Blog
Un blog creato da selvaggia.makbarry il 10/03/2011

Un Giorno Per Caso

SOLO PER CASO ...

 
 
 

Messaggi del 15/04/2011

Intenso

Post n°91 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 

 
 
 

Alessandro... (Sessualitą Diverse)

Post n°90 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Vittorio Arrigoni

Post n°89 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

Una preghiera Doverosa e Sentita,

per un'altra vittima innocente della barbarie umana

 

 

E’ stato ucciso Vittorio Arrigoni,

il 36enne pacifista italiano

rapito mercoledi’ nella Striscia di Gaza.

 
 
 

Avvolgila

Post n°88 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Il Dono

Post n°87 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Bendata

Post n°86 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Collana di Perle

Post n°85 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Il Bacio della Vita

Post n°84 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

ANCHE TU, RIFLETTI LEGGENDO....

Post n°83 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

( Poesia tratta da: www.carcuro.com )

 

"QUANDO SONO NATO"


Il giorno quando sono nato
io mi sono ricordato
che non dovevo più dormire
perché era giunta l'ora di partire.


Ma come in un sogno strano
tento e tento sempre invano
alla mia mamma di legarmi
alle sue mani di aggrapparmi.


Ad un certo punto la vedo poi partire
rimango solo, mi metto a vagire
in quel momento mi sono risvegliato
sento che da lei invece ero abbracciato.


Antonio Carcuro

 

 

" Trovo Dolcissime e Meravigliose le poesie

di Antonio Carcuro...

con piacere le leggo,

ed ho voluto postarne una qui, sul mio blog.

Inoltre,

questa poesia, per me,

ha un significato particolare;

le sue parole spesso, mi hanno fatto riflettere."


... Selvaggia ...


 
 
 

Dedicato ai miei Figli

Post n°82 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 


(Da: Il Profeta di Kahlil Gibran)


 

"I Figli"

 


E una donna che aveva al petto un bambino disse: Parlaci dei Figli.

I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé.

Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro,

E benché stiano con voi non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,

Perché essi hanno i propri pensieri.

Potete alloggiare i loro corpi ma non le loro anime,

Perché le loro anime abitano nella casa del domani,

che voi non potete visitare, neppure in sogno.

Potete sforzarvi d'essere simili a loro,

ma non cercate di renderli simili a voi.

Perché la vita non procede a ritroso

e non perde tempo con ieri.

Voi siete gli archi dai quali i vostri figli

sono lanciati come frecce viventi.

L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, 

e con la Sua forza vi tende affinché le Sue frecce

vadano rapide e lontane.

Fatevi tendere con gioia dalla mano dell'Arciere;

Perché se Egli ama la freccia che vola,

ama ugualmente l'arco che sta saldo.

 
 
 

Le mie Parole

Post n°81 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 

Resterņ a Guardare

Post n°79 pubblicato il 15 Aprile 2011 da selvaggia.makbarry

 

 

 

 
 
 
 

 

AVVISO

Le immagini e le frasi pubblicate, sono tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse i diritti d’autore, si prega di farlo presente all’ Autore del Blog, il quale provvederà alla loro immediata rimozione.