Creato da auotostoppista il 19/04/2010

viaggiare

conoscere l'universo

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Questo blog non
rappresenta una testata giornalistica
in quanto viene aggiornato senza
alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un
prodotto editoriale ai sensi della
legge n. 62 del 7.03.2001
Alcune delle immagini contenute
in questo blog sono prese dal web.
Per qualsiasi problema e se
involontariamente ho violato alcun
diritto fatemi sapere e verranno
immediatamente rimosse.

 

 

Notizie dal mondo

Post n°25 pubblicato il 25 Settembre 2014 da auotostoppista

Il robot che ha attraversato il Canada... in autostop

Negli ultimi anni gli automobilisti tendono ad essere meno disponibili con gli autostoppisti, ma i canadesi hanno fatto un'eccezione per Hitchbot, un robot che ha attraversato il Canada da costa a costa in autostop.

Grande più o meno come un bambino di sei anni, Hitchbot è dotato di GPS, connettività 3G, telecamere e fotocamere, e di un braccio mobile con cui può fare il segno dell'autostop, e può parlare e conversare con chi gli offre un passaggio, grazie ad un sistema di riconoscimento vocale e un sintetizzatore di voce che gli permette di chiacchierare.

hitchbot - da instagram

L'idea del robot-autostoppista è una via di mezzo tra una performance artistica ed un esperimento scientifico, ed è venuta a David Harris Smith, assistente alla McMaster University. "Si è molto discusso sui robot, che stanno avendo sempre più spazio nella nostra società: possiamo fidarci di loro? Prenderanno il controllo della società? E questo esperimento inverte i termini del discorso: i robot possono fidarsi delle persone?", spiega.

Hitchbot può muovere solo il braccio, e per tutto il resto invece doveva affidarsi a chi gli offre un passaggio. Tutto quello che poteva fare era postare le foto del suo viaggio sui social network, e chiedere come voleva essere trattato.

Alla fine il robot è arrivato a destinazione, completando il viaggio in 21 giorni, e vivendo diverse avventure con gli automobilisti che gli hanno offerto un passaggio: tra le altre cose, ha anche partecipato ad un matrimonio.

 

 

 
 
 

C'era una volta

Post n°24 pubblicato il 02 Settembre 2014 da auotostoppista

Una volta si alzava il dito e ...si viaggiava...oggi ?

 
 
 

Jack Kerouac

Post n°23 pubblicato il 13 Novembre 2013 da auotostoppista

- Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati.
- Dove andiamo?
- Non lo so, ma dobbiamo andare.

 

 

 
 
 

Una risata dai

Post n°22 pubblicato il 11 Novembre 2013 da auotostoppista

La mucca e il Ferrarino

Il cumenda col suo Ferrarino è lì che viaggia ad una buona media, su una strada provinciale.
Ad un tratto scorge una persona sul ciglio della strada che sta facendo l'autostop: è un contadino che porta con se una mucca. "Dov'è che deve andare buonuomo?"
"Io devo da andà in paese! Che me lo dai 'no strappo?"
"Certo agricolo! Sali pure... però ho l'impressione che il ruminante dovremo lasciarlo qui!"
"Tu nun te stà a preoccupà, vai che la mucca ce segue!"
"Ma l'è proprio sicuro?"
"Oh fregate! Vai tranquillo!"
Il contadino sale ed il cumenda parte. Mette la prima e va piano piano. Vede che la mucca lo segue e così comincia ad aumentare il passo... venti, trenta chilometri orari. La mucca lo segue fedelmente al trotto e lui si decide a schiacciare sull'acceleratore... cinquanta, cento, centocinquanta chilometri all'ora. La mucca gli galoppa dietro praticamente incollata al posteriore della Ferrari, è la sua ombra!
Il cumenda si sente decisamente umiliato a sapere che una mucca può seguirlo a quelle velocità, così si decide a spremere la macchina 180, 200, 220, 250 chilometri orari. Guarda nello specchietto e vede che la mucca ha tirato fuori la lingua. "Ah finalmente, sono riuscito a farla stancare!"
"Non è possibile!", replica il contadino.
"Come no? Ha tirato fuori la lingua!"
"Ma dò ce l'ha? A sinistra o a destra?"
"A sinistra, perché?"
"Allora scansate che te deve sorpassà!!"

 

 
 
 

Paul Fussell

Post n°21 pubblicato il 06 Maggio 2013 da auotostoppista

■Tutto il pathos e tutta l'ironia del lasciarsi la giovinezza alle spalle è implicito in ogni momento di felicità di un viaggio; ci si rende conto che non si possono riavere le prime gioie, e il viaggiatore, quello saggio, impara a non cercare di ripetere i successi ma a trovarne altri in nuovi luoghi.

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ilmonticianoauotostoppistaarabafelice59questione_di_cuore0carmelina59_2009latortaimperfettabelladinotte16orsobianco.amIl.Battito.Del.Cuoregryllo73antropoeticoannare38street.hasslenorman.stansfielddaunfiore
 

ULTIMI COMMENTI

un baciuzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz.
Inviato da: dolce_fb
il 24/01/2012 alle 16:41
 
buon pomeriggio anche se io son un po triste ciao...annina
Inviato da: annamatrigiano
il 02/11/2010 alle 14:36
 
Buon pomeriggio,ciao anna
Inviato da: annamatrigiano
il 15/10/2010 alle 17:34
 
siiiiiiiiiiii bellissima a me piace la...
Inviato da: annamatrigiano
il 17/07/2010 alle 11:57
 
ahah anche io!!!!!!!!!!!!!!!!!,baci.
Inviato da: inaorlando
il 13/07/2010 alle 11:56
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom