Creato da io_ribelle il 04/07/2012

sempre ribelle

questo blog è dedicato alle persone che mi seguono da sempre...

 

« Ehm...eccomi..dunque dov...non ho mai.. »

sabato pomeriggio...

Post n°45 pubblicato il 23 Novembre 2012 da io_ribelle

Sabato pomeriggio mi trovavo in un negozio in centro.
Ero in coda alla cassa quando le grida di un bambino hanno catturato la mia attenzione.
Strattonava la madre e cercava di avvicinarla allo scaffale dove era appoggiato un gioco  che voleva.
La madre visibilmente imbarazzata cercava di convincerlo che l’articolo costava troppo e che non poteva accontentarlo. Il bambino è scoppiato in un pianto disperato e ha cominciato ad insultare la madre a gran voce. Tutte le persone presenti si sono fermate a guardare la scena.
La madre, con dolcezza, ha tentato  di trascinarlo fuori dal negozio ma  il bambino ha iniziato a darle calci e pugni.
Paonazza  e per mettere fine alla piazzata ha preso il gioco, si è recata alla cassa e lo ha dato al   bambino che ha poi  smesso di frignare.
Aveva Vinto!
Al posto di quella madre non avrei assecondato il bambino, non tanto per la poca disponibilità economica ma per il suo  brutto comportamento.



Mentre uscivo pensavo che al giorno d’oggi circola l’idea un po’ ottusa che, per essere felici, i bambini devono avere tutto e subito.
Il più delle volte non  fanno in tempo a desiderare una cosa che già la posseggono. Così facendo si sentono autorizzati  a fare scenate come quelle nel negozio quando non è possibile comprare nell’immediato ciò che vogliono.
I bambini viziati hanno un’unica strada davanti quella del loro ego.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/sempreribelle/trackback.php?msg=11738765

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
nadiaemanu
nadiaemanu il 23/11/12 alle 10:17 via WEB
Ciao Ale sai che mi sono rivista nella scena? Mio figlio fino all'età dei 3/4 anni non ho mai saputo di averlo nei negozi, alle volte ero io che gli chiedevo se volesse qualche cosa lui diceva sempre no. Poi un bel giorno le cose sono cambiate, ha iniziato a fare i capricci, a pestare i piedi, "Io Voglio" diceva e via a disperarsi, non mi sono mai vergognata tanto come in quel periodo, ma se era un No rimaneva un No, sia perchè non si può comperare tutto sia perchè il comportamento non andava bene, ho imparato a fare spallucce dello sguardo della gente e "trascinare" letteralmente il pargolo fuori dal negozio di turno, dandogli anche il castigo per casa Adesso le cose sono migliorate anche perchè ormai è grande, ma quando insiste se ho già detto no apro la porta ed esco dal negozio ...lui brontola ma esce convinto, sapendo che non otterrà nulla, anche perchè se concedi una volta sei fregata per sempre (e qui il per sempre vale per sempre !!!) buon fine settimana Un sorriso Nadia
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 14:43 via WEB
Come sai ho due figli uno l'opposto dell'altra..
Mio figlio mi ha fatto saltare i nervi più di una volta, mia figlia invece è sempre stata pacata e ubbidiente. Con lui ho discusso parecchio nei negozi e lo lasciavo frignare, ma mai s'è provato a darmi un calcio o a dirmi una parolaccia perchè un ceffone non glielo levava nessuno, con mia figlia invece è sempre capitato il contrario..ero io che insistevo per comprarle qualcosa perchè lei rifiutava sempre!!
Non sopporto la maleducazione Nadia..e la mancanza di rispetto..lo sò i bambini devono imparare ma se non li pieghiamo da piccoli da grandicelli diventa una cosa impossibile!..un bacione ^__^
 
   
nadiaemanu
nadiaemanu il 24/11/12 alle 17:01 via WEB
Ancora adesso se mi rispode male uno scapaccione non glielo leva nessuno ... anche se ci sono i suoi compari ... io nonmi ricordo di aver mai risposto ai miei ... fore altri tempi ma sicuramente migliori Buon fine settimana Ale Un sorriso Nadia
 
     
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 20:53 via WEB
Sorrido Nadia..non sei mica il tipo da dare scapaccioni!!..no no..mica ci credo!!..^__* buona serata!
 
omnamahshivaya0
omnamahshivaya0 il 23/11/12 alle 10:18 via WEB
Credo che l'avere tutto e subito è proprio diseducazione. Crescendo si rafforza la convinzione che tutto è dovuto. E poi, dico io, c'è anche la magia di desiderare qualcosa e magari conquistarla con fatica e soddisfazione. Purtroppo, invece, sempre più Bambini vengono cresciuti con altri valori. Ti lascio un sorriso. Buona giornata. Michele
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 14:45 via WEB
eh lo so...si pensa di fare del bene non facendo mancare a loro nulla..invece il segreto sta proprio nel desiderare..e intanto s'impara il rispetto verso le cose e le persone...ciao Michele..buon pomeriggio!
 
GianFrusaglia
GianFrusaglia il 23/11/12 alle 10:21 via WEB
Non sono un padre ma in questo caso due scapaccioni ci stavano bene. Poi che chiamasse pure il telefono azzurro e pure quello viola... buon w.e.
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 14:46 via WEB
tu che bimbo sei stato?..sei cresciuto a suon di scapaccioni?..ora sei così giudizioso!! ;)
 
   
GianFrusaglia
GianFrusaglia il 24/11/12 alle 10:24 via WEB
io sono cresciuto a suon di scapaccioni, ma ancora adesso me ne tiro un sacco. sai è l'età...
 
     
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 20:52 via WEB
secondo me è tua sorella che te le suona a dovere..per tutte le volte che la citi nei tuoi post!!
 
paulafm
paulafm il 23/11/12 alle 10:23 via WEB
Buongiorno cara amica, triste scena...hai proprio detto il vero, continuerà a mettere in imbarazzo la madre/il padre per avere ciò che desidera...insegnare ai bambini il valore dei soldi non credo sia sbagliato, personalmente lo scoperto da grande, le priorità e il buon andamento della famiglia non riguardano secondo me solo i genitori.E poi un "NO" ogni uno di noi lo ha vissuto e ha imparato che si può supra-vivere come farà questo un bambino che ha avuto tutto qualsiasi cosa e subito?...buona giornata P.
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 14:50 via WEB
i bambini non conoscono il valore dei soldi in quanto piccini..ma possono imparare l'educazione già dai primi anni di vita... bisogna sapergliela insegnare a suon di "no" come hai ben detto tu....altrimenti saranno sempre viziati!..un bacione
 
Pattybis
Pattybis il 23/11/12 alle 10:26 via WEB
Il problema sta sicuramente nel concetto che la felicità consiste nell'avere di più... ma anche nel fatto che i genitori oggi non riescono ad essere autorevoli. Il NO purtroppo non viene detto quanto si dovrebbe e nemmeno con la giusta convinzione. Pur di stare in pace, spesso è meglio dire di si. Errore madornale, che verrà pagato dai figli in primis ed anche dai genitori. La severità, la correttezza, le regole, sono basilari nella vita... fin da piccolissimi. Un abbraccio!
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 14:55 via WEB
infatti...troppo spesso si cede alle loro richieste per evitare il loro frignare... il più delle volte infastidiscono sino a fare uscire fuori dai gangheri anche il più paziente..ma poi si arriva che oltre a fare due lacrime , offendono e lanciano pugni..ecco questo per me è intollerabile!!..ciao Patty..un sorriso
 
formybz
formybz il 23/11/12 alle 11:04 via WEB
Non ho dubbi sul "no" che doveva restare "no".
Ne ho invece, adesso, sul mio metodo educativo. Con tre figli, non mi è mai capitato qualcosa di simile; abbiamo potuto discutere un pò, ma non siamo mai arrivati alle sceneggiate... E adesso, ascoltando altri e guardandomi intorno, mi chiedo: i miei figli si sarebbero vergognati più di me a farsi notare in quel modo... Questo significa che li ho fatti crescere repressi e in difficoltà nel manifestare le proprie emozioni??? :(
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 15:03 via WEB
io credo che tu non abbia sbagliato in nulla...i bambini in quanto incosapevoli e piccini non si rendono mai conto delle figuraccia che fanno quando sono in preda ai loro capricci e difficilmente si vergognano...sono talmente presi dal loro desiderio e determinazione di riuscire ad ottenere ciò che vogliono che assumono atteggiamenti decisamente scorretti..deve essere il genitore a correggerli e riprenderli e se non lo fanno non lo capiranno mai..anzi..come nel caso citato se assecondati per far tacere la sceneggiata si sentono vincenti e la volta successiva si comporteranno peggio!
Tu hai saputo insegnare a loro un valore fondamentale..l'educazione!!
buon pomeriggio :))
 
retrogustoamaro1
retrogustoamaro1 il 23/11/12 alle 11:27 via WEB
Mah,ognuno educa i figli come meglio crede.Io non avrei comperato il gioco (cosi come alcune volte ho fatto) e probabilmente gli avrei anche ''aggiunto'' una punizione.Quando usciamo con i piccoli e chiedono un regalino io e Cuoricì diciamo loro:'' Prima meritatelo e poi avete un baget di ''tot'' euro(mai oltre i 5 a bambino)''.Quante volte hanno chiesto un gioco più costoso e abbiamo detto no.E' abbastanza umiliante ma è anche questa una forma di educazione.La piccola ha la paghetta e spesso chiede se può prendere dei soldini e comperarsi ciò che vuole.Alcune volte ''finanzia'' il fratellino.Bisogna responsabilizzarli e devo dire che mio marito è più fermo di me su certe questioni,lui li avrebbe polverizzati avanti a una scenata del genere.
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 15:07 via WEB
sì è vero..è giusto responsabilizzarli e far capire a loro che non sempre possono essere accontentati
Che carina la piccolina che finanzia il fratellino..imparano ad aiutarsi e a volersi più bene... valori fondamentali!!...complimenti..per come sei!! ;))
 
ceccoangiolieri.11
ceccoangiolieri.11 il 23/11/12 alle 11:46 via WEB
Una delle più preoccupanti cause della fragilità dei ragazzi d'oggi è proprio quella di essere stati "Educati" ad ottenere tutto, senza sforzi, senza conoscere il senso della rinuncia e del sacrificio. Questo atteggiamento viene esteso in tutti gli ambiti, compresi quelli scolastici, anche in età più avanzata con il risultato che nei momenti di vita più notevole e nell'approccio di scelte consapevoli e responsabili, i giovani si tirano indietro o si defilano, quando tutto va "bene", se non addirittura essere protagonisti di azioni e di atteggiamenti asociali e immorali, se non addirittura delinquenziali. La mammina del caso avrebbe fatto meglio ad essere più severa e didascalica in tale occasione e in altre, proponendo un sonoro ceffone o sculacciata prima che il piccolo aprisse bocca. La platea avrebbe apprezzato di più e magari risposto con un plauso più convinto e rassicurato, salvo poi rischiare di subire le critiche delle persone iperprotettive e pseudomorali nel condannare il gesto di "violenza". Ai nostri tempi invece siamo stati educati anche con queste manifestazioni "d'amore"... Pace e bene a tutti, specie alle mamme...
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 15:17 via WEB
giustissime le tue parole...è l'avere tutto e subito che rende un ragazzo fragile e poco risoluto..oltre che maleducato se non accontentato!
Ti confesso che sono contro ogni tipo di violenza..ma dinanzi un figlio che calcia, dà morsi e insulta ..ecco..io perdo il lume della ragione e un ceffone, anche in pubblico, glielo avrei dato!
La figuraccia l'ha fatta più la madre che il figlio secondo me..ma come si può farsi mettere i piedi in testa da un bambino??..ma scherziamo??
Come diceva mia madre " due lacrime fanno solo gli occhi belli"..e lui sarebbe uscito dal negozio senza il gioco..e per punizione se lo scordava pure per Natale!!
Sono troppo severa?...nn saprei..ma coi miei figli ha funzionato!
Ti abbraccio forte forte ;)
 
gginopino
gginopino il 23/11/12 alle 12:20 via WEB
non dico che lo avrei preso a mazzate, ma un NO che sia un No, fermo, secco, indiscutibile, fa più che bene....non sempre...ma ci vogliono dei santissimi NO, fermi...e altro che calci..quella sta crescendo il solito che andrà in giro pretendendo tutto, e subito..l'ennesimo idiota diseducato
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 15:40 via WEB
sorrido...a mazzate no..semmai una sberla ci stava bene!
Il fatto è che bisogna essere severi quando fanno i capricci..altrimenti non imparano mai...
 
serio.vin
serio.vin il 23/11/12 alle 12:41 via WEB
non mi piace nessuno dei due comportamenti:il bambino troppo aggressivo e la madre troppo permissiva.
sai una cosa cara Ale,credo che si sbagli a d educare questi figli ecco il risulato.Bisognerebbe sin dal principio educarli alla consapevolezza che non tutto è possibile,se quella mamma prima di uscire di casa avrebbe fatto scuola a quel bambino credo che le cose si sarebbero risolte in modo diverso e poi se fosse carattere del bambino io non avrei gettato la spugna,lui non avrebbe vinto comunque ,tanto l'imbarazzo della scenata ormai c'era stato.Purtroppo queste sono le nuove generazioni e chissà che cosa accadrà negli anni futuri :(
un abbbraccio ^___^
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 15:51 via WEB
non è semplice saper educare..lo ammetto..ma dinanzi a certe sceneggiate BISOGNA bisogna correre ai ripari!
La madre con il suo comportamento ha pensato di evitare una figuraccia..invece a parer mio l'ha fatta doppiamente...ha dimostrato di non saper gestire il proprio figlio!
Ciao Vin...ti abbraccio :))
 
qmr
qmr il 23/11/12 alle 12:52 via WEB
...purtroppo quello del tutto è subito è un sistema (negativo) ormai imperante nella nostra società...i bambini capricciossi di oggi saranno gli uomini egoisti di domani tesi ad avere piuttostto che ad essere e sempre troppo occupati di se stessi...
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:13 via WEB
già...è proprio così..forse per questo che provo rabbia a vedere certe scene..non voglio immaginare che adulto sarà quel bambino!!
 
barbone777
barbone777 il 23/11/12 alle 13:49 via WEB
Mia madre è una donnona...hehehe..
ben lungi da me i capricci...perchè mi "accoppava"... hihihi...
Per un week-end dal sapore delizioso...
in un Tuo sorriso... *_* o mia dolcissima amica ribelle...
ed un inchino dal Barbone
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:14 via WEB
ah ah ah..mi hai fatto sorridere!!
Vedi come sei cresciuto educato bene?..tua madre ci ha sapiuto fare!!..buon fine settimana Barbone!
 
Baci_Amore
Baci_Amore il 23/11/12 alle 13:53 via WEB
:-( a me questa scena ricorda tanto una che vidi tanti, ma tantissimi anni fà, una bimba voleva a tutti i costi, non ricordo cosa, la mamma imperterrita NON ha ceduto. Però nel contempo mi ricordo, pardon ...mi fù raccontato che ...ehm una scena meno ..cosi , ma sempre da vizziatella, la feci io... Enrai in unbar con papino e chiesi il gelatino, mi fu comperato, ma una volta fuori me lo prese me lo getto a tetta lo schiacciò dolcemente con un piede e mio papà disse: (circa) avevamo concordato che NON ti avrei comperato NULLA e siccome non volevo fare brutta figura davanti a queste persone, ti ho accontentata, ma non devi mai più fare cosi....okei? ehm forse la mamma in questione, per non sfigurare ha comperato il gioco e una volta a casa, (spero) non lo ha dato al figlio ma in beneficenza ,,, spiagando al pupo che NON si ottiene tutto solo perchè si è maleducati, perchè prima o poi TUTTO si paga:-) Bacioni e buona gg Baci_Amore
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:18 via WEB
urca..che lezione che ti è stata data!!..non voglio immaginare la tua espressione delusa!!..però ti è servita per essere in futuro più educata!
A volte le maniere forti e decise sono un toccasana per imparare a sapersi comportare...buon fine settimana :)))
 
futur12
futur12 il 23/11/12 alle 14:55 via WEB
Che ne dici di abolire le TV in casa, e tornare ad apprezzare il cinema, sembra una cosa assurda ma vedo brava gente che non riesce più a trasmettere i valori della vita perchè quella malefica scatoletta riempie i bimbi di messaggi negativi e distruttivi, è assurdo, eppure assistiamo giornalmente a scene come quelle descritte ..., Nemmeno IO l'avrei accontentato, LA FELICITA' è un'altra cosa. Buona Vita
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:22 via WEB
è vero Francesco sono scene sempre più frequenti condizionati da una società proiettata verso il consumismo..ma coi tempi che corrono è meglio saper mettere un freno anche ai bambini..così imparano anche l'educazione..buon fine settimana!
 
eliphas2010
eliphas2010 il 23/11/12 alle 15:10 via WEB
Scommetto che quando sarà arrivato a casa, tutto trionfante, quella peste di bambino, dopo 5 minuti, avrà buttato il tutto da una parte, dicendo che quel gioco non gli piaceva più. Questi ragazzini sarebbero da prendere a sberle (non solo metaforiche), "sberle piccole ma sincere", date con tanto Amore dalla mammina e dal paparino, ed incominciare a dirgli di giocare con tutti le robe che hanno già, volute da loro, e che non rompano più le scatole, se no niente TV per una settimana !!! Ciao, Umberto
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:24 via WEB
ah questo è sicuro..sbraitano tanto per avere qualcosa che dimenticano dopo un paio d'ore in un angolo della stanza!
E intanto sono stati maleducati e non proprio dei angioletti!!
Spesso le parole non sanno essere convincenti occorre avere polso..ma il più delle volte costa fatica e i risultati sono questi..ciao Umberto..buon fine settimana! :))
 
vivaildivertimento
vivaildivertimento il 23/11/12 alle 15:49 via WEB
Si, e no è affatto una bella strada...
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:32 via WEB
lo penso pure io!!..un abbraccio
 
Lady_Moonlight
Lady_Moonlight il 23/11/12 alle 16:02 via WEB
ti abbraccio,cn tanta amicizia e affetto...buon pomeriggio,smack :)))
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 23/11/12 alle 16:32 via WEB
ricambio cara Carla..buon fine settimana!
 
Quattroruotei.e
Quattroruotei.e il 23/11/12 alle 16:45 via WEB
Se facevo una cosa simile, mi pigliavo una tozza che lo scaffale me ne dava due. E alla sera a letto senza cena. Altro che le pungete del telefono azzurro. Care mamme una tozza non uccide ma insegna!
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 20:55 via WEB
Sicuramente il dialogo è meglio..ma dinanzi un bambino così maleducato concordo con te..una tozza gli fa solo bene..ciao Andrea ^__^
 
guidopardo1
guidopardo1 il 23/11/12 alle 17:35 via WEB
Ti racconto solamente un episodio che ho ancora ben scolpito nella mia mente. Avrò avuto 6 o 7 anni. Ero seduto in cucina e mia madre stava spignattando. Non ricordo il motivo, ma per la prima volta mi scappò di dirle "Scema!".
Ebbene, PRIMA mi arrivò una bella sberla e DOPO la spiegazione: "Alla mamma non devi permetterti mai di dire quella parola!". Ti assicuro che neppure da adulto, magari in qualche discussione possibile, non mi permisi più di rivolgermi con epiteti simili a lei.
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:10 via WEB
Ci credi Guido che io non ho mai avuto il coraggio di dire una parola di traverso ai miei genitori?..
Sicuramente perchè ero certa della loro reazione
Ti racconto un episodio:mio fratello molto più vivace di me un giorno fece i capricci in un negozio perchè voleva qualcosa che ora non ricordo..non fu maleducato come il bambino citato nel post ma iniziò a frignare e pareva il pianto (senza lacrime)di un disperato. Mia madre paonazza dalla rabbia, senza dirgli una parola, lo prese per un braccio e cominciò a serrare e più lui urlava e più lei stringeva.
Alla fine smise di lamentarsi improvvisamente e mia madre allentò la presa.
Da quel giorno non si è più permesso di frignare per un gioco che non poteva avere e la lezione è servita anche a me.
Posso capire che i bambini siano attratti da giochi, ma devono capire che non sempre li possono avere e se si comportano trattando la madre con calci, morsi e parole che non si possono sentire è giusto essere severi nei loro confronti..lo si fa solo per il loro bene!
Ciao Guido..trascorri una bella serata..ti abbraccio
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/11/12 alle 18:46 via WEB
Non posso aggiungere altro se non una domanda: "A chi attribuire la colpa di tale comportamento?". Concludo e aggiungo: "Ben le sta!!!!". Spero, anche se in ritardo, la signora voglia decidersi, magari con la collaborazione del padre se c'è, di avviare e attivare tutte quelle misure che servano per una buona e sana educazione. Buona serata esereno w.e. Ale.
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:14 via WEB
Non è mica semplice prendere determinate misure quando il bambino è già arrivato a questi livelli!!
E poi costa fatica e tempo..tante persone lasciano correre affidando l'educazione alle scuole!!
I risultati si vedono!
Ciao Mobellaccio..un bacione
 
Vince198
Vince198 il 23/11/12 alle 19:54 via WEB
Credo di avere esercitato con sufficiente equilibrio la mia parte di.. patria potestà, Ale! Ho inculcato nei miei figli fin da bambini, un detto che spesso mi ripeterono - da ragazzino io - i miei vecchi, cioè "l'erba voglio cresce solo nel giardino dei re".
Certo, qualche volta si può e si deve fare eccezione perchè certe rigidità portate all'eccesso hanno effetti spesso deleteri sui rapporti interpersonali. Ho semplicemente spiegato loro che c'è un bilancio familiare da far quadrare, ergo le spese devono essere sempre sotto controllo. Certo, cose del genere non si possono spiegare a un bambino, però esistono altri metodi per fargliela entrare nella zucca, specie se molto dura. Ad es., sapendo quello che loro non gradiscono come cibo, quando esageravano dicevo loro che prima dovevano consumare a pranzo o a cena una determinata pietanza e poi se ne sarebbe parlato.. Così, sapendo loro che il sottoscritto non è molto malleabile, spegnevano i loro bollenti spiriti nel 90% dei casi.. ahahahaha.. Tuttavia la soddisfazione più grande che ho avuto è stata che, fortuna mia, i ragazzi qui si sono comportati bene nella quasi totalità dei casi e questo mi ha molto facilitato il compito di essere imparziale; cosa che, bada bene, è sempre stata il mio pallino. Anche al giorno c'oggi non faccio preferenze di alcun genere verso i miei figli.
Mia moglie, al contrario, spesso la dava loro vinta e così si guastavano certi equilibri. Vai a farglielo capire..
E vabbè, le mamme si sa che sono più accondiscendenti.. ahahahaha..
Ciao, abbraccione ^___^
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:29 via WEB
Vince..i bambini di oggi sono differenti dai figli di ieri...secondo me!
Mi spiego meglio...per quel che vedo oggi non si aspettano le feste comandate per fare un regalo al proprio figlio, ma ogni giorno è di quella tanto che non fanno in tempo a desiderare qualcosa che già la posseggono..per poi dimenticarla in un angolo della stanza poco dopo.
Anche io ho viziato i miei figli...lo ammetto..è capitato che abbia fatto loro una sorpresa in un giorno qualunque..ma solo perchè se l'erano meritato..se invece facevano capricci quando non era il caso era la volta che tornavano a casa a mani vuote.
Mia cognata, per esempio, non esce dal supermercato senza avere comprato un gioco per mio nipote..e per lui oramai è diventata un'abitudine.. ho visto anche scenate quando la sua attenzione è caduta su un gioco costoso che la madre non gli voleva comprare
Secondo me è sbagliato il comportamento di mia cognata..ho cercato di parlarle ma non ci sente!
In un commento sopra è stato detto che i bambini viziati di oggi saranno le persone egoiste di domani..è vero secondo me!!
La tua è sempre stata una famiglia molto unita e i frutti si vedono..mi chiedo se ti comporterai verso i tuoi futuri nipoti con lo stesso equilibrio che hai cresciuto i tuoi figli!...mmmhh secondo me li vizierai parecchio!!
Un bacione per te...caro Vince!!
 
yaga1
yaga1 il 23/11/12 alle 21:45 via WEB
Pensa che una volta, per un caso simile,ho pure litigato con una mamma, al Super! Non riesco stare ferma con le parole in queste situazioni. Un ceffone sarebbe stato "tutta salute " come diceva mia mamma, quando me ne tirava uno! Non avevo neppure il tempo di piangere che SLAM!!! era già arrivato.Era molto svelta con le mani..Grrrr! Anche se figlia unica non ho mai avuto smancierie. Da me, vengono a scegliere oggetti per arredare la casa e chiedono al bimbetto che ha 4 anni.."amoooreee ti piace questo o questo??Pazzesco! Una mammma così cretina si merita il figlio che ha !! Cattiva??? Mahhh...io la penso così! Bacione e Buon W.end Bella Donna ^____*
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:33 via WEB
Coinvolgere i figli nelle scelte potrebbe anche starci..ma dinanzi la maleducazione io non ci vedo..anzi vedo rosso..ma scherziamo?..se cominciamo a metterti le mani addosso da piccoli non voglio pensare che cosa combinano da adulti!!
La severità serve..per il loro bene..ciao stellina ..buona serata..un bacione
 
grizzly67
grizzly67 il 23/11/12 alle 22:09 via WEB
di certo ... non è stato il modo più corretto quella della madre ... basta farlo capire ... e parlare serenamente ...e davanti ad un comportamento così ...negare assolutamente ... il gioco lo si merita non si pretende ... Ma quello era un bimbo .... però capita anche in amore ... capita nella vita ... ti abbraccio forte dolce Ale
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:35 via WEB
è vero era un bimbo..ma non lo giustifico..ci può stare una frignata ma non può prendere a calci e a pugni la madre con tanto di parolacce...
E' brutto da vedere, sa subire e se non corretto fa male anche al bambino!!..ciao Cris..buona serata :)
 
mattley55
mattley55 il 23/11/12 alle 22:11 via WEB
...nel post hai scritto tutto, che condivido in pieno, il bambino sapeva come colpire sicuramente non è la prima volta che ottine ciò che vuole, ma non sempre troverà la mamma ad assecondare i suoio voleri, crescerà prima o poi e la vita non sempre riserva cose piacevoli e saranno dolori. buon fine settimanma un abbraccio:)) maury e un sorriso ^__*
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:36 via WEB
credo anche io che per il bambino era un comportameno abituale..è questo il guaio!!
Ciao Maury...un bacione
 
   
mattley55
mattley55 il 25/11/12 alle 20:17 via WEB
...si abituale, che non lo farà crescere nel migliore dei modi... buona serata e buon inizio settimana, un abbraccio un sorriso:)) maury
 
     
io_ribelle
io_ribelle il 26/11/12 alle 08:00 via WEB
ricambio l'abbraccio..buon lunedì Maury!!
 
LUNA.PIENA40
LUNA.PIENA40 il 24/11/12 alle 04:42 via WEB
un comportamento decisamente sbagliato quello della madre, seppur considerando tutte le sue buone intenzioni ... così facendo s'inculca l'idea che basterà puntare i piedi, frignare per ottenere tutto ciò che si desidera, viziandolo oltre modo, invece di cercare di far comprendere al bambino che non sempre si può ottenere tutto ... sereno fine settimana Ale. (clik)
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:38 via WEB
Infatti il bambino ha capito bene come ottenere quello che vuole...sbagliatissimo accontentarlo!!..ciao Marco..ti abbraccio
 
mgf70
mgf70 il 24/11/12 alle 07:09 via WEB
Anch'io sono un genitore dai "forti principi" e, a costo di passare per "cattivo", son capacissimo di non cedere ai capricci: ad oggi, con me, i pargoli sono strafelici, perché ogni cosa che dò loro, sanno d'averla meritata (e, quando ottengono, non è per qualche loro "richiesta). A me sembrano abbastanza felici di ciò che hanno. Ma, non nascondo, che talvolta è dura...
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:40 via WEB
bravissimo...hai insegnato ai tuoi figli ad apprezzare le cose e ad averle perchè meritate..doppia soddisfazione per loro!
Gli stai insegnando valori fondamentali!!..
 
   
mgf70
mgf70 il 25/11/12 alle 20:07 via WEB
Ti ringrazio, anche se...talvolta tanta educazione è vanificata da chi, in casa,non è tanto fermo... Comunque, oggettivamente, sono fiero della loro educazione, soprattutto in rapporto a quella dei loro coetanei. Un saluto
 
     
io_ribelle
io_ribelle il 26/11/12 alle 07:58 via WEB
diciamo che hai saputo gettare delle buone basi..e se oggi sei fiero di loro sono semplicemente i frutti che stai raccogliendo!!..buon lunedì
 
Lady_Moonlight
Lady_Moonlight il 24/11/12 alle 08:45 via WEB
Buongiorno....caffè ? ^_^: clikka è bollenteeeeeee
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:41 via WEB
wowwwwww....grazie Carla!! un bacione!!
 
ottimistasempreecomu
ottimistasempreecomu il 24/11/12 alle 21:17 via WEB
Non solo i bambini.....^_____^ Serena serata, amica mia!
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 21:42 via WEB
^__* buona serata a te caro Nicola!!
 
giovanni.gervasini
giovanni.gervasini il 24/11/12 alle 22:54 via WEB
Ciao Ale, sicuramente l’argomento del tuo blog mi coinvolge in prima persona perché, come precedentemente riferito, sono padre e sono stato insegnante e ti assicuro che la fermezza ripaga nel tempo; i risultati mi hanno dato ragione per quanto riguarda il figlio e penso anche per alcuni alunni con i quali sono ancora in contatto. Condivido pienamente quanto ha scritto il tuo amico Michele: diseducativo concedere tutto e subito e poi, da più soddisfazione conquistare una cosa dopo averla tanto desiderata. Non devono essere quattro lacrime a far impietosire un genitore. Ale mi raccomando se diventi mamma !! Un sorriso per Te Gianni
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 24/11/12 alle 23:13 via WEB
Gianni..sai cosa ti dico?..che non farei mai il tuo mestiere e ammiro tutte le persone che si dedicano all'insegnamento...non è per nulla semplice lavorare con ragazzi viziati.
Spesso viene delegato alla scuola il compito di educare i bambini perchè nelle aule regna la disciplina e il rispetto...cosa che manca fra le pareti domestiche...ma non è semplice gestire i figli di altri!
Io sono già mamma Gianni e sono consapevole che essere genitori è faticoso ma il rispetto e l'educazione non devono mancare mai! Ciao Gianni...dolce notte!
 
orsetto_bianco
orsetto_bianco il 25/11/12 alle 18:14 via WEB
come ti condivido...così significa rovinare i figli In particolare in questo momento in cui è evidente che per ragioni economiche i nostri figli staranno peggio di noi un bacione
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 26/11/12 alle 07:56 via WEB
Bisogna fare capire ai figli che la situazione è critica per tutti e certi vizi è impossibile mantenerli!!..ciao Orsetto :))
 
Volo_di_porpora
Volo_di_porpora il 25/11/12 alle 22:42 via WEB
E' colpa dei genitori..
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 26/11/12 alle 07:59 via WEB
in parte sì!!..un abbraccio
 
LUNA.PIENA40
LUNA.PIENA40 il 26/11/12 alle 04:41 via WEB
decisamente un'errore quello di soddisfare ogni cappriccio del proprio figlio ... quanti "no" avrò avuto da piccolo. sereno inizio di settimana Ale. (clik)
 
 
io_ribelle
io_ribelle il 26/11/12 alle 07:59 via WEB
concordo pienamente..ciao Marco..buon risveglio!!
 
nonsolo_musica
nonsolo_musica il 26/11/12 alle 19:34 via WEB
Ricordo i miei tempi. Le possibilità erano tre: 1) Non ti passava nemmeno per l'anticamera del cervello di chiedere qualcosa. 2) Se ci provavi, le risposte erano a loro volta tre 1° "NO", 2°"Scordatelo" 3°"Cosa???" 3) Il massimo che potevi ottenere era "O questo, o niente" Adesso i genitori moderni esagerano. Meglio prima?! ;) Un bacio.
 
Bepi1249
Bepi1249 il 29/11/12 alle 17:28 via WEB
MI è capitato un fatto analogo tanti anni fa con mia figlia, ricordo benissimo quel giorno, era sotto le feste di Natale, volevo regalargli una bambola, ma quella che voleva Lei costava troppo, non avevo soldi, ero separato da poco, alimenti alla bimba e due mutui della casa sulle spalle, ho cercato in tutte le maniere di convincerla per la bambola piu' economica, ma non c'è stato verso, ancora oggi soffro al pensiero di non averla potuto soddisfare e che non aveva compreso le mie condizioni, era troppo giovane.
 
jessissima
jessissima il 01/12/12 alle 22:04 via WEB
in ritardo ti dico la mia essendo mamma... io per fortuna non ho avuto una tale belva come figlio e se mai mi fossi ravveduta ad assecondarlo provata dai suoi capricci (sinceramente non ricordo talmente che erano sporadici o diciamolo pure inesistenti?) lo avrei accontentato cercando un compromesso ma mai solo perchê a calci e a pugni voleva prevaricare su di me... ma io vorrei lasciare un mio giudizio verso questa madre, che noi non sappiamo il suo contesto famigliare e il suo rapporto con il padre nonchê suo marito. Non sappiamo niente di 'sta donna e non la si deve colpevolizzare per questa debolezza non conoscendo cosa deve affrontare nella sua vita reale. Nemmeno se la si vede tutta in tiro e che sembra appena uscita dall'estetista. Perchê è segno che non ha avuto molta cultura e vive in contesti dove l'immagine prevale a scapito della buona educazione del prossimo... è anche vero che se nessuno glielo fa capire che sbaglia, tipo un'amica una parente... allora non si può far nulla e rassegnarsi che un giorno questo viziato farà tribolare a sua volta molte persone e amen ^_^... o magari tribolerà lui per non avere avuto una buona educazione chi lo sa? ^___^
 
daniele077
daniele077 il 09/12/13 alle 13:53 via WEB
Una persona.... ha due figli, uno pessimista e uno ottimista. Le stesse cose sono viste sempre diversamente da due ottiche opposte sia a scuola, che nella vita o nell'amore. Bisogna dare forza e credere che il domani sia migliore, e che lo sviluppo eterogeneo delle persone abbia sempre quelo desiderio dentro.... E' utilizzando una massima di(Albert Einstein) E' meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.
 
bepaapranz
bepaapranz il 23/08/14 alle 16:08 via WEB
Beh anche se il mestiere di genitori è difficile qui è lampante la colpa della madre.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 40
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: io_ribelle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 52
Prov: EE
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ROSSA.LUNA40profilo.maschileio_ribellealberto9leoncinobianco1ITALIANOinATTESANonnoRenzo0apungi1950art.buyer65fianna.mbmadoshitommyxileolaurina68falco20050
 
 
 

 

"...Si , è vero, qui nascono amicizie che a volte durano anni, in alcuni casi ci si scontra, in altri ci si incontra, altre volte ancora si rimane appesi a pensieri, sensazioni, immagini che bastano a se stessi e si ha quasi paura a dar loro forma e sostanza... "

 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.