Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

IL LIBRO DI AGOSTO

Jean-Pierre Milovanoff

"Tout sauf

un ange"

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

 

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

surfinia60atapomassimocoppaelyravfedele.belcastroelia2006patrighepabo560libera2menteettoregianfaccin_lauraguntherjpersicomarco07halpert
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 69
Prov: FI
 

 

« LUIFINE MESE »

LASSU'

Post n°844 pubblicato il 29 Maggio 2012 da atapo
 
Tag: cronaca

 

ANCORA

Stavolta ero alla fermata dell'autobus, stavo andando in piscina.

Lo avevo appena perso, ero sola e nell'attesa del successivo mi ero seduta sulla panchina, cosa che non faccio quasi mai.

All'improvviso la panchina ha cominciato a muoversi, quell'ondeggiare già provato domenica notte, poi un leggero capogiro per l'equilibrio che si faceva instabile, mancava solo quel rumore terribile...erano passate le nove da qualche minuto.

Quando tutto è tornato...immobile il mio primo pensiero è stato: dove sarà l'epicentro? Ancora lassù? E altri pensieri su pensieri...

Al ritorno dalla piscina, mio marito era in casa col viso un po' sconvolto e guardava gli aggiornamenti alla TV, stavo per telefonare a Ferrara, ma ho deciso di guardare prima Facebook: mia cognata aveva già scritto che stavano tutti bene e pregava di non telefonare per non intasare le linee. Aggiungeva che oggi era il primo giorno in cui aveva riportato a scuola il bambino, per poi correre a riprenderlo mezz'ora dopo...

Meno male! Anche se resta l'angoscia per le distruzioni e per le vite perdute...e la paura per il futuro.

E' una delle rare volte in cui riconosco a Facebook una certa utilità...

Ormai erano quasi le tredici e il lampadario ha cominciato a oscillare...

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: