spirata con il primo raggio.
Città cattiva, senza dubbio
ma che si affida a te, unicamente:
il resto vive
pronto a morire in un'altra sera.













 
 
 

# 275

Post n°279 pubblicato il 24 Luglio 2018 da lacey_munro

 









Ostkreuz

Città forgiate, anime alle corde-sul lungo slargo
viaggiano trappole meccaniche
e l'entusiasmo è diluito in gocce e magnitudo
come frane polari in celle sentimentali.

L'orto è stato prefabbricato dal vecchio proprio
mentre io mi illudevo, i bimbi svuotavano le orbite-
cantieri dilagavano malgrado le piene notturne
dal fiume alla periferia versatile.

Gli altri zufolavano (erano cappelli senza testa).
Marta introduceva semi all'interno
di mura
scalfite, sfidando con coraggio gli scarafaggi
e numerando dall'uno all'otto-senza quartiere.

C'è un'aurora boreale da trasportare a Berlino,
i miti si incaricano di issarlo in spalla e spalancarsi,
allargano i distretti per fare passare il sogno olezzante.
Quando giungono, comunque, la città ha già vissuto.










 
 
 

# 274

Post n°278 pubblicato il 18 Luglio 2018 da lacey_munro

 












Destinazioni

Credetemi, era un pezzo di binario, lo sbadiglio
povertà di spirito, lattine accartocciate,
spillavano biglietti vuoti le postazioni
e un certo caldo (non importuno) imperversava

Credo ai cipigli spenti, alle frantumazioni di folle
parcheggi e ubriaconi, linee di kebab e cinesi,
porti andati a marcire, usuale attività
e pronti a questa partenza fatta d'aria e acciaio

Vibrava la rotaia e io, travolto dal sonno mi facevo
svegliare da una giovane ragazza nera, non accalcavo.
Prima del cambio è tutto uguale e i gironi sono mestolo
che gira, brandendo corpi, macerando piccolissime nostalgie

Non sono né carne né pesce, osservo unicamente i giri
Modestamente reclino il capo e non aspetto nulla,
proprio nulla che possa spolverare le pieghe del cervello
o spararmi in un colore, che non sia il mio grigio o bianco










 
 
 

# 273

Post n°277 pubblicato il 14 Luglio 2018 da lacey_munro

 













Calembour Vipassana

Viluppo d'argento,

perché questo rassomigli,
frana su terreno statico.
Rilanci il gioco mentre ridi,
d'un riso
che piange
e però sgorga.
Tanto mi basta.









 
 
 

# 272

Post n°276 pubblicato il 10 Luglio 2018 da lacey_munro

 











Obbligo di scelta

Filo d'argento
sul cuore
che fora e indugia
singhiozza e maestoso
confluisce
all'amore scarno
al sangue silente










 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 38
 

ULTIME VISITE AL BLOG

woodenshiplacey_munroLuxxilamistad.siempreseveral1EMMEGRACEdivina.essenzabluaquilegiaLutero_PaganoImmaginiOriginalizanzibardgl13Signorina_GolightlyAlberi_NuoviVasilissaskunkquasiunaseduzione
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom