Creato da risorserete il 06/06/2013
Risorse Online

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

giuseppe.digenualumon98DIVINO_INCANTOpsicologiaforensemakavelikaIrrequietaDflyawaydglfugadallanimaamorino11graziano.bonfrancescgioiaamoresols.kjaeril_pablooscardellestellesybilla_c
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Come Valutare un FinanziamentoFallimenti Imprese in Crescita »

Lavoro e Stipendi Telecomunicazioni

Post n°22 pubblicato il 15 Giugno 2016 da risorserete

Quello delle telecomunicazioni lo scorso anno è stato uno dei settori in Italia dove le retribuzioni sono cresciute di meno. In base ai dati resi noti dall’Istituto Nazionale di Statistica, infatti, su base annua le retribuzioni nel comparto delle telecomunicazioni sono cresciute dell’1,1%, ovverosia poco sopra il livello dell’inflazione attestatosi a +0,8%. La media per la crescita delle retribuzioni lo scorso anno è stata del 3%.

I settori dell’economia dove i rialzi delle retribuzioni hanno superato la media, in in accordo con quanto riporta, tra l’altro, la Confesercenti, sono stati quelli dell’edilizia e del legno con un +4%, ed ancor di più per il settore dello smaltimento dei rifiuti e dell’acqua con un +5%.

Sul versante opposto, invece, oltre al settore delle telecomunicazioni a battere la fiacca in termini di crescita delle retribuzioni, ancor di più, sono state le forze dell’ordine ed il comparto difesa con incrementi frazionali e rispettivamente pari allo 0,2% ed allo 0,3%.

A livello tendenziale, nello scorso mese di dicembre, grazie anche ai miglioramenti contrattuali in alcuni settori economici, tra cui quelli del credito e del tessile, c’è stata una crescita delle retribuzioni dello 0,1%.

Sebbene in molti casi gli incrementi delle retribuzioni siano superiori all’inflazione media, c’è comunque da dire che le retribuzioni poi vengono maggiormente destinate dalle famiglie verso spese obbligate e beni a alta frequenza di acquisto i cui prezzi nell’ultimo anno sono saliti oltre lo 0,8% medio di inflazione rilevato dall'Istat lo scorso anno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/risorserete/trackback.php?msg=13417045

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento