CALCIO MERCATO, ECCO I PRIMI NOMI

Post n°351 pubblicato il 26 Luglio 2007 da capuozzotoni

Dopo il burrascoso inizio di settimana, anche a Sant'Antonio Abate arriva l'annuncio ufficiale dei primi quattro acquisti. Si tratta del portiere Marini della Reggiana, del difensore Del Sorbo della Nocerina, del centrocampista Carrato, l'anno scorso a Matera ma di proprietà della Salernitana e dell'esterno destro di centrocampo Del Prete del Modena. Tutti acquisti di medio-alto livello con l'eccezione del concittadino Del Sorbo, che nel proprio score vanta anche presenze in serie B con il Cittadella. Inoltre in questi giorni il tecnico Nastri proverà un giovane calciatore camerunense. Ma vediamo in dettaglio la scheda dei calciatori:

GIOCATOREANNO NASC. RUOLOPROVENIENZA
MARINI COSTANTINO 1989PORTIERE REGGIANA
DEL SORBO RAFFAELE 1982DIFENSORENOCERINA
CARRATO CIRO 1986CENTROC.SALERNITANA
DEL PRETE ANTONIO 1988CENTROC.MODENA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

TUTTI IN PIAZZA PER AIUTARE IL SANT'ANTONIO

Post n°350 pubblicato il 22 Luglio 2007 da capuozzotoni

L'ufficio stampa dell'A.C. Sant'Antonio e tutti i colleghi vicini al blog ufficiale del club giallorosso, ringraziano il sito internet www.tifosiabatesi.it per l'invito pubblico ad un sit in di protesta lunedì mattina per aiutare la società. Al fine di promuovere l'accorato messaggio dei colleghi si riporta integralmente il testo apparso sul portale internet:

IL CALCIO A SANT’ANTONIO ABATE NON PUO’ E NON DEVE MORIRE!

Dopo la storica promozione in serie D e la cavalcata quasi trionfale della scorsa stagione si è arrivati ad un punto di non ritorno. Il Sant’Antonio Abate, infatti, rischia di scomparire dalla scena calcistica e con lui rischia la morte anche la passione sportiva del popolo giallorosso. Ora come ora la dirigenza abatese non riesce più a mantenere il ritmo di uno sport che è diventato un vero e proprio business. Mancano i fondi per organizzare una squadra competitiva e il Comune da par suo stanzia fondi annuali che hanno del ridicolo. Non bastano i 15 mila euro, la passione del popolo abatese vale molto di più. Basti pensare che nella vicina Angri, l’Amministrazione Comunale versa nelle casse della locale squadra di calcio la bellezza di 175 mila euro che, come bene potete immaginare, rispetto a quanto dà il nostro beneamato sindaco sono davvero enormità.

OCCORRE AIUTARE ALMENO MORALMENTE LA CAUSA DEI PRESIDENTI MASCOLO, ABAGNALE E VERTOLOMO. IL CALCIO A SANT’ANTONIO ABATE NON PUO’ E NON DEVE MORIRE…ACCORRIAMO TUTTI SOTTO AL COMUNE LUNEDI’PER UN SIT-IN DI PROTESTA.
 
SINDACO E AMMINISTRAZIONE TUTTA, IL POPOLO GIALLOROSSO, FATTO DI PERSONE ONESTE E LAVORATRICI, CHIEDE CHE NON VENGA A MANCARE L’UNICA FONTE DI SVAGO SETTIMANALE. CHIEDE CHE VENGANO STANZIATI MAGGIORI FONDI PER PERONARE LA CAUSA GIALLOROSSA.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

CRISI SANT'ANTONIO, TITOLO IN VENDITA

Post n°349 pubblicato il 21 Luglio 2007 da capuozzotoni

Sta sfiorando l'assurdo questo inizio di stagione in casa Sant'Antonio Abate. Difatti dopo il flop della mancata entrata di nuovi azionisti in società, adesso si inizia a parlare addirittura di vendita del titolo. Si, avete capito bene, il calcio a Sant'Antonio Abate rischia di scomparire in un batter di ciglia. A confermarlo è lo stesso d.s. Galasso che come portavoce della società ha voluto precisare: "Da qualche giorno siamo in trattative per vendere il titolo sportivo al Vico Equense. La situazione è diventata ormai insostenibile. Anche il presidente Mascolo ha deciso di rassegnare le dimissioni e a poco a poco il calcio a Sant'Antonio rischia di scomparire." Insomma davvero una tragedia, soprattutto se si pensa che in caso di vendita del titolo la compagine giallorossa sarà costretta a riniziare dalla Prima Categoria. "Il Comune deve sostenerci economicamente - continua Galasso - Lunedì avremo un incontro con l'Amministrazione Comunale e lì si deciderà il destino del Sant'Antonio Abate. Se non arriverà un segnale forte dal sindaco, i presidenti saranno costretti a vendere la società." Ad un passo dall'abisso o quasi e questo solo perchè il Comune non stanzia fondi. C'è bisogna di un segnale forte anche dai tifosi, mobilitiamoci tutti, il calcio a Sant'Antonio Abate non può e non deve scomparire.

Gennaro Santarpia - www.tifosiabatesi.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

VERTOLOMO: L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE CI HA ABBANDONATO 

Post n°348 pubblicato il 19 Luglio 2007 da capuozzotoni

E' un Vertolomo arrabbiato quello che analizza l'ultimo terremoto in
casa Sant'Antonio Abate:"Siamo enormemente dispiaciuti per le
dimissioni di Gerardo Abagnale. E' un uomo serio che vedendo nascere
continue problematiche ha deciso di defilarsi per un periodo". Insomma
tutto nasce dalle continue difficoltà nate con i nuovi soci ma non solo
per quello:"La trattativa con i nuovi azionisti si è fermata, ma il
canale è ancora aperto. Piuttosto sono amareggiato per la poca
solidarietà mostrataci dall'Amministrazione Comunale. I fondi che ogni
anno versano nelle nostre casse sono davvero pochi. Fate conto -
continua lo storico presidente - che annualmente il Comune ci dà appena
15 mila euro e se a questo sottraete le spese per il Comunale (circa 40
mila euro annui pagati dalla società stessa) il gioco è bello e fatto".
Insomma sono davvero pochi se non nulli gli aiuti comunali stanziati,
soprattutto se si fa il confronto con altre realtà. Comunque nessuno ha
voglia di piangersi addosso in casa giallorossa ed immediatamente si
rilancia per la prossima stagione:"Questo continuo tira e molla con i
nuovi soci - continua Vertolomo - ci ha fatto ritardare la campagna
acquisti. Comunque a breve verranno ufficializzati due ragazzi di
Salerno (uno di questi è Carrato del Matera) e poi in un periodo
abbastanza breve concluderemo tutte le trattative necessarie per
potenziare il Sant'Antonio Abate".

Gennaro Santarpia - www.tifosiabatesi.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ECCO I MOTIVI DELLE DIMISSIONI DI ABAGNALE

Post n°347 pubblicato il 19 Luglio 2007 da capuozzotoni

Anche Abagnale ha tagliato la corda. Anche il secondo presidente, seppur provocatoriamente, non ha retto all'amarezza. Difatti gli accordi che ultimamente erano stati presi con i nuovi soci sono improvvisamente saltati. Ma perchè? In verità ci sarebbe molto da scrivere su questo argomento, ma volendosi attenere scrupolosamente alla cronaca, bisogna dire che i nuovi e ora non più possibili azionisti se la sono data a gambe. Molti dicono che si siano fatti spaventare dal lungo periodo a porte chiuse, mentre altri, più coscienziosamente, dicono che questi nuovi personaggi non si sono voluti lanciare in un affare che sin dall'inizio sembrava difficile. Difatti a Sant'Antonio Abate manca completamente l'aiuto economico dell'amministrazione comunale o comunque non può essere soddisfacente per una squadra che ha come obiettivo la promozione in serie C2. Basti pensare che nella vicina Angri il Consiglio Comunale ha stanziato la bellezza di 175 mila euro (avete letto bene!) alla locale squadra di calcio. Come se non bastasse, poi, la stessa si è impegnata come fiduciaria per le fideiussioni. Insomma davvero un altro mondo nella vicina Angri o forse lì a differenza che a Sant'Antonio c'è chi ha capito che fare calcio non sia più solo un semplice atto di passione, ma molto di più purtroppo (a buon intenditor poche parole!!!).

Gennaro Santarpia - www.tifosiabatesi.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO: SI DIMETTE GERARDO ABAGNALE

Post n°346 pubblicato il 18 Luglio 2007 da capuozzotoni

L’A.C. Sant’Antonio Abate rende noto che nella giornata odierna, il presidente Gerardo Abagnale rassegna le sue dimissioni. La sua posizione scaturisce da un rammarico ed una delusione dovuto a più fattori.
Sulla questione lo stesso Abagnale così precisa: “Da cittadino nativo di Sant’Antonio Abate mi sento profondamente offeso perché tutti gli “eventuali” imprenditori e politici ci raggirano secondo i loro comodi restando lontano dai veri interessi della società. Personalmente mi ritengo un uomo che ha sempre vissuto e lavorato secondo precisi ideali e principi, insegnati dai propri genitori. Purtroppo, tengo a dire che molti di questi personaggi non sono degni di sapersi comportare e prendere le loro decisioni leali e sincere.
Io, insieme ai soci del Sant’Antonio Abate, ci sentiamo profondamente soli e abbandonati da tutte le componenti della società civile. Mi dispiace dire ma arrivati a questo punto è davvero impossibile fare calcio a Sant’Antonio Abate. Quanto appena detto mi ferisce profondamente perché prima di essere un dirigente sono un forte tifoso della squadra abatese e un uomo di sport. Capisco la delusione che darò ai miei concittadini e sostenitori del Sant’Antonio Abate ma la mia posizione è dovuta all’abbandono di più personaggi che fanno facili promesse ma poi si tirano indietro nei momenti decisivi.
Al termine di questa mia avventura con i miei soci ed in particolare con il mio amico Leonardo Mascolo, voglio ribadire che il mio contributo anche al di fuori della società sarà sempre concreto e fattivo, perché mi ritengo una persona corretta, leale e sincera”.

 

(Comunicato Stampa)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ABATE, ISCRIZIONE OK

Post n°345 pubblicato il 12 Luglio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

L’A.C. Sant’Antonio Abate rende noto che, nella mattinata di oggi, 12 luglio, è stata formalizzata domanda di iscrizione al prossimo campionato di serie D.

L’istanza è stata accolta dagli organi federali, con sede in Via Po’, 36 a Roma. Sono state infatti adempiute tutti i passaggi burocratici-amministrativi richiesti, entro il termine fissato alle ore 12 di oggi.

Inoltre, si annuncia che nei prossimi giorni saranno comunicati (SOLO ED ESCLUSIVAMENTE TRAMITE COMUNICATO STAMPA) gli acquisti dei calciatori che comporranno la rosa per la prossima stagione e la data ed il luogo del ritiro precampionato.

(Comunicato Stampa)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

NOTA UFFICIALE - AVVISO AI MEDIA

Post n°344 pubblicato il 03 Luglio 2007 da capuozzotoni

Al fine di far luce e chiarezza sulle presunte ufficializzazioni di nuovi acquisti, così come riporato da alcune testate telematiche, si prevcisa che ad oggi nessuna ufficializzazione è stata resa nota per via dei ritardi nell'invio delle liste per gli accordi economici.

Pertanto appena possibile, l'A.C. Sant'Antonio Abate provvederà ad informare SOLO ED ESCLUSIVAMENTE TRAMITE COMUNICATO STAMPA gli organi di comunicazione interesati.

Martedì, 3 luglio 2007

A.C. Sant'Antonio Abate 1971

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

CALCIO MERCATO, SI MUOVE QUALCOSA

Post n°343 pubblicato il 03 Luglio 2007 da capuozzotoni

Dopo il ritorno dalle vacanze, il bomber Pippo Tortora ha sciolto le riserve e ha scelto di cedere alle lusinghe dell'Ippogrifo Sarno. Il giocatore, infatti, nella giornata di oggi verrà ufficializzato dalla squadra sarnese, che tra l'altro è riuscita ad assicurarsi le prestazioni del forte ariete battendo sul tempo Turris e Savoia. Stesso discorso vale per Marco Pisano. L'arcigno difensore sembra tra due fuochi: Turris e Ippogrifo, ma attualmente la seconda appare leggermente favorita. Per il fronte acquisti oltre ai già citati Josè Silva, Vitale e Vitagliano sembra davvero prossimo l'acquisto anche del centrocampista Carrato dal Matera. Difatti il giocatore è uno degli obiettivi giallorossi e in caso di accordo andrà a riempire lo spazio lasciato libero dalla partenza dell'ormai ex capitano Danilo Rufini.

Gennaro Santarpia - www.tifosiabatesi.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO, OBIETTIVO INGENITO

Post n°342 pubblicato il 28 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Si lavora su due fronti. Iscrizione al campionato e costruzione della nuova squadra. Sono questi gli obiettivi della dirigenza abatese. I presidenti Mascolo, Abagnale e Vertolomo stanno creando solide basi economiche per disputare il prossimo campionato di serie D. Un gruppo di imprenditori ha abbracciato il progetto abatese e dunque i fondi per il capitolo iscrizione non mancheranno. Il termine ultimo è per le ore 12 del 12 luglio. Arroventato ma ancora privo di un colpo ufficiale è il calciomercato. Da giorni il diesse Ferdinando Galasso e il tecnico Salvatore Nastri hanno il compito di studiare le mosse. Letteralmente smantellata la squadra dello scorso anno, fatta eccezione per il mediano Battimelli, il difensore Galasso e gli under, si punta ad una ricostruzione efficace e produttiva. Numerose trattative sono state avviate per il ruolo di prima punta. Soluzioni variegate che potrebbero celare anche clamorosi colpi di scena. Sicuro l'addio di Tortora, da valutare la posizione di Martone. In alternativa ci sono Suarez del Noicattaro e Del Prete del Francavilla. Possibilità anche per Castellano della Turris. Il sogno resta Checco Ingenito. Nonostante la riconferma da parte dell'Aversa Normanna anche per il prossimo anno il direttore sportivo Galasso è pronto per qualsiasi capovolgimento di fronte. Anche perché con l'arrivo di Verolino, Ingenito non avrebbe più la certezza del posto da titolare, cosa che il Sant'Antonio Abate gli garantirebbe. Nelle ultime ore è spuntato il nome di Prisciandaro. Si tratterebbe di un acquisto capace di far infuocare la piazza giallorossa. Sembra fatta per Josè Silva, seconda punta. Da valutare, invece, la posizione dell'altro attaccante corteggiato dagli abatesi. Si tratta di Vitale, ex Sangiuseppese ed ex del Sant'Antonio Abate in Eccellenza. Sicuri gli arrivi del laterale di difesa Itri e dell'esterno di mediana Sekkoum. Per la retroguardia contattati Manzo e Infante. In mediana potrebbero arrivare Gilfone di proprietà dell'Avellino e Iraci, ex Barletta.

da www.ilmattino.it - Antonio Cavallaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'ADDIO DI SOMMA: "PORTERO' IL SANT'ANTONIO NEL CUORE"

Post n°341 pubblicato il 25 Giugno 2007 da capuozzotoni

Tra i tanti giocatori che l’anno prossimo non vestiranno più la maglia del Sant’Antonio Abate ce n’è uno il cui addio lascia veramente l’amaro in bocca a molti sostenitori della squadra giallorossa. Baldo Somma infatti ha scelto di accasarsi alla Turris dopo quattro anni di militanza tra le fila della compagine abatese. Giocatore di grandi umiltà e dalle eccellenti doti tecniche e caratteriali, Somma ha servito la causa giallorossa con grande determinazione riuscendo in più di un occasione a guadagnarsi la maglia da titolare strappandola a compagni di squadra più blasonati.
“Innanzitutto voglio ringraziare i tifosi per tutto l’affetto e il bene che mi hanno voluto in questi quattro anni” – ha dichiarato Somma – “A Sant’Antonio Abate ho passato dei momenti bellissimi soprattutto grazie al sostegno di questo grande pubblico che mi ha sempre stimato. Lo porterò per sempre con me anche nelle esperienze future.
Il momento più entusiasmante è stato certamente la vittoria del campionato di Eccellenza lo scorso anno. E’ stata una grandissima soddisfazione per me e per tutto l’ambiente”. Nonostante sia un centrocampista Somma non ha mai fatto mancare il suo apporto anche in zona – gol. Basta pensare che nelle ultime due stagioni è andato in rete per ben undici volte. “Tra tutti i gol che ho segnato con la maglia del Sant’Antonio Abate uno di quelli che ricordo con più piacere è certamente quello segnato al Gragnano nel famoso 3-3 del 5 marzo 2006. Un gol importante segnato in una partita decisiva per il campionato. Ma il più bello penso sia quello segnato quest’anno contro il Noicattaro. Un tiro da trenta metri che ci ha permesso di battere la squadra che poi ha vinto il campionato. Ora mi aspetta la Turris. L’ ho scelta perché Torre del Greco è una piazza importante dove si sta allestendo una squadra per vincere il campionato e questo mi stimola particolarmente. Fare bene in una piazza dove si è fatto calcio a grandi livelli sarebbe per me molto gratificante”.
Per quanto riguarda il Sant’Antonio Abate nessun colpo è stato annunciato nelle ultime ore, cosa che fa pensare che solo dopo il 1 luglio, giorno dell’apertura delle liste di mercato si avranno i primi annunci. Per l’attacco il nome più probabile sembrava essere quello di Capuozzo dell’Ischia ma il giocatore è stato annunciato qualche giorno fa dalla Casertana ed andrà quindi ad arricchire la prima linea dei rossoblù da poco risaliti in serie D. Restano in piedi le strade che portano a Silva dell’Ebolitana e a Ciccio Vitale con quest’ultimo favorito. I due sono giocatori molto simili per caratteristiche tecniche essendo entrambi delle seconde punte; è plausibile quindi che ne arrivi solo uno dei due. Come punta centrale restano in piedi le trattative per Del Prete del Francavilla, Laviano del Bitonto e Chiesa del Grottaglie.
Sembrava fatta per il centrocampista Manco del Francavilla tanto che alcuni giornali riportavano come imminente il suo ingaggio ma organi stampa pugliesi parlano di un annuncio ufficiale della V.Casarano. Sempre probabile l’arrivo di Nagib Sekkuom dell’Ebolitana. In difesa gli obiettivi sono Itri dell’Ebolitana e Manzo dell’Angri.

Vincenzo Basso

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

PER L'ATTACCO SI SEGUONO CAPUOZZO E SILVA

Post n°340 pubblicato il 20 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Tante voci ma nessun annuncio ufficiale da parte del Sant’Antonio Abate. Dopo l’accordo con il tecnico Nastri, reso pubblico nelle scorse settimane, la società giallorossa non ha ancora battuto nessun colpo di mercato. Tante sono però le trattative in corso e tanti sono i mimi di calciatori che sono circolati ( e circolano tuttora) e che potrebbero vestire la casacca giallorossa nel prossimo campionato. Tutto parte dall’attaccante. Tortora andrà via, attratto dalle sirene oplontine. Martone è appetito da diverse società di serie C. Inizialmente si erano fatti i nomi di Del Prete del Francavilla e Suarez del Noicattaro, ora invece sembrano più concrete le piste che portano a Capuozzo dell’Ischia e Silva dell’Ebolitana. Non si esclude però un ritorno clamoroso che potrebbe essere molto gradito ai sostenitori della squadra abatese: quello di Ciccio Vitale. Seconda punta molto veloce e dal vizio del gol, Vitale ha vestito la maglia del Sant’Antonio Abate fino alla stagione 2004/2005 quando con 17 reti in campionato e 4 in Coppia Italia trascinò i giallorossi al settimo posto in classifica e alla fine regionale di Coppa Italia. Poi si accasò alla Sangiuseppese, poi quest’anno il Serino in Eccellenza e la possibilità concreta di tornare a vestire la casacca della squadra del suo paese natale.
Il centrocampo invece vedrà come punto di riferimento Enzo Battimelli. Il biondo centrocampista abatese sarà il punto di partenza per la costruzione della linea mediana del nuovo Sant’Antonio Abate. Stimatissimo da Nastri e da tutto l’ambiente, Battimelli vestirà anche la fascia di capitano che gli sarà ceduta dal partente Rufini. Partirà Somma (Turris) e anche Capuccilli (Latina o Savoia). Per sostituirli sono pronti Sekkuom dell’Ebolitana, Manzo dell’Angri
Il nome nuovo è per la difesa. Smentite le voci che parlavano di una conferma di Marco Pisano, l’attenzione del Sant’Antonio Abate è rivolta per Manco del Francavilla al quale potrebbe aggiungersi anche Gaspare Infante, protagonista della promozione in serie D del Sant’Antonio Abate e reduce da una non felice stagione in Eccellenza tra le fila ella Battipagliese.
Per il portiere sembra certa la conferma di Agostino Spicuzza, estremo difensore classe 87’ molt gradito a Nastri.

Vincenzo Basso

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

RADIO MERCATO: TRATTATIVE SERRATE

Post n°339 pubblicato il 18 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Partito il conto alla rovescia per l’inizio della prossima stagione, a Sant’Antonio Abate continua la pianificazione delle prossime strategie di mercato. Ora come ora le uniche due cose certe sono l’addio di Baldo Somma e la conferma che Checco Ingenito nella prossima stagione continuerà a vestire la maglia dell’Aversa Normanna. Difatti negli ultimi giorni si era fatta serrata la corte del d.s. Galasso al forte bomber normanno, ma poi, come una doccia fredda, è arrivato il comunicato ufficiale della società casertana in cui si leggeva che era stato raggiunto l’accordo con il giocatore per almeno un’altra annata. Per il resto rimangono ancora in bilico le situazioni di giocatori come Tortora, cercato da Turris e Savoia, Capuccilli, in procinto di passare o al Latina o al Savoia, Martone, prossimo a vestire la maglia di un’importante società di serie C ed infine Rufini, dato come vicinissimo alla partenza. Queste sono le considerazioni sul fronte cessione, ma non è tutto. Radiomercato racconta infatti che i colori giallorossi sono attivissimi sul fronte acquisti e a rafforzare questa idea sembra che sia già stato messo in cantiere il primo acquisto. Si tratta del centrocampista Manco, nella scorsa stagione al Tricase, che andrà quasi certamente ad occupare il posto del partente Danilo Rufini. Certamente manca l’ufficializzazione ma c’è chi giura che questo giocatore sia il primo tassello del duo Nastri-Galasso. Per quanto riguarda gli altri nomi restano sempre calde le piste che portano a Gaetano Avolio, roccioso difensore dell’Aversa, a Carlà, centrocampista tutto estro e geometrie del Lavello e ad Alessandro Castellano, bomber di razza di proprietà della Turris, che potrebbe però rientrare in un eventuale scambio alla pari con Pippo Tortora. I restanti nomi, invece, sembrano attualmente galleggiare in secondo piano: le voci che indicano possibili trattative con Laviano del Bitonto, con Del Prete del Francavilla e con Suarez del Noicattaro sembrano infatti sempre meno sostanziose. Più incoraggianti sembrano, infine, i tentativi intrapresi per portare a Sant’Antonio un poker di giocatori dalla retrocessa Ebolitana: in particolare si tratta del difensore Itri, dei centrocampisti Gilfone e Sekkoum e dell’attaccante Josè Silva. Ad ogni modo questi sono i nomi che circolano, ora occorre che la dirigenza giallorossa dia una forte sterzata a questo calciomercato e faccia capire a tutti i tifosi di che pasta è fatto il Sant’Antonio, soprattutto ora che è prossima l’entrata in società di nuovi azionisti.        

da Metropolis - www. tifosiabatesi.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

NASTRI: OBIETTIVO PLAY OFF

Post n°338 pubblicato il 11 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Il Sant’Antonio Abate riparte da Salvatore Nastri. L’arrivo dell’ex-tecnico giallorosso era nell’aria da diversi giorni. La scorsa settimana il presidente Vertolomo aveva provato a smorzare l’attesa smentendo l’imminente ritorno del tecnico nativo di oggi ma nel pomeriggio di mercoledì è arrivato l’annuncio da parte della società abatese secondo il quale sarà Nastri a guidare il Sant’Antonio Abate nel prossimo campionato.
Ma perché tornare a Sant’Antonio Abate a distanza di un anno? A rispndere è lo stesso Nastri che così commenta il suo ritorno sulla panchina giallorossa: “C’è sempre stata reciproca stima tra di noi” – ha dichiarato Salvatore Nastri – “Ed il fatto che la dirigenza del Sant’Antonio Abate mi abbia cercato significa che il lavoro che ho svolto è stato apprezzato. Mi hanno proposto un progetto che ho trovato interessante forse anche più di quello della scorsa stagione. L’anno scorso mi imponevano di vincere con una squadra formata da giocatori scelti da altri e non da me. Quest’anno gli obiettivo sono leggermente ridimensionati nel senso che la società vuole formare una squadra che punti ai play-off, ma questa volta i giocatori li scelgo di concerto con il D.S. Galasso e questo mi stimola maggiormente. Se andrà bene, vorrà dire che ho lavorato bene. Se andrà male, vorrà dire che ho sbagliato io”.
Il campionato però si presenta già in salita. Il Sant’Antonio Abate non potrà disporre del prpio terreno fino alla fine del 2007. “E’ vero” – continua il nuovo trainer abatese -“E sarà un problema in più. E’ noto che il “Comunale” ha rappresentato l’arma in più del Sant’Antonio Abate in uesti ultimi anni. Per questo motivo stiamo cercando giocatori di categoria e di personalità che sappiano dare il meglio anche in una situazione di difficoltà come questa senza lasciarsi condizionare. Il primo obiettivo è prendere una grande punta, poi cercheremo di rinforzare gli altri reparti con giocatori di categoria: Punto molto sui cosiddetti “locali”, ovvero giocatori come Martone, Battimelli, De Girolamo ed altri che sono al Sant’Antonio Abate da diverso tempo e che conosco molto bene”.
Per quanto riguarda i nuovi giocatori sembra forte l’interesse del Sant’Antonio Abate per il capocannoniere del girone Del Prete del Francavilla e per Suarez del Noicattaro. Per il centrocampo si cerca un giocatore offensivo capace di sostituire Somma, destinato alla Turris. L’obiettivo è Sekkuom dell’Ebolitana.

Vincenzo Basso (dal Roma del 11/06/2007)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

NAPOLI, E' PASSATA "A" NUTTATA

Post n°337 pubblicato il 11 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

L’incubo è finito, il Napoli dopo 6 anni di inferno torna in Serie A. Tutto è andato secondo copione, Napoli e Genoa in Serie A a braccetto come voleva De Laurentiis. Questo è il dispetto più grande per chi ha decretato la condanna nella “stanza dei bottoni” del calcio italiano, per questi due storici club con più di 100 anni di storia. Troppo amici per farsi del male Genoa e Napoli, hanno atteso gli eventi e gli eventi hanno fatto il loro corso. Allegretti, capitano della Triestina che con una punizione capolavoro ha condannato il Piacenza e le sue ultime possibilità di agganciare i play off, un campionato archiviato per manifesta superiorità di Juventus, Napoli e Genoa. Alla fine tutti scoppiano in lacrime e per tutta la città e la provincia iniziano i caroselli. Ironia della sorte il Napoli ha ripreso la sua corsa verso la Serie A dopo il 3-1 (con tanto di torello finale umiliante) contro la Juve Stabia, da quel giorno tutti hanno remato nello stesso senso ed oggi finalmente è serie A.

(da www.sportcampano.com)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ABATE, ECCO NASTRI

Post n°336 pubblicato il 06 Giugno 2007 da capuozzotoni

L’A.C. Sant’Antonio Abate rende noto che l’allenatore della prima squadra per la stagione sportiva 2007/08 sarà il tecnico Salvatore Nastri. L’accordo, raggiunto nella serata di ieri, sarà formalizzato nei prossimi giorni.

Si coglie l’occasione per ringraziare il predecessore, Catello Gargiulo, per il lavoro svolto, nella fase finale del campionato appena trascorso. A lui va un sentito in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SANT'ANTONIO ECCO CHI PARTE E CHI VA VIA

Post n°335 pubblicato il 03 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Sono giorni di bonaccia. Il Sant’Antonio Abate cerca di muovere le prime carte in prospettiva futura ma lo fa con ponderazione ed oculatezza. Con la squalifica del Comunale fino al dicembre del 2007 non muterà l’obiettivo che il sodalizio dei monti Lattari si porrà per il prossimo anno. Si tenterà il salto di categoria, evitando i passi falsi commessi la scorsa stagione. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. In primis Salvatore Nastri. Il suo ritorno sembrerebbe davvero dietro l’angolo. Qualora non dovesse essere lui l’uomo giusto si punterà su un tecnico di navigata esperienza. E le tracce portano a uno tra Pietropinto e Di Somma, vicini al diesse Ferdinando Galasso. In lizza per la panca potrebbe finire anche Esposito, lo scorso anno alla Scafatese. Meno realizzabile la pista che porterebbe il duo Pirozzi (in panchina) e Pannone (come direttore generale) nella città abatese. Per il secondo non sarebbe una novità tenuto conto che lo scorso anno non ha mai nascosto di avere impastito una forte collaborazione proprio con la dirigenza abatese. Dunque, sciolto il nodo allenatore (Nastri in poule position) si baderà alla squadra. Il primo passo riguarda il settore giovanile. Possibili le promozioni in prima squadra di tre elementi che lo scorso anno hanno militato nella juniores. Si tratta di Luigi Calabrese (’90), Alessio Amodio (’90) e Giovanni Ferraioli (’89). Quest’ultimo ha esordito nella gara di ritorno ad Ischia, dopo un lunghissimo infortunio. Su di lui la dirigenza punta tantissimo. Si tratta rispettivamente di un difensore centrale, un laterale di mediana e un regista. Proprio Ferraioli potrebbe prendere il posto del partente Somma. Il diesse, però, continua a rastrellare il mercato dei giovani. I nomi che circolano sono quelli di Carlà (Brindisi e poi Lavello), Iraci (del Barletta), Gilfone (Ebolitana ma di provenienza dell’Avellino). Tutti graditissimi anche a Nastri. Inoltre confermati i giovani De Girolamo, Vitale, Spicuzza (nel caso in cui Nastri sia l’allenatore), Giorgio e Mazzariello. Da discutere il prestito di Bizzarri con l’Ascoli, difficile che il marchigiano doc resti in terra abatese ma anche le posizioni di Petrillo (che torna per fine prestito al Sapri), Del Sorbo, D’Aniello e Di Riso. Su Martone si è scatenata una vera e propria asta. Tantissime le squadre (soprattutto campane) che si sono interessate al bomberino dalle belle prospettive. Situazione da pianificare per i senior. Vicini all’addio Pinton, Rufini, Calvello, Somma e Gallicchio. Possibilità di restare per Manzo (richiesto da numerose squadre), Capuccilli, Pisano e Tortora. Sicuri di vestire per un altro anno la maglia giallorossa, soprattutto con Nastri in panchina, Vincenzo Battimelli e Lustro Galasso.

Antonio Cavallaro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

RADIO MERCATO: SANT'ANTONIO SCATENATO

Post n°334 pubblicato il 02 Giugno 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Nessuna novità in casa giallorossa. Archiviata le delusione per la mancata riduzione della squalifica del campo ad opera della Commissione Disciplinare, la società si prepara a ripartire in vista del prossimo campionato che già si presenta pieno di ostacoli. L’obiettivo è quello di non mollare. Sembra infatti che nonostante la squalifica la dirigenza sia pronta per l’allestire un organico di tutto rispetto per il prossimo campionato capace di ripetersi sugli stessi livelli della prima parte del torneo scorso, alla faccia di tutte le decisioni disciplinari. Non sarà facile. L’impossibilità di disporre del “Comunale” fini alla fine del 2007 comporterà enormi sacrifici per la società e per la squadra che sarà costretta a giocare ogni settimana in trasferta. L’importante sarà non commettere gli stessi errori dello scorso anno e portare a termine un campionato che sia perlomeno dignitoso non tanto dal punto di vista dei risultati ma da quello dell’immagine che dopo i vergognosi fatti di Ischia sarà tutta da rivalutare.
Primo nodo da sciogliere è sempre quello dell’allenatore. Ormai la dirigenza del Sant’Antonio Abate non si nasconde più: il Sant’Antonio Abate vuole Salvatore Nastri. Il D.S. Galasso ha confermato che un contatto con l’ex allenatore giallorosso c’è stato e che la possibilità di un ritorno sulla panchina abatese esiste. Non sarà facile; il tecnico è cercato anche dal C.Gelbison e dalla Battipagliese ma il suo ritorno sarebbe salutato con soddisfazione da tutto l’ambiente che ha sempre nutrito verso di lui enorme stima. Non dovesse essere condotta in porto la trattativa con Nastri la società si dirigerebbe verso un altro allenatore di comprovata esperienza (Pietropinto?).
Secondo capitolo riguarda i giocatori. Secondo indiscrezioni molti dei giocatori della rosa attuale dovrebbero andare via. Soma sembra essere richiesto dalla Turris e Martone sembra essere stato richiesto dalla Cavese. Anche Rufini e l’attaccante Gallicchio sono sul piede di partenza mentre dovrebbero restare Capuccilli ed il roccioso Pisano. Già, ma chi arriva?. Sicuramente un attaccante ed il Sant’Antonio Abate sembra essersi messo sulle tracce di alcuni dei centravanti che più si sono messi in luce nello scorso campionato ovvero il capocannoniere Del Prete del Francavilla e Suarez del Noicattaro a meno che il Sant’Antonio Abate non voglia provarci per Sasà Sibilli del Sorrento, neo – promosso in C1. Per il centrocampo piace il giovane Gilfone dell’Ebolitana.

Vincenzo Basso

Dal Corriere del pallopne del 2/06/2007

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

TEGOLA SUL SANT'ANTONIO: RESPINTO IL RICORSO

Post n°333 pubblicato il 25 Maggio 2007 da capuozzotoni

Stralcio dal Comunicato n. 191 del 25/05/07

RECLAMO DELLA SOCIETA’ A.C. SANT’ANTONIO ABATE AVVERSO LA SQUALIFICA DEL CAMPO DI GIUOCO FINO AL 31.12.2007 A PORTE CHIUSE CAMPO NEUTRO CON DECORRENZA IMMEDIATA ED € 2.000,00 (delibera Giudice Sportivo – C.U. n. 176 del 30.4.2007 – Campionato Serie D).

La Commissione Disciplinare, esaminato il reclamo, letti gli atti, ascoltato il difensore della Società reclamante, e ritenuto che:

- i fatti - non contestati nella loro materialità – risultano di particolare gravità: l’intera terna arbitrale è stata oggetto, al termine della gara - soprattutto nella zona del Porto di Ischia - di reiterate aggressioni da parte di gruppi di sostenitori del S. Antonio Abate, trovandosi, alla fine, nella condizione di doversi separare e fuggire in direzioni diverse; i due assistenti arbitrali sono stati entrambi colpiti e costretti a cercare riparo (l’uno in un bar, l’altro in una proprietà privata); sia i dirigenti che i calciatori della Società reclamante – salvo per quanto sarà in appresso precisato in ordine al corretto comportamento di un solo calciatore - pur espressamente sollecitati ad intervenire, hanno rifiutato ogni aiuto, deducendo di condividere l’aggressione; nessuna iniziativa, infine – come è stato confermato anche in sede di odierna discussione – risulta essere stata assunta dalla Società, al fine di individuare e perseguire, quale parte lesa, tutti i responsabili delle azioni violente di cui è procedimento;analoghi precedenti” dedotti dalla difesa del S. Antonio Abate. Fermo restando, infatti, il generale principio di questo ordinamento - giusta il quale ciascuna fattispecie, soprattutto in materia di fatti di violenza, si appalesa, e deve essere valutata in modo autonomo, ed a sé stante, con esclusione della possibilità di fondare la graduazione della relativa sanzione alla stregua di quelle irrogate per fatti, da ritenere, in ogni caso, ontologicamente “diversi” - devesi osservare come gran parte delle decisioni richiamate risultino risalenti, ovvero non conferenti alla specie.

- ne discende che è proprio tenuto conto della naturale attenuazione della responsabilità delle società, allorché i fatti violenti si verificano in campo avverso, e del corretto comportamento mantenuto da uno (solo) dei giocatori della società reclamante – circostanze attenuanti espressamente richiamate dalla reclamante - che è possibile contenere la sanzione per i fatti di cui sopra entro i limiti della misura già individuata dal Giudice Sportivo;

- rilievo assolutamente non concludente devesi d’altra parte, ascrivere ai pretesi “

- per le ragioni sin qui esposte la sanzione irrogata dal Giudice Sportivo risulta – come più sopra anticipato - adeguata ai fatti ed alle circostanze accertate

P.Q.M.

respinge il reclamo proposto dalla S. Antonio Abate disponendo per l’addebito della non versata tassa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

PER LA PANCHINA TORNA MISTER NASTRI?

Post n°332 pubblicato il 23 Maggio 2007 da capuozzotoni
Foto di capuozzotoni

Archiviata questa prima annata in serie D, non resta che leccarsi le ferite (poche in verità!) ed iniziare a programmare la nuova stagione. Difatti messe momentaneamente in secondo piano la questione societaria e quella inerente alla squalifica del Comunale, la concentrazione va incentrandosi su questioni più squisitamente calcistiche. Se parlare di acquisti e cessioni di giocatori sembra molto azzardato in questo momento, la questione allenatore sembra di più semplice lettura. La società qualunque siano le prospettive sembra intenzionata ad affidare il Sant'Antonio in mani esperte e non in balia di allenatori che poco conoscono la realtà abatese e quella della serie D. Per questo sembra ormai scontata la bocciatura di Catello Gargiulo, allenatore giovane e dalle buone prospettive che in realtà pecca in inesperienza ed affidabilità. Ora come ora affidarsi al suo operato potrebbe apparire una mossa azzardata e questo non per scarse capacità od altro, ma bensì perchè il tutto nascerebbe come un'incognita, una sfida da intraprendere e portare in qualsiasi modo a termine, con o senza risultati positivi. Per tutti questi motivi è scontata l'assunzione di un allenatore navigato, magari vecchia conoscenza abatese e che bene sappia amalgamare la rosa a propria disposizione. Chi meglio di Salvatore Nastri corrisponde a questo inequivocabile identikit, allenatore vincente come nessuno mai in terra giallorossa e profondamente stimato da tutta la dirigenza abatese. Le sue dimissioni a metà campionato furono forzate e nonostante tutto il tecnico ebolitano ha lasciato un ottimo ricordo nei supporters giallorossi. Ne sono testimonianza i cori e gli striscioni che inneggiavano alla sua figura nella partita seguente l’abbandono e i mille messaggi di affetto ricevuti un po’ ovunque in città. Insomma il ritorno di Nastri sarebbe ben accetto in città, adesso bisogna vedere come si muoverà la società, ma bisogna far presto sono già molte le squadre (Gelbison in primis) a volersi accaparrare i suoi servigi per la prossima stagione.
Gennaro Santarpia (www.tifosiabatesi.it)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

34° GIORNATA

Noicattaro - Francavilla 3-2
Grottaglie - Sarno 4-2
Aversa - Ischia 2-0
Ebolitana - Altamura 6-2
Lavello - Petacciato 3-0
Barletta - Genzano 2-0
Brindisi - Turris 4-1
Matera - Viribus Unitis 5-4
S.A.Abate - Bitonto 1-1

 

LA CLASSIFICA FINALE - D/H

Noicattaro 66
AversaNorm. 65
Grottaglie 64
Barletta 55
Brindisi 55
Ischia 55
San Antonio Abate 54
Turris 53
Viribus Un. 48
Ippogrifo 47
Francavilla Pz 46
Matera 45
Bitonto 44
Ebolitana 41
Lavello 35
Sp. Genzano 31
Leon. Altamura 17
Petacciato 5

 

GLI SPAREGGI

Play off

Aversa - Brindisi

Grottaglie - Barletta

Play out

Bitonto - S. Genzano

Ebolitana - Lavello

 

RISULTATI IN REAL TIME

SERIE D - Risultati in tempo reale da datasport.it

http://www.datasport.it/pbpds/seried/temporeale21.asp

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

E KI SONO QUESTI? TUTTI RAGAZZINI HANNO PRESO.MAH...
Inviato da: Anonimo
il 26/07/2007 alle 14:14
 
ma ke state dicendo e la società dietro ke rovina il saa se...
Inviato da: Anonimo
il 25/07/2007 alle 14:16
 
E' vero. Vertolomo fa il ragioniere ed il presidente...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 21:20
 
FORZA SANT'ANTONIO NON MOLLARE...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 16:29
 
se siamo nelle mani del sindaco è finita. Però la società...
Inviato da: Anonimo
il 23/07/2007 alle 15:03
 
 

Ultime visite al Blog

lgariboldimarcomax68doarkidantuonovincmariogiordanofvaurant36giantilersimone1881chieticalcio2010affascinante40.smaniaopassionedgl4ibrarinhopaolaferrigatofaam83