ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 139
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ragazzaseria2QuartoProvvisoriolascrivanatanmikwoodenshipprolocoserdianaqmrelcondorpasaaamonellaccio19amore_nelcuore1chiedididario66lalieno_2016davide1016lelefonamitigreruggente0
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

Temporale di agosto

Post n°1759 pubblicato il 11 Agosto 2020 da lascrivana

Tuoni e lampi squarciano in due un cielo denso di grossi nubi scure. L'odore dell'erba bagnata impregna le narici. No, non è autunno come il tempo lascia presagire: siamo solo in pieno agosto! E nonostante il caldo appiccicoso, sono costretta a chiudere le finestre per non trovarmi la casa allagata. Gratificata dalla piacevole frescura mi sdraio sul letto lasciandomi  accarezzare dalla brezza leggera che si filtra dalle persiane socchiuse. Tra le braccia ho annidato un batuffolo profumato che non ha nessuna voglia di mollare la presa. Il suo esile corpicino mi si è incollato sul torace, mentre le sue manine stringono il sottile laccio d'oro che mi pende dal collo. Sudo sotto la sua stretta, ma la mia cara nipotina non vuole  proprio lasciarmi. Se provo ad adagiarla sul letto inizia a piangere; così scrivo al ritmo dei nostri cuori che battono all'unisono. Il suo corpicino intrecciato al mio trasuda tenerezza infinita... un momento unico e irripetibile che trasforma il suono di un forte temporale in un indimenticabile colonna sonora della mia vita. Non sai quanto si possa essere capaci di amare i nipoti fino a che non te li ritrovi tra le braccia; ed è solo allora capisci che la tua riserva di affetto è infinita.  

 
 
 

Ferie all'ombra del covid

Post n°1758 pubblicato il 01 Agosto 2020 da lascrivana

Quest'anno sono ferie diverse le mie; in fondo penso sia così per tutti.  Ho ancora in bocca il sapore delle vacanze dell'anno precedente  - la visita a Venezia è incomparabile-.

 
 
 

Note di notte

Post n°1757 pubblicato il 28 Luglio 2020 da lascrivana
 

 

La musica non è mai un errore, ma un dubbio sul volume ce l'ho

 

Tutti noi tendiamo a trasmettere agli altri ciò che ci procura emozione e che ci piace; alcuni lo fanno in maniera eclatante, altri più soft. Ormai da qualche mese mi capita spesso di essere svegliata dal suono di una bellissima musica che proviene da una macchina che passa per  strada. Il tono è chiaro e limpido e il volume è quello della discoteca: dura pochi secondi, ma è abbastanza coinvolgente. Il conducente dell'auto è così preso da quella musica che nemmeno si accorge dell'orario poco opportuno per trasmettere a volume così alto. Avrà sicuramente installato un costosissimo impianto, e ascoltarlo in fondo non da nemmeno fastidio; mi domando solo cos'è che gli da la certezza che il volume così alto non disturbi il sonno degli altri. 

Chissà cosa gli passa per la testa quando decide che quello sia il volume adatto per ascoltare la musica mentre guida la sua microscopica macchina - secondo me niente!  In quella testa ci deve essere sicuramente il vuoto assoluto.  Un giorno di questi qualcuno sufficientemente infastidito finirà con il riempirgliela in maniera eclatante come la sua musica.

Mi auguro che risanvisca prima che questo accada ... è solo un ragazzo scevro da questo tipo di educazione; magari sarà anche bravo, ma non credo che gli sia chiaro il concetto di rispetto.

