Blog
Un blog creato da Roberta_dgl8 il 16/07/2010

La vera me stessa

i miei pensieri

 
 

GENITALIANI

 Leonardo Da Vinci (studio di Leda)

Leonardo Da Vinci

 

Domenico Zipoli

 

 

IL PIÙ GRANDE DI TUTTI

Fabrizio De Andrè

 

 

RICORDI BELLI

                      

 

MAMMA, METTIAMO IL GRAN GENIO?

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

l'Autrice del blog:) io     

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/sml/1b62d1ce68_8237356_sml.jpgo

14/9/14 1^comunione di Matteo, ero ancora piena di sogni, avessi invece dato retta al sesto senso della mia delusione... ma oggi, mi dico, che tutto poi, viene da se'. E i sogni sono intatti :-)

 

LE SCALAI

l'amore non è "sobrio", ma è sempre brillo !

l'amore non dice "faccio quello che posso".

(ma scala le vette dell'impossibile). 

sempre io :)

https://youtu.be/aTyevqO2cfQ

 

CLASSIC BLUES

 

UNA POESIA PER ME.

                       A Roby

Non mi lascio trascorrere, ne tagliare

ho vita

che mi percorre le vene, i pensieri,

la quantità immensa dei bagagli

pagati con sacrifici immani

Porto tutto con me

e assecondo il sole

Lo mangio persino

mentre fa il suo giro

decollo

E plano, 

bambina tra frammenti di vetro,

mi sollevo e scendo

Sulla pista dei volti

che mi hanno voluto bene,

che si sono caricati tamburi di latta

per risuonarmi nel cuore

e ridermi dentro

nell'atterraggio

Con un suono esile e un amore potente


(Joe/Tobias - blogger)  

 

PERLE E ORO (VERI)

penso che il bene alla fine diventa ORO e le cicatrici possono rendere una superficie ricamata dall'esistenza autentica ... (DanySeveral, blogger)  


Perciò, Roberta, bisogna stare attenti a non deprimersi per la sconfitta, ma valutarla come un'opportunità comunque tentata nella buona fede della sua riuscita. Non avere rimpianti, è ciò che conta, come credere ancora ai miracoli, se desiderati.         (Gabriella, blogger)                                                       §

La solitudine è un drago che brucia tutto. Ma dovremmo considerare la legge della fisica: nulla si crea e nulla si distrugge. Così anche nell’animo umano ciò che (ci) brucia sarà un diverso av-venire.  Am Archetypon (blogger)                                                 §

epimetea- la ricerca della realtà
la -sconfitta- è un nido adeguato 
per confortare l'attitudine della fenice,
l'aria il moto del suo volo potente. emma01 (blogger)

 

2015/2011 (MATEMATICHE)

Sogn(h)ippy    

 

{ Cerchi la felicità dappertutto. La trovi nel tuo sorriso che si riaccende. Anche nel buio, dove c'è sempre una piccola scintilla, una piccola lama di luce in contrasto. In questo mondo, dove tutto sembra crudele e doloroso, proprio là, nelle notti oscure, quando i giorni non sono gioiosi come vorremmo, nel nome di chi amiamo e nel modo in cui i tuoi occhi brillano. E sai una cosa? Questo porta altra luce, altra ed altra ancora. La più luminosa di tante stelle. }

Regalo di tantestelle (blogger)

 

ei fu...

1b62d1ce68_3231424_lrg[1]

------------------------------------------------------------


donare il bene, sempre. Sempre.

 

------------------------------------

IMG_20190817_090624

 

Lampi di felicità     

100_3303

 

 

AREA PERSONALE

 

 

« 8 novembre 2020 h.8,25post - it »

Adesso

Post n°1337 pubblicato il 14 Novembre 2020 da Roberta_dgl8

Sono in piedi dalle 4 e mezza, circa. Pioveva fitto fitto e fino ma intenso. E non riuscivo a riprendere sonno. Mi giravo e giravo nel letto. Caldo, per il periodo. Troppo. Ma la pioggia mi accendeva un sorriso che sentivo nei muscoli. Alzata per andare in bagno, rimessa a letto. La pioggia più fitta, sembrava 'parlarmi' sembrava lavare via quello che andava lavato via. Come la natura sà e può dirci.

