Creato da romameeting il 23/09/2004

IL COSACCO

KAZAK - Periodico indipendente bilingue italiano e russo- n° 13/2010 del Registro della Stampa del Trib. di Roma in data 19/01/2010 Cultura-Politica-Gossip . Redazione info@romameeting.it

 

 

Le baruffe di Arlecchino ..e altre Commedie

Post n°310 pubblicato il 26 Aprile 2011 da romameeting
Foto di romameeting

TEATRO VILLA SORA

Via Tuscolana, 5 Frascati

Associazione Sipario Aperto 2M presenta:

Le baruffe di Arlecchino ..e altre Commedie

Sabato 30 aprile e domenica 1 Maggio ore 21.00

Regia: Laura Teodori – aiuto regia Fulvio Barigelli

 

“..Sono poveri diavoli in viaggio, chiamati in scena per portare a chiunque, per mari, fiumi e monti, il loro conforto infernale…” (Nicola Fano)

“Che cosa ci vieta di dire la verità ridendo?” (Orazio)

 

Lo spettacolo nasce da uno studio della Commedia dell’Arte, stile fondamentale del teatro gestuale e grande patrimonio culturale del teatro italiano che possiamo definire come “infanzia del teatro”, ma anche come genere attuale in grado di adattarsi ad ogni testo.

In questo territorio sono chiamate in causa le Maschere: antiche stilizzazioni di personaggi, dai servi, ossia Arlecchino, gli Zanni e Colombina, agli Innamorati, ai Capitani, ai grandi vecchi come Pantalone e i Dottori, tutti coinvolti nei grandi imbrogli della natura umana: far credere, lusingare, approfittare di tutto, tendere la trappola. Esse spesso si esprimono in “grammelot”, una specie di linguaggio universale che può richiamare nei suoni, dialetti e lingue di ogni genere ed essere compreso da tutti e ben presto, trascinate dalla loro stessa follia, si trovano prese nei loro stessi intrighi.

Dalla Commedia dell’Arte trasse ispirazione per sue geniali opere Molière  e lo spettacolo esprime un confronto tra alcuni dei suoi grandi personaggi e i più antichi Canovacci .

Vedremo la Maschera evolversi e diventare personaggio….il resto è  Commedia. Lo spettacolo è per tutti, grandi e piccini.

                                 Buon divertimento!

                                                      Laura Teodori

www.siparioaperto.com   Info e prenotazioni: 3687609763

 
 
 

Intervista a Francesco Rizzi, attore

Post n°308 pubblicato il 21 Aprile 2011 da romameeting

L’immagine che vuoi rendere di te: Chi sei.

Sono una persona semplice e allo stesso tempo umile con la voglia di fare ciò che ama cioè l'attore.

Di che segno zodiacale sei?

Sono del segno del Leone: generoso, testardo, un po' egocentrico, altrimenti non farei l'attore.

Che tipo di pizza è la tua preferita.

E' la zucchine bianca.

Breve storia della tua carriera professionale.

Ho iniziato per caso, circa 17anni fa, grazie ad un regista di nome Bruno De Stefanis che si innamorò del mio aspetto per un ruolo nel suo spettacolo al teatro Petrolini, dal titolo "Singloari concidenze" e poi da lì ho frequentato l'Accademia cinematografica di Mario e Claretta Carotenuto. Ho lavorato in Ris 1, Distretto di Polizia 3, in un film di guerra dal titolo "Soraja" e tante altre interpretazioni, sempre coprendo ruoli medi: 327 spettacoli in tanti teatri ...

Il tuo sogno.

Essere protagonista, un giorno, di un triller poliziesco.

Il tuo abito preferito.

Quello casual.

La tua attrice preferita.

Margherita Bui.

Impegni professionali in cantiere

Sto lavorando in una serie televisiva dal nome "Storie di borgata" in cui sarò uno degli ispettori della squadra antimafia. A breve uscirà il film "Piccoli criminali" su sky fox, nel quale sono il "picciotto" e spero di continuare cosi......

Un consiglio per i ragazzi che vogliono seguire la tua strada

Ragazzi ci vuole pazienza, spirito di sacrificio e tanta umiltà.

 
 
 

GISELLE - Teatro Quirino

Post n°306 pubblicato il 19 Aprile 2011 da romameeting
Foto di romameeting

26 aprile 8 maggio

Accademia Ucraina di Balletto presenta

Royal Czech Ballet

GISELLE

étoiles ospiti Nadejda Scepaciova e Vladimir Statnii

musiche Adolphe Adam

coreografie rivisitate da Alexandru Frunza

 

 

Il balletto classico torna al Teatro Quirino con un’ imprescindibile opera del periodo romantico, Giselle il cui libretto nacque  dall'idea di Théophile Gautier, romanziere francese, e venne poi musicato, da Adolphe-Charles Adam. Giselle è una contadina bella e solare,  che suscita la curiosità e l’amore di un principe, Albrecht.

Quest’ultimo la seduce fingendosi un popolano pur essendo promesso ad un’altra. La giovane scoprirà l’inganno dopo l’intervento di un suo invidioso spasimante, e dal dolore impazzisce e muore. La giovane si paleserà di nuovo ad Albrecht, disperato e in preda al rimorso,  sotto le sembianze di una villi, spirito di donna morta non ancora sposata. Le altre villi, solidali con la compagna, cercano di sfinire Albrecht facendolo danzare ma Giselle, lo salverà, sostenendolo fino all’alba.

Il Royal Czech Ballet si presenta con un  allestimento tradizionale, nel senso più classico del termine, confrontandosi con una parte importante del canone di repertorio: i professionisti internazionali che compongono la compagnia, arricchiscono lo spettacolo con le loro diverse esperienze e le loro particolarità.

 

 
 
 

.

Post n°305 pubblicato il 18 Aprile 2011 da romameeting
Foto di romameeting

B Москве, "MITT / Путешествия и туризм" 2011.

 

15/03/2011 | В России, в Москве состоялась выставка "MITT / Путешествия и туризм".

Это событие является крупнейшей туристической ярмарке в России и Восточной Европы, и является одним из пяти крупнейших туристических выставок по всему миру, с общей возможности для взаимодействия между профессионалами туристического бизнеса.

Также в этом году, Италия представила ряд региональных стенда, а также Enit.

Среди малых нововведений в этом году, содействие Лацио, провинция Маремма и Понтийские острова, к VIP-русский язык туризма, в том числе специализации в службе въездного туризма "www.RimTraveling.com

 
 
 

Lillo & Greg in intrappolati nella commedia

Post n°304 pubblicato il 15 Aprile 2011 da romameeting
 
Foto di romameeting

con

Lillo & Greg

 Danilo De Santis,     Elisa Di Eusanio,     Emanuele Salce   Barbara Folchitto

 musiche Claudio “Greg” Gregori e Attilio Di Giovanni scenografia Gianluca Amodio costumi Mara & Marina coreografie Cristina Pensiero disegno luci Fabio Persia

regia Mauro Mandolini

 

Torna a grande richiesta l’ultima esilarante creatura di Lillo & Greg che ha segnato ancora un passo avanti nella sperimentazione del linguaggio meta teatrale. L’antica sfida, che ha più volte caratterizzato il loro stile, diventa addirittura un’ossessione in questa pièce dal titolo eloquente: Intrappolati nella commedia.

Così, mentre in altre commedie abbiamo assistito ad accenni o situazioni marginali in cui la coppia di attori abbatteva il muro che li divide dal pubblico, questa volta assistiamo alla sua disintegrazione. Una quarta parete che crolla sotto le loro battute mentre Lillo & Greg scorrazzano increduli creando luoghi altri, situazioni spazio temporali parallele che divertono e spiazzano personaggi e pubblico.

Lo spettacolo inizia infatti con  Greg e Lillo che stanno facendo un sopralluogo nel teatro dove andranno in scena con il loro nuovo lavoro. Sul palco trovano la scenografia di Una moglie per Thomas, la commedia che la precedente compagnia ha terminato da più di una settimana. Improvvisamente, però, si accendono le luci ed i due amici scoprono che in sala c’è il pubblico. Di lì a breve si accorgono di essere gli involontari protagonisti di Una moglie per Thomas.

Da questo momento in poi si susseguono divertenti, ma al contempo angosciosi, tentativi di uscire fuori dal bizzarro paradosso. Tutto risulta vano però, perché le porte da cui entrano gli attori per loro restano chiuse, le quinte sono murate e anche l’uscita di sicurezza li fa piombare di nuovo sul palco in un claustrofobico carosello di gag.

L’unico varco a loro disposizione li proietta in un’altra dimensione parallela: in un quiz televisivo dove sono chiamati a rispondere al classico domandone finale con un sacco di soldi in palio.

Riusciranno Greg e Lillo a scappare? O resteranno per sempre prigionieri della commedia?

Un altro avvincente spettacolo a sei personaggi, una surreale e coinvolgente  giostra dai ritmi serrati e dagli  inimmaginabili risvolti comici.

 

In occasione delle repliche romane, verrà allestita nel foyer del Teatro Sala Umberto una mostra fotografica di Carlotta Domenici De Luca intitolata ‘Lillo & Greg. Voci del Teatro e volti della Radio’ che, a partire dal giorno del debutto, si potrà visitare  durante gli orari di botteghino e all’ingresso in sala.

‘…Ho deciso di rendere omaggio a due amici, a due grandi professionisti, raccogliendo scatti in cui la loro mimica e la loro gestualità, si impongono…e conquistano… Uomini, occhi, voci. Due personalità così diverse che disegnano la vita nel colore più intenso e surreale; che esistono come singoli con una forza travolgente e sorprendono in coppia con una disarmante genialità. Vorrei far rivivere a chi vedrà queste immagini, quella magia che io vivo ogni volta che inizio a lavorare con loro.’ (Carlotta Domenici De Luca).

 

TEATRO SALA UMBERTO

Via della Mercede, 50 – 00187 Roma

Info 06 6794753

Biglietti: da  € 30 a € 20

Spettacoli: dal martedì al venerdì h. 21.00 - sabato h. 17.00 e 21.00 -  domenica h. 17,30 - 2° mercoledì h. 17.00

 
 
 

“Addio al nubilato”

Post n°303 pubblicato il 12 Aprile 2011 da romameeting
Foto di romameeting

“Addio al nubilato”: è questo il titolo dello spettacolo in scena al Teatro dei Servi fino al 17 aprile scritto e diretto da Francesco Apolloni  con Denny Mendez, Michela Adreozzi, Elena Arvigo, Emy Bergamo e Brenda Lodigiani. La commedia ben inscenata e piena di battute, racconta di cinque amiche sui trent’anni che si ritrovano in una suite d’albergo in occasione di un addio al nubilato. Nell’attesa dell’arrivo della festeggiata, le ragazze parlano di uomini, delle loro frustrazioni, delle loro ambizioni, di sesso e di amore: gli uomini a 35 anni sono come le cabine telefoniche o sono rotte o sono occupate!

Tutta la compagnia ha cenato al “Gilda” accolti dalla sociologa televisiva Deborah Bettega e dal filosofo Angelo Ciccio Nizzo, per poi rimanere a ballare a lungo in pista, sulle musiche anni ottanta e novanta, insieme a diversi amici dello staff e non, tra cui l’ex Miss e presentatrice Miriam Leone. Denny Mendez è reduce dal successo della fiction Rai “Cugino & cugino” e molto probabilmente la si ritroverà nella seconda serie, mentre Francesco Apolloni, che si sta dedicando già ad un’altra sceneggiatura, ha in uscita il film documentario “Un sueno a Mitad” in cui firma la regia.


 
 
 

Weekend di primavera: Il vino degli Etruschi

Post n°302 pubblicato il 04 Aprile 2011 da romameeting
Foto di romameeting

Weekend con gli Etruschi: nelle necropoli Unesco di Tarquinia e Cerveteri un fine settimana di degustazioni gratuite dei vini delle terre etrusche


Per il grande e misterioso popolo etrusco, vino, quotidianità e spiritualità si intrecciavano in un legame imprescindibile. Attraverso il vino si onoravano i morti, insieme alla danza, al suono dei flauti doppi, si celebravano le pratiche religiose in onore del dio del vino. Sempre il vino era alla base dell'alimentazione quotidiana. Scene e spaccati di vita etrusca legate al vino si possono ammirare attraverso gli splendidi affreschi delle tombe dipinte di Tarquinia.

E così ora, per rinnovare le antiche usanze in onore di Fufluns (il dio del vino etrusco), presso i punti ristoro delle necropoli Unesco di Tarquinia e Cerveteri, è possibile degustare gratuitamente i vini delle terre etrusche, nel fine settimana del 2 e 3 aprile. Un'iniziativa che vuole far conoscere attraverso l'arte e la cultura etrusca, le tipicità di una terra che, nello scorrere dei millenni non ha mai perso la sua vocazione nell'eccellente produzione enogastronomica.

Informazioni biglietteria necropoli di Tarquinia: tel. 0766.840000
Orario di apertura al pubblico della Necropoli di Tarquinia: dalle ore 8,30 alle 19,30.
La biglietteria chiude un’ora prima.

 
 
 

COPPA ITALIA MOTO:

Post n°301 pubblicato il 02 Aprile 2011 da romameeting
 
Foto di romameeting

VALLELUNGA CERCA IL NUOVO MICHEL FABRIZIO

Roma, 1 aprile 2011 – Si è aperta oggi a Vallelunga con le sessioni di prove libere la stagione 2011 della Coppa Italia Velocità moto organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana. Undici le gare in programma per uno degli eventi più importanti dell’anno e nel paddock c’è grande attesa per la Coppa Italia 125 Sp, classe dedicata ai giovani che vedrà al via quasi quaranta piloti.

 IL SALUTO DEL CAMPIONE – La 125 Sp è considerata da sempre il “trampolino di lancio” dei giovani piloti pronti a fare il grande salto nelle categorie nazionali e internazionali. Tanti i campioni di oggi che in passato hanno partecipato alla Coppa Italia per poi sfondare definitivamente nella MotoGp e nei campionati mondiali delle derivate di serie: tra questi, il romano Michel Fabrizio, che si impose nella stagione 2001 in sella all’Aprilia del Team Gabrielli. “Correre nella Coppa Italia è stato utilissimo nel mio percorso di avvicinamento alle categorie maggiori – dice il 26enne romano, portacolori del Team Suzuki Alstare nel mondiale Superbike – ero piccolo e nel corso di quella stagione ho imparato molte cose nella gestione della moto e nella messa a punto generale. Ai piloti in “erba” consiglio di fare questa esperienza per il loro futuro e ai ragazzi che scenderanno in pista domenica, prima di pensare ai risultati dico di divertirsi il più possibile”.

 125 SP: ECCO I SUOI EREDI – Lo stesso team che dieci anni fa ha portato alla vittoria Fabrizio ora si chiama Racing Team Gabrielli e quest’anno gestisce due giovani piloti di belle speranze supportati dalla FMI come Team Italia, Manuel Pagliani e Michael Ruben Rinaldi. “Con la mia Aprilia mi sono trovato bene sin dalle prime prove e per domenica sono molto fiducioso – dice il 16enne romagnolo Rinaldi – spero di riuscire a correre nel gruppetto dei migliori, per poi giocarmi il podio nel finale”. Tra i favoriti c’è il vincitore dell’edizione 2010, il 20enne genovese Luca Oppedisano (Kawasaki), che dovrà guardarsi dagli attacchi di molti suoi “colleghi”: tra gli altri, il veneto Alex Calgaro, il romagnolo Massimiliano Spedale e il campano Benito De Nigro. Da segnalare la presenza dei romani Elia Veronesi, Fiorenzo Palli, alla loro seconda stagione di Coppa Italia, e dei concittadini Fabrizio Lovino, Simone Mazzola e Riccardo Ermini, che domenica invece si ritroveranno al debutto assoluto.

 
 
 

Concerto a Roma nel primo anniversario della tragedia aerea di Smolensk

Post n°300 pubblicato il 31 Marzo 2011 da romameeting
 
Foto di romameeting

Roma renderà omaggio alle vittime del disastro di Smolensk, in Polonia, con un concerto per piano che si terrà presso l’AUDITORIUM SERAPHICUM.

Era il 10 aprile 2010 quando un aereo con a bordo il presidente polacco Lech Kaczynski, sua moglie e buona parte della dirigenza e della classe intellettuale di Varsavia è precipitato nella città russa mentre conduceva una delegazione di alti ufficiali polacchi a commemorare il 70° anniversario del massacro di Katyn.

Organizzato dall’ Associazione Italo-Polacca “FRYDERYK CHOPIN” di Roma, Presidente e Direttore Artistico la  Prof. Barbara Nowina Jankowska, con il Patrocinio del Municipio XII°-Eur e del COMUNE di ROMA, in collaborazione con il SENATO della Repubblica di POLONIA con l’esecuzione da parte dei vincitori e dei partecipanti al XVI° Concorso internazionale Frederyk Chonin a Varsavia nel 2010- si svolgerà il CONCERTO PIANISTICO, Domenica 10 Apríle 2011 ore 18.00 presso l’AUDITORIUM SERAPHICUM (EUR)-VIA DEL SERAFICO, 1 (ANGOLO LAURENTINA).

Oltre al disastro di Smolensk  nel Primo Anniversario saranno rammentati il Prof.A.Stglmachowski nel secondo Anniversario della scomparsa, e ].lan Padgfewski nel Settantesimo Anniversario della scomparsa -

Ingresso gratuíto.

 
 
 

IL COLONNELLO DEGLI ZUAVI

Post n°299 pubblicato il 28 Marzo 2011 da romameeting
Foto di romameeting

Face à face - Parole di Francia per scene d’Italia

Lunedì 4 aprile – Quinta edizione - Roma

Teatro Quirino ore 20.45

Olivier Cadiot

IL COLONNELLO DEGLI ZUAVI

traduzione di Gioia Costa

a cura di Carmelo Rifici

con Fausto Russo Alesi

 

 

Per la rassegna Face à face, Parole di Francia per scene d’Italia, che impegna registi e attori italiani di primo piano su testi della nuova drammaturgia francese, è affidata a Carmelo Rifici la mise en espace del testo Il Colonnello degli Zuavi di Olivier Cadiot.

 

Cadiot, poeta e romanziere parigino, oltre che premiato autore teatrale e artista associato del Festival d’Avignon 2010 nella Compagnia di Christoph Marthaler, scrive questo testo nel 1998. È la storia di un domestico zelante confinato nel suo mezzanino, dove cerca di migliorare il proprio servizio, ossessivamente. Lo scrupolo infatti sfocia nella compulsività divorante. Si inventa metodi via via più complessi e inutili. Divenuto inconsapevolmente un catalogatore, si immagina che l’accumulo di minuscole informazioni basti a renderlo un domestico perfetto. Per servire bene, è necessario conoscere i gusti della gente, bisogna ascoltarla. Il domestico finirà così per catturare le conversazioni, trascriverle , trasformare la sua stanza in sala di registrazione e diventare di fatto uno spione.

  

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Info www.teatroquirino.it tel 800013616

 
 
 

Lingerie Intimo Underware Bikini Beachware Roma

 

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

capper1aliantenLaura.JamabuongiovannimathiebawordloffSarah2010ffbagardi0avv.rossellafalzettafulvionispigiustieccivitamatermarifornarniadamidaliristrutturazionimr
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom