Creato da savitri.5 il 13/04/2008

Arcobaleno d'Amore

L'amore puro in tutto e verso tutti

 

Preghiera

Post n°297 pubblicato il 27 Ottobre 2010 da savitri.5
 

 


 

Questa preghiera è il frutto di una canalizzazione, avvenuta tempo fa'.

Ci viene chiesto di condividerla con più persone e di recitarla sempre alla stessa ora (10.00 del mattino).

Secondo la fisica quantistica, questa preghiera, unita a quella degli altri genererà una straordinaria Energia Positiva, per tutto il Pianeta.


Io ___ (inserisci il Tuo nome)

desidero fermamente essere Uno con l'Amore Universale.

Io ___ penso Positivo e con Gioia vibro d'Amore alla Vita.

Sono Felice di esistere e di essere nata per Amare ed essere Riamata.

Io ___ espando la mia Vibrazione di Pace, Amore e Serenità a Tutto il Pianeta.

Questo io voglio e fermamente chiedo che avvenga il Cambiamento e il Risveglio della Coscienza Unica Mondiale e Collettiva.

 

GRAZIE

W la Vita, Sempre.

 

 
 
 

IL MONDO NUOVO, IL CIELO IN TERRA..

Post n°296 pubblicato il 07 Ottobre 2010 da savitri.5
 

 

L'evoluzione è assicurata a tutte le creature che vogliono evolversi..
l'essenza divina che tutto compenetra
ci irradia di amore cosmico..
l'universo si dispiega in miriadi di colori
roteando vorticosamente in spirale di luce bianca..
la purezza discende come raggi di infinito
circondando gli esseri di coscienza multiversale..

 

 

"Vivete nella gioia, correggetevi, incoraggiatevi, andate d'accordo, vivete in pace. E Dio che dà amore e pace sarà con voi."

(2 Corinzi 13:11)


Le persone risvegliate vibrano quasi come gli Angeli
e continuamente trasmettono pace, amore e luce.
Esse purificano i loro pensieri e i loro sentimenti,
li illuminano, e fanno venire il cielo sulla terra.


 
 
 

Il negozio del Cielo...

Post n°295 pubblicato il 21 Settembre 2010 da savitri.5
 

 

 

Molto tempo fa una giovane donna camminava per il sentiero della Vita, quando trovò un cartello che diceva:

"Il negozio del Cielo", la porta si aprì lentamente, e lei senza rendersene conto era già dentro al negozio. Vide molti Angeli fermi dappertutto, uno di loro le consegnò un cesto e le disse:

"Tieni, compra con attenzione, tutto ciò di cui un buon cristiano necessita è nel negozio!"

La ragazza per prima cosa comprò la Pazienza, poi l'Amore che era sullo stesso scaffale, più in basso c'era la Comprensione che serve ovunque si vada. Comprò due scatole di Sapienza e due borse di Fede. La sorprese la scatola del Perdono. Comprò Forza e Coraggio per aiutarla nella corsa della vita.

Il cesto era già pronto quando si ricordò che le serviva la Grazia e non poteva dimenticare la Salvezza che offrivano gratis...così ne prese abbastanza per salvare tante persone.

Arrivò alla cassa per pagare il conto, pensando di aver preso tutto quello che le serviva...quando  vide su uno scaffale la Preghiera e la mise nel cesto sapendo che l'avrebbe usata spesso.

La Pace e la Felicità erano su piccoli scaffali ai lati della cassa  e ne prese un bel pò, l'Allegria pendeva dal soffitto e ne strappò un pò...

Arrivata alla cassa chiese:"Quanto le devo?"

L'Angelo  sorrise e rispose: "Porta il tuo cesto ovunque tu vada"..

La ragazza ripetè "Si,ma quanto le devo?"

L'Angelo sorrise e disse:"Non preoccuparti.....

Gesù ha pagato i tuoi debiti molto molto tempo fa!!!!"

 

Quel negozio lo troviamo svoltando l'angolo... bisogna solo sapere se si è pronti comperare e se si è pronti a spendere..... anche x gli altri

Namastè


 

 
 
 

Sull’amore incondizionato

Post n°294 pubblicato il 11 Settembre 2010 da savitri.5
 

 


Per comprendere questo basterebbe comprendere il senso dell'Amore incondizionato: se l'uomo ha fede, cioè crede si affida al cammino e fa esperienza con intelligenza del cuore cioè non sottraendosi alle esperienze. L'uomo indaga col suo organo di conoscenza quello che gli è dato di vedere con gli occhi, analizza il circostante e scopre delle leggi materiali di trasformazione e di continuità col nascere crescere vivere e morire. L'uomo si inoltra anche lontano nello spazio e ci vogliono milioni di anni perché capisca piccole cose tempo spazio e tante altre.

Ora forse vi state avvicinando a semplici conquiste, siete ciò che a volte desiderate,ciò che siete dentro; che le energie interne vostre in un flusso continuo vi fanno partecipare alla vostra idea di mondo e universo e voi così cambiate le cose dal vostro punto di vista e questo è il libero arbitrio. Credere o non credere è un tempo di stallo, non esprimete le vostre facoltà appieno perché vivete nel materiale e tutto si deve toccare o dimostrare anche se dopo pochi anni tutto può essere cambiato da una nuova scoperta un nuovo esperimento.

L'atto di umiltà sarebbe riconoscere che siete qui con molti strumenti a disposizione ma con gli occhi dell'anima bendati.

Piccoli messaggi e grandi messaggi li avete di essere qui e ora e comunque in un flusso eterno, ma voi siete troppo importanti per voi stessi: come ci si può affidare al PADRE che tra l'altro non abbiamo mai visto,per capire che con gioia dobbiamo solo vivere,vivere nell'Amore dell' energia interiore che non ti porterà solo che ad affidarti? Chi è vicino al PADRE lascerà fare a LUI, quindi se è così potrà ascendere e nell'ascensione si sublimerà, perché ricorda la materia è per sua natura soggetta a trasformazione. Cerca di sentire la bellezza dell'Amore che tutto trasforma nella vita, che schiude le porte della conoscenza e riduce le distanze tra coloro che abitano il cosmo. L'esperienza della terra potrebbe essere bella! Cogliete i messaggi di ricongiunzione e vivete nell'amore bevendo alla sua fonte, amate la materia e fate si che il cuore contenga la mente, non state gli uni contro gli altri come dentro di voi mente e cuore, chi saprà amare troverà la via verso la gioia e la conoscenza. Chi più sa più comprende, più il suo orizzonte è grande, più contiene, così il cuore può spingere la mente a nuove scoperte sulla via del PADRE. Non potete rinunciare all'esperienza che è vostra: cioè la materia, né dimenticare ciò che brilla in voi : il PADRE. Vivete in voi perché siete il PADRE, siete emanazione diretta e fate ESPERIENZA in LUI e attraverso di voi tutto l'universo si nutre .

                                          BUDDA

 
 
 

Comunione con Dio

Post n°293 pubblicato il 02 Settembre 2010 da savitri.5
 

Ricordate sempre che il vostro è un mondo di illusioni,   che nulla di ciò che vedete è reale, e che potete  usare l'illusione per avere un'esperienza grandiosa della Realtà Ultima. Questo è ciò che siete venuti a fare sulla terra.


Vivete in un sogno creato da voi stessi: il Sogno della vostra Vita.

Allora sognate un mondo in cui il Dio e la Dea in voi e negli altri non vengono negati. Fate che il vostro saluto, ora e sempre, sia Namastè.

Sognate un mondo in cui l'amore è la risposta a ogni domanda, la reazione a ogni situazione, l'esperienza di ogni momento.

Sognate un mondo in cui la Vita, con tutto ciò che la sostiene,è onorata ed espressa nel modo più alto.

Sognate un mondo in cui la libertà diventa la più elevata espressione della vita, in cui nessuno che sostenga di amare un altro cerchi di limitarlo, e in cui tutti possano esprimere pienamente la gloria del proprio essere.

Sognate un mondo in cui tutti godono di pari opportunità, di pari risorse e di pari dignità, cosi che tutti possano sperimentare ugualmente l'ineguagliabile meraviglia della Vita.

Sognate un mondo in cui nessuno giudica gli altri, in cui nessuno pone condizioni prima di offrire l'amore, e in cui la paura non è considerata un mezzo per ottenere rispetto.

Sognate un mondo in cui le differenze non producono divisioni, le espressioni individuali  non producono separazioni, e la grandezza del Tutto si riflette nella grandezza delle parti.

Sognate un mondo in cui c'è sempre abbastanza, in cui il semplice dono del condividere conduce alla consapevolezza dell'abbondanza, e in cui ogni azione crea e sostiene l'abbondanza.

Sognate un mondo in cui la sofferenza non è mai più ignorata, in cui l'intolleranza non viene mai più espressa, in cui nessuno prova mai più odio.

Sognate un mondo in cui l'Ego è abbandonato, in cui la Superiorità è abolita, in cui l'Ignoranza è eliminata dalla realtà di ciascuno, e ridotta al suo stato di illusione.

Sognate un mondo in cui gli errori non portano alla vergogna, i rimpianti non portano alla colpa, e il Giudizio non porta alla Condanna.

Sognate tutte queste cose e molte di più. Le scegliete?

Allora sognatele finché si realizzeranno!


                                                            NEAL DONALD WALSCH


 

 
 
 

Perdono

Post n°292 pubblicato il 31 Agosto 2010 da savitri.5
 

 

 

Se nel soffrire l'uomo perde la sua capacità
di comprendere, nell'amare apre un dialogo
fra sé e sé ed allarga il suo campo aurico,
fino a raggiungere altre persone che gli stanno
vicino.