Poi mi sono alzata. Verso le 6. Fatta colazione. Cappuccino, cornetto con marmellata di fichi. Il camionista affamato perenne che è dentro di me, ne reclamava un altro di cornetto. Si è dovuto accontentare di un paio di biscottini. Gentilini. 

Chiamo camionista - per autoironia - e per razionalità buona - la fame atavica che l'anima e il cuore (rattrappiti) insinuano nella postura... hanno una radice 'antica'... Papà. mio caro. Adorato. Il tuo ricordo svanisce nel tempo, cerco di riprenderlo mentre mi giro e rigiro nel letto. Mi vieni in mente. Forse perchè per tanti anni, ti ho mandato via. Ma c'eri sempre: ci sei sempre stato. Unico Uomo ad avermi voluto, veramente bene.

 

Pausa caffè, scuro. Non troppo bollente (il mio), Illy.

Girato. cucchiaino. d'argento. Che la scrittura mi serve, mi pacifica, via mediana e bilanciata (della mia luna bilancina) per fare il punto della mia situazione mi serve , mi aiuta ne ho bisogno, 'spinge', e il caffè è appunto una spinta alla pigrizia. E alle piccole indecisioni, prima di scrivere. 

Fuori, la pioggia ha lasciato spazio ad un cielo turchino meraviglioso, che si fonde con il grigio. Bellissimo. La luce gialla calda della lampada, è similare ai gialli delle fioriture di foglie in questi alberi autunnali. Prima, nel letto, pensavo anche al mare. Pensavo davvero tanto al mare.. il mio corpo sentiva il bisogno di acqua salata. Di sole sulla pelle, di pigrizia di giornate lunghe e languide, anche se, la sopportazione alla canicola estiva si fa sempre peggio, e intollerabile, e le sudate, mal si addicono all'età che cambia.

Poi, girandomi e rigirandomi nel letto, la voglia di scrivere, ... un uccellino timido ora cinguetta, e fa i  suoi versi insieme alle mie parole, scritte. Quanti incipit in questi giorni, che si perdevano negli abbracci a mio figlio. Abbracciarlo è una cosa meravigliosa, assoluta, buona, appagante , un affetto che non conosce eguali. E' impossibile.

 

Prima, sempre nel letto, a girarmi e rigirarmi, gli occhi a bruciarmi, perchè avevano ancora bisogno di sonno, ma il resto del corpo, non ce la faceva, fremeva con l'acqua piovana, agitandomi lievemente e la voglia di scrivere, assolutamente primaria, anche se, lo stomaco reclamava la colazione. 

Vorrei poter pubblicare, senza rileggere. Le campane delle 7,30 suonano, chissà a che ora finirà il post :-)

 

La scrittura per fare ordine. Non quello compulsivo e maniacale. NO. Quello che mi serve per procedere e legare questo fatto (la scrittura pubblica) alla mia vita. Sistemare con me,questo diario, che vive con me. 

Sono sincera, che mi piacerebbe portarlo altrove.Sono sincera, che mi piacerebbe poter trasferire tutti i post nella bacheca QUI per via delle falle che  limitano un pochino la libertà. Ma ogni cosa che è 'gratuita' può avere falle. Forse. Oppure a noi e sempre la scelta.

 

Ho scritto un paio di post fa, mi pare, che sono stata molto felice. Sì. Quando ho rivisto la comitiva, un mio pezzo di vita. Non lo rinnego è vero.  Ma, al contempo, mentre mi dico molte cose, dentro, che per ovvie ragioni non posso riportare qui, mi dico anche ed ho bisogno di scriverlo, che - quella felicità - andava curata, coltivata, pianificata. E così non è stato. Si portava dietro un'infelicità pregressa, un qualche cosa, che stonava, che io sapevo e capivo. Ci abbiamo provato (mi riferisco al mio matrimonio e lunghissimo fidanzamento), - e - devo dire che per un po' sembrava funzionare, ma non si sfugge poi al dipanarsi di ciò che arriva naturale, e non ci si può mai accanire, nè, essere tenaci laddove la tenacia è improduttiva. Cerco di spiegare a me stessa, risolvendolo qui, che se la mia tenacia fosse stata proficua, ora avrei due lauree. Ed invece e però ne ho una honoris causa in questa università della vita, che la vita appunto, mi ha donato. Oggi come oggi, mi dico cose importanti. Mi dico, che non sono miserie le mie. Affatto. Ho commesso un grande peccato con me stessa, abusando e svilendomi da sola con parole scritte troppo severe sempre verso me.  Quando parlo di miserie, io mi riferisco alla nostra caducità, alla nostra vanità, al nostro talvolta pressapochismo di piccoli esseri 'effimeri' solo di passaggio su questa terra. Queste sono le miserie. Del genere umano. 

Non le mie nella fattispecie, dei miei errori. Che oggi riparo, come posso, dicendomi tutta la verità, - cosa che ho sempre voluto fare, - ma con la speranza di poter riparare.. ciò che invece non poteva essere riparato. Però mi perdono, perchè era una tenacia di affetto, e di scelta che credevo 'dovermi', ed invece, avrei dovuto il contrario. Non lo capivo, o meglio: non lo volevo capire, me lo volevo fare bastare. O meglio ancora, era stata troppo bella quell'estasi che ho avuto, toccato una volta, - che la volevo di nuovo ripetere nella quotidianità, : ERO FERMAMENTE CONVINTA, CHE SE LA CONVINZIONE DEGLI INTENTI FOSSE STATA RECIPROCA, CI AVREBBE TRAGHETTATI, VERSO LA LIBERAZIONE DEI FANTASMI DEL PASSATO. Purtroppo così non è stato, - voleva esserlo per me, in una sorta di simbiosi/complicità/empatia, che non è stata reciproca appunto. E il resto poi viene da se...

 

pausa.     

Che poi i fantasmi non erano i miei... mie erano le insicurezze. E la tenacia a restare (per il sogno di sistemazione e liberazione), mi ha bloccato in una immobilità, personale, in cui, tutto il resto andava avanti e una parte di me, rimaneva indietro, bloccata.

Non sono stata capace, di imporre me stessa,a me stessa. 

L'ho detto e ridetto alla psicologa. Lo dico, e ridico, qui.

Non nella maniera asciutta, stringata, sintetica, come ce l'ho dentro.  Non importa, mi dico e scrivo. Va bene lo stesso. E' importante lo scriva, perchè credo e sento fermamente che la serenità dipende anche da questo, sebbene il cammino e la salita siano ancora lunghi ed impervi. Non a caso il nome di questo blog, non è un caso.

Il giorno si accende di un grigio plumbeo, il turchino è sparito nella magia dei colori della natura, : irripetibili. Nonostante il 'genio' umano dell'arte di riprodurre, ed anche e anzi superarla pure la natura, in meglio ed in peggio, - il colore perfetto è sempre e rimane sempre LEI. La natura. La nostra anche... Di seguirci, totalmente globalmente. Che quando vediamo che la 'tenacia' è sterile, via... andare via. Lontano il più possibile, accarezzando l'esperienza, e ringraziando per ciò che ci ha insegnato.

Mentre scrivo, appunto, mi dico, che il mio istito ha sempre avuto 'ragione'. Il punto è sempre stato purtroppo, non solo 'accontentarmi', sovente, ma anche essere andata troppo a fondo, come se, la parte istintuale, instintiva, venisse surclassata dalla 'ragione' dal cervello che si diceva, ... aspetta ... tu stai buono istinto, vai a vedere che ti sbagli? E poi, quando invece , entrambi si abbracciavano, e davano la mano, ... l'immobilità arrivava perchè lo schiaffo della consapevolezza, invece di svegliarci, ci immobilizzava appunto, e ci faveva dire... si può cambiare, non si deve gettare tutto via. Ma non si sarebbe gettato tutto via, - si sarebbe presa l'esperienza, - e soprattutto avrebbe vinto se così si può dire, senz'altro la nostra natura tutta, globale, completa.

Se ci fosse stato un pizzico di fortuna in più... 

ma non si può aggrapparsi a questa chimera... perchè la fortuna ha varie sfaccettature, e quando ti accorgi che ripeti gli stessi identici errori, e lo stesso ti accanisci, allora, evidentemente sei 'tu il problema' (!!)

ed allora, torna quella voragine, quella fame, quel rattrappimento dell'anima che arriva fino al cuore, ed insieme ti fanno incurvare e piegare.. : hai fame, pensi solo a saziarti in un immediato anche con del cibo avariato. E  non solo, resti pure se l'alimentazione che hai da tanto e troppo tempo, non è a te, adeguata... cerchi ciò che ti manca, ... quando invece sai, che puoi solo TU con un poco di digiuno 'sano', tornare da te, - dirti tutto e vedere tutto. 

Perchè dirsi tutto libera.

 

Non so' se uscirà fuori tutto questo.

Nel senso non so' se pubblicherò.   Non perchè mi importi di occhi cattivi che possono leggere, nè per pudore. Non mi sento spudorata. Anzi, non mi sono mai sentita meglio, in verità.

Questo autunno, dopo anni, lo sento mio.

So di essere stata anche felice, lo ripeto, non a consolazione, ma proprio perchè lo sono stata. Con mio marito. Fermo restando , che avremmo dovuto lasciarci, tempo prima. Poi mi dico, che Matteo non sarebbe venuto, e come può essere una consolazione, una gioia come la sua, nonostante la problematica? Come ad essere una sorta di 'regalo' imperfetto, ma a fare aprire il terzo occhio, amore mio, essere caldo e buono, dolcezza infinita, bambolotto di carne della mamma, imperfetta ed alienata, ma alla fine devota e sincera.

Ora sei un uomo, amore mio. Il mio sogno più grande è un Miracolo Grandissimo. Che tu possa aprire i tuoi occhi ed essere 'normale'... mi verrebbe forse un infarto, forse mi si tingerebbero tutti bianchi i capelli in un colpo solo, e morirei felice per un attimo andrei verso la luce, tu saresti un ragazzo un UOmo che può andare per il mondo, organicamente sano e ora 'senza più autismo', ed io ad abbracciare tutti miei cari.

E ho implorato mille volte a quella immagine che ho scelto perchè la riconosco tutto ciò. L'ho implorato mille volte. Così come di farmi avere un'altra possibilità... d'amore.

Poi mi dico con la massima sincerità ancora, che ancòra è questa vita (non so' mai dove vanno gli accenti signora mia),  :-) e che a picco non vado, nonostante le falle, i falli e i fallimenti.

Mi duole molto la calunnia la bugia la menzogna - la verità manipolata, imprecisa, alterata mistificata, che si autolegittima di cattiveria. Che non rispetta la dinamica degli eventi per come si sono svolti. Tutto il resto lo posso sopportare... e mentre lo scrivo mi dico che posso sopportare anche questo, come una nuvola di smog che passerà.. facendo posto ad aria pura di montagna. Che forse anche lo smog è il frutto di una macchina sfasciata e non più funzionante che si ostina a camminare... 

ho bisogno di dirmi tutto questo. Mi appello alle parole buone che chi mi legge da anni ha imparato a dirmi - ' scrivi per te e ti fa bene , fregatene del resto'.

Del resto, se poi fregarsene è impossibile, possibile è l'imperturbabilità, la serenità, attraverso cui poi, la guida saprà farsi ancora più incisiva...

 

Ho dovuto rileggere. Se non avessi fatto così tanti errori di battitura, forse lavorerei ancora. Ora non voglio diventi un calderone sto post, nemmeno un minestrone. Che poi a me nella realtà viene buonissimo :-)

Al lavoro non ci devo nè voglio pensare più... e difatti se ne va, sfuma negli anni e nel quotidiano, forse ne farò un post 'dedicato', mi manca moltissimo... ma poi mi dico, che lavoro immensto sto facendo, e vengo ripagata (pure) non senza fatica, ovviamente.

Matteo dorme. Forse la scuola nonostante tutto e speriamo salvo imprevisti ancora, riaprirà martedì. lui andrà mercoledì, perchè martedì c'è l'ippoterapia. Sono felice ha ricominciato  a trottare! Se solo fosse stato meglio seguito. Niente rimpianti, ... trotta ed è bravissimo. Sta imparando a gestire anche il cavallo. Si è autotolto le pasticche della sera.. è faticosa la questione, MA, ha sentito i dialoghi tra me, e il medico di base (che mi ha illustrato gli effetti collaterali).  Matteo mio... devo imparare ancora molto, i miei sogni non sono 'te' tu sei come sei...: sogno anarchico bellissimo!! Ed io torno la mamma imperfetta.. molto più imperfetta di te. Lo dico davvero e con cognizione, mentre il calorifero mi fa sudare come la scorsa estate, ma signora mia sti panni non asciugano !!Mi levo il pezzo sopra del pigiama, sto in canottiera, ma non è uno strip (rido), io sono più che altro sportiva e spiritosa. Credo che il mistero dell'eros non sia rappresentabile, se non con la pratica amorosa di due Persone che si fidano/abbandonano reciprocamente simbioticamente ed empaticamente senza paura alcuna e soprattutto SENTENDOSI totalmente.   Poi ci saranno anche altre sfaccettature che il mondo è vario, ci saranno le macchine da guerra, i compiuti e gli incompiuti di chi crede di sapere e svilisce il tutto. Non è affar mio. Fra poco la caldana passerà rimetterò il pigiama. Fra poco spegnerò il termosifone (l'unico acceso) che stiamo a metà novembre e praticamente non ho mai acceso i caloriferi se non per fare asciugare i panni un paio di volte. Meglio così. Ho tolto il piumino dal letto e rimesso il trapuntino, ho messo la maglietta della salute solo da due giorni, e mi muovo in questo autunno con i miei capelli nuovi (mi si sono arricciati ancora di più sfoltendoli). Caro M. ho comprato quel diffusore ma credo che te lo regalerò, ho sbagliato... non lo so usare, poco male, ho speso poco, ma non sono capace di farlo funzionare. (mi viene da ridere) ed ancora mi sono pure fatta fare un piccola sola su un vino al supermercato, ma poi mi sorrido, riciclerò l'acquisto, ed imparerò, ho ancora tanto da imparare alla mia tenera età rido ancora davanti al pc.

Insomma, forse la scuola potrà ricominciare, sebbene io sia un poco contrariata, perchè per sanificare e rendere operativa la disposizione governativa, pare stiano aspettando che le cose peggiorino, ... nonostante ciò io voglio essere OTTIMISTA LO STESSO.

Matteo dopo il campo velico di Ventotene ha fatto dei miglioramenti notevoli. Il viaggio a Firenze anche è andato a meraviglia : era completamente trasformato. Tutti questi tasselli messi insieme, mi fanno bene sperare. Devo essere ottimista, anche se poi, pensandoci, mi dico, che NO non ci voleva questo ritorno al passato... queste nuove chiusure questa maledetta malattia che si aggira... Come dire? torna alle spalle questo colpo basso che credevamo di avere superato e non siamo capaci di schivare ... se mi guardo indietro, vedo un'estate che avrebbe dovuto essere prudente, e per le imprudenze di tanti, seppur senza cercare un colpevole, - è stato per noi un settembre bellissimo... Ed allora, ORA, tutta questa confusione, me ne crea ancora di più. E non voglio.

Ventotene, il viaggio a Firenze, Matteo che torna a scuola, il trotto, l'uso regolare del bagno (soprattutto!!) senza rimedi, ma naturalmente, SONO GRANDI ENORMI MIRACOLI.

La mia scrittura passa da naif ad astratta, non ha un filo logico conseguente, scrivo troppo e non pretendo davvero che mi si possa leggere fino a qui. Spero solo che chi lo faccia,lo faccia veramente. Per intero e totalmente. Che non prenda solo 'pezzi' preferisco non legga per nulla.

Poi è chiaro che la mia non vuole essere una limitazione di libertà... ma solo un invito al rispetto.. 

io sono brava anche a fare i 'trafiletti' o i 'post it', ma poi se scelgo questo MODO, è perchè ho bisogno di farlo.

Non pretendo nè impongo.. invito.

Quindi rispetto di più chi non mi legge per nulla e passa 'oltre', poi è chiaro, che è 'pubblico' e alla fine, pazienza.

Ora rileggerò ... mi pare di aver (per ora) detto tutto... i pensieri si sono shekerati dentro , e sono usciti come gli pareva a loro!  certo un po' fulminata sono, il mio pilota automatico, quando sono stanca arriva, e quando è il momento di chiudere, deve farlo.

Playlist ricca variegata, una sorta di fritto misto (per pranzo) o colazione sostanziosa. 

Mi dico, a Post scriptum , che quante e quante cose, mi sono ORA piu' chiare che mai, e oggi quel sesto senso di allora sposa tutto quello che dovevo capire, e che continuo a capire.

Fisso anche (non fesso) un mio pensiero qui, .. e cioè che la cattiveria non è infinita, laddove la bontà è totale.

Passo e chiudo.

postscriptum2, io scrivo da sempre e sempre per me, per stare meglio e farmi chiarezza dentro. (grazie).

 

https://youtu.be/8SbUC-UaAxE

https://youtu.be/ERm_vlIjEGM

https://youtu.be/snILjFUkk_A

https://youtu.be/6zkgOkEu-zQ

https://youtu.be/Hw1t7OCESUw

https://youtu.be/imYJpr09IgQ

https://youtu.be/4JkIs37a2JE

https://youtu.be/qKpCKBfazX8

https://youtu.be/kFaSOlKYwx8

https://youtu.be/0fx_SuGJ0Ag

https://youtu.be/LM7rTQcPeb8

https://youtu.be/6ylDDs3mdJE

https://youtu.be/1SnSfHkkxRY

https://youtu.be/CicUVoGrU_E

https://youtu.be/uMa2ga8gqEw

https://youtu.be/F5QuxJPU7NI

Commenti al Post:
gianor1
gianor1 il 14/11/20 alle 09:48 via WEB
Gentilissima Roberta
la tua prosa decisamente poetica è tremedamente autentica, e la parola è sentita nel profondo, le frasi sofferte, scarnate da ogni orpello fino a raggiungere o a fare restare, solo la vera sostanza, l'essenza ultima, di un modo di intendere la scrittura e il suo esplicarsi. I continui rimandi a ben identificate situazioni, a determinate percezioni anche solo lievemente carpite, a sintetiche espressioni fedelmente rese, racchiudono l'universo emozionale della tua personalità, intesa come complessità letteraria, morale e culturale di una donna che scrive solo ciò che sente scaturire dal profondo del cuore. Abbiate sempre cura. Gian
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 14/11/20 alle 09:54 via WEB
Gentile Amico, che DIO ci benedica entrambi. A te, per avere capito, a me, per essermi fatta capire. GRAZIE, TI AUGURO DAVVERO OGNI BENE. Roby :)
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 14/11/20 alle 20:29 via WEB
Ma non siete zona arancione? E riaprono le scuole??? Hai fatto un bel discorso con te stessa, a quanto ho letto. Playlist ricca, quasi interamente salvata. Ciao nè
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:16 via WEB
Siamo zona gialla, ancora. Le scuole hanno una soglia di autonomia, e come HO SCRITTO, per gli alunni H è prevista la frequenza per le ovvie difficoltà nella didattica in DAD. Si, mi sono fatta un bel discorso, e non è la prima volta; già a febbraio 2018 avevo fatto la stessa cosa, ma stavolta ancora più incisivamente. Sono molto contenta che tu lo abbia letto e compreso. sorrido su quel 'quasi'. Ciao :-)
 
several1
several1 il 14/11/20 alle 20:50 via WEB
Congratulazioni Matteo :-* e un :-* alla mamma
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:16 via WEB
E' la cosa più importante, Brava Dany... e se sto bene io, sta bene anche lui! grazie :-)
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:17 via WEB
se sto MEGLIO :-) e sto, meglio :-)
 
maresogno67
maresogno67 il 15/11/20 alle 13:43 via WEB
Ti rispondo con una breve metafora a cui mi rimanda qyesto tuo post. Quando ero piccolo mi affascinava tantissimo vedere l'orologiaio con la sua lente in un occhio mentre aggiusta a quiei meccanismi piccolissimi e al tempo stesso sofisticati degli orologi a corona, ovvero quelli che si ricaricavano a mano. Ecco ti immagino orologiaia di quegli orologi. Buona domenica, Gianni
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:18 via WEB
Grazie Gianni!! Ti ringrazio moltissimo per la metafora! mi calza alla perfezione :-)) buona fine domenica a te. Roberta
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:19 via WEB
hai ben colto :-) grazie ancora ...
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 15/11/20 alle 15:59 via WEB
. post it



FORZA MATTEO!

Un abbraccio a Voi. M@.
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:18 via WEB
Grazie Mario !!!
 
cateviola
cateviola il 15/11/20 alle 17:25 via WEB
Imperturbabile sovrana indifferenza. Perché la manipolazione menzognera è molto fastidiosa, ma non tocca la verità pulita, dolente, pura nella sua imperfetta e viva autenticità.
Quanto al sogno... mai smettere di sperare, senza illusioni, senza resa.
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:21 via WEB
Grazie Caterina :-) riuscirò a fare come è scritto nel bigliettino donato dalla mamma: Roberta ricordati di essere serena in qualsiasi circostanza della vita. Sembra un semplice bigliettino ed invece... l'imperturbabilità anche di fronte alle ingiustizie che possiamo subire, ai fallimenti, a ciò che di sbagliato compiamo nella vita anche a fronte delle consapevoli analisi di cui scrivo nel blog, è l'unica via per la pacificazione personale e la serenità. Ecco perchè ho scritto questo post.
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 16/11/20 alle 00:16 via WEB
Riguardo il sogno, non smetterò mai nè di sperare, nè mai mi arrenderò.. avevo dimenticato di risponderti, ma ti avevo ben letta. Riflettevo, che quando le parole sono buone oneste e vere/sentite, sono come balsamo... e mi dico e ti dico, che i sogni mi hanno salvata, e, la mia dignità ha salvato loro, perchè erano loro più forti di tutto quello che ho dovuto sopportare. Serena notte. Con un sorriso come qui accanto. :-)
 
ReCassettaII
ReCassettaII il 15/11/20 alle 19:20 via WEB
A volte scrivo quando mi sembra di avvicinarmi troppo al baratro e così trovo il modo per allontanarmi.
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 15/11/20 alle 21:25 via WEB
Ciao Cassetta. Si scrive anche per il motivo che dici. Ricordo di averlo fatto anche io. Questo lungo post invece è un'analisi pacificatoria della mia vita. Una pagina da leggere e rileggere, un aiuto per stare meglio. Personalmente e per fortuna non sono in nessun baratro ora, anche se, ci sono stata vicina in passato. buona serata e grazie per il tuo commento. Roberta
 
   
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 16/11/20 alle 00:21 via WEB
PS : l'importante è che ciò che scrivi non ci faccia andare qualcun altro, nel baratro. :-) perchè se siamo mossi da onestà, ci salveremo noi e salveremo anche gli altri. serena notte. Roberta
 
     
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 16/11/20 alle 17:26 via WEB
:-), M@.

https://youtu.be/G8ioOG-PaxQ
 
     
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 16/11/20 alle 19:46 via WEB
grazie :-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

MARZO 2011

 

NOVEMBRE 2018

DSC_3039_00047

 

VITA MIA (E SALVEZZA MIA)

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/med/1b62d1ce68_8748280_med.jpg

                                  

 

Mamma, qui posso toccare tutti, vero?

MAXXI (Roma) 2 APRILE 2015

-----------------------------------------

LA VOCE DI CHI NON HA VOCE :

“Essere autistici non significa non essere umani, ma essere diversi. Quello che è normale per altre persone non è normale per me e quello che ritengo normale non lo è per gli altri. In un certo senso sono mal “equipaggiato” per sopravvivere in questo mondo, come un extraterrestre che si sia perso senza un manuale per sapere come orientarsi. Ma la mia personalità è rimasta intatta. La mia individualità non è danneggiata. Ritrovo un grande valore e significato nella vita e non ho desiderio di essere guarito da me stesso. Concedetemi la dignità di ritrovare me stesso nei modi che desidero; riconoscete che siamo diversi l’uno dall’altro, che il mio modo di essere non è soltanto una versione guasta del vostro. Interrogatevi sulle vostre convinzioni, definite le vostre posizioni. Lavorate con me per costruire ponti tra noi.” ( Jim Sinclair, 1998, autistico ad alto funzionamento)

 

SEMPRE CON ME

MUORE GIOVANE CHI AL CIELO E' CARO...

MA L'AMORE E' L'ANIMA E L'ANIMA NON MUORE

io e papà

PER SEMPRE CON ME 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Roberta_dgl8alf.cosmosmaresogno67raggiocobaltooITALIANOinATTESACherrysljigendaisukecassetta2Rotolandonelventopa.cekBouvardper_femmine2012benedetto21pinoamistad.siempre
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie Gianni!! Tu hai davvero capito:) ascolterò poi da...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 17/01/2021 alle 18:15
 
Bel post energico ed in questo periodo di chiusure/false...
Inviato da: maresogno67
il 17/01/2021 alle 16:37
 
PS. sono stata una buona segretaria :-)
Inviato da: Roberta_dgl8
il 16/01/2021 alle 21:23
 
grazie :)
Inviato da: Roberta_dgl8
il 16/01/2021 alle 21:10
 
facciamo gli spiritosi?? :-)) Era solo per fare capire la...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 16/01/2021 alle 21:10
 
 

H H

 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

 

APPARTENENZE

unnamed

     Cuore d'altleta     

 

Fiumicino (Roma)

 

La soggettività nella sua interiorità più profonda è la verità e la realtà.

S.K.

----------------------------

Non importa quanto lontano possa andare lo spirito, non andrà mai più lontano del cuore.   (Confucio)

 

GRAZIE ...

 Io e Cate a Firenze 

9-ottobre-2016-con-roby-in-piazza-della-signoria

io e Viola

9-ottobre-2016-roberta-e-viola-santa-maria-novella

_____ *________*______     Grazie Sig. "Libero" :-)


Monica Cara e Io a Bologna

 

Risultati immagini per amicizia

 

grazie...       

Pulisci e pensi, ascolti il soliloquio ed entri in una giostra difficile  da starci sopra... cara Roby, il tuo cammino è così difficile ... Per quello il blog è una valvola di sfogo: perchè porta coi piedi a terra quelli che se ne stanno a fare troppi voli pindarici ... Tu sei la testimonianza fragile e potente di una realtà di tante altre donne che se ne stanno zitte e non hanno voce ... se torni è sempre da te che torni, mica in un posto inospitale, bensì nel tuo piccolo nido di parole difficili ma piene di amore e compassione. 

(Daniela . Several1 blogger) 

 

GRAZIE!

Firenze, 24/10/2020

24-ottobre-2020-sandro-viola-cate-matteo-roberta