**TEST**

ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 135
 

ULTIME VISITE AL BLOG

prolocoserdianarichardG5monellaccio19qmrQuartoProvvisoriolascrivanatanmikarchitettorizzoOcean_SurferwoodenshipexiettoVince198mauriziocamagnasofya_mchiedididario66
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

« Un passo indietro per fa...Un passo indietro per fa... »

Un passo indietro per farne uno avanti: "Il bagno nella tinozza".

Post n°261 pubblicato il 07 Ottobre 2011 da lascrivana

Ogni singolo dettaglio in quella camera,narrava una sua storia.

L’immagine di una giovane donna,appariva chiara e nitida,nella mia mente.

La vedevo mentre pettinava la sua folta chioma dorata,davanti allo  specchio con la cornice di vecchio legno,appeso alla parete vicino al letto.

Intenta,nei suoi gesti lenti e metodici,

lo sguardo perso in pensieri estatici;la bianca camiciola,aperta sul davanti,lasciava scoperte le candidi ed esili spalle.

Da dietro le sue spalle,quasi come un ombra,emerge la figura dell’amato,che la scruta estasiato,rapito da tanta innocente grazia, e bellezza,

La luce soffusa e il calore del fuoco,regalavano attimi d’intensa emozione,dipingendo sulle pareti, magiche figure,che prendevano forma man mano che li associavo agli oggetti presenti.

Suggestiva anche,la fantasiosa immagine della figura della fanciulla,che s’immergeva nella tinozza d’acqua calda,per farsi un bagno.

Morbide linee disegnavano un corpo ben fatto,sguardo lucente,e una cascata di riccioli danzanti,scendevano morbidamente fino al fondo schiena,per poi raccogliersele,con un gesto pronto e usuale,in una grossa crocchia sulla testa.

Sapori e odori immaginari, si mescolavano con il fumo acre che aleggiava nella stanza;mentre il vapore ,che fuori usciva dal grosso pentolone,creava l’umidità necessaria per rendere l’aria più respirabile:

Altrimenti l’odore del carbone mi avrebbe soffocata.

L@ur@

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: lascrivana
Data di creazione: 19/09/2010