Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Il mondo a colori di Sal&Mary...
Pelosetti compresi...

 
 
 
 
 
 
 

BEVERE NON E' FACILE

BENITO URGU: BEVERE NON E' FACILE

 
 
 
 
 
 
 

INDUSTRIA CASEARIA ARGIOLAS DOLIANOVA

Il Caseificio di mia moglie Mary e
mio cognato Antonello. Provate
i loro formaggi e poi mi direte...

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Catanzaro, barista "bef...Emozioni represse e memo... »

Non si puņ tornare indietro dopo aver aperto gli occhi

Post n°1768 pubblicato il 19 Ottobre 2020 da prolocoserdiana
 

immagine

Ci sono ferite che invece di aprirci la pelle, ci aprono gli occhi. Quando succede, non c’è altra opzione che raccogliere i pezzi rotti della nostra felicità persa per ricomporre la nostra dignità. Un amor proprio necessario per andare avanti con la testa alta e lo sguardo fisso, senza voltarsi indietro, senza elemosinare realtà impossibili…
Questo atto di scoperta o di presa di coscienza di una verità non sempre giunge dopo un evento doloroso che ci colpisce senza attesa e senza anestesia. A volte avviene in modo sibillino, dopo molti “poco” che alla fine fanno “un molto”, come un rumore discreto, ma persistente, che alla fine ci convince di qualcosa che, forse, già sospettavamo sin dall’inizio.
È stato lo stesso Aristotele a dire una volta che sono i nostri sensi che si limitano a captare l’immagine del mondo esteriore come un tutto. In questo senso, solo quando vi è una chiara volontà, possiamo vedere la realtà, perché è allora che la mente entra davvero in contatto con quello che la circonda e con i suoi dettagli rivelatori.
Riuscirci non è facile, perché sono necessari intenzionalità, intuito, senso critico e, soprattutto, coraggio per vedere le situazioni e le circostanze reali e non come ci piacerebbe che fossero. Dire che molti di noi procedono nella propria realtà con una benda davanti agli occhi può sembrare un po’ desolante, ma quando le persone sono in cerca di un terapeuta con il fine di trovare l’origine della loro ansia, della loro stanchezza, del loro malumore e di quell’apatia vitale che le priva di energia e speranza. Tornare indietro non si può, andare avanti è quasi un dovere...
Non possiamo dimenticare che la felicità è, al di sopra di tutto, un atto di responsabilità. Perché quando finalmente ce la facciamo, quando riusciamo ad aprire gli occhi, non si torna più indietro: è il momento di agire.

immagine

Con un primo sorriso mattutino auguro a tutti/e un sereno inizio settimana. Bye, sal

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

immagine

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

g1b9stefspabillymegZioAdri74ggis0repi1958patti.orlamberle80flaviaviolettadavide.russielloHHULKKsaverio.anconamister_robycassetta2RUSSART
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom