Creato da woodenship il 23/08/2010

delirio

una spirale

 

haiku

Post n°612 pubblicato il 22 Giugno 2021 da woodenship
 

Verso s'avventa

nel gran fuoco al tramonto

gabbiano vola.

 
 
 

Notturno

Post n°611 pubblicato il 15 Giugno 2021 da woodenship
 

 

Sono venuto sulle vostre tombe

tra l'altro per abbozzare due righe

ancora che possano dirmi di voi.

Certo, cosa assai singolare questa:

che tanti chilometri abbia percorso

per poi scrivervi in piedi sul marmo

che fa da tetto ai vostri sogni in gelo

al sole impedendo di scioglierli acqua.

E' che ad ispirarmi sono ossa spoglie

le vostre che un dì ho abbracciato e accudito

rivestite da sembianze ancor care

dai tendini contratti in compassione.

Vero che la grafia è quel che è: diffuso

errore di tratti, confuso intreccio

come la mia vita frusta un furore.

Mi vedo come riflesso allo specchio

oltre andando senza prefisso alcuno

non rilasciando di me che immagini

presto da occhi e da vetrine svanite

quintessenze del nulla: si va frame

senz'altra fame che uno scatto a vuoto

prima del buio, all'accorrer di latrati

dall'orecchio inquadrati nel notturno.

 
 
 

Ecco come mi rimorde

Post n°610 pubblicato il 07 Giugno 2021 da woodenship
 

Con occhi rivolti al cielo superbo

ti lasciai sola e radiosa nell'alba.

Anelli tinnavano una romanza

frugando l'aria:aspettavi la luce

mia promessa d'una nota a passione.

Ecco come mi rimorde nel cuore

che ti lasciai falena tra gli specchi

in posa e senza altro sole a ghirlanda

se non quello di una lanterna cieca.

Ecco da dove il mio travaglio in nuce

ebbe la meglio:a partire da dietro

un albero, improvvisato rifugio verde

in grado di nascondermi a te ignara

ma non ai voli d'incubo sull'erba

grigia. Ove alla fine fu scintillìo:

diamante grezzo di stella fu l'odio

a bucar le nubi spezzando il sasso.

Due le metà che restarono in mano

due le metà che partorirono ombra

errante d'alieno. Ego, vaneggiante

discosto, confuse nel bosco in sonno

le tracce ovvie dei sentieri interrotti.

Udìi risuonar l'eco di una danza:

la tua, ma non seppi dire da dove.

 
 
 

Il vuoto in petto

Post n°609 pubblicato il 31 Maggio 2021 da woodenship
 

Temo che mi stia tutto nella mente

questo tuo balenarmi idea balenga

fissa che si riproponga ogni notte

quando stanco mi adagio sul letto

stupito poi che mi ritrovi preda

del vuoto che mi raggela astro in petto

e tu in testa ossessiva che mi strazi

feroce attizzandomi con un dubbio

a che cero livido bruci insonne.

 

 
 
 

Tramontana e ghiro

Post n°608 pubblicato il 25 Maggio 2021 da woodenship
 

Si aggira dispotica e grave, brezza

malandrina, che dal nord ti rigira

a gomito e, per dispetto, ghiaccia

punge in viso. Di nulla ti riveste

animale in fiore con frange d'amore

che s'inventa fola intorno alle creste.

Storia di ghiro che dal sonno si desta:

sa della fame, avanzo del letargo

ma non sa se oggi sarà sazio e vivo

felice d'un nulla a perdita d'occhio

nel fremito che va largo per boschi

e d'ansia sui campi si scioglie in pioggia.

 

 

 
 
 

Cigolando

Post n°607 pubblicato il 18 Maggio 2021 da woodenship
 

Non era incubo: davvero alle porte

ci bussavo. Queste si aprivano oltre

cigolando uguale sberleffo rauco

per poi rinchiudersi impietosa bugia.

Oggi così vedo inarcarsi messe

rigogliose nel levarmi in alto e poi,

come onde, relitto gettarmi a riva.

D'essere senza scampo è il vero dramma

spiaggiati che dal verbo non c'è fuga

dall'orbita in secca al palpito d'occhio:

unico sollievo nel vibrar ciglia

è il cadere di gocce di collirio

fresco scintillio da te tanto amato

con sollievo da me accolto in delirio.

 
 
 

Nina Cassian

Post n°606 pubblicato il 11 Maggio 2021 da woodenship
 

... Chè, a toccarcisi bui la testa a mane,

ci pare di riviverci anche  ardore

in quel gesto che rassetta capelli

sogni... con una ruga di più in fronte

al confine con la tempia che pulsa.

Così è un dubbio d'amore:"Mi sarò mai

dissolta nelle vene dell'altro?"Lei:

al mattino può capitar, doppiato

"Capo di Cattiva Speranza." Senza

nemmeno più chiedercelo se ronza

dentro o vispa ci gira intorno "mosca"

 
 
 

Un attimo che non vedi

Post n°605 pubblicato il 03 Maggio 2021 da woodenship
 

Di arrestarlo cerco sempre l'attimo

si che non mi si faccia ruga in fronte

e raggrinzi l'ansa in gola, sul petto

lasso istante assottigliandosi osceno;

oppure che decori gambe e braccia

memento, affiorando intrichi venosi

a che non lo consideri neppure,

dai capillari bluastri sparsi, assente.

Ma io insisto e inesistente lo dichiaro;

dicendolo leggenda non lo colgo:

fiato dai denti è, di poeti ed amanti

finanzieri, militari e corsari

che sempre lo declamano fortuna

reclamandolo per sé a proprio amore.

Un attimo è per legarcisi eterni

e sognarsi immortali. Ma l'attimo

non ci sta, non esiste, anzi: è già andato

tant'è fuggente che manco lo vedi.

 

 
 
 

Ti allontani vela

Post n°604 pubblicato il 26 Aprile 2021 da woodenship
 

http://lapromenadecult.files.wordpress.com/2011/06/veliero.jpg

Mi manchi la notte, amica mia,

mi manchi la notte: mi guardo

intorno vedo solo un muro;


tendo le orecchie a coglier l'onda

ma da lì non giungon rumori:

muro di silenzio è ormai a notte.


Di noi due restan solo sogni:

crescono arborei chissà dove

gemmando d'aurore boreali;


oltre quel dove è sempre amore

fantasma che si gonfia vela

con a poppa amica la luna.

 

 
 
 

A lezione dal ciliegio

Post n°603 pubblicato il 18 Aprile 2021 da woodenship
 

Messo in verticale e a picco sul mare

basaltica suggestione tombale

il colle: tra olivi e fiori di salvia,

ho appreso del rosmarino l'odore,

dei pollini fluttuanti il farsi vita.

A lezione, illustrante  dovizie altre,

ci sono stato: perigliosa danza

per balze frementi, rimbalza densa

di petali bianchi, fragranza aulente

nel dì morente, d' un ciliegio in fiore.

 

 
 
 

Per immagini vorrei

Post n°602 pubblicato il 12 Aprile 2021 da woodenship
 

Parlar per immagini ai tuoi occhi amore

per averne delirio al brillio acido

dei paradossi degli amori al mondo

vorrei. Si che tu, leggendone linee

ne abbia linguaggio visivo alle iridi

e sensoriale tremolio alla mano

quasi fosse di sensazione nota

che ti arrivi sensuale fin sul palmo

come brivido di emozione calda

...

Ah, farci l'amore come vorrei ora

per verso, ritagliandomi uno spazio

tra i tuoi seni! Esserci lì nudo, vorrei

fosse spiaggia, dove ci sto tra sabbie

perso, conchiglia e onde rasenti membra

a suggerir di te da ogni fessura

che rimbalzi mugolii da risacca

giungendoti per immagini agli occhi.

 

 
 
 

...ci comprenda il mondo

Post n°601 pubblicato il 06 Aprile 2021 da woodenship
 

Prova tu, diversa la pelle, a starci

sul filo. Dì come ti sentiresti

sul filo, a pendere dalle labbra altrui

che non combaciano sapori o linee:

sillabe bocca a bocca, scandalose

dir poco. Ti parrebbe giusto, vero

avere lasciato casa, parenti

ed amici, attraversato deserti

e mari: morte a destra senza tregua

per starci infine a sinistra, all'angolo

pensoso, cappello in mano per questua

vittima ennesima in luoghi comuni?

Recinto è il luogo comune: ci cadi

che nemmeno ci credi, solo ci sei.

E lì, convinto e sicuro, ci resti

comodo che occhio ci "comprenda" il mondo.

 
 
 

Che vira

Post n°600 pubblicato il 29 Marzo 2021 da woodenship
 
Tag: viola, viole

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fiore e natura


Umore che vira a stupore

quando tra foglie si fa largo

una viola: timida prega

a che non le si calpesti erba.

Confidando bontà in un giorno

che prende avido per quel che

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fiore e natura

 
 
 

Ci manca***




Potrebbe essere un'immagine raffigurante cielo, grattacielo e il seguente testo

 

Ci manca qualcosa se ci fai caso
sempre, quando pur ponendosi in posa

si sorride umbratili che si mima

cane alla parete a caccia di lepre.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante grattacielo e cielo

 

Per interstizi fugge dita agili,

suggestione inarrivabile, ordunque

tra intercapedini inafferrabile;
si che, stanche, sul  muro si fan cigno
d'ombre cinesi fantasie di mani.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante cielo e grattacielo

 

Facci caso allora, di certi stili,
alle bizze: architetture slanciate

sferzate dalle correnti, efficienti

sembrano celare intenti assassini
nel costringer l'incauto a torcer collo
,

sedotto dall'idea di fuga, sguardo

verso l'alto da mantenere in linea

ai profili zigrinati dei terrazzi
di grattacieli zavorrati al cielo.


 

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante grattacielo e cielo

 

Se dovessi farci caso dal basso

da sotto i balconi di fiori e verde

decollanti, nota bene che manca

sempre qualcosa, fosse anche il frullare

d'ali, nello slargo tra le piante desio;

 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante grattacielo

 


che poi, quando si va a veder la foto
l'antenna lampeggiante persa in cima
lungi dal far da candela su torta
s'arcigna realtà maligna, infissa aspra
volontà, pungente mucosa azzurra


Potrebbe essere un'immagine raffigurante grattacielo

 

nell'incistarsi gravità, ignava è essa
nel tempio del culto del nontempo atro.
In ciò, se ci fai caso, si fa dramma
non riuscire a dire cosa ci manchi.

 

06/05/2017

*** 01/03/2018 rivista e fotografata

 
 
 

A tempo perso

Post n°598 pubblicato il 15 Marzo 2021 da woodenship
 

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fiore e natura

… è che mai L'ho capito cosa possa

o non possa significare il tempo;

non so "avanzarne"cosa voglia dire.

Più facile è che ne perda da ozioso

peggio che sangue da una vena aperta.

Spesso mi ci accomodo frustro e lasso

e imperterrito a dissanguarmi resto.

Poi, dopo nulla facere apatico,

già che la pigrizia mi ha roso carni,

mi dispero, mi specchio ebbro e capisco:

di tempo ogni cosa ha il suo. Così sono

pure io, essendo ancora nel mio di tempo,

fiore fatuo che ritarda a sfiorire.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante fiore e natura

 

 
 
 
Successivi »
 

Video lettura della poesia"Dimmi"

da parte di Klara Rubino,

poetessa

https://youtu.be/l2BZnGiKHk0

 

SO FAR

I'm so far

too far

i'm going more far

like a comet

living the solar sistem

 

 

LADY DAY

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

several1lascrivanaQuartoProvvisoriowoodenshipaliasnoveamistad.siempreNoRiKo564vecchiotexEstelle_kcassetta2gianor1divinacreatura59je_est_un_autreanima_on_line
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 188
 

Insieme possiamo tutto...Possiamo creare una grandissima rete di blog capaci di pubblicare all'unisono lo stesso post-report abuse, in modo da creare un "muro" di messaggi in grado di raggiungere e sensibilizzare il maggiore numero di persone possibile.

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail. Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia. PS: Sono felice dei vostri commenti, ma ai commenti preferirei la condivisione di questo post nei vostri spazi.

Per favore, copia e incolla questo post ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

 

GRAZIE DI CUORE DIVINA MISTY

http://digilander.libero.it/misteropagano/woodygold0.gif

 

V2