Creato da ruggero1949 il 13/07/2009

DISCUSSIONI

Discussioni di carattere religioso.

 

« Quali attività per l'uo...Il tempo atomico – un al... »

Gli atei sono a rischio... conversione?

Post n°292 pubblicato il 06 Aprile 2019 da ruggero1949

Nello "Srimad Bhagavatam" (canto 1; 3:24):


Poi,all’inizio dell’eta’ di Kali, il Signore apparira’ nella forma di Buddha, il figlio di

Anjana, nel distretto di Gaya, al solo scopo di confondere coloro che invidiano i fedeli

teisti.

Commento di Swami Prabhupada:

Buddha, potente avatara, apparve ne ldistretto di Gaya (Bihar) come figlio di Anjana. Egli

diffuse una sua interpretazione del concetto di non-violenza e rinnego’ perfino i sacrifici di

animali autorizzati dai Veda. All’epoca del suo avvento, l’intera umanita’ era caduta

nell’ateismo e mostrava un desiderio smodato per il consumo di carne animale. Col pretesto di

compiere sacrifici vedici, ogni casa si era praticamente trasformata in un mattatoio, dove si

dava via libera all’uccisione di animali. Mosso da pieta’ per le povere bestie, Buddha inizio’ a

predicare la non-violenza. Predico’ di non prestar fede alla norma vedica e insistette sui nefasti

effetti psicologici a cui si va incontro abbattendo gli animali. Gli uomini del kali-yuga, poco

intelligenti e privi di fede in Dio, aderirono allora ai suoi principi e intrapresero cosi’ la via della

disciplina morale e della non-violenza, le due tappe preliminari a ogni progresso nella

realizzazione di Dio. Egli inganno’ in questo modo gli atei, che si rifiutavano di credere in Dio,

ma avevano una fede assoluta in lui, il quale non era altri che una manifestazione di Dio. I

miscredenti credettero dunque in Dio nella forma di Buddha. Questa fu la sua misericordia: egli

fece in modo che gli infedeli credessero in lui.

Buddha venne per condurre verso il teismo tutti questi empi, deviati dall’ateismo. Percio’ egli

volle dapprima mettere fine al vizio di massacrare le bestie. Coloro che uccidono gli animali

rappresentano infatti elementi pericolosi sulla via del ritorno a Dio.

Noi consideriamo positivo l’interesse della gente per il movimento non violento di Buddha, ma

sara’ preso cosi’ seriamente da far chiudere tutti i mattatoi? Altrimenti, che senso ha il culto

dell’ahimsa (non violenza)? Lo Srimad-Bhagavatam fu compilato proprio prima dell’inizio del

kali-yuga, circa 5000 anni fa, mentre Buddha apparve circa 2600 anni fa. Lo Srimad-

Bhagavatam aveva dunque predetto la venuta di Buddha. Cio’ dimostra il valore di questo 

Testo, ricco anche di numerose altre profezie che si vanno realizzando tutte, una dopo l’altra. 

Cio’ contribuisce a convalidare il carattere assoluto dello Srimad-Bhagavatam, dove non c’e’ 

traccia di errore, d’illusione, d’inganno o imperfezione, che sono le quattro debolezze proprie 

di ogni anima condizionata. Le anime liberate si trovano al di la’ di queste imperfezioni e 

possono cosi’ vedere e predire avvenimenti futuri, anche molto lontani.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Jabel.Ramorino11prefazione09mel_ania1ruggero1949AngeloSenzaVelibortolaolotus.housecall.me.Ishmaelannamatrigianomarlow17maandraxlesaminatoreLuciaMetroRosecestlavie
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom