Creato da word_2008 il 15/11/2008
 

memorie

pensieri sparsi

 

 

Voglia

Post n°54 pubblicato il 14 Maggio 2009 da word_2008

Voglio riuscire a cancellare,

a nascondere in una scatola quel ricordo in bianco nero..

Mi ha segnato..

Mi ha lentamente ucciso..

Io..

Che ho così tanto bisogno di amare,

io che ho così tanto amore da dare,

io che il mio amore , me lo tengo stretto al cuore…

 

Voglio riuscire a cancellare,

quel male che nasce dall’anima,

quell’incredibile sensazione di vuoto,

quell’indomabile notte invernale..

 

Le mie,

non sono illusioni di una vita,

le mie sono speranze colorate verso un sogno di mezza estate…

 

Riesco a sorridere,

riesco ad amare,

riesco a riempire la mia vita d’amore..

Ma non dimentico,

ma non riesco a cancellare..

e quel mio male,

in continuazione mi assale…

 
 
 

RICORDI DI TE...

Post n°53 pubblicato il 01 Aprile 2009 da word_2008

Ciascuno di Noi ha una canzone Speciale

Legata a un quale Ricordo..

A sentirla ti da una fitta al Cuore e la mente vola

Verso spazi e luoghi lontani,verso tempi diversi…

E ad ogni parola passa nella tua mente un’immagine..

Quell’immagine k ti ha tenuta legata a quel Ricordo,

x giorni,mesi,anni… 

come in un film rivedi tutti quei Momenti,

ed è come se li rivivessi tutti ora..

Momenti Belli,Brutti,Pianti,Sorrisi,Ricordi Tutto,

ogni minimo gesto,ogni singola parola

k gelosamente custodisci nei posti più Profondi del tuo Cuore…

lentamente una Lacrima ti riga il viso… 

Persone k ti hanno accompagnato lungo un tratto di strada,

k Grazie alla loro presenza è diventato Fantastico,

ma k x un suo strano capriccio

il Destino ha voluto portare Lontano..

Giorni fantastici k han lasciato Dentro di Te

Un Ricordo Speciale k nulla mai potrà Cancellare..

Parole dolci,sussurrate in un abbraccio stretto..

Parole amare,tanto k adesso sl al Ricordo,

dopo tanto tempo,ne senti ancora il sapore..

Gesti dolci k ti han regalato infiniti Momenti di Felicità..

Scene meravigliose k ti han fatto rabbrividire

E rabbrividisci ank ora al semplice Ricordo.. 

Albe e tramonti visti e vissuti in posti diversi,tempi diversi..

E ancora le Lacrime continuano a rigarti il viso

E le pagine dei tuoi Ricordi continuano ad affiorare,

scorrono come un fiume in piena

k gli argini delle tue Emozioni nn riescono a contenere..

Situazioni e persone k pensavi di aver Dimenticato

Ma k tornano nuovamente..  

Cosi cerki ancora di Dimenticare,

di Cancellare i segni di quei lividi k ti hanno Lasciato,

ma nuovamente è Difficile..

senti ancora il Dolore di quegli attimi

k pensavi di aver Cancellato…

Nn pensavi bastasse cosi poco x Ricordare

Ciò k cercavi di Dimenticare..

Le parole della canzone scavano ancora,

sempre di più,come l’acqua sulla roccia..

Occhi Dolci k ti hanno Guardata,k ti Guardano,

e dentro i quali ti Perdi… 

Sorrisi k si uniscono ai tuoi in un tutt’uno di Emozioni..

Senti il sapore di quei baci,dolci come il miele,

la soave musica delle sue dolci Parole..

Ed in un attimo k sa di Eterno

Ti convinci k tutto questo nn potrà Finire cosi…

Le note accompagnano la tua mente

In una danza di Emozioni,e Sensazioni..Ricordi..

Ricordi di k ti ha Dato Tanto,

k è riuscito a lasciare dentro di Te un qualcosa

k resterà Vivo Per Sempre..   

Ricordi di persone

dalle quali avresti voluto sentirti dire semplicemente:

“Ti Voglio BeNe”

Nei momenti in cui ne avevi più Bisogno,

k forse nn sarebbero stati cosi Brutti cn il loro appoggio..

ma pensi k forse,era Giusto cosi,

nn avrebbero Mai potuto Capire..     

Lentamente scorrono le ultime note della canzone,

altrettanto lentamente,ritorni al Presente,

lasciando alle spalle questo viaggio

negli spazi più remoti del tuo Cuore… 

Un viaggio k ti ha dato Emozioni k nn potrai più Riprovare..

Ank questo va ad unirsi a quel fiume di Ricordi

K adesso,con più calma,si dirige verso la foce..

E Pensi…   

Non Credevo Bastasse cosi Poco

X Ricordare ciò k cercavo di Dimenticare…”

 

 
 
 

un angelo...

Post n°52 pubblicato il 18 Marzo 2009 da word_2008

Avverto nell'aria un desiderio. Desiderio indefinito, inespresso, sfuggente. Desiderio di vita, di libertà, di gioia. Desiderio di gaia serenità, sgombra la mente dai pensieri, dai ricordi, dai rimorsi. Non ho rimorsi nè rimpianti. Desiderio di annulare ogni menzogna, ogni bugia, ogni opportunismo. Non sono opportunista. Io. Desiderio di cancellare ogni menzogna, ogni bugia, ogni falsità. Falsità nelle cose, nelle persone, nelle apparenze. Mostrati per ciò che sei, non cercare di essere nessun'altro. Io sono me stessa, non sono falsa. Desiderio di far sparire ogni Menzogna, ogni Bugia. Desiderio di carezze, di sentire il cuore battere forte mentre ti guardo. Desiderio di piangere, di non vergognarsi. Piangere di gioia o di dolore. Desiderio di piangere. Non mi vergogno io, non lo faccio. Desiderio di essere se stessi, non più inespressi, non più racchiusi dentro un guscio, a mascherar il vero volto della propria vita. Desiderio di annullare ogni Menzogna, ogni Bugia, ogni Falsità. In piedi al centro della stanza, mi rivedo e mi osservo. Ascolto i miei pensieri, ascolto il mio cuore, ascolto il mio corpo. La pelle ti va stretta, ti fa sentire intrappolato, ne vuoi uscire, ne voglio uscire. Ascolto i miei pensieri, mi parlano, hanno ragione, li ascolto. Cammino. Passi lenti, misurati, cadenzati, regolari. Movimenti ripetuti meccanicamente, che portano alle scale. Le scale oltre la porta, la porta di casa mia. So cosa c'è la fuori, ma non l'ho mai osservata veramente. Dovrei scenderle, devi scenderle, e portarti in strada, nella piazza, tra la gente che parla. Ridono, scherzano. Ma no, non le scendi. Le sali. Si sto salendo, e so dove portano. Mi portano su, oltre la porta. L'ultima porta del mio palazzo, oltre quella solo il terrazzo, grande, spazioso, accogliente. Ricopre l'intera superficie del palazzo, ma è a mio esclusivo uso, solo io vi accedo. Sei lì. Sono lì, al centro del terrazzo, sola. Osservo i tetti delle case, dei palazzi, oltre il parapetto. E' basso e di cemento, logoro dal tempo e dalle intemperie. Ma resiste, non si scompone. Passi lenti, cadenzati, misurati, regolari quasi meccanici. Sono in piedi, non al centro del terrazzo, ma al centro del parapetto. Sul parapetto. Trenta centimetri: di qua il pavimento, di la il vuoto. Venti metri o forse più. Lo guardo. Percepisco brividi lungo la schiena, ho le vertigini. Sono forti, mi viene la nausea. Ho quasi il vomito, ma resisto. Osservo il vuoto, mi piace, mi attrae. La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare. Vorrei volare, voglio volare. Vuoi volare?

 

 
 
 

si alza il vento...

Post n°51 pubblicato il 10 Marzo 2009 da word_2008

Ho deciso di uscire da quella lontana realtà che mi teneva prigioniera delle sue emozioni,
ma quella che mi ritrovo davanti non mi riserva alcuna certezza né mi rasserena. 
E’ come se fossi di ritorno da un lungo viaggio,
uno di quei viaggi spirituali che si fanno da soli alla ricerca del proprio essere
…che non sempre si trova.
Questo viaggio mi ha insegnato tanto, mi ha dato tanto, mi ha tolto tanto
…e  mi ha cambiata tanto.
Non ho rimpianti ma solo qualche rimorso…
Beh, almeno posso dire di averci provato, ho rischiato e forse ho anche sbagliato,
quest’ultimo non saprei,
in fondo mi ha fatto vivere.  
Ho messo in gioco le emozioni, le paure, i principi per  proseguire quella via che non aveva alcun margine,
accecata solo dalla voglia di proseguirla
senza sapere quanto mi sarebbe costato il biglietto di ritorno…
perché in fondo non mi avrebbe portata da nessuna parte.
A volte ci innamoriamo dell'amore e spensierati corriamo dietro ad una persona
pensando che questa personifichi l'idea che abbiamo dell'amore.
Ma ognuno di noi è portatore di amore imperfetto,
destinato a soddisfare solo parzialmente le esigenze dell'altro.
Ci innamoriamo egoisticamente per una ricerca del nostro piacere,
per soddisfare esigenze di cui a volte siamo consci.
Ed ora sono qui,
sul punto di partenza di un’altra strada,
sono un po’ stropicciata ma ancora in piedi,
a guardarla mi viene solo una gran voglia di girargli le spalle,
di mollare sul ciglio quella splendida visione di vita che avevo e andare via lontano…
ma questo non basterebbe.
Non è facile rivivere certe emozioni,
confrontarsi ogni volta nel ripetersi dei giorni,
gestire quegli attimi vissuti che mi hanno lasciato il segno e
che come un ciclone arrivano e mi sconvolgono la mente e il cuore…
e non mi danno pace.
E’ in questi momenti di debolezza che mi chiedo
se è servito a farmi stare meglio lasciare tutto quello che avevo anche se in fondo non era mio.  
Forse si, camminando per strade nuove,
anche se continuerò a cadere, crescerò…
anche se quel crescere mi costerà tanta tristezza…
la felicità non si può ottenere, possedere,
è qualcosa di cui godi ma che non si può intrappolare in un'ampolla e farla tua per sempre,
è qualcosa che passa, l'unica consolazione è che la tristezza, come la felicità,
è anch'essa passeggera...non puoi possedere neanche la tristezza, 
ma servirà a rafforzarmi le gambe per poter camminare a lungo, 
servirà ad indurirmi il muso per incassare meglio i colpi.
Cosa vuol dire essere forti? Non necessariamente non cadere,
ma riuscire ad alzarsi.
Non è facile alzarsi una volta che sei a terra,
a volte hai bisogno che qualcuno ti tenda la mano per aiutarti,
ma spesso nessuno si accorge che sei a terra, non ti vedono.
E allora preferisco sdraiarmi a terra,
a costo di essere calpestata pur di non disturbare nessuno.
Lasciatemi sdraiata, troverò io un appoggio a cui aggrapparmi
e spingermi in alto per alzarmi.
Nessun dolore è inutile, lo vivrò fino in fondo,
fino a non sentirlo più.
Tra qualche tempo avrò la consapevolezza
del costo di quel maledettissimo biglietto di ritorno e
spero che la paura del prezzo troppo caro da pagare
non mi faccia correre di nuovo verso quella strada.
Si dice che bisogna trarre insegnamento dagli errori fatti
e cercare di non ripeterli… 
ma cosa succederebbe
se la razionalità facesse le valige con la ragione
lasciando soli il sentimento e la paura???

 
 
 

Comete....

Post n°50 pubblicato il 07 Marzo 2009 da word_2008

…oggi mi piace pensare di essere un cielo…

...uno di quelli che quando t'incanti a guardarlo il tuo sguardo si perde nell'infinito..

...di quelli che si fondono col mare e diventano un tutt'uno...

...di quelli che all'orizzonte spunta il sole mentre sulla tua testa senti gocce di pioggia a bagnarti...

…mi soffermo a pensare a tutte le cose che son passate e a quelle che ancora passeranno..

..e soprattutto, se chiudo gli occhi, mi tornano odori e sapori…e occhi…e cuori…

…e penso alle stelle comete che mi hanno attraversato…e credo sia meravigliosamente bello che qualcuna ogni tanto mi lasci la sua scia luminosa..

…e poi siamo tutti stelle comete….alcune passano in un soffio, altre si fermano per sempre…nel nostro cielo o nel nostro cuore…ma questo è un dettaglio..

..e a volte forse un po’ di malinconia ci vela l’anima a vederne qualcuna andare, sparire o semplicemente spegnersi..giusto un po’ più in là..

 

…e mi piace anche pensare di esserlo…mi piace pensare che magari anch’io ogni tanto riesco ad illuminare un cielo che non attendeva più nulla…a dare luce a pensieri che si credevano assopiti..anche un solo istante…

 

…e poi torniamo a casa nostra…nel ns. cielo…con le solite stelline ferme e fisse che ci accompagnano e rimangono lì, sempre…le ns. certezze, i ns. dubbi, i battiti del cuore che non si fermano…

…torniamo lì ad aspettare nuove comete o semplicemente a sognare quelle passate…

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: word_2008
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: LE
 

"Regalami un tuo

sguardo e dipingerò

 il cielo d'eterno..

regalami un tuo respiro

 e spazzerò le nuvole

 che offuscano il domani..

regalami un tuo sospiro

e non esisterà più

 il rumore del mare..

regalami un tuo sorriso..

e non avrò più

 bisogno del sole...

 

FACEBOOK

 
 

ISTINTI

Perché
il corpo non è solo brividi
la mente non è solo pensiero
ed il cuore non è solo amore.

Manchi
di carezze
manchi
di parole
manchi
dentro al cuore

ma
sono solo
ragionevoli pensieri

vivo di istinti
io

------------------------------

...tu non smetterai di essere
il centro di tutti i miei pensieri 
e di tutti i sogni quelli più veri 
e se mi cercherai, se ti sentirò 
o se non ci incontreremo mai,
comunque io ti ritroverò
In Tutti I Miei Giorni

 

 

 

MUSICA

 

...

http://files.splinder.com/fb9b484cfe277510212068288b7ab404.jpeg

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

miriam108papepi0guido1963_2015disney1980tizianacardone72redfire68alexandra1865francesca.p2010terryvettalulu59leonerinoromano2005xelynacarrie66_2008claudio040katiuscia06
 

Questo blog non rappresenta
una testata giornalistica
in quanto non viene aggiornato
sistematicamente.
Non può quindi essere considerato
un prodotto editoriale,
ai sensi della legge
62 del 7/3/2001.
Molte immagini sono
tratte da internet,
ma se il loro uso violasse
diritti d'autore,
lo si comunichi che provvederò
all'immediata rimozione.

 Tutti gli scritti d'autore

sono presenti nei tags

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20