Blog
Un blog creato da Roberta_dgl8 il 16/07/2010

La vera me stessa

i miei pensieri

 
 

GENITALIANI

 Leonardo Da Vinci (studio di Leda)

Leonardo Da Vinci

 

Domenico Zipoli

 

 

IL PIÙ GRANDE DI TUTTI

Fabrizio De Andrè

 

 

RICORDI BELLI

                      

 

MAMMA, METTIAMO IL GRAN GENIO?

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

l'Autrice del blog:) io     

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/sml/1b62d1ce68_8237356_sml.jpgo

14/9/14 1^comunione di Matteo, ero ancora piena di sogni, avessi invece dato retta al sesto senso della mia delusione... ma oggi, mi dico, che tutto poi, viene da se'. E i sogni sono intatti :-)

 

LE SCALAI

l'amore non è "sobrio", ma è sempre brillo !

l'amore non dice "faccio quello che posso".

(ma scala le vette dell'impossibile). 

sempre io :)

https://youtu.be/aTyevqO2cfQ

 

CLASSIC BLUES

 

UNA POESIA PER ME.

                       A Roby

Non mi lascio trascorrere, ne tagliare

ho vita

che mi percorre le vene, i pensieri,

la quantità immensa dei bagagli

pagati con sacrifici immani

Porto tutto con me

e assecondo il sole

Lo mangio persino

mentre fa il suo giro

decollo

E plano, 

bambina tra frammenti di vetro,

mi sollevo e scendo

Sulla pista dei volti

che mi hanno voluto bene,

che si sono caricati tamburi di latta

per risuonarmi nel cuore

e ridermi dentro

nell'atterraggio

Con un suono esile e un amore potente


(Joe/Tobias - blogger)  

 

PERLE E ORO (VERI)

penso che il bene alla fine diventa ORO e le cicatrici possono rendere una superficie ricamata dall'esistenza autentica ... (DanySeveral, blogger)  


Perciò, Roberta, bisogna stare attenti a non deprimersi per la sconfitta, ma valutarla come un'opportunità comunque tentata nella buona fede della sua riuscita. Non avere rimpianti, è ciò che conta, come credere ancora ai miracoli, se desiderati.         (Gabriella, blogger)                                                       §

La solitudine è un drago che brucia tutto. Ma dovremmo considerare la legge della fisica: nulla si crea e nulla si distrugge. Così anche nell’animo umano ciò che (ci) brucia sarà un diverso av-venire.  Am Archetypon (blogger)                                                 §

epimetea- la ricerca della realtà
la -sconfitta- è un nido adeguato 
per confortare l'attitudine della fenice,
l'aria il moto del suo volo potente. emma01 (blogger)

 

2015/2011 (MATEMATICHE)

Sogn(h)ippy    

 

{ Cerchi la felicità dappertutto. La trovi nel tuo sorriso che si riaccende. Anche nel buio, dove c'è sempre una piccola scintilla, una piccola lama di luce in contrasto. In questo mondo, dove tutto sembra crudele e doloroso, proprio là, nelle notti oscure, quando i giorni non sono gioiosi come vorremmo, nel nome di chi amiamo e nel modo in cui i tuoi occhi brillano. E sai una cosa? Questo porta altra luce, altra ed altra ancora. La più luminosa di tante stelle. }

Regalo di tantestelle (blogger)

 

ei fu...

1b62d1ce68_3231424_lrg[1]

------------------------------------------------------------


donare il bene, sempre. Sempre.

.. anche quando viene disprezzato/usato/alterato

------------------------------------

IMG_20190817_090624

 

Lampi di felicità     

100_3303

 

 

AREA PERSONALE

 

§

Abbiamo imparato, che non possiamo accettare nessuna concezione ottimistica dell'esistenza, nessuna specie di lieto fine al dramma della storia.

Tuttavia, se crediamo che essere ottimisti è una stoltezza, sappiamo anche che dichiararsi pessimisti quanto alla possibilità di agire in mezzo ai nostri simili per diminuire i mali che ci affligono e procurare qualche bene, è una viltà.

Albert Camus (discorso al ricevimento del P.Nobel)


Nella profondità dell'inverno ho imparato alla fine che dentro di me c'è un'estate invincibile.

(idem)

 

LO RIMETTO :-)

 

Messaggi del 06/01/2021

Roma 2021

Post n°1369 pubblicato il 06 Gennaio 2021 da Roberta_dgl8

DSCN6164

 

 

 

 

 

DSCN6168

 

 

 

DSCN6169

 

 

 

DSCN6170

 

 

 

 

DSCN6173

 

 

 

 

DSCN6175

 

 

DSCN6171

 

DSCN6172

 

DSCN6182

 

 

DSCN6183

 

DSCN6207

 

DSCN6195

 

DSCN6200

 
 
 

§

Post n°1368 pubblicato il 06 Gennaio 2021 da Roberta_dgl8

Buone notizie. Matteo domani ricomincia i laboratori scolastici. In televisione nei vari tg, almeno quelli che ho sentito io, non si faceva nessun cenno a questo. Ma ritengo sia per un fatto di autonomia che ogni scuola può adottare in tal senso.

Matteo può restare con me, ormai siamo al paradosso che sono fortunata a non lavorare!, ma gli fa bene, fare attività. Non siamo riusciti ad aprire nemmeno lo zaino e di questo mi dispiace, tanto.  Ma siamo andati a correre e gli ho organizzato il rinfresco, siamo 'sopravvissuti' degnamente a queste anomale feste, e quindi, non voglio infierire su di me.

Domattina esordirò subito... 'pessima genitrice' sono.

Anche se, lo scorso anno, con la DAD ho fatto il possibile, anche se, non voglio guardare indietro.. c'è come una sorta di rimosso sano, dentro me. Voglio guardare avanti.

Buona notizia, quindi.GLi ho già fatto la barba, abluzioni denti, per entrambi. Stamattina siamo andati a correre, anche se, non sono riuscita a fare un'ora. Ho voluto accellerare un poco, e non ce l'ho fatta, forse, è ancora presto. L'importante è saperlo. I chiletti in più si sentono :-)

 

 

Oggi pomeriggio siamo andati in centro, dopo il pranzo dalla mamma. 

Le mie parole, e nemmeno le foto che metterò potranno rendere giustizia allo stupore e alla meraviglia di una Roma deserta,che a mia memoria non avevo visto mai, di notte di inverno e sotto le feste.

Certo c'era già stata la sorpresa del deserto la scorsa primavera,le foto sono indietro a testimoniare, ma oggi è stato diverso.

Siamo andati alla fontana di trevi. Da via IV novembre, hanno toltò il pavè... che colpo al cuore, solo intorno alla piazzetta, lo stanno rimettendo, ma dalla discesa di via IV Novembre appunto, che porta su piazza venezia, una bella colata di asfalto. Certo le ammortizzazioni della auto e degli autobus ringraziano, soprattutto la mia, MA, è un colpo al cuore: alla fine ha prevalso altro. Purtroppo. Mi sono immessa sotto l'archetto che va all'università gregoriana e ho parcheggiato.   Eravamo praticamente SOLI. Qualche anima sola, e qualche ciclista. Appena sono arrivata davanti alla piazza della fontana non credevo ai miei occhi.   Ho chiesto ad una pattuglia se potevamo avvicinarci 'prego! si accomodi pure'  come se fosse il salotto di casa. Romamia, mi sai sorprendere sempre. Silenziosa, severa, composta. Pulita! Luci basse, e poche sparute e sperdute persone a cercare lo smarrimento reciprocamente negli occhi. Silenzio assoluto, solo i versi dei gabbiani, ma anche loro raramente. 

La mia macchinetta ripeto non ha resto la giustizia.   Non ho inteso di usare il telefono, lasciato, per la macchinetta appunto. Ho perso un poco la mano a fare le foto, o è arrivato forse il momento di cambiare macchinetta. Vedremo.   Forse le mie mani, non volevano nemmeno farle, le foto. La necessità non era impellente, la bellezza, stavolta immensa era celata dallo stupore che fondeva cielo e terra, e magnificenza, poche luci. Ma non puoi sembrare una provincia è impossibile, nemmeno se ce la metti tutta, Romamia.   Mi sembrava di sentire parlare ma in sommo silenzio le anime di tutte le storie, certo le più recenti, che hanno visto i miei nonni protagonisti perchè già c'erano, e mi si stagliavano nella mente, le vie che percorrevo in bus che tagliavano il centro impiegatizio e istituzionale della città... sembrava che gli autobus vuoti che passavano - passavano anche nella mia mente e nel cuore in una sorta di surrealtà indescrivibile, come se, un silenzio composto e senza persone la facesse da padrone, sembrava essersi addormentata davvero la città, buia e non imponente, sembrava davvero essersi fatta più piccola, essersi davvero stretta sotto un cielo che voleva inghiottirla, o, una sorta di 'sparizione' magica, in cui non mi ci raccapezzavo.  Fu diverso la scorsa primavera e non solo per i colori, e perchè era di giorno. 

 

La sera era brunablu. E mi sembrava di stare fuori dal mondo. Mi sembrava una sorta di letargo, in cui anche Roma, era scesa sotto le sue rovine e là restava, solo suono di campane lontane e le chiese barocche che svettavano, ogni tanto, aperte.  A San Carlo al corso siamo entrati, nuovamente. Le luci natalizie si perdevano nella fine di piazza del popolo solo per orientamento, non si vedeva, era un buio in cui la luce non prevaleva. Erano mescolati insieme, e ci stavano benissimo, nella via del corso semideserta vista mai. così.

 

Da via del corso deserta. In una piazza venezia semispenta (a parte il grande albero natalizio) , e silenziosa, inghiottita in un sogno lontano. Poi piazza argentina, che sembrava non esserci più, le rovine non illuminate, sparite, svettava solo il grande teatro settecentesco, bianco, insieme a Sant'Andrea della Valle gigantesca e la feltrinelli aperta. Corso vittorio emanuele muto e nascosto, era un buio viale, a destra corso rinascimento uguale. Solo il tricolore del senato in restauro per impeccabilità, mi faceva invece ripensare a piazza colonna vista prima che era meravigliosa, silenziosa e illuminata di tricolore. 

Mi ha fatto davvero effetto vedere piazza navona buia solo con le fontane illuminate di blu. una musica dolce a sottofondo, i ristoranti serrati, le trattorie pure, persone contate, molte pattuglie.   Dove sta la gente, mamma?   è zona rossa oggi, non si può uscire, noi si...

La cosa che mi ha sconvolto di più è stata la  poca illuminazione. Anche se mi ritrovavo, più in quel buio magico, chè a volte, la troppa luce mi sconvolge, talmente è bello tutto quello che si vede. Roma dormiva soporitamente, e accorciava pure le sue distanze. Al ritorno ho fatto corso vittorio in macchina che  mi immetteva nel buio del lungotevere coi fari abbaglianti.. 'mamma perchè non ci si vede'!!!?? solo castel santangelo indietro di secoli appariva, severo e meno magnificente, ma sempre bellissimo. Un'austerità che io non ho mai visto, e , nemmeno il palazzaccio e via giulia sono riuscita a scorgere, nemmeno ponte sisto, solo il castello. E' stato difficile guidare, ma poi un pensiero bello mi veniva in mente a cullare il mio cuore e la guida, bello poter andare in giro di notte in una roma così.. senza paura, mi dico. Una meraviglia, di tanto in tanto, portoni aperti nelle vie, con le pitture rinascimentali, che anche questo di tanto in tanto c'è in mezzo a tanto barocco, bello, scrutare in mezzo ai passi e vedere soffitti altissimi con stucchi e soppalchi con architravi bellissime. Sentire musiche in lontanza e campane, in una sorta di antichità senza tempo, che si confonde nel tempo. 

Io di più non so ' descrivere, so' solo che sono rimasta muta e stupita.

di seguito foto, che non renderanno giustizia ma solo un piccola testimonianza del mio viaggio nel tempo nella mia città.

 
 
 

6 gennaio 2021 Roma

Post n°1367 pubblicato il 06 Gennaio 2021 da Roberta_dgl8

Ho avuto la mia Epifania.

Io sempre all'amore ho anelato, sempre profondamente a quel moto, prima dell'egoismo altrui e della mia brama di guarigione e sistemazione. e ai miei desideri condizionati e di rivalsa.
ed ora, che torno al primordio di mè, so' per certo, e rammento perfettamente, che quel moto è stato, era ed è la mia priorità, da sempre..
L'amore è la forza più grande, che cancella d'incanto ogni vendetta, ogni dolore, ogni cattiveria, ogni incomprensione, ogni ingiustizia, ogni menzogna.
L'amore, quello che si manifesta dalla cosa più grande a quella più piccola, dall'amore tra simili all'amore per tutto ciò che ci circonda.
Questa è la mia epifania. 
L'avrei voluto scrivere meglio, ma ciò che conta davvero, è che io, ora torno davvero da me.
Ci torno, e mi ricordo, quel moto, quella richiesta pura semplice come bere. PRIMA DEI MIEI DESIDERATA, me lo ricordo, bene. 
Non era per me per nutrire nemmeno il mio sogno, più grande un altro, ossia, quello di amore vero. Manifesto nella verità, non una idea, ma una rivelazione, una epifania, appunto.  
Io questo ho sempre voluto più di ogni altra cosa, perchè l'amore più grande è quello che capiamo che ci riconduce a noi, più forte di tutte le idee, è ciò di cui siamo composti e ciò per cui siamo stati creati, per cui siamo al mondo.
Arrivare a questo credo sia, una forma di nirvana. Nella sua semplicità.
Questo è la mia Epifania. Oggi. E per sempre.
 
 
 
 

MARZO 2011

 

NOVEMBRE 2018

DSC_3039_00047

 

VITA MIA (E SALVEZZA MIA)

http://digiphotostatic.libero.it/Roberta_dgl8/med/1b62d1ce68_8748280_med.jpg

                                  

 

MA CHI HA DAVVERO LETTO?

Mamma, qui posso toccare tutti, vero?

MAXXI (Roma) 2 APRILE 2015

-----------------------------------------

LA VOCE DI CHI NON HA VOCE :

“Essere autistici non significa non essere umani, ma essere diversi. Quello che è normale per altre persone non è normale per me e quello che ritengo normale non lo è per gli altri. In un certo senso sono mal “equipaggiato” per sopravvivere in questo mondo, come un extraterrestre che si sia perso senza un manuale per sapere come orientarsi. Ma la mia personalità è rimasta intatta. La mia individualità non è danneggiata. Ritrovo un grande valore e significato nella vita e non ho desiderio di essere guarito da me stesso. Concedetemi la dignità di ritrovare me stesso nei modi che desidero; riconoscete che siamo diversi l’uno dall’altro, che il mio modo di essere non è soltanto una versione guasta del vostro. Interrogatevi sulle vostre convinzioni, definite le vostre posizioni. Lavorate con me per costruire ponti tra noi.” ( Jim Sinclair, 1998, autistico ad alto funzionamento)

 

SEMPRE CON ME

MUORE GIOVANE CHI AL CIELO E' CARO...

MA L'AMORE E' L'ANIMA E L'ANIMA NON MUORE

io e papà

PER SEMPRE CON ME 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

pa.cekCherrysljigendaisukeRoberta_dgl8cateviolail_tempo_che_verraQuartoProvvisoriovenere_privata.xcassetta2maresogno67ITALIANOinATTESAcow75Paytahlupocattivo_m
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIMI COMMENTI

stupenda!, ci apparsa a me e Matteo di ritorno...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 01/03/2021 alle 20:37
 
Che bella Luna! Sotto lo stesso cielo, sempre per mano
Inviato da: cateviola
il 01/03/2021 alle 14:56
 
In questa risposta ci sono anch'io. Pensavo fosse...
Inviato da: Roberta_dgl8
il 01/03/2021 alle 11:46
 
grazie, Jigen, :-) ... perchè non ti impegni :)
Inviato da: Roberta_dgl8
il 28/02/2021 alle 20:40
 
ciao :-) si.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 28/02/2021 alle 20:39
 
 

H H

 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

 

APPARTENENZE

unnamed

     Cuore d'altleta     

 

Fiumicino (Roma)

 

La soggettività nella sua interiorità più profonda è la verità e la realtà.

S.K.

----------------------------

Non importa quanto lontano possa andare lo spirito, non andrà mai più lontano del cuore.   (Confucio)

 

GRAZIE ...

 Io e Cate a Firenze 

9-ottobre-2016-con-roby-in-piazza-della-signoria

io e Viola

9-ottobre-2016-roberta-e-viola-santa-maria-novella

_____ *________*______     Grazie Sig. "Libero" :-)


Monica Cara e Io a Bologna

 

Risultati immagini per amicizia

 

grazie...       

Pulisci e pensi, ascolti il soliloquio ed entri in una giostra difficile  da starci sopra... cara Roby, il tuo cammino è così difficile ... Per quello il blog è una valvola di sfogo: perchè porta coi piedi a terra quelli che se ne stanno a fare troppi voli pindarici ... Tu sei la testimonianza fragile e potente di una realtà di tante altre donne che se ne stanno zitte e non hanno voce ... se torni è sempre da te che torni, mica in un posto inospitale, bensì nel tuo piccolo nido di parole difficili ma piene di amore e compassione. 

(Daniela . Several1 blogger) 

 

GRAZIE!

Firenze, 24/10/2020

24-ottobre-2020-sandro-viola-cate-matteo-roberta