Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE ANDRO' (FORSE).

IL VIAGGIO DI GIUGNO


AUSTRALIA

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

sorboledglataponaar75elyravla.cozzasurfinia60QuartoProvvisoriomassimocoppafedechiaratempestadamore_1967allegri.frmussirodolfoexiettofedele.belcastro
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2011 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 70
Prov: FI
 

Messaggi del 28/11/2011

PLATANI

Post n°767 pubblicato il 28 Novembre 2011 da atapo
 

 

LUCI D' AUTUNNO



 

Dormo, forse sogno, ma i sogni non li ricordo quasi mai...All'improvviso mi sento avvolta da una luce forte, solare, che mi risveglia dolcemente facendo sbiadire e subito dimenticare l'ultima immagine del sogno che stavo facendo.

E' già mattina! Il mio primo pensiero. Ma perchè sono sul letto vestita, sotto al pile azzurro, la mia copertina di Linus? Tutto mi torna chiaro, sono appena riemersa dal pisolino del pomeriggio...e questa luce così strana, mai vista? Entra dalla finestra e illumina completamente la stanza. Fuori ci sono i platani della strada, con le loro foglie ingiallite che non cadono ancora perchè non c'è vento e nemmeno pioggia. Il sole si sta abbassando a ovest, io non lo vedo, ma è in una posizione da cui colpisce esattamente gli alberi davanti alla mia finestra e li fa diventare d'oro, risplendono letteralmente di una luminosità incredibile che mi è entrata nella stanza e...mi ha svegliato! Mi incanto, seduta sul letto, a guardare lo spettacolo...una decina di minuti, poi il sole si sposta, i raggi illuminano più in là, le foglie dei platani si spengono, tornano del loro colore originale. Una leggera velatura di grigio cittadino si vede ora dalla finestra, annuncio della sera vicina.

Da circa una settimana questo mi accade tutte le volte che al pomeriggio mi distendo per riposarmi un poco e ormai aspetto di essere risvegliata dallo spettacolo, consapevole che non durerà ancora a lungo. Gli altri anni non l'avevo mai notato. Già, ma questo autunno è diverso da quelli passati: si avvia verso l'inverno molto lentamente, tanto sole ancora tiepido per la maggior parte della giornata, il cielo sempre azzurro appena striato di leggere nuvole bianche...le foglie non cadono ancora dagli alberi perchè quasi mai c'è vento, però ingialliscono...si vedono in giro colori particolarmente vivaci e luminosi...E' un autunno vestito a festa, che mette allegria. Fra meno di un mese è Natale, ma ancora stonano gli addobbi natalizi con questa atmosfera. A pensarci bene non è per nulla positiva una stagione così strana, la natura alterata ce la farà pagare, in qualche modo.

Ma intanto al pomeriggio continuo a farmi risvegliare dalla carezza luminosa dei platani che il sole colora prima di tramontare...

...per poco ormai: questa mattina sono arrivati gli operai del Comune e hanno cominciato, più lontano lungo la strada, a potare drasticamente tutti i platani: via i rami, via le foglie dorate, così ai primi forti temporali non ci saranno rischi di cadute di rami o di tombini otturati dalle foglie...

Forse già domani dalla finestra vedrò solo il cielo e pochi rami nudi e mozzati. Tornerò a mettere la sveglia, per non dormire troppo nel pomeriggio, e il mio autunno avrà fatto un passo lungo verso l'inverno.

Guttuso R., Prato d'autunno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso