ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 140
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lascrivanaexiettoAndrea.Contino1955Lalla3672Ish_tarcassetta2monellaccio19tanmikprolocoserdianaVince198Decisamentedonna1lina.donatelliecospeedertastieranuvolabianca_1968
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Messaggi del 09/10/2020

Quando la finzione ti regala la libertà

Post n°1769 pubblicato il 09 Ottobre 2020 da lascrivana
 

Movie Review: 'Albert Nobbs' – CBS Philly

Ritorniamo alla stagione dei film che sto seguendo. Ieri ho visto Albert Nobbs, narra la storia di 2 donne che per esigenze personali sono state costrette a indossare i panni di un uomo. Il protagonista Albert lo ha fatto a causa di un trauma subito dopo essere stata violentata da 5 uomini, la seconda per una scelta di esigenza fisica - all'epoca non era affatto vista di buon occhio l'omosessualità -. Ciò che mi ha maggiormente colpito, nonostante la differenza delle esigenze, la complicità che si è creata tra queste 2 anime che si sentivano emarginate  dalla società attuale.

Avevano creato un mondo tutto loro, dove la finzione le apriva le porte alla libertà di una verità invisibile agli occhi degli altri, e non solo, nonostante la fragilità delle apparenze, Albert aveva una sua ambizione -metteva da parte tutti i soldi che guadagnava come cameriere, per aprirsi un negozio tutto suo. 

 

Un giorno, dopo che la febbre tifoidea aveva portato via la donna della sua amica, hanno provato a reindossare i capi femminili, lo hanno fatto per nostalgia; ma entrambi erano consapevoli che non li avrebbero mai più indossati. Un film molto bello e dolce. 

 

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: lascrivana
Data di creazione: 19/09/2010