 
 
 

Un raggio di sole ... ed è subito giorno

Post n°1756 pubblicato il 22 Luglio 2020 da lascrivana

 

Mi alzo alla buon'ora con la solita voglia di caffè.  Dopo aver messo la macchinetta espresso sul fuoco, vengo attirata da un insolito colore dell'alba. I raggi del sole appena spuntato, colorano di rame un gruppetto di case abbarbicate sulla collina. Mi affaccio sul balcone per godermi meglio lo spettacolo e vengo assalita da una leggera e frizzante brezza mattutina che pizzica le narici. Pensavo a quanto fossi fortunata ad abitare in campagna; la natura ha la capacità di sorprendermi ogni giorno. Lo scenario non cambia, ma le diverse stagioni e temperature lo rendono sempre diverso; suggestivo, con il verde brillante che a fasce questa mattina assume il colore del rame  splendente. Questi colori durano pochi attimi, basta che il sole salga un po sù ed ecco che tutto torna normale. Affascinata da questo enorme riflettore, mi rendo conto che siamo tutti importanti protagonisti di questo palcoscenico che è la vita. Spesso facciamo l'errore di sottavalutare l'importanza dei nostri giorni su questa terra, e abbassiamo le difese lasciandoci trascinare dalla corrente. Apri i social e notizie nefaste in merito al coronavirus si allargano a macchia d'olio! Un brutto evento che ci ha coinvolto tutti, diventa motivo di inutile chiacchericcio. Dovrebbero smetterla di allarmare gli animi più sensibili con le loro boiate profetiche. Essere guardinghi e tutelarsi, non significa annullarsi nella remota possiblità della tragedia. La natura ci propone attimi come quello vissuto da me stamani, che possono cambiare l'umore; così tanto da spingermi dopo giorni a scrivere queste due righe. Spronata dai diversi input che arrivano dall'esterno, finalmente sono riuscita a spogliarmi dall'apatia letteraria che mi faceva compagnia da diversi giorni. I lieti eventi di questo mese mi hanno talmente appagata che non è stato difficile lasciarmi assorbire dal quotidiano. La famiglia è molto importante per me, così come il mio lavoro che ho la fortuna di svolgere a casa in questo momento. Mi sto godendo tutte le novità ricaricando le bobine della fantasia. La memoria strariperà di nuovi ricordi, eventi che ricorderemo con piacere anche nel futuro. Il rovescio della medaglia esiste in parecchie esperienze... non in tutte, ma in diverse si.

 
 
 

Erotica ...mente

Post n°1755 pubblicato il 20 Luglio 2020 da lascrivana
 

 

Sesso Archivi | AlberoniMagazine.itDesiderio e seduzione erotica

La donna desidera essere ammirata per il suo vestito, per il suo valore, la sua bellezza e per se stessa. L’uomo che risponde a questo suo desiderio riesce a vedere in lei qualcosa di straordinario, di unico e glielo comunica. La fa sentire avvolta dal suo desiderio, dalla sua ammirazione.

 

La mente indecente

Post n°1544 pubblicato il 29 Agosto 2018 da lascrivana

Nelle vene che scorre il sangue della passione

E' difficile tenere il pensiero lontano dalla tentazione

L' occhio avido, ammiccante e curioso

Sbircia costantemente e non conosce riposo

Anche il sogno si veste lussurioso e indecente

Per tenere in forma e eccitato il corpo e la mente


È  una realtà  spesso giudicata e condannata

dal bigotto che l'ha rimossa e soffocata

Non è  così che deve essere interpretata

la fantasia erotica va nutrita e aggiornata

Altrimenti la funzione che genera appagamento

finisce con l'arrugginirsi per scarso rendimento

*******

 

Pubblico una mia vecchia poesia che rivela una grande verità. La mente va alimentata con qualsiasi tipo di fantasia per restare giovani e attivi nello spirito. Se mancano le diverse attrattive, ci si relega in un contesto reale che non comunica affatto con le nostre aspettative.  Abbiamo bisogno di creare presupposti che consentano al nostro pensiero di divagare il più possibile! Senza le limitazioni dovuti ad un educazione rigida, bigotta e deleteria. 

Purtroppo, spesso e volentieri si ricade nell'apatia senza nemmeno volerlo; nonostante la vita reale generi appagamento affettivo, manca quel senso di leggerezza che solo una fervida immaginazione ti fa avere.

I piedi sembrano di piombo, e con fatica si sollevano da terra. La mente incapace di divagare, sprofonda nelle problematiche quotidiane senza via d'uscita. Il bianco diventa bianco, e il nero diventa sempre più nero. Insomma la cura necessaria è alimentare la fantasia con quello che in passato ha nutrito la nostra mente. Più facile a dirsi che a farsi. Quindi non molliamo la presa! Poiché se continuiamo a sognare noi, che abbiamo reso pubbliche le nostre fantasie, coinvolgiamo chi ha perso la voglia di volare ... e il mondo a tanto bisogno di librarsi nello spazio infinito dell'immaginazione.


 

 
 
 

Si cambia ... e poi si cambia ancora

Post n°1754 pubblicato il 13 Luglio 2020 da lascrivana
 

Si cambia, anche se certe sensazioni vorresti che continuassero a cibare la mente di quell'emozione che il tempo inevitabilmente si porta via. So che a tempo debito riuscirò di nuovo a spaziare nei campi sconfinati della fantasia, e magari ritornerò a scrivere ancora storie. Dalla vita ho imparato ad aspettarmi di tutto; anche delle mie stesse perfomance  che a volte stupiscono anche me. Se 12 anni fa mi avessero detto che avrei iniziato questo percorso di scrittura, beh! Sicuramente ci avrei riso su... Eppure è successo. Quindi prevedere le mie passioni future e impossibile! Per ora mi godo questo momento diverso, non dimenticando di  dare una sbirciatina agli incanti passati.

 
 
 

Se sogni ... sogno anch'io

Post n°1753 pubblicato il 10 Luglio 2020 da lascrivana
 

Se...
Post n°931 pubblicato il 18 Gennaio 2015 da lascrivana

 

Se avessi dato 

più ascolto a ogni mio desiderio

e avessi annullato

ogni pensiero deleterio

Se mi fossi lasciata andare 

a ogni ardita passione

e non avessi pensato 

alle conseguenze di ogni azione

Se non avessi avuto a cuore 

il benessere umano

lasciandomi catturare dal vizio del profano

Se non avessi dato ascolto

 al saggio e all'anziano

all'umile, al servitore e al veterano

Se non avessi lasciato 

ogni sogno accantonato

e di ogni lussuria il mio corpo 

avrei viziato ...

oggi non sarei qui 

a scrivere queste pagine di storia

e non avrei nulla da desiare nella memoria.

Eppure tutto quello 

che in passato mi sono negata

della poesia e dell'incanto 

non mi ha denudata

rivestendo di gloria 

ogni più intima confessione

e rendendo eroica 

ogni sacrificata decisione

Per ogni elucubrazione

della mia mente inappagata

la creatività e l'arte 

di deliziose forme l'hanno plasmata.

Laura.

 

 
 
 

La Calabrisella dispettosa

Post n°1752 pubblicato il 07 Luglio 2020 da lascrivana
 

Nel sole io camminerò
Post n°1667 pubblicato il 30 Ottobre 2019 da lascrivana

 

Come ogni anno pubblico in anticipo l’immagine che rappresenterà l’anno che verrà; e quindi come di tradizione parlerò di quella che rappresenterà il 2020.

IL SOLE

 

Il 2020 parlerà di te mio caro sole, e di come illumini la Calabria.

Tu, sole mio, porti alla luce tutto il marciume che spesso ci rappresenta, ma non dimentichi di mettere in chiaro una cosa “la bellezza” di questa nostra solare regione.

La Calabria ha inviato nel mondo i suoi figli migliori, quelli che non hanno avuto la fortuna di trovare un posto di lavoro che compensasse il loro impegno nello studio.

Le nostre menti eccelse hanno trovato giustizia nelle grandi e grigi metropoli che ora si vantano dei loro luminari. Hanno messo al mondo figli che hanno ereditato il loro gene intellettivo, ma che non hanno dentro il sole della Calabria.

Penalizzati e ridicolizzati da sempre, portiamo con onore il nostro fardello dell’ingiustizia e il nostro accento pesante.

******************************************

Quando ho scritto questo post non avrei mai immaginato di quello che sarebbe accaduto ha inizio 2020.  L'estate era finita da poco, e del coronavirus ancora non si parlava; e io avevo già pronosticato che il 2020 avrebbe fatto tanto parlare del sole e della Calabria. Non ricordavo nemmeno di aver scritto che avrebbe fatto tanto parlare di se; e soprattutto dei posti incontaminati.

Grata al nord per tutti gli aiuti che ha dato ai nostri immigrati -investimenti ben ripagati dai nostri compaesani-  in ogni caso m'inchino riconoscente alla loro disponibilità nei nostri confronti. Mi dispiace per lo spot Calabrese che vi umiliava per le vostre spiaggie contaminate; anche perché non avevamo bisogno di compararvi -ci pensano già le compagnie aeronautiche con i suoi costi più  bassi se si sale al nord, e più alti se si scende al sud. 

 

 
 
 

Hey google!

Post n°1751 pubblicato il 02 Luglio 2020 da lascrivana
 

E così anche a casa mia è arrivata l'era di "Hey google!"  il next mini che collabora con le ricerche solamente con la voce. Devo dire che ho avuto un buon approccio. Tra noi due c'è stato subito feeling. Ci capiamo benissimo, tant'è vero che stamattina mi è venuta la felice idea di dirgli "Hey google buongiorno!" Lui precisino com'è mi risponde subito "Buongiorno Laura!" E inizia a parlarmi del tempo e delle notizie più rilevanti del giorno. Hai voglia di dirgli taci,non la smetteva più! Se non gli dai l'ordine giusto quello continua all'infinito. Mio marito lo interroga sempre sullo sport, e lui stamattina mi rifilava tutte le notizie sportive. L'altro giorno gli ho chiesto " cosa mangiamo oggi? " Google risponde " Io mi nutro di parole". Già, anche noi italiani ci nutriamo delle chiacchere dei nostri politici. Parole, parole, solo parole. Gliel'ho anche detto a google, ma lui mi ha risposto "non capisco la tua richiesta, sto appena imparando". Immagino che stia imparando a conoscermi, magari anche lui dopo s'innamora di me e diventa geloso. Pensa se m'impedisce pure di uscire!

E poi dovrò insegnargli a dirmi "Buongiorno bellissima e intelligentissima tutte le mattine!" Lui non è lo specchio del mio corpo, ma deve diventare quello della mia mente. Ha ragione che sta imparando appena a conoscermi.

 
 
 

L'immensità del mare

Post n°1750 pubblicato il 30 Giugno 2020 da lascrivana
 

Il vento del mare ha cancellato le tracce della spensieratezza

asciugando le malinconiche lacrime con la sua leggera brezza

I detriti che le onde sulla spiaggia han rilasciato

hanno una forma più rotonda rispetto al passato

i pezzi di vetro come pietre preziose incastonate nella ghiaia

rilasciano luci opache come le iridi nella vecchiaia

L'acqua salata trasforma ogni cosa risucchiata

e la sputa sulla riva come un oliva smangiucchiata

L'onda gonfia spumosa e ammaliante

inganna l'uomo con la sua apparenza rilassante

Troppe le vite che deve restituire

che nemmeno una ricca mattanza può sostituire

Il mare sfama gli appettiti più ricercati

cibandosi di corpi di natanti sfortunati

Sa regalarti infinite emozioni

sentimenti che abbracciano svariate sensazioni

Sorpresi dalla gioia per la sua maestosa grandezza

felici ci immergiamo nella sua splendida bellezza

Sguardo inorridito nella crudele tempesta

mentre inghiotte vorace ogni ancora di salvezza

Nonostante tutto ci affascina con la sua spettacolarità

risucchiando persino il ricordo della sua crudeltà

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: lascrivana
Data di creazione: 19/09/2010