Creato da birba_73 il 15/03/2009

Amore Impossibile

amore e amicizia

 

 

« .......... »

invidia hihihihi

Post n°365 pubblicato il 31 Marzo 2013 da birba_73

Un giorno ci hanno chiesto: "non siete stanchi? Stare insieme per così tanto tempo, e l'abitudine, e la noia?" Tu quel giorno mi hai sorriso, un sorriso dolce per me, ma di compatimento per loro, per loro che non sanno come ci guardiamo, di quanto ridiamo insieme, dell'emozione dei nostri abbracci, delle lacrime che hanno rigato i nostri visi quando nel dolore ci siamo aggrappati l'uno all'altro; e di quando ci siamo detti "stringiamo i denti, Dio ci darà la forza" e abbiamo affrontato il futuro. Già loro non lo sanno.

birba.....

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

stradiotosaragiordaninopass27holafiestacazzolaidainternetchorsepaolosalvademadedomenico.angelopinnamariafranc.m1daniela1062c.baldo1giuseppe.fuggimario.dastolihenda.khelifilongu2
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 
 

I MIEI DESIDERI...

Hai invaso
il mio cuore d'amore,
gioia d'amore,
sorrisi d'amore.

Ti diverte posarmi
un capello sul viso
mentre ti sogno,
soffiarci e guadarmi
mentre mi stuzzica.

Nella notte
ti diverte scoprirmi,
guardare i miei
brividi ballare,
gioisci nel dispensare
le tue coccole
per scaldarmi,
scoppi dal sorriso
nel dire no,
mentre la tua
fiamma brucia.

Mi ami.
Mi ami di gioia.
Mi ami nel sorriso.

La tua pelle vibra
mentre dimentichi
socchiusa la porta
della tua intimità,
godi nel sbirciare
il mio occhio vibrante.

Sei tu la gatta
che mi nasconde
le ciabatte,
sono tue le fusa
che fanno vibrare
l'aria mentre scuoti
la testa per dire
una bugia d'amore.

Oggi e domani
con te giocherò,
giocherò la vita.

 

Mi sei entrato dentro, in circolo, come un droga, la mia dolce droga.
Circoli nelle mie vene con il mio sangue, mi riscaldi ed illumini i miei momenti tristi.
Ti amo mio faro, ti amo tanto.
Non sei mio, non lo sarai mai, sei il mio dolce sogno, il mio grande desiderio.
Di te amo tutto, ti accetto in tutti i tuoi difetti, forse non ti vedrò mai con me,mi basta sapere che ci sei, che m´illumini e ciò mi dà forza.
Hai regalato a me piccola donna, tanto amore, tutto l´amore che non ho mai avuto e che avevo dimenticato e quindi non cercavo.
La tua eleganza e delicatezza mi hanno presa e mi hanno fatta innamorare, in un momento della mia vita che mai avrei pensato di poter provare certe emozioni.
Ti ringrazio di quello che hai saputo darmi grande uomo, hai saputo farmi sentire importante ed unica da farmi volare come un gabbiano felice di sognare.
Ti amo e t´amerò sempre la tua matta

 

 

PER ME

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.

Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.

Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto.
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché sì,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.

[..Pablo Neruda..]

 

 

top light