Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE ANDRO' (FORSE).

IL VIAGGIO DI APRILE


SUD

TUNISIA

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

surfinia60Triven19atapoelyravcassetta2NonnoRenzo0moschiano.gennaromassimocoppamarinovannimarinovincenzo1958vololowMARI066stellagatStratocovers
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 69
Prov: FI
 

 

« MARMELLATANUOVO E VECCHIO SETTEMBRE »

IL LIBRO DI AGOSTO

Post n°1702 pubblicato il 31 Agosto 2020 da atapo
 
Tag: teatro

 

TOUT SAUF UN ANGE”

 


 

Concludo il mese di agosto (ahi, come sono stata poco presente qui!) con due parole sul libro del mese, che immagino nessuno conosca, in francese poi!

E’ una storia sul teatro, scritta a tre voci: tre amici, due uomini e una donna, legati in modo diverso al mondo del teatro, raccontano, narrando e scrivendosi l’un l’altro, una parte delle loro vite e dei rapporti che li legano, col presente che ritorna spesso agli anni passati.

E’ un’opera recente, uscita nel 2006, scritta da Jean Pierre Milovanoff . Come mai appartiene al gruppo dei libri che per me sono stati più importanti? L’ho conosciuto attraverso il gruppo di teatro in francese pochi anni dopo la sua pubblicazione: l’avevamo letto, era stato lo spunto per uno spettacolo sul viaggio, vero o della memoria, infine avevamo messo in scena tutta la storia.

Durante questo lavoro, durato un anno, mi sono sempre più appassionata e pian piano identificata con la protagonista, che dapprima mi pareva estranea al mio modo di essere, ma pian piano ho scoperto di avere qualcosa di simile a lei, ha smosso qualcosa dentro di me che non sospettavo di poter riconoscere. Alla fine la soddisfazione più bella è stata quando ho dovuto interpretarla in alcune scene (la parte, essendo molto lunga, era stata suddivisa fra diverse attrici), proprio quelle finali, dove l’emozione era al massimo. E gli applausi sono stati tanti.

Sì, questo libro mi ha aiutato ad entrare più profondamente nel mondo e nel significato del teatro, è stato una chiave importante…

Per chi volesse leggerlo, ne esiste anche la traduzione in italiano: è diventato “L’angelo caduto”.


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ricomincioda7/trackback.php?msg=15082772

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
elyrav
elyrav il 03/09/20 alle 09:54 via WEB
Non so il francese anche se mi sarebbe piaciuto impararlo. Serena giornata
(Rispondi)
 
atapo
atapo il 03/09/20 alle 16:00 via WEB
Beh, questo libro lo trovi anche tradotto in italiano...Buona giornata anche a te!
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.