 

 

L'uomo ha il potere di comunicare anche così,
senza proferire parole, senza esprimersi.
Ma dalla sua energia si sprigiona un liquido
eterico che va a stimolare le energie degli altri.
Quando poi quest'uomo comincia a vibrare nella
sua veste cristica, ciò che può fare è il miracolo
della trasformazione e dell'aiuto verso coloro
che soffrono.

Deve però esserne consapevole,
per poter trasferire, come atto di umiltà e
di creatività, questa energia potente che lavora
nell'eterico e che ha la capacità di modificare
ciò su cui viene riversata.

Tutto ciò che esiste nel creato è frutto di
un atto d'amore, a tutti i livelli.
E l'armonia esiste, anche quando apparentemente
non sembra.

Anche il male, anche Lucifero, sono un atto
creativo, dunque d'amore, poiché sono
un'espressione creativa del divino, che vuole
che tutto ciò che viene creato raggiunga
l'espressione più alta dell'armonia, per poter
essere riportato poi nell'eternità dell'Universo.

Nella forma duale, fra il bene ed il male, fra
ordine e caos,c'è questa apparente lotta
continua, che diviene necessità, affinchè ogni
cosa possa conoscere il perdono.

Come la Luce si diffonde e crea nel suo
passaggio il trasformarsi delle cose
modificandone la struttura, così il Perdono
pone le sue basi per il cambiamento di
un rapporto nella dualità, che scompare
per lasciare il posto alla Luce Divina che
si compenetra in esso.

E' bello poter respirare il fermento che
la Luce Divina infonde nell'Anima e l'uomo,
pervaso da ciò, sente dentro di sé il
cambiamento costruttivo che ne deriva.

Il Perdono è l'essenziale forza che, come in
un processo alchemico, trasforma e ristruttura
portando su altri piani la sostanza che viene
sfiorata.

E la funzione che promuove questa azione è
lo specchiarsi in ogni cosa che ci colpisce,
poiché essa è lì, ben presente, a far sì che noi
la notiamo per esserne consapevoli, per essere
consapevoli che ciò che vediamo all'esterno è
la proiezione di ciò che in noi ha urgenza di
essere conosciuto, compreso, amato e perdonato.

Il cuore ci dirà quando avremo raggiunto
il Perdono, poiché la vibrazione del cuore è
così potente da farci sentire che ci stanno
spuntandole ali.

 
 
 

Cos'è l'Amore?

Post n°291 pubblicato il 31 Agosto 2010 da savitri.5
 

 

 

"Voi capirete cosa sia veramente l'amore quando smetterete di considerarlo un sentimento.

Il sentimento è obbligatoriamente soggetto a variazioni a seconda che si rivolga all'una o all'altra persona, mentre il vero amore è uno stato di coscienza indipendente dagli esseri e dalle circostanze.

Amare, non significa nutrire un sentimento per qualcuno, bensì vivere nell'amore e fare ogni cosa con amore: parlare, camminare, mangiare, respirare, studiare con amore...

Amare significa aver accordato tutti i propri organi, tutte le proprie cellule e tutte le proprie facoltà, affinché vibrino all'unisono nella luce e nella pace.

L'amore è dunque uno stato di coscienza permanente.

Colui che ha raggiunto quello stato di coscienza sente che tutto il suo essere è impregnato di fluidi divini, e tutto ciò che fa è una melodia."


Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

 
 
 

LE SETTE CHIAVI PER DIVENTARE PIU' SENSIBILI

Post n°290 pubblicato il 08 Agosto 2010 da savitri.5
 

 

Noi viviamo alla presenza che ha nome Dio, noi viviamo nell'oceano della presenza di Dio. Diventa un po' più sensibile a questa realtà.

In che modo si diventa sensibili? ......






La prima: lascia cadere la lente d'ingrandimento del tuo ego.

Le nostre menti continuano a ingigantire ogni cosa.
È così che l'ego esiste. Noi ingigantiamo le nostre virtù, ingigantiamo i nostri peccati, ingigantiamo ogni cosa. Creiamo un gran clamore, facciamo scalpore su tutto, su qualsiasi inezia.
Questa lente di ingrandimento dev'essere abbandonata radicalmente.
A quel punto, all'improvviso si vedranno le cose nella loro prospettiva reale.
Noi siamo piccoli: le nostre virtù sono piccole, i nostri peccati sono piccoli. Né le nostre virtù sono di qualche valore, né hanno un valore i nostri peccati; qualsiasi cosa possiamo fare è talmente insignificante da essere del tutto priva di rilievo.
I tuoi peccati non ti porteranno all'inferno. Tutti quei preti che continuano a ripeterti una cosa simile non fanno che ingigantire le cose. E neppure le tue virtù ti porteranno in paradiso, poiché sono cose del tutto prive di rilievo, realtà infinitesimali.



La seconda: abbi fiducia, abbandonati. Egli si preoccupa e si prende cura di te.

Dio è il nostro pastore, egli si prende cura di ogni cosa.  Noi ci preoccupiamo inutilmente, e iniziamo a fare ogni sforzo possibile per prenderci cura di noi stessi da soli. È così che cadiamo vittime
del lupo: la mente.
La mente dice: "Fa' così! È più sicuro, più conveniente.
Organizza la vita in base a questo schema, non vivere nell'insicurezza!".
Questo è il perenne messaggio della mente: "Non vivere nell'insicurezza, rendi la vita sicura. Fatti un conto in banca, una famiglia, aggrappati alla terra. Organizza le cose il modo da essere protetto in tutti i sensi".
E Dio è il nostro protettore. Ma la mente inizia a giocare a fare il protettore... e la mente è il lupo, poiché è generata da ogni sorta di sfruttatori che esistono al mondo: il prete, il pandit, il politico;
costoro creano la mente, sono loro a generare paura dentro di te.
Essi vivono sulle tue paure, generano un perenne tremore: per tutta la vita resti in uno stato d'angoscia, di tremore, di paura. Essi creano in te uno stato d'ansia e di preoccupazione: quella è la fonte da cui scaturisce la tua mente.
Se una persona è pronta a vivere nell'insicurezza, la mente scompare.
A quel punto non esiste più alcuna necessità di una mente.
La ricerca del Vero, il sannyas, presuppone vivere nell'insicurezza, poiché Dio è la nostra sola sicurezza. Sannyas significa vivere senza paura alcuna, poiché noi siamo parte di questa esistenza: non esiste qualcuno di cui aver paura; l'esistenza non è antagonista rispetto a noi, ci protegge.
D'altra parte, la mente è un derivato della paura, e a causa della paura continua a generare la propria sicurezza: fa' più soldi, possiedi una casa più grande, ricerca il rispetto, il prestigio, il potere politico; conquista degli amici, influenza le persone... in questo modo sei sicuro. Se hai un'infinità di amici, ti saranno utili: si dice che un amico è tale solo se ti sostiene nel momento del bisogno;
ebbene, circondati di molti amici, scendi a compromessi.
Assumi un volto falso, di circostanza, sempre sorridente, in modo da influenzare le persone.
Leghi la tua sicurezza a qualcosa di estremamente fragile, laddove Dio è la tua unica sicurezza. Ma per conoscere la sicurezza di Dio, per conoscere che egli è il tuo pastore, dovrai aver fiducia, dovrai vivere nell'insicurezza. Se non sei in grado di aver fiducia, non farai che accumulare pattume intorno a te; e la gente ama il pattume, non fa che accumularne!



La terza: egli continua a guarirti alimentandoti con le tue stesse sorgenti, dall'interno.

Scendi dunque nel pozzo interiore del tuo essere, lì troverai il suo nutrimento, la sua energia che affiora perennemente.


Quarto: sii sincero. Lascia cadere le tue maschere, abbandona le tue falsità.




Quinto: apprendi la modalità di conoscenza di Dio, cioè l'innocenza.


 

Sesto: sii silenzioso. Poiché quello è il suo unico linguaggio.

Tu impari a conoscerti attraverso gli altri. Se a una persona brutta si dà uno specchio che l'abbellisce, crederà di essere bella: non esiste altro modo per conoscere il proprio volto. Si guarderà nello specchio e lo specchio dirà: "Sei bella" per cui inizierà a crederci.

E se a volte si imbatterà in uno specchio vero che si limita a riflettere ciò che è in realtà, penserà che sia questo specchio a sbagliare.
Addirittura potrebbe arrivare a distruggerlo, visto che le suscita tristezza; inoltre, non riflette la realtà, la distorce.
È ciò che accade. Se ti imbatti in una persona sincera, andrai in collera con lei, perché non sosterrà le tue menzogne e non sosterrà le tue maschere. Ti strapperà di dosso le tue maschere e cercherà di mostrarti il tuo vero volto. Una persona simile potrà solo riflettere ciò che è, non può riflettere ciò che viene finto, simulato.
Ecco perché un uomo di verità viene sempre ritenuto una sorta di creatore di guai, un guastafeste. Alla società non piace; la società non vuole sentire la verità, le persone sono perfettamente felici nel sostenersi a vicenda le reciproche bugie. E voi definite "amico" chiunque dia sostegno alle vostre bugie: è un vostro nemico, ma voi lo chiamate "amico". E se a volte un amico inizia a dirvi la verità,
ecco che l'amicizia va in frantumi.
Si dice che Freud abbia detto che, se ogni persona che vive sulla Terra decidesse di dire la verità, nell'arco di ventiquattr'ore non resterebbero in vita neppure quattro amicizie, nel mondo intero. Se ogni persona, solo per ventiquattr'ore, fosse sincera, si avrebbero milioni di divorzi, le amicizie svanirebbero, le famiglie andrebbero in frantumi; ci sarebbe il caos... e questo perché noi tutti viviamo nelle menzogne.
Dio conosce in modo del tutto diverso dal nostro. Il nostro sapere è frutto dell'intelletto; il suo non è un frutto dell'intelletto: la sua conoscenza è semplice, è innocente. Non è frutto di pensieri, semplicemente conosce: la conoscenza è la sua natura.
Assomiglia al riflettere di uno specchio: non pensa se riflettere o no, semplicemente riflette. È simile al sorgere del sole che inonda....
Né comprende l'arabo, non importa ciò che credono i musulmani. E non comprende l'ebraico, malgrado ciò che rivendicano gli ebrei. Né comprende l'aramaico, anche se Gesù lo capiva e parlò in questa lingua.
Qual è il suo linguaggio? Egli comprende solo il silenzio.
Pertanto, se stai pregando attraverso le parole, non lo raggiungerai mai: la tua preghiera non arriverà mai a lui. Le parole sono troppo pesanti, non permetteranno alla tua preghiera di elevarsi e raggiungere l'Assoluto: solo il silenzio potrà avere ali.
Egli comprende il silenzio. La vera preghiera consiste solo di silenzio: lacrime silenziose, un pianto silenzioso del cuore, una risata silenziosa, una danza silente, una musica silenziosa all'interno del tuo essere. Quando sei assolutamente silenzioso, sei immediatamente in sintonia con Dio.


E settimo e ultimo: la tua preghiera non dev'essere una richiesta.

Non chiedere nulla; Egli conosce, prima che tu arrivi a conoscere, sa qual è il tuo bisogno.

Inchinati semplicemente: egli è una presenza, dunque, ovunque ti inchinerai, ti inginocchierai di fronte a lui. E ai piedi di chiunque ti inginocchi, sarai ai suoi piedi.
Se ti inginocchi alla Terra, ti inginocchierai di fronte a lui. Se ti inginocchi al sole, ti inginocchierai di fronte a lui. Sii un pagano: non è affatto necessario andare in una chiesa o in un tempio.
Gli alberi sono templi meravigliosi, e così le montagne e le persone: l'intera esistenza è il suo tempio; egli è incarnato in questa esistenza.
Non chiedere quale sia il suo volto, poiché tutti i volti sono suoi.
E non chiedere quale sia la sua dimora, poiché egli è il Tutto.
Non può essere localizzato, non può avere alcun indirizzo specifico:
egli non ha nome e non ha forma alcuna.

Se pondererai su questi sette punti, egli può accadere immediatamente, d'acchito, in questo preciso istante.


( Osho: Il velo impalpabile )

 

 
 
 

Padre nostro

Post n°289 pubblicato il 02 Agosto 2010 da savitri.5
 

 

 
 
 

Il Guerriero della Luce

Post n°288 pubblicato il 24 Luglio 2010 da savitri.5
 


Un Guerriero della Luce presta attenzione agli occhi
di un bambino. Perchè quegli occhi sanno vedere il mondo
senza amarezza. Quando desidera sapere se chi sta al suo
fianco è degno di fiducia, cerca di vedere la maniera in cui
lo guarda un bambino.

Egli non dimentica mai la gratitudine. Non conta solo
sulle proprie forze ma usa anche quella dell’ avversario
ed alle sue provocazioni egli non risponde. Il Guerriero
della Luce non imbroglia mai ma sa distrarre il suo avversario.

In una guerra la capacità di sorprendere l’avversario è anche
la chiave della vittoria. Un Guerriero della Luce approfitta di
qualsiasi opportunità positiva o negativa che sia, per imparare:
egli è ciò perché sbaglia si interroga perché  e trova ragione.

Un Guerriero della Luce fa  sempre qualcosa fuori da comune,
non passa i giorni tentando di rappresentare il ruolo che altri
hanno scelto per lui ma ciò che lui ha scelto per se stesso.
Egli sembra folle ma si tratta di un mascheramento.

Il Guerriero non perde tempo ad  ascoltare le provocazioni:
ha un destino che deve essere compiuto, egli riconosce
il Cammino e controlla il suo equipaggiamento fatto di Fede,
Speranza e Amore. Con serenità analizza ogni mossa,
quando inizia va fino  in fondo.

Un Guerriero della Luce conosce le cose che hanno valore,
senza Amore egli non è nulla, condivide con gli altri ciò che
conosce del cammino, sa che se giungerà alla fine del viaggio
in un paradiso vuoto, la sua lotta non avrà avuto nessun valore.

Un Guerriero sa che la stella più lontana dell’ Universo
si manifesta nelle cose che gli stanno attorno, egli sa che
nel silenzio del suo Cuore c’è un ordine che lo guida e
meditando egli non è se stesso ma una particella dell’ Anima
del Mondo.

A volte il Guerriero della Luce si comporta come l’acqua,
fluisce fra gli ostacoli che incontra poiché il suo obbiettivo
è l’oceano; egli non è mai codardo, sa’ perdere, e non ha mai fretta: il tempo lavora a suo favore, egli ride e si riposa ma sta’ all’erta.

Egli si serve della Paura come motore non come freno,
ascolta il suo avversario, possiede il colpo e il perdono,
sa equilibrare solitudine e dipendenza, cerca sempre
di migliorarsi.

Il Guerriero della Luce ha un sogno. Quando si vuole
una cosa l’ Universo intero trama a favore ed il Guerriero
questo lo sa. L’ Universo non giudica, cospira a favore di ciò  che desideriamo, quindi il Guerriero presta sempre attenzione a cosa pensa.

Il Guerriero della Luce si concentra sui piccoli miracoli della vita quotidiana, mantenendo il buon umore nei momenti di crisi;
egli sa che un grande sogno è costituito da tante cose diverse come la luce è costituita da milioni di raggi.

Il Guerriero della Luce rispetta le sofferenze del prossimo e non tenta di paragonarle alle proprie. La coppa della sofferenza non ha la stessa misura per tutti. Si serve della malattia per sottolineare la benedizione della salute.

Per il resto della vita serba nella memoria le cose belle che
sono sorte nei momenti di difficoltà. Esse saranno una prova delle tue capacità e ti infonderanno fiducia dinanzi a qualsiasi ostacolo.

Il Guerriero della Luce ha in sè la scintilla di Dio.
Il suo destino è di  stare con gli altri guerrieri ma a volte
dovrà praticare, solitario, l’ arte della “spada”: perciò quando è separato dagli altri si comporta come una stella.

Illumina quella parte di Universo che gli  è stata destinata
e tenta di  mostrare galassie e mondi a coloro che guardano il Cielo. La perseveranza del Guerriero sarà ben presto ricompensata. A poco a poco altri Guerrieri si avvicineranno di costellazioni.

Il Guerriero della Luce vede sè stesso nel futuro e a volte
a impressione di vivere due vite nello stesso tempo e la sua
Anima è libera come nuvole in cielo.

Ogni Guerriero della Luce ha avuto paura di affrontare
un combattimento. Ha tradito e mentito in passato.
Ha imboccato un cammino che non era il suo. Ha sofferto
per cose prive di importanza. Ha mancato ai suoi doveri
spirituali.

Ogni Guerriero della Luce ha ferito qualcuno che amava.
Perciò è un Guerriero della Luce; perché ha passato queste esperienze e non ha perduto la speranza di essere migliore.
Egli da sempre il meglio di sè.

Con generosità cerca di dimostrare a tutti, la potenzialità
di ciascuno e continua a stimolare il prossimo perché è
una maniera per spronare sè stesso.

Il Guerriero della Luce guarda la Vita con dolcezza e
decisione. Egli è davanti a un mistero di cui  ogni giorno
troverà la risposta. Spesso dice: “ Ma questa vita è una follia”.

Ma la grande sapienza del Guerriero della Luce consiste
nello scegliere bene la propria follia.

I Guerrieri della Luce si riconoscono dallo sguardo.

 

 
 
 

Il Risveglio per il Salto Quantistico

Post n°287 pubblicato il 16 Luglio 2010 da savitri.5
 

 

Il Risveglio per il Salto Quantistico è prossimo.

Il passo più importante per ognuno di noi è guardarsi dentro e lavorare sulle proprie ferite, conscie e subconscie.    

Solo da una guarigione individuale si potranno produrre dei cambiamenti nel sistema e trovare nuovi equilibri basato sull'Amore.

 

...IN ATTESA DEL "RISVEGLIO"

...LUCE E AMORE.... 


 

 
 
 

Ama te stesso

Post n°286 pubblicato il 11 Luglio 2010 da savitri.5
 

 

 

 

 

 

Amare se stessi è il primo passo

verso una totale crescita spirituale.


Quando inizi ad amare te stesso,

il mondo intorno a te cambia,

diventi il centro di tutto e di conseguenza

quello che sta accadendo dentro di te

si rispecchia anche fuori...

amandoti vivi nella gioia del qui ed ora

e diventi un magnete per gli altri.


Amando noi stessi comprendiamo

il vero significato della parola AMORE,

nella sua pienezza e nel suo splendore.



 

 
 
 

Poema di Rumi

Post n°285 pubblicato il 26 Giugno 2010 da savitri.5

 

 

Video in inglese di un poema di Rumi.


II suoi versi ci hanno lasciato la sua ispirazione

e c'impregnano con una saggezza che molte volte ci costano ricordare.

Dobbiamo amare tutto quello che facciamo.

La vita è amore, siamo nati e viviamo per imparare ad amare

e se non lo facciamo perdiamo il nostro tempo e la nostra vita.

Dobbiamo imparare ad amare come un stato di essere,

come un costante battito del nostro cuore.

Dobbiamo amare come pieni di straripante allegria

per sentirci uniti a tutte le creature dell'universo.

Tutta una vita senza Amore non conta

l'Amore è l'Acqua di Vita

bevila con l'anima ed il cuore!

 

 

 

 
 
 

Quando ho cominciato ad amarmi

Post n°284 pubblicato il 31 Maggio 2010 da savitri.5
 

 

 

 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho capito com'è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta,
anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama "rispetto".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di desiderare un'altra vita e mi sono accorto
che tutto ciò che mi circonda é un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama "maturità".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto
e che tutto quello che succede va bene.
Da allora ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama "stare in pace con se stessi".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di privarmi del mio tempo libero
e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama "sincerità".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono liberato di tutto ciò che non mi faceva del bene:
persone, cose, situazioni
e tutto ciò che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso;
all'inizio lo chiamavo "sano egoismo",
ma oggi so che questo è "amore di sé".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di voler avere sempre ragione.
E cosi ho commesso meno errori.
Oggi mi sono reso conto che questo si chiama "semplicità".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono rifiutato di vivere nel passato e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di più nel momento presente, in cui tutto ha un luogo.
E' la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo "perfezione".

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono reso conto che il mio pensiero può rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore,
l'intelletto è diventato un compagno importante.
Oggi a questa unione do il nome di "saggezza interiore".

Non dobbiamo continuare a temere i contrasti,
i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro
dando origine a nuovi mondi.

Oggi so che tutto questo è la vita.


Charlie Chaplin - dal discorso celebrativo per il suo 70° compleanno 16.4.1959

 

 
 
 

IL SENTIERO

Post n°283 pubblicato il 28 Maggio 2010 da savitri.5
 

 

 

 

 
 
 

PARTIRE PER ARRIVARE

Post n°282 pubblicato il 25 Maggio 2010 da savitri.5
 

 



C'era una volta una piccola pozzanghera. Era felice di esistere e si divertiva maliziosamente quando schizzava qualcuno con l'aiuto di un'automobile. Aveva paura solo di una cosa: del sole.
"E' la morte delle pozzanghere" pensava rabbrividendo.
Un poeta che camminava con la testa sognante finì dentro alla pozzanghera... con tutti e due i piedi, ma invece di arrabbiarsi fece amicizia con lei.
"Buongiorno" disse, e la pozzanghera rispose: "Buongiorno!".
"Come sei arrivata quaggiù?" chiese il poeta.
Invece di rispondere la pozzanghera raccolse tutte le sue forze e rispecchiò la volta celeste.
Parlarono a lungo del Grande Padre, la pioggia, e del fatto che la pozzanghera aveva tanta paura del sole.Il buon poeta volle farle passare quella paura. Le parlò dell'incredibile vastità del mare, del guizzare dei pesci e della gioia delle onde. Le raccontò anche che il mare era la patria e la madre di tutte le pozzanghere del mondo e che la vita della terra e del mare era dovuta al sole. Anche la vita delle pozzanghere.La sera abbracciò il poeta e la pozzanghera ancora assorti nel loro muto dialogo.
Alcuni giorni dopo, il poeta tornò dalla sua umida amica.
La trovò che danzava nell'aria alla calda luce del sole.
La pozzanghera spiegò: "Grazie a te ho capito. Quando il sole mi ha avvolto con la sua tenerezza, non ho più avuto paura. Mi sono lasciata prendere e ora parto sulle rotte delle oche selvatiche che mi indicano la via verso il mare. Arrivederci e non mi dimenticare".



(Bruno Ferrero, Il Segreto dei Pesci Rossi)

 

 
 
 

Esserci .....

Post n°281 pubblicato il 04 Maggio 2010 da savitri.5
 

                Vivi ogni giorno,
                ogni situazione, 
               SENZA chiederti: 
             cosa ne guadagno??

               Vivi ogni giorno, 
               ogni situazione,
       NELLA CONSAPEVOLEZZA
                 che gli altri 
            possono arricchirsi
                     di TE


                 Il Viaggiatore

 
 
 

Ascolta e sentirai il Creatore che ti parla

Post n°280 pubblicato il 02 Maggio 2010 da savitri.5
 

cielo_nuvole

 

Ascolta e sentirai il Creatore che ti parla

La velocità dell'avanzamento spirituale di un uomo dipende da quanto attentamente l'uomo collega (alla Spiritualità) tutto ciò che gli succede nella vita e se non lascia trascorrere un solo momento senza collegarlo alla Spiritualità. Un uomo non deve stare fermo proprio come fa un bambino e deve usare ogni singolo momento. A questo proposito, l'ambiente in cui l'uomo si trova è molto importante. L'ambiente velocizza lo sviluppo di un uomo dandogli la giusta direzione e spingendolo sempre in avanti. Con l'aiuto dell'ambiente, un uomo può scoprire che anche i momenti più tranquilli hanno molta importanza. E' particolarmente in questi momenti che un uomo scopre l'atteggiamento amorevole che il Creatore ha verso di lui. E' come scoprire un nuovo mondo nelle profondità di un mare che è tranquillo in superficie. Non lasciate che la vita passi via. Non dovremmo perdere un solo momento, poiché ogni momento è un'opportunità per collegarci al Creatore. Questo è ciò che viene chiamato "la vita che ritorna alla sua Sorgente". Dobbiamo capire ciò che Lui ci vuole dire attraverso ogni circostanza che Lui ci manda. La nostra vita intera è una conversazione tra noi e il Creatore, ma poiché lasciamo andare questi momenti, non Lo sentiamo! Se solo ascoltassimo, sentiremmo la voce del Creatore in ogni momento. Questo è il modo in cui colleghiamo il tempo materiale alla Spiritualità. Questi tempi si uniscono in uno solo e noi vediamo il quadro della Spiritualità. Se un uomo percepisce il tempo come un numero di azioni, allora egli è pronto a guardare alla sua vita come un processo Spirituale. Ad ogni modo, solo l'ambiente è in grado di metterci in sintonia con questo atteggiamento verso la vita.

http://laitman.it/

 
 
 

Solo per oggi..

Post n°279 pubblicato il 22 Aprile 2010 da savitri.5
 

 

 

Solo per oggi
immagina una luce bianca
che si espande dall'ombelico
e illumina tutto il tuo essere..
espandi questa luce intensa d'Amore
a tutta la Terra.


Solo per oggi
abbraccia un albero
così potrai
trasmettere e ricevere
Amore dalla Nostra Madre Terra

Agendo come fosse Amore
creiamo un'onda di Gratitudine e di Piacere
che alimenta e nutre
la Pace e l'Amore per il nostro Pianeta
che vive e sente
ogni nostro respiro
ogni nostra azione

restituendoci Amore!

 

 


 

 
 
 

Piccoli Angeli

Post n°278 pubblicato il 06 Aprile 2010 da savitri.5
 

Immagina di trovarti
di fronte a questi Angeli ....

Guarda attentamente
i loro occhi Innocenti
(che scorrono nel video
che trovi qui sotto)
Osservali bene negli occhi ....
e mentre li osservi
cerca di percepire il battito
del tuo Cuore ....
ad ogni Pulsazione corrisponde
una Vibrazione Positiva
del tuo campo energetico ....
un Sentimento di Compassione
rivolto direttamente a tutte quelle persone
che ne hanno realmente bisogno ....

lascia straripare l'immenso Amore
dal tuo Cuore ....
in questo brevissimo lasso di tempo
convoglia tutti i tuoi pensieri
e le tue emozioni
in questa direzione ....
lasciati andare ....
non pensare ad altro ....
sprigiona il tuo enorme potere
e lascia fluire tutta la tua energia ....

 

Ecco fatto!
facile no, sbloccare i sentimenti
ed aprire il proprio Cuore ....

In teoria,
dovresti
sentirti più leggero
e felice
per il semplice fatto
di aver donato qualcosa di te
(un pensiero, un'emozione .... )
all'Universo ....
inoltre, ricordati che
l'Universo
prima o poi ti ripagherà
per questo tuo nobile gesto


D'ora in poi,
ogni volta che sentirai il desiderio
di aiutare qualcuno,
sai che puoi sempre sintonizzarti
sulle giuste Vibrazioni
e generare dei pensieri positivi
indirizzati a quella/e persona/e ....
e sai anche che in cambio
riceverai sempre qualcosa di positivo ....

 
 
 

GUARDATELO è ILLUMINANTE

 

 

 

È giunto il tempo in cui dobbiamo cominciare a pensare a un livello più profondo, al livello cioè dell'effettivo essere umano, cercare di agire con stima e rispetto per tutti gli esseri. Dobbiamo costruire un rapporto più stretto fra noi, basato sulla mutua fiducia, mutua comprensione, rispetto, aiuto, indipendentemente da cultura, filosofia e religione. Tutti siamo fatti di carne, ossa e sangue e, ciò che più importa, abbiamo gli stessi sentimenti, desideri, speranze, ambizioni. Tutti cerchiamo di evitare la sofferenza e conseguire la felicità. Apparteniamo perciò a una sola grande famiglia, che comprende l'umanità tutta di questo pianeta.

 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2alf.cosmosgiugio30viSemidiluceeamoregelixangela61dgl0serrblindpaola.sellihemet67lafontedipiaceresaladino.rosyzaffiro_2006pioantognozzidorianoschiaffini
 

FACEBOOK

 
 

-

Un giorno ti accadrà


-

Buongiorno Mondo!

-

Padre nostro

(Versione Inglese)

-

Preghiera per la Pace

-

Il Potere della Preghiera



 

 

Gayatri Mantra


 

Gayatri Mantra - Deva Premal

 

 

 

Om Mani Padme Mum

 

 

 

RA MA DA SA

Mantra della Guarigione

 

 

 

Sutra del Cuore

 

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 71
 

 

 

 

 

Fiore della Vita

Nella struttura più semplice si riconosce una matematica perfetta. All'interno del Fiore della Vita, sono inscrivibili tutte lo forme dell'universo; ogni cosa è stata creata e completata attraverso questo schema. Questo simbolo trasmette una vibrazione elevante